Campionato mondiale di Formula 1 2024

75ª edizione del campionato mondiale di Formula Uno

Il campionato mondiale di Formula 1 2024 organizzato dalla FIA è, nella storia della categoria, la 75ª stagione ad assegnare il campionato piloti e la 67ª ad assegnare il campionato costruttori. È iniziato il 2 marzo e si concluderà l'8 dicembre, dopo ventiquattro gare, due in più della stagione precedente, rendendolo il campionato più lungo di sempre per numero di appuntamenti della storia della Formula 1.

Campionato mondiale di Formula 1 2024
Edizione n. 75 del Campionato mondiale di Formula 1
Dati generali
Inizio2 marzo
Termine8 dicembre
Prove24
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

La prestagione modifica

Il calendario modifica

 
In verde sono segnati i Paesi che nel 2024 ospitano un Gran Premio di Formula 1, con le sedi dei circuiti segnate con un punto nero. In grigio scuro sono invece quelli che li hanno ospitati in passato, con gli ex circuiti ospitanti contrassegnati con un punto bianco.

La Federazione rende noto a luglio 2023 il calendario che prevede ventiquattro Gran Premi. È la prima volta che nella storia della Formula 1 il calendario offre un numero così alto di appuntamenti, il massimo consentito dal Patto della Concordia, due in più rispetto alla stagione precedente.[1] Il campionato inizia con il Gran Premio del Bahrein, per concludersi col tradizionale Gran Premio di Abu Dhabi. I primi due appuntamenti della stagione si tengono al sabato, per rispetto al Ramadan.[2] Per la prima volta dalla stagione 1982 il mondiale inizia con una gara corsa in questo giorno, e sempre nella stessa stagione, il calendario comprende tre gare da disputarsi al sabato.[3][4]

Il Gran Premio del Giappone viene posto in aprile, succeduto dal Gran Premio di Cina, che fa ritorno dopo quattro stagioni in cui non si è disputato a causa delle problematiche dettate dalla pandemia di COVID-19. Il Gran Premio dell'Emilia-Romagna è nuovamente previsto dopo l'annullamento nel 2023 per l'ondata eccezionale di maltempo che ha colpito la zona adiacente il circuito. Il Gran Premio del Canada viene invertito col Gran Premio di Spagna, il Gran Premio d'Azerbaigian viene collocato a settembre, mentre il Gran Premio del Qatar viene posto come penultima prova.[1]

Le motivazioni per cui il Gran Premio del Giappone sia stato posizionato ad aprile, così come l'appuntamento azero a settembre, sono da ricercarsi nel tentativo della Federazione di regionalizzare i vari eventi e di rendere più sostenibile la logistica: l'evento giapponese è infatti posizionato tra il Gran Premio d'Australia e il già citato Gran Premio di Cina, rendendo possibili tre gare consecutive nell'area dell'Oceano Pacifico, mentre il riposizionamento del Gran Premio d'Azerbaigian renderà possibile una sequenza di sette gare da correre consecutivamente nel continente europeo. Il Gran Premio di Miami e il Gran Premio del Canada rimangono però scollegati, rendendo così necessaria una doppia trasferta ravvicinata oltreoceano.[1]

Il calendario vede l'attuarsi di tre trittici di gare: i Gran Premi di Spagna, Austria e Gran Bretagna, la trasferta americana composta dai Gran Premi degli Stati Uniti, Città del Messico e San Paolo, e i Gran Premi di Las Vegas, Qatar e Abu Dhabi. Gli ultimi due trittici sono consecutivi e separati da due settimane. Il Gran Premio degli Stati Uniti d'America è preceduto da una pausa di tre settimane, la stessa lunghezza della sosta estiva che viene posizionata, come nel campionato precedente, dopo il Gran Premio del Belgio.[1]

Il Gran Premio di Russia era sotto contratto per figurare nel calendario del 2024, ma l'accordo per le future edizioni fu terminato nella stagione 2022 a seguito dell'invasione russa dell'Ucraina.[5]

Gara Nome ufficiale del Gran Premio Circuito Sede Data Ora Diretta TV
Locale UTC ITA
1   Gulf Air Bahrain Grand Prix Bahrain International Circuit Manama 2 marzo 18:00 15:00 16:00 Sky Sport F1[6]
2   STC Saudi Arabian Grand Prix Jeddah Corniche Circuit Gedda 9 marzo 20:00 17:00 18:00
3   Rolex Australian Grand Prix Albert Park Circuit Melbourne 24 marzo 15:00 4:00 5:00
4   MSC Cruises Japanese Grand Prix Suzuka International Racing Course Suzuka 7 aprile 14:00 5:00 7:00
5   Lenovo Chinese Grand Prix Shanghai International Circuit Shanghai 21 aprile 15:00 7:00 9:00 Sky Sport F1, TV8[6][7]
6   Crypto.com Miami Grand Prix Miami International Autodrome Miami 5 maggio 16:00 20:00 22:00 Sky Sport F1, TV8[6][7]
7   MSC Cruises Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia-Romagna Autodromo Enzo e Dino Ferrari Imola 19 maggio 15:00 13:00 15:00 Sky Sport F1, TV8[6]
8   Grand Prix de Monaco Circuito di Monte Carlo Monaco 26 maggio 15:00 13:00 15:00 Sky Sport F1[6]
9   AWS Grand Prix du Canada Circuito Gilles-Villeneuve Montréal 9 giugno 14:00 18:00 20:00
10   Aramco Gran Premio de España Circuit de Barcelona-Catalunya Montmeló 23 giugno 15:00 13:00 15:00
11   Qatar Airways Austrian Grand Prix Red Bull Ring Spielberg 30 giugno 15:00 13:00 15:00 Sky Sport F1, TV8[6][7]
12   Qatar Airways British Grand Prix Silverstone Circuit Silverstone 7 luglio 15:00 14:00 16:00 Sky Sport F1[6]
13   Hungarian Grand Prix Hungaroring Mogyoród 21 luglio 15:00 13:00 15:00
14   Rolex Belgian Grand Prix Circuito di Spa-Francorchamps Stavelot 28 luglio 15:00 13:00 15:00
15   Heineken Dutch Grand Prix Circuit Zandvoort Zandvoort 25 agosto 15:00 13:00 15:00
16   Pirelli Gran Premio d'Italia Autodromo nazionale di Monza Monza 1º settembre 15:00 13:00 15:00 Sky Sport F1, TV8[6]
17   Qatar Airways Azerbaijan Grand Prix Baku City Circuit Baku 15 settembre 15:00 11:00 13:00 Sky Sport F1[6]
18   Singapore Airlines Singapore Grand Prix Marina Bay Street Circuit Singapore 22 settembre 20:00 12:00 14:00
19   Pirelli United States Grand Prix Circuit of the Americas Austin 20 ottobre 14:00 19:00 21:00 Sky Sport F1, TV8[6][7]
20   Gran Premio de la Ciudad de México Autodromo Hermanos Rodríguez Città del Messico 27 ottobre 14:00 20:00 21:00 Sky Sport F1[6]
21   Lenovo Grande Prêmio de São Paulo Autódromo José Carlos Pace San Paolo 3 novembre 14:00 17:00 18:00 Sky Sport F1, TV8[6][7]
22   Heineken Silver Las Vegas Grand Prix Las Vegas Strip Circuit Las Vegas 23 novembre 22:00 6:00 7:00 Sky Sport F1[6]
23   Qatar Airways Qatar Grand Prix Lusail International Circuit Doha 1º dicembre 20:00 17:00 18:00 Sky Sport F1, TV8[6][7]
24   Etihad Airways Abu Dhabi Grand Prix Yas Marina Circuit Abu Dhabi 8 dicembre 17:00 13:00 14:00 Sky Sport F1[6]

La presentazione delle vetture modifica

Costruttore Telaio Data presentazione Luogo presentazione
  McLaren Formula 1 Team MCL38 16 gennaio (livrea)[8] Sito web
14 febbraio (vettura)[9] McLaren Technology Centre, Woking
  MoneyGram Haas F1 Team VF-24 2 febbraio (livrea)[10] Sito web
11 febbraio (vettura)[11] Circuito di Silverstone
  Stake F1 Team Kick Sauber[12] C44 5 febbraio[13] Londra
  Williams Racing FW46 5 febbraio (livrea)[13] New York
20 febbraio (vettura)[14] Bahrain International Circuit
  BWT Alpine F1 Team A524 7 febbraio[15] Enstone
  Visa Cash App RB F1 Team VCARB 01 8 febbraio[16] Las Vegas
  Aston Martin Aramco F1 Team AMR24 12 febbraio[17] Silverstone
  Scuderia Ferrari SF-24 13 febbraio[18] Sito web
  Mercedes-AMG PETRONAS F1 Team W15 E Performance 14 febbraio[9] Circuito di Silverstone
  Oracle Red Bull Racing RB20 15 febbraio[19] Milton Keynes

Test modifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Test F1 2024.

Come nella stagione precedente, è prevista una sola sessione di test invernali, spalmata su tre giorni, da svolgersi dal 21 al 23 febbraio al Bahrain International Circuit, già sede della prima tappa stagionale, una settimana prima dell'inizio del campionato.[20]

I test invernali su tre giorni ebbero luogo anche nella stagione 2021, i quali furono ridotti ad un'unica sessione, comunque della durata di tre giorni, a causa delle problematiche legate alla pandemia di COVID-19. I test pre-stagionali in Bahrein sono sponsorizzati, come a partire dal 2021, da Aramco.[21]

Accordi e fornitori modifica

I precedenti costruttori Alfa Romeo e AlphaTauri hanno disputato l'ultimo appuntamento del mondiale 2023 sotto questa denominazione. La scuderia svizzera ha terminato la sua partnership sia come title sponsor sia come partner tecnico, dopo aver collaborato e contribuito fin dalla stagione 2018 con l'omonima casa automobilistica italiana. Torna quindi la vecchia denominazione di Sauber, che continua a legarsi ai title sponsor Stake e Kick, e si prepara a diventare il team ufficiale Audi nel 2026.[22][23] Per la scuderia di Faenza vi è stato invece un cambio di nome in Racing Bulls, abbreviato in RB, supportata dai title sponsor Visa e Cash App, insieme a un parziale trasferimento a Milton Keynes, nel Regno Unito, per una ristrutturazione gestionale.[24][25]

La società statunitense Cognizant non è più sponsor della scuderia inglese Aston Martin, facendo diventare di fatto l'azienda petrolifera saudita Aramco unico title sponsor del team.[26]

MSC Cruises diventa title sponsor del Gran Premio del Giappone[27] e del ritorno del Gran Premio dell'Emilia-Romagna,[28] così come Lenovo del ritorno del Gran Premio di Cina,[29] insieme al Gran Premio di San Paolo,[30] e Qatar Airways del Gran Premio d'Austria,[31] del Gran Premio di Gran Bretagna[32] e del Gran Premio d'Azerbaigian.[33] AWS torna a sponsorizzare il Gran Premio del Canada,[34] come l'ultima volta nel 2022,[35] Aramco il Gran Premio di Spagna,[36] come l'ultima volta nel 2021,[37] Rolex il Gran Premio del Belgio,[38] come l'ultima volta nel 2022,[39] e Pirelli il Gran Premio degli Stati Uniti d'America,[40] come l'ultima volta nel 2018.[41]

Scuderie e piloti modifica

Scuderie modifica

Il team inglese Aston Martin cambia denominazione ufficiale in Aston Martin Aramco F1 Team a seguito dell'abbandono di Cognizant.[26] La scuderia svizzera Alfa Romeo in Stake F1 Team Kick Sauber dopo la conclusione della partnership con l'omonima casa automobilistica italiana.[23][42] Il team elvetico viene iscritto nel Gran Premio d'Australia come Kick Sauber F1 Team.[43] L'ex scuderia italiana AlphaTauri in Visa Cash App RB F1 Team dopo il parziale trasferimento a Milton Keynes, nel Regno Unito, per una ristrutturazione gestionale.[25]

Piloti modifica

Per la prima volta nella storia della Formula 1, la griglia di un campionato è la stessa della seconda parte di stagione di quello precedente. L'unico cambiamento rispetto ai piloti sotto contratto all'inizio del 2023 è l'australiano Daniel Ricciardo in sostituzione dell'olandese Nyck de Vries all'ex team denominato AlphaTauri, a partire dal Gran Premio d'Ungheria 2023.[44]

Il pilota spagnolo della Ferrari, Carlos Sainz Jr., è costretto a saltare il Gran Premio d'Arabia Saudita in quanto gli è stata rilevata un'appendicite. Egli viene sostituito dal pilota di riserva della scuderia e di Formula 2 per il team Prema Racing, il britannico Oliver Bearman, il quale sceglie il 38 come numero di gara. Per Bearman è il debutto in un Gran Premio di Formula 1. Il britannico, il terzo più giovane di sempre a esordire nella massima categoria, è il primo pilota a debuttare nel campionato mondiale di Formula 1 in stagione con la Ferrari dal Gran Premio di Gran Bretagna 1972 con Arturo Merzario, nonché il pilota esordiente più giovane di sempre per la scuderia di Maranello e il quattordicesimo di nazionalità britannica. L'ultimo utilizzo, in gara, del numero 38, risale al Gran Premio del Canada 1989 con Christian Danner.[45]

A causa di un incidente nella prima sessione di prove libere nel Gran Premio d'Australia del pilota thailandese della Williams, Alexander Albon, la scuderia non dispone di un telaio di riserva, e non è in grado di riparare in tempo quello danneggiato.[46] Per il resto del weekend, la squadra decide di affidare ad Albon la vettura del compagno di squadra, lo statunitense Logan Sargeant, che è costretto a saltare il resto del Gran Premio.[47]

Tabella riassuntiva modifica

I piloti e le scuderie che affrontano la stagione 2024 di Formula 1 sono:[48]

Scuderia Costruttore Telaio Power unit Gomme Piloti Sigla GP Terzo pilota /
pilota di riserva
  Oracle Red Bull Racing Red Bull Racing-Honda RBPT RB20[49] Honda RBPT P 1   Max Verstappen VER 1-   Liam Lawson
11   Sergio Pérez PER 1-
  Mercedes-AMG PETRONAS F1 Team Mercedes W15 E Performance[50] Mercedes P 63   George Russell RUS 1-   Mick Schumacher
  Frederik Vesti
44   Lewis Hamilton HAM 1-
  Scuderia Ferrari Ferrari SF-24[51] Ferrari P 16   Charles Leclerc LEC 1-   Oliver Bearman
  Antonio Giovinazzi
  Robert Švarcman
  Antonio Fuoco
  Davide Rigon
  Arthur Leclerc
55   Carlos Sainz Jr. SAI 1, 3-
38   Oliver Bearman BEA 2
  McLaren Formula 1 Team McLaren-Mercedes MCL38[52] Mercedes P 81   Oscar Piastri PIA 1-   Patricio O'Ward
  Ryō Hirakawa
4   Lando Norris NOR 1-
  Aston Martin Aramco F1 Team Aston Martin Aramco-Mercedes AMR24[17] Mercedes P 18   Lance Stroll STR 1-   Felipe Drugovich
  Jak Crawford
14   Fernando Alonso ALO 1-
  BWT Alpine F1 Team Alpine-Renault A524[53] Renault P 31   Esteban Ocon OCO 1-   Jack Doohan
10   Pierre Gasly GAS 1-
  Williams Racing Williams-Mercedes FW46[54] Mercedes P 23   Alexander Albon ALB 1-
2   Logan Sargeant SAR 1-2, 4-
  Visa Cash App RB F1 Team RB-Honda RBPT VCARB 01[55] Honda RBPT P 3   Daniel Ricciardo RIC 1-   Liam Lawson
  Ayumu Iwasa
22   Yuki Tsunoda TSU 1-
  Stake F1 Team Kick Sauber[12] Kick Sauber-Ferrari C44[23] Ferrari P 77   Valtteri Bottas BOT 1-   Théo Pourchaire
  Zane Maloney
24   Zhou Guanyu ZHO 1-
  MoneyGram Haas F1 Team Haas-Ferrari VF-24[56] Ferrari P 20   Kevin Magnussen MAG 1-   Pietro Fittipaldi
  Oliver Bearman
27   Nico Hülkenberg HUL 1-

Direzione gara modifica

Modifiche al regolamento modifica

Regolamento tecnico modifica

Sviluppi futuri modifica

Alle squadre non è consentito iniziare lo sviluppo della vettura destinata alla stagione 2026, che vedrà importanti modifiche al regolamento tecnico, fino all'inizio del 2025.[59]

Numero di componenti modifica

A partire da quest'anno il numero massimo di componenti utilizzabili per il motore a combustione interna (ICE), l'MGU-H, l'MGU-K e il turbocompressore (TC) doveva essere ridotto da quattro unità, il massimo del precedente campionato, a tre. La riunione della F1 Commission prima dell'inizio del campionato compie un passo indietro, rendendo anche per quest'anno, e per il 2025, quattro il numero massimo dei componenti sopracitati.[60] Per l'unità di controllo elettronico (CE) e per il sistema di recupero dell'energia (ES), il numero rimane invariato a due componenti per stagione.[61]

Abitacolo modifica

A causa dell'eccessivo calore presente nel Gran Premio del Qatar 2023, i team potranno installare sotto la cella di sopravvivenza uno scoop che permetta loro di raffreddare la temperatura del pilota e della zona del cockpit.[62]

Per via dell'incidente avvenuto il pilota cinese della Sauber, Zhou Guanyu, durante il weekend del Gran Premio di Gran Bretagna 2022, sono state implementate ulteriori misure di sicurezza al rollbar per garantire l'incolumità del pilota.[61]

Gomme modifica

La mescola C0, introdotta nella stagione 2023, ma mai utilizzata, viene rimossa.[63]

L'Alternative Tyre Allocation, ovvero l'allocazione alternativa degli pneumatici sperimentata ai Gran Premi d'Ungheria e d'Italia del 2023, dove ai piloti sono stati forniti 11 set di pneumatici nel tentativo di ridurre i costi, viene interrotta. Pertanto, ogni pilota e ogni squadra tornano ad avere 13 set di pneumatici a disposizione durante ogni fine settimana di gara dove non è prevista la Sprint.[64]

Filming day modifica

In passato i filming day, giornate in cui le vetture utilizzavano il tracciato per scopi di marketing, erano limitati a 100 km di percorrenza. A partire dal 2024 le squadre possono ora percorrere il doppio di questa distanza (200 km) ma prevedendo solo una discesa in pista al giorno.[61]

Regolamento sportivo modifica

Sprint modifica

La Federazione, Liberty Media e i team raggiungono un accordo per il numero dei Gran Premi dove utilizzare il format della Sprint. Come nel 2023 il numero degli eventi è confermato a sei. Si terranno nel Gran Premio di Cina, Miami, Austria, Stati Uniti d'America, San Paolo e Qatar.[65]

La riunione della F1 Commission prima dell'inizio del campionato ha annunciato i cambiamenti riguardo il formato per i Gran Premi caratterizzati dalla disputa della Sprint. La mattina del venerdì rimane invariata, con la disputa dell'unica sessione di prove libere del weekend. Nel venerdì pomeriggio viene disputata la Qualifica Sprint, composta dalla Q1 di 12 minuti, Q2 di 10 e Q3 di 8, e che determina la griglia di partenza della Sprint, che quest'anno verrà disputata il sabato mattina. Le qualifiche per la gara domenicale vengono quindi spostate dal venerdì pomeriggio al tradizionale sabato pomeriggio, rendendole quindi uniformi con i weekend in cui non viene disputata la Sprint. La gara domenicale rimane invariata. Secondo il regolamento sportivo, la sessione di qualificazione alla Sprint viene ora chiamata Qualifica Sprint, in contrapposizione al nome Sprint Shootout utilizzato la stagione precedente. Il termine Qualifica Sprint era stato precedentemente utilizzato nella stagione 2021, nella quale debuttò la Sprint, per riferirsi alla gara breve stessa. L'altro cambiamento riguarda l'introduzione di un doppio parco chiuso, uno riguardante la Sprint ed uno riguardante la gara. Le monoposto entreranno in regime di parco chiuso all'inizio della prima fase della qualifica per la Sprint, per uscirne alla fine della gara breve. Torneranno poi in parco chiuso all'inizio della Q1 per restarci, come di consueto, fino al termine del Gran Premio.[60]

Utilizzo del DRS modifica

Dopo la sperimentazione, con esito positivo, avvenuta l'anno precedente durante le Sprint, a partire da quest'anno cambia l'utilizzo del Drag Reduction System durante la gara dopo la partenza o dopo la ripartenza in caso di safety car: si potrà utilizzare l'ala posteriore mobile dopo un solo giro e non due come avvenuto finora.[60]

Diritto di revisione e multe modifica

Il diritto di revisione contro la decisione dei commissari sportivi durante i Gran Premi viene modificato. In precedenza, i team avevano fino a quattordici giorni per presentare una richiesta. L'arco temporale viene ridotto a quattro giorni. Nel tentativo di fermare tentativi di ricorso potenzialmente futili, la Federazione introduce anche una tassa.[66]

Il valore massimo di una multa applicabile al singolo pilota viene innalzato da 250 000 euro a 1 milione di euro.[61]

Tempo massimo sul giro modifica

In modo da evitare che i piloti guidino lentamente nei giri di lancio durante le qualifiche, ad essi è stato inizialmente richiesto di non superare un tempo massimo impiegato per attraversare ciascun settore. Si tratta di un cambiamento rispetto al 2023, dove l'organo mondiale dell'automobilismo introdusse un tempo sul giro completo obbligatorio. Qualsiasi pilota che non rispetti questo limite viene segnalato ai commissari sportivi e potrebbe essere penalizzato.[67] Tuttavia, successivamente la Federazione decide di tornare al metodo 2023 per misurare il tempo massimo sul giro su un intero giro.[68]

Penalità modifica

Le sanzioni da parte dei commissari sportivi per un pilota che ne supera un altro fuori dal tracciato e ottiene un vantaggio è stata aumentata da una penalità di cinque secondi a una penalità di dieci secondi, sebbene le penalità di cinque secondi possano ancora essere assegnate. La modifica è stata apportata poiché la penalità di cinque secondi era considerata insufficiente, con i piloti che guadagnavano regolarmente più di cinque secondi sorpassando illegalmente le vetture più lente fuori pista.[69]

Gomme modifica

Nome mescola Colore Battistrada Condizioni Aderenza Durata Compound
Morbide (Soft) Rosso   Liscio Da asciutto Alta Bassa C5-C4-C3
Medie (Medium) Giallo   Media Media C4-C3-C2
Dure (Hard) Bianco   Bassa Alta C3-C2-C1
Intermedie (Intermediate) Verde   Scanalato Da bagnato lieve o medio N.D. N.D. N.D.
Da bagnato (Wet) Blu   Da bagnato cospicuo N.D. N.D. N.D.

Riassunto della stagione modifica

Gran Premio del Bahrein modifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio del Bahrein 2024.

Verstappen mantiene il comando: è seguito da Leclerc, Russell, Pérez e Sainz Jr.. Al terzo giro Charles Leclerc cede la posizione a Russell, mentre Lando Norris prende la sesta piazza ad Alonso. Dopo un paio di altri giri anche l'altro pilota della McLaren, Piastri, supera lo spagnolo. Anche Leclerc sembra in crisi, tanto da essere superato da Pérez, già al settimo giro. Tre giri dopo Lewis Hamilton scala ottavo, passando Alonso.

All'undicesimo passaggio Carlos Sainz Jr. ha la meglio sul compagno di scuderia Leclerc mentre, dal giro seguente, iniziano i cambi gomme. Russell e Leclerc montano gomme dure. Al quattordicesimo giro Pérez, passato a gomme hard, come Piastri e Hamilton, prende la posizione a Russell. Al quindicesimo giro si ferma Sainz Jr., mentre Fernando Alonso attende il giro seguente. Dopo la sosta Leclerc è ripassato davanti a Sainz Jr. che, però, ripassa subito. Lo spagnolo della Ferrari, in seguito, ha la meglio anche su Russell. Verstappen cambia le gomme al diciottesimo passaggio. Il pilota della Red Bull Racing comanda la gara, dopo la sosta, con 5"6 su Pérez, 8"6 su Sainz Jr., 10"2 su Russell e 11"8 su Leclerc.

George Russell è il primo, tra i piloti di testa, ad effettuare la seconda sosta, al trentatreesimo giro. Il britannico della Mercedes, rientrato in pista alle spalle di Alonso, lo passa facilmente. Dopo la sosta Sergio Pérez torna in pista poco davanti a Sainz Jr., che però non è capace di ridurre il margine di distacco per attaccare il messicano. Leclerc registra, al trentaseiesimo passaggio, il giro più veloce assoluto. Verstappen attende il trentottesimo passaggio per il cambio gomme, optando per gomme soft, così come aveva fatto il suo compagno di team Pérez. Nel giro seguente l'olandese strappa il giro più veloce a Leclerc, con un margine di quasi un secondo e mezzo. L'ultimo a cambiare è Alonso che, però, avendo atteso troppo, e avendo rovinato gli pneumatici, è sceso fuori dalla zona dei punti. Sfruttando un errore di Russell, Leclerc sale in quarta posizione.[70]

Max Verstappen vince il cinquantacinquesimo Gran Premio in carriera. Per il tre volte campione del mondo è il secondo successo nel Gran Premio del Bahrein dopo quello dell'edizione precedente. Per la Red Bull Racing, al quarto successo complessivo in questo appuntamento, il secondo consecutivo, è la centoquattordicesima vittoria della propria storia, ed eguaglia i successi della Williams, al quarto posto di sempre. Per Pérez la seconda posizione è il miglior risultato dal Gran Premio d'Italia 2023. Il terzo posto di Sainz Jr. è stato solamente il quarto podio dall'inizio del campionato precedente. Leclerc, quarto, ottiene dodici punti, dopo averne ottenuti solo sei nelle prime tre gare del 2023 messe insieme. Con Russell quinto e Hamilton settimo, la Mercedes ottiene lo stesso risultato dell'edizione precedente, ma con posizioni invertite. Per Hamilton è il peggior risultato nel Gran Premio del Bahrein dall'inizio dell'era turbo-ibrida, nella stagione 2014. La McLaren, con Norris sesto e Piastri ottavo, ottiene punti nella gara inaugurale per la prima volta dal 2021. L'australiano conquista gli stessi punti di quelli ottenuti nelle prime cinque gare della scorsa stagione. Alonso termina nono dopo aver concluso a podio nelle prime tre gare del 2023. Con la decima posizione di Stroll, l'Aston Martin ottiene punti con entrambe le vetture per il secondo anno di fila in questa gara. La dodicesima posizione di Magnussen è il suo miglior risultato dall'aver ottenuto un punto nel Gran Premio di Singapore 2023.

