Apri il menu principale

Campionato mondiale di Formula 1 1969

edizione del mondiale di Formula 1
Campionato mondiale di Formula 1 1969
Edizione nº 20 del Campionato mondiale di Formula 1
Dati generali
Inizio1º marzo
Termine19 ottobre
Prove11
Titoli in palio
PilotiRegno Unito Jackie Stewart
su Matra MS80
CostruttoriFrancia Matra
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

La stagione 1969 del Campionato mondiale FIA di Formula 1 è stata, nella storia della categoria, la 20ª ad assegnare il Campionato Piloti e la 12ª ad assegnare il Campionato Costruttori. È iniziata il 1º gennaio e terminata il 3 novembre dopo 11 gare. Il titolo dei piloti andò a Jackie Stewart, mentre la Matra si aggiudicò il titolo costruttori.

Piloti e costruttoriModifica

I seguenti team e piloti parteciparono al campionato mondiale di Formula 1 nella stagione 1969.

Nome del Team Costruttore Modello Motore Gomme Piloti
  Gold Leaf Team Lotus Lotus 49
49B
63
Ford-Cosworth DFV F   Graham Hill
  Jochen Rindt
 Mario Andretti
  John Miles
 Richard Attwood
  Rob Walker J.Durlacher Racing Team Lotus 49B Ford-Cosworth DFV F   Jo Siffert
  Pete Lovely Volkswagen Inc. Lotus 49B Ford-Cosworth DFV F   Pete Lovely
  Joackim Bonnier Racing Team Lotus 63
49B
Ford-Cosworth DFV F  Jo Bonnier
  Team Gunston Lotus
Brabham
49B
BT24
Ford-Cosworth DFV
Repco 740
D


F

  John Love
  Sam Tingle
  Motor Racing Developments Brabham BT26
BT26A
Ford-Cosworth DFV G  Jack Brabham
 Jacky Ickx
  Dan Gurney
  Jack Holme Brabham BT20 Repco 740 D   Peter de Klerk
  Paul Seitz Brabham BT23B Climax FPF D  John Cordts
  Silvio Moser RT Brabham BT24 Ford-Cosworth DFV G  Silvio Moser
  F.Williams Racing Cars Brabham BT23C
BT26A
Ford-Cosworth DFV D   Piers Courage
  Bruce McLaren Motor Racing McLaren M7A
M7C
M9A
Ford-Cosworth DFV G  Denny Hulme
  Derek Bell
  Bruce McLaren
  Team Lawston McLaren M7A Ford-Cosworth DFV D   Basil van Rooyen
  Scuderia Ferrari SEFAC SpA
  North American Racing Team
Ferrari 312 Ferrari 255C F  Chris Amon
 Pedro Rodríguez
 Ernesto Brambilla
  Matra International Matra MS10
MS80
MS84
Ford-Cosworth DFV D  Jackie Stewart
  Jean-Pierre Beltoise
  Johnny Servoz-Gavin
  Owen Racing Organisation BRM P138
P133
P139
BRM P142 D  John Surtees
 Jackie Oliver
 George Eaton
 Bill Brack
  Reg Parnell Racing BRM P126 BRM P142 G  Pedro Rodríguez
  Falken Racing Cooper T86B Maserati D  Tony Lanfranchi
  Antiques Automobiles Cooper
McLaren
T86B
M7A
Maserati
Ford-Cosworth DFV
G  Vic Elford
  John Maryon Eagle TF1 Climax FPF G  Al Pease

I seguenti team e piloti parteciparono al campionato mondiale di Formula 1 al Gran Premio di Germania con vetture di Formula 2.

Nome del Team Costruttore Modello Motore Gomme Piloti
  Roy Winckelmann Racing Lotus 59B Ford-Cosworth DFV F   Hans Herrmann
  Rolf Stommelen
  Bayerische Motoren Werk AG BMW 269 BMW M12/1 D   Hubert Hahne
  Gerhard Mitter
  Dieter Quester
  Matra International Matra MS7 Ford-Cosworth DFV D   Henri Pescarolo
  Johnny Servoz-Gavin
  Tecno Racing Team Tecno TF69 Ford-Cosworth DFV D  François Cévert
  Squadra Tartaruga Brabham BT23C Ford-Cosworth DFV F  Xavier Perrot
  Ahrens Racing Team Brabham BT30 Ford-Cosworth DFV F   Kurt Ahrens
  F.I.R.S.T. Brabham BT30 Ford-Cosworth DFV F  Peter Westbury
  F.Williams Racing Cars Brabham BT30 Ford-Cosworth DFV D   Richard Attwood

Riepilogo della stagioneModifica

Jackie Stewart vinse facilmente il campionato con la nuova Matra MS80, a cui erano stati apportati notevoli miglioramenti correggendo le debolezze della precedente Matra MS10. Il titolo vinto da Stewart segnò la prima vittoria di un telaio francese e l'unica per un telaio costruito interamente in Francia. Fu un risultato sorprendente per un team che aveva fatto il suo esordio in Formula 1 soltanto l'anno precedente.

Jacky Ickx con la Brabham ottenne degli ottimi risultati nella seconda parte della stagione, vincendo in Germania e in Canada e concludendo la stagione al secondo posto con 37 punti. Dopo diversi incidenti si palesò l'instabilità di alettoni anteriori e posteriori influenzando anche le relative sospensioni, molti incidenti, anche seri, furono causati dal distacco parziale o totale dell'alettone posteriore, per cui i grandi e malsicuri alettoni posteriori furono inizialmente vietati del tutto, salvo poi essere reintrodotti nel corso della stagione ma con dimensioni estremamente ridotte e, soprattutto, diversamente da inizio stagione, saldamente attaccati al telaio in posizione fissa.

