Apri il menu principale

Atletica leggera ai Giochi della XXX Olimpiade - Staffetta 4×400 metri maschile

Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
Staffetta 4×400 metri maschile
Londra 2012
Informazioni generali
Luogo Stadio Olimpico di Londra
Periodo 9 - 10 agosto 2012
Partecipanti
Podio
Medaglia d'oro Nazionale Bahamas Bahamas
Medaglia d'argento Nazionale Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia di bronzo Nazionale Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago
Edizione precedente e successiva
Pechino 2008 Rio de Janeiro 2016
Atletica leggera ai
Giochi olimpici di
Londra 2012
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 m piani   uomini   donne
200 m piani uomini donne
400 m piani uomini donne
800 m piani uomini donne
1500 m piani uomini donne
5000 m piani uomini donne
10000 m piani uomini donne
Corse ad ostacoli
110 / 100 m hs uomini donne
400 m hs uomini donne
3000 m siepi uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 20 km uomini donne
Marcia 50 km uomini
Salti
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini donne
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini donne
Lanci
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini donne
Lancio del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne

Ai Giochi della XXX Olimpiade, la competizione della staffetta 4×400 metri maschile si è svolta il 9 ed il 10 agosto presso lo Stadio Olimpico di Londra.

La garaModifica

La squadra da battere sono gli Stati Uniti. Nella prima batteria, le nazionali di Trinidad e Tobago e del Regno Unito segnano lo stesso identico tempo: 3'00”38. Trinidad fa il record nazionale.
Il secondo frazionista del Sudafrica, Ofentse Mogawane, cade e perde il testimone. Il Sudafrica presenta ricorso contro la squalifica sostenendo che il proprio atleta è stato urtato dal keniota Vincent Mumo Kiilu. I giudici d'appello accolgono il ricorso e decidono di ammettere il Sudafrica alla finale, che pertanto vede alla partenza nove squadre invece delle otto previste.[1]

Curiosamente, la stessa situazione si ripete nella seconda serie: sia gli statunitensi che Bahamas fermano i cronometri in 2'58”87.

Gli statunitensi pensano di regolare i conti con i caraibici in finale. Ma le Bahamas passano in testa durante la seconda frazione e colgono un impronosticabile oro.

Trinidad e Tobago migliora ancora il proprio record nazionale scendendo sotto i tre minuti e si regala il bronzo. Il frazionista più veloce è stato Demetrius Pinder (Bahamas) ha corso la seconda frazione della finale in 43”3.

Per le Bahamas è il primo oro olimpico in assoluto vinto in campo maschile.

RisultatiModifica

QualificazioniModifica

Giovedì 9 agosto.

Si qualificano per la finale le prime 3 squadre classificate per ogni serie. Vengono ripescati i due migliori tempi degli esclusi.

1ª BatteriaModifica

Ore 11:35 BST.

Pos. Corsia Atleti Paese Tempo Note
1 2 Lalonde Gordon
Jarrin Solomon
Ade Alleyne-Forte
Deon Lendore
  Trinidad e Tobago 3'00"38 Q  
2 3 Nigel Levine
Conrad Williams
Jack Green
Martyn Rooney
  Gran Bretagna 3'00"38 Q  
3 6 William Collazo
Raidel Acea
Orestes Rodríguez
Omar Cisneros
  Cuba 3'00"55 Q
4 4 Nils Duerinck
Jonathan Borlée
Antoine Gillet
Kévin Borlée
  Belgio 3'01"70 q
5 9 Piotr Wiaderek
Marcin Marciniszyn
Michal Pietrzak
Kacper Kozlowski
  Polonia 3'02"86
6 8 Jonas Plass
Kamghe Gaba
Eric Krüger
Thomas Schneider
  Germania 3'03"50
- 7 Boniface Ontuga Mweresa
Vincent Mumo Kiilu
Boniface Mucheru
Alphas Leken Kishoyian
  Kenya DSQ
- 5 Shaun de Jager
Ofentse Mogawane
Oscar Pistorius
Willem de Beer
  Sudafrica DNF q[1]

2ª BatteriaModifica

Ore 11:45 BST.

Pos. Corsia Atleti Paese Tempo Note
1 8 Ramon Miller
Demetrius Pinder
Michael Mathieu
Chris Brown
  Bahamas 2'58"87 Q  
2 3 Manteo Mitchell[2]
Joshua Mance
Tony McQuay
Bryshon Nellum
  Stati Uniti d'America 2'58"87 Q  
sq 7 Maksim Dyldin
Denis Alekseev
Vladimir Krasnov
Pavel Trenichin
  Russia 3'02"01 Q sq[3]
4 5 Arturo Ramírez
Alberto Aguilar
Albert Bravo
José Meléndez
  Venezuela 3'02"62 q
5 4 Steven Solomon
Ben Offereins
Brendan Cole
John Steffensen
  Australia 3'03"17
6 6 Kei Takase
Yuzo Kanemaru
Yoshihiro Azuma
Hiroyuki Nakano
  Giappone 3'03"86
- 2 Gustavo Cuesta
Félix Sánchez
Joel Mejía
Luguelín Santos
  Repubblica Dominicana DSQ
- 9 Dane Hyatt
Riker Hylton
Jermaine Gonzales
Errol Nolan
  Giamaica DNF

FinaleModifica

Pos. Paese Atleti Tempo Note
    Bahamas Chris Brown 45"2
Demetrius Pinder 43"3
Michael Mathieu 44"25
Ramon Miller 44"01
2'56”72  
    Stati Uniti d'America Bryshon Nellum 45"1
Joshua Mance 43"7
Tony McQuay 43"41
Angelo Taylor 44"85
2'57”05
    Trinidad e Tobago Lalonde Gordon
Jarrin Solomon
Ade Alleyne-Forte
Deon Lendore
2'59”40  
4   Gran Bretagna Nigel Levine
Conrad Williams
Jack Green
Martyn Rooney
2'59”53
sq   Russia Maksim Dyldin
Denis Alekseyev
Vladimir Krasnov
Pavel Trenikhin
3'00”09 sq[3]
5   Belgio Kévin Borlée
Antoine Gillet
Jonathan Borlée
Michael Bultheel
3'01”83
6   Venezuela Arturo Ramirez
Alberto Aguilar
Albert Bravo
Jose Melendez
3'02”18
7   Sudafrica Shaun de Jager
Louis van Zyl
Oscar Pistorius
Willem de Beer
3'03”46
N.D.   Cuba William Collazo
Raidel Acea
Orestes Rodriguez
Omar Cisneros
- Rit.

NoteModifica

  1. ^ a b Pistorius, non è finita! Staffetta ripescata in finale., in www.gazzetta.it, 9 agosto 2012. URL consultato il 9 agosto 2012.
  2. ^ A metà della sua frazione, si rompe il perone della gamba sinistra. Sopportando il dolore, l'atleta riesce a continuare completando la propria frazione.
  3. ^ a b Doping.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Atletica leggera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di atletica leggera