Per Verstappen, al novantanovesimo podio e vittorioso per la diciottesima volta nelle ultime diciannove gare, è il quinto Grand Chelem (pole position, giro veloce e vittoria del Gran Premio conducendo tutti i giri in testa), dopo il Gran Premio del Qatar 2023, al pari di Alberto Ascari e Michael Schumacher, al terzo posto di sempre, e il dodicesimo hat trick (pole position, giro veloce e vittoria), dopo il Gran Premio di Abu Dhabi 2023, in carriera in Formula 1, al terzo posto generale. Verstappen è il primo pilota a ottenere un Grand Chelem nella gara d'apertura da Michael Schumacher nel Gran Premio d'Australia 2004. Il campione del mondo, che ottiene l'ottava vittoria consecutiva, per la terza striscia più lunga di sempre, è il settimo pilota della storia a realizzare un hat trick alla prima gara stagionale. L'olandese estende a quarantadue gare, la seconda striscia più lunga di tutti i tempi, nel quale ottiene punti consecutivamente, con la serie iniziata nel Gran Premio dell'Emilia-Romagna 2022, e conduce un Gran Premio nella sua interezza per la tredicesima volta in carriera.

La Red Bull Racing inizia la ventesima stagione in Formula 1 con una doppietta, la ventinovesima della propria storia, di cui dodici di queste messe a segno dal 2022, e la prima da quella del Gran Premio d'Italia 2023. Il costruttore austriaco termina nelle prime due posizioni nella gara d'apertura per il secondo anno di fila, e trionfa per la trentaduesima volta nelle ultime trentaquattro gare, sempre vittoriosa dalle ultime diciannove pole position. Con il settimo posto, Hamilton ottiene punti per la diciottesima stagione consecutiva in Formula 1, stabilendo un nuovo record e superando quello del suo ex compagno di squadra, Jenson Button. Per la diciassettesima volta nella storia della massima categoria, di cui le ultime tredici gare a partire dal 2015, non si sono verificati ritiri, occorrenza verificatasi per l'ultima volta nel Gran Premio di Abu Dhabi 2023, ultimo appuntamento del precedente campionato, nel quale, nonostante Sainz Jr. fu l'unico pilota a non tagliare il traguardo, fu comunque classificato per aver coperto il 90% della distanza di gara. Per la prima volta nella storia della categoria, la gara inaugurale non segna nessun ritiro. È stato il quinto Gran Premio del Bahrein più veloce della storia sul tempo della distanza di gara, alla ventesima edizione.[71]

Gran Premio d'Arabia Saudita modifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio d'Arabia Saudita 2024.
 
Il 18enne Oliver Bearman, terzo pilota della Ferrari, debutta in Formula 1 nel fine settimana di Gedda in sostituzione dell'indisponibile Carlos Sainz Jr.;[72] il britannico chiude il Gran Premio al 7º posto,[73] divenendo il più giovane pilota nella storia del Cavallino a ottenere punti.[74]

Verstappen mantiene il comando della gara, mentre Sergio Pérez attacca, senza successo, Leclerc. Seguono poi Alonso, le due McLaren e le due Mercedes. Piastri è capace di passare Alonso, già nel secondo giro, mentre Pérez prende la seconda posizione a Leclerc, al quarto. Al settimo giro Lance Stroll rovina la sospensione anteriore sinistra toccando un muretto, perde il controllo della vettura e finisce contro le barriere. La gara vede l'entrata in pista della safety car. Approfittano della situazione, per il cambio gomme, tra i piloti di testa, Verstappen, Pérez, Leclerc, Piastri, Alonso, Russell, Tsunoda e Bearman.

Quando il Gran Premio ricomincia nella sua valenza agonistica, Lando Norris si trova in vetta, davanti a Verstappen, Hamilton, Pérez, Leclerc e Piastri. Già al tredicesimo giro Verstappen riprende il comando, mentre, più dietro, Pérez scala terzo, passando Lewis Hamilton. Poco dopo i commissari comminano cinque secondi di penalità al messicano della Red Bull Racing, per essere stato rimandato in gara, dopo il pit stop, in maniera pericolosa, al sopraggiungere di Alonso. Al quindicesimo giro Leclerc supera Hamilton, mentre si accende la lotta tra quest'ultimo e Piastri, per il quinto posto. Tre giri dopo Pérez prende la seconda posizione a Norris. Il pilota della McLaren cede anche la terza piazza, a Charles Leclerc, al ventisettesimo passaggio.

Dopo 32 giri Verstappen comanda, con 8" di vantaggio su Pérez e 17" su Leclerc. Piastri affianca Hamilton, al trentacinquesimo giro, ma senza riuscire a passarlo. Tra il trentasettesimo e il trentottesimo giro si fermano, per la sosta, prima Hamilton, poi Norris. Quest'ultimo è ottavo, davanti a Hamilton, nono. Ciò consente a Oliver Bearman di scalare settimo, alle spalle di George Russell. Al trentottesimo giro Hamilton segna il giro veloce, si avvicina a Norris che, per la sua difesa, subisce l'esposizione della bandiera bianconera. I due si avvicinano a Bearman, che però è capace di mantenere agevolmente la posizione. Nell'ultimo giro sia Verstappen che Leclerc cercano di ottenere il punto addizionale, previsto per chi fa il giro veloce: la spunta il monegasco, con 141 millesimi di margine.[75]

Max Verstappen vince il cinquantaseiesimo Gran Premio in carriera, la seconda vittoria in stagione, nonché consecutiva. Per il tre volte campione del mondo è il secondo successo nel Gran Premio d'Arabia Saudita dopo l'edizione del 2022. Per la Red Bull Racing, alla seconda vittoria stagionale e consecutiva, è il terzo successo complessivo in questo appuntamento, nonché consecutivo, e la centoquindicesima vittoria della propria storia. Il costruttore austriaco segna la seconda doppietta consecutiva e la trentesima della propria storia. La squadra registra due doppiette nelle prime due gare per la seconda stagione di fila. Pérez ottiene la seconda posizione per la seconda gara consecutiva, nonostante la penalità di cinque secondi, non avendo terminato così in alto in nessuna delle ultime otto gare del campionato precedente. Con la terza posizione di Leclerc, la Ferrari è l'unica squadra diversa dalla Red Bull Racing a finire sul podio in stagione.

Piastri termina quarto con la McLaren, che non ha concluso tra i primi cinque in nessuna delle prime otto gare della scorsa stagione. Il risultato dell'australiano è il migliore di sempre per la scuderia di Woking sul circuito di Gedda. Alonso, quinto, ottiene punti nelle prime due gare, ma è sempre arrivato al traguardo in una posizione più bassa di quella iniziale. Con il sesto posto, Russell ottiene un piazzamento tra i primi sei in entrambe le gare fin qui disputate. Norris conclude ottavo e segna dodici punti nelle prime due gare della stagione dopo che nel 2023 gliene sono servite otto per segnare gli stessi punti. Hamilton, nono, termina a punti per la quarta volta in altrettante edizioni della gara Saudita, ma da cinque gare non ottiene un piazzamento nelle prime sei posizioni. Hülkenberg, decimo, termina una striscia di venti gare senza conquistare punti, escludendo le Sprint. Grazie al risultato del tedesco, la Haas ottiene punti in questo appuntamento per la terza edizione consecutiva. L'undicesima posizione di Albon è il miglior risultato per la Williams dalla nona piazza dello stesso thailandese nel Gran Premio di Città del Messico 2023. Magnussen e Tsunoda terminano rispettivamente dodicesimo e quattordicesimo come nel precedente Gran Premio del Bahrein, prima che il giapponese fosse penalizzato di cinque secondi. La tredicesima posizione di Ocon è il miglior risultato per l'Alpine in stagione.

Verstappen diventa il pilota di maggior successo nella gara saudita, triofando più di una volta dopo le precedenti tre edizioni caratterizzate da tre vincitori diversi. Egli ottiene il centesimo podio in carriera, ed è il settimo pilota differente a raggiungere questo traguardo nella storia del mondiale. L'olandese, che ottiene la nona vittoria consecutiva, per la seconda striscia più lunga di sempre, al pari di Sebastian Vettel, estende a quarantatré gare, la seconda striscia più lunga di tutti i tempi, nel quale ottiene punti consecutivamente, con la serie iniziata nel Gran Premio dell'Emilia-Romagna 2022. Verstappen, che non aveva mai vinto le prime due gare del campionato, conduce la classifica piloti e sorpassa Ayrton Senna per quanto riguarda la percentuale tra gare corse da leader della classifica generale e di quelle disputate in carriera (29,81%). Il tre volte campione del mondo partecipa al successivo Gran Premio d'Australia senza che si sia ritirato per due anni dallo stesso appuntamento.

Bearman, settimo, è il trecentocinquantaduesimo pilota a punti nella storia della categoria, il primo di nazionalità britannica da Russell nel Gran Premio di Sakhir 2020, e il sessantottesimo a ottenere punti nella gara d'esordio, il primo britannico a riuscirci da Paul di Resta nel Gran Premio d'Australia 2011. È il primo pilota a punti nella gara d'esordio da Nyck de Vries nel Gran Premio d'Italia 2022. Bearman ottiene il riconoscimento quale pilota del giorno alla sua prima gara dopo lo stesso De Vries nello stesso Gran Premio, il ventiseiesimo pilota differente votato pilota del giorno e il quarto britannico diverso dopo Hamilton, Norris e Russell. Egli è il più giovane pilota Ferrari a punti e il terzo più giovane della storia dopo Verstappen nel Gran Premio della Malesia 2015 e Stroll nel Gran Premio del Canada 2017. Bearman diventa il quarto pilota consecutivo a conquistare punti al suo debutto in un Gran Premio con la Ferrari, dopo Ignazio Giunti e Clay Regazzoni nel 1970, e Arturo Merzario nel 1972. Quattro piloti britannici ottengono punti nella stessa gara per la prima volta dal Gran Premio di Francia 1968 con John Surtees, Jackie Stewart, Vic Elford e Piers Courage. È stato il più veloce Gran Premio d'Arabia Saudita della storia sul tempo della distanza di gara, dopo il suo debutto nella stagione 2021, corso alla media di 229,270 km/h.[76]

Gran Premio d'Australia modifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio d'Australia 2024.

Verstappen si difende da Sainz Jr., al via; seguono Norris, Leclerc, Piastri e Russell. Nel secondo giro il ferrarista passa al comando mentre, poco dopo, Verstappen presenta dei problemi ai freni che lo costringono al ritiro, subito dopo essere entrato ai box. Hamilton si ferma al cambio gomme, al settimo giro. Il pilota della Mercedes passa alle coperture dure. Tre giri dopo si fermano, uno dietro all'altro, Leclerc e Piastri. Il monegasco rientra in pista alle spalle di Pierre Gasly, ma lo passa molto presto. La stessa manovra riesce anche a Piastri.

Al quindicesimo giro c'è la sosta per Lando Norris e per Pérez. Il pilota della McLaren ha ritardato troppo il cambio gomme, e torna in gara alle spalle di Leclerc e di Piastri. Sainz Jr. comanda, davanti ad Alonso, Leclerc, Piastri, Norris e Nico Hülkenberg. Pérez è decimo, davanti a Hamilton. Al sedicesimo passaggio George Russell supera Gasly, per la settima posizione. Un giro dopo è il turno per Sainz Jr. di effettuare il pit stop. Pochi istanti dopo si deve ritirare Lewis Hamilton; la necessità di mettere in sicurezza la sua vettura costringe la direzione di gara a imporre il regime di virtual safety car. Ciò permette a Fernando Alonso di effettuare la sua sosta. Il Gran Premio vede al comando le due Ferrari, seguite dalle due McLaren, poi Alonso, Russell e Pérez.

Al ventunesimo giro Sergio Pérez supera Russell e, sei giri dopo, anche Alonso. Poco dopo la McLaren invita Piastri a cedere la posizione a Norris, più rapido. Dopo 32 giri Sainz Jr. ha un margine di 7"8 su Leclerc, 10"3 su Norris, 13" su Piastri e oltre 23 su Pérez. Norris riduce lo svantaggio da Leclerc, che entra ai box, per la seconda sosta, dopo 35 giri di gara. Il pilota della Ferrari rimonta gomme hard e rientra in pista poco davanti a Pérez, che si fermerà il giro dopo, riuscendo però a mantenere la posizione. Oscar Piastri, dopo un errore di guida all'ultima curva, va alla sua seconda sosta, al quarantesimo passaggio. Il giro dopo è il turno per Norris. Al quarantaduesimo giro si ferma anche Carlos Sainz Jr.; Piastri, nello stesso giro, passa Alonso.

La classifica vede ancora al comando Sainz Jr., con 5" su Leclerc, 9"5 su Norris, 18"4 su Russell, che non si è fermato, e 28"3 su Pérez. Russell si ferma solo al quarantaseiesimo giro. Il britannico rientra in gara alle spalle di Pérez e Alonso. Norris, al quarantanovesimo giro, coglie il giro veloce in gara. Il suo primato viene, però, presto battuto da Leclerc. Negli ultimi giri Russell si mette all'inseguimento di Alonso; al penultimo giro il pilota della Mercedes perde il controllo della sua vettura, alla curva 6, va nella via di fuga, per poi rientrare in pista e fermarsi in mezzo al tracciato. Gli ultimi due giri di gara sono svolti in regime di virtual safety car.[77]

Carlos Sainz Jr. vince il terzo Gran Premio in carriera. Per il pilota spagnolo è il primo successo dal Gran Premio di Singapore 2023. Per la Ferrari è la duecentoquarantaquattresima vittoria della propria storia, e la prima nel Gran Premio d'Australia da quella dell'edizione 2022 con Leclerc, nonché l'undicesima complessiva. Il costruttore di Maranello segna l'ottantaseiesima doppietta nella storia del mondiale, per la prima volta dal Gran Premio del Bahrein 2022. Con la seconda posizione, Leclerc eguaglia il suo record personale di punti in dodici gare consecutive. Il monegasco termina a podio per la quinta volta nelle ultime sei gare. La terza posizione di Norris è stato il primo podio per la McLaren in dieci stagioni nella gara australiana. Pérez ottiene la stessa quinta posizione dell'edizione precedente, mentre Alonso, sesto all'arrivo, ma ottavo a seguito della penalità, è uno dei sei piloti sempre a punti in tutte le gare fin qui disputate in stagione. Per Tsunoda la settima posizione è il miglior piazzamento dal Gran Premio dell'Emilia-Romagna 2022. La RB ottiene punti per la prima volta in campionato. Hülkenberg, nono, conquista punti nelle ultime quattro apparizioni in questo appuntamento. Il tedesco ottiene punti per la seconda gara di fila dopo venti gare in cui non ne ha conquistati. Con la decima posizione di Magnussen, la Haas ottiene punti con entrambe le vetture per la prima volta dal Gran Premio d'Austria 2022. Albon termina undicesimo, mancando l'accesso alla zona punti per 0"928. Ricciardo conclude dodicesimo, al miglior risultato in stagione, nel decimo Gran Premio di casa.

Sainz Jr., al primo successo senza partire dalla pole position e al ventesimo podio in carriera, è il secondo vincitore diverso in stagione dopo Verstappen, il ventitreesimo nel Gran Premio d'Australia, il terzo differente nelle ultime tre edizioni della gara, e il primo di nazionalità spagnola da Alonso nell'edizione del 2006. Tutti e tre i successi in carriera dello spagnolo