Il 1969 vide anche una breve ricomparsa dell'interesse per le quattro ruote motrici in seguito ad alcune gare sul bagnato dell'anno precedente. Johnny Servoz-Gavin con la Matra M84 divenne il primo e unico pilota ad essere andato a punti con una vettura dotata di quattro ruote motrici arrivando sesto (G.P. del Canada, Mosport Park). Le gomme larghe e l'aerodinamica in breve tempo mostrarono però di garantire una maggiore aderenza e la tecnologia fu in gran parte abbandonata, anche se la Lotus continuò a sperimentare per alcuni anni ancora. Bruce McLaren descrisse come la manovrabilità della sua M9 fosse simile a cercare di firmare un autografo mentre qualcuno gli stesse muovendo il gomito; la Cosworth trovò che la manovrabilità dell'auto andava aumentando quanto più si spostava la trazione sulle ruote posteriori.

Gare MondialiModifica

Gare non valide per il mondialeModifica

Classifica PilotiModifica

Pos. Pilota                       Punti
1   Jackie Stewart 1 1 Rit 1 1 1 2 1 Rit Rit 4 63
2   Jacky Ickx Rit 6 Rit 5 3 2 1 10 * 1 Rit 2 37
3   Bruce McLaren 5 2 5 Rit 4 3 3 4 5 Rit NP 26
4   Jochen Rindt Rit Rit Rit Rit 4 Rit 2 3 1 Rit 22
5   Jean-Pierre Beltoise 6 3 Rit 8 2 9 12 * 3 4 Rit 5 21
6   Denny Hulme 3 4 6 4 8 Rit Rit 7 Rit Rit 1 20
7   Graham Hill 2 Rit 1 7 6 7 4 9 * Rit Rit 19
8   Piers Courage Rit 2 Rit Rit 5 Rit 5 Rit 2 10 16
9   Jo Siffert 4 Rit 3 2 9 8 11 * 8 * Rit Rit Rit 15
10   Jack Brabham Rit Rit Rit 6 Rit 2 4 3 14
11   John Surtees Rit 5 Rit 9 Rit NP NC Rit 3 Rit 6
12   Chris Amon Rit Rit Rit 3 Rit Rit 4
13   Richard Attwood 4 3
14   Vic Elford 7 10 5 6 Rit 3
15   Pedro Rodríguez de la Vega Rit Rit Rit Rit 6 Rit 5 7 3
16   Silvio Moser Rit Rit 7 Rit Rit 6 11 * 1
17   Jackie Oliver 7 Rit Rit Rit Rit Rit Rit Rit Rit 6 1
18   Johnny Servoz-Gavin 6 NC 8 1
-   Sam Tingle 8 0
-   Pete Lovely Rit 9 0
-   John Miles Rit 10 Rit Rit Rit 0
-   Bill Brack NC 0
-   Mario Andretti Rit Rit Rit 0
-   Jo Bonnier Rit Rit 0
-   George Eaton Rit Rit 0
-   Peter de Klerk NC 0
-   Basil van Rooyen Rit 0
-   John Love Rit 0
-   Derek Bell Rit 0
-   John Cordts Rit 0
-   Al Pease SQ 0
Pos. Pilota                       Punti
Legenda Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato

* Indica quei piloti che non hanno terminato la gara ma sono ugualmente classificati avendo coperto, come previsto dal regolamento, almeno il 90% della distanza totale.

† Le vetture di Formula 2 che occupano il quinto e sesto posto nel Gran Premio di Germania non segnano punti per la classifica mondiale. Tali punti sono assegnati ai piloti, con vetture di F1, giunti undicesimo e dodicesimo.

Sistema di punteggioModifica

Il regolamento del 1969 divideva il campionato in due blocchi da 6 e 5 corse rispettivamente: per ogni blocco ogni pilota doveva scartare un risultato.

Classifica CostruttoriModifica

Pos. Costruttore Telaio Motore Punti[5] Vittorie Podi Pole
1   Matra-Ford MS10
MS80
MS84
Ford Cosworth DFV 66 6 10 2
2   Brabham-Ford BT26A Ford Cosworth DFV 49 (51) 2 9 4
3   Lotus-Ford 49B
63
Ford Cosworth DFV 47 2 7 5
4   McLaren-Ford M7A
M7B
M7C
M9A
Ford Cosworth DFV 38 (40) 1 5
5   Ferrari 312/69 Ferrari 255C 7 1
6   BRM P133
P138
P139
BRM P142 7 1
7   Cooper-Maserati T86B Maserati Tipo 10/F1
8   Brabham-Repco BT20
BT24
Repco 740
9   Brabham-Climax BT23B Climax FPF
10   Eagle-Climax T1G Climax FPF

NoteModifica

  1. ^ Jack Brabham fa segnare lo stesso giro veloce.
  2. ^ a b Alla gara partecipano anche vetture di Formula 5000 e Formula 2.
  3. ^ Holland corre con una vettura di Formula 5000. Il primo pilota con vettura di Formula 1 è Tony Dean su BRM.
  4. ^ a b Su vettura di Formula 5000.
  5. ^ Soltanto i migliori 5 risultati nelle prime 6 gare e i migliori 4 risultati nelle ultime 5 gare contano nell'assegnazione del titolo. I numeri senza parentesi sono i punti ottenuti per l'assegnazione del titolo; i numeri in parentesi sono i punti totali.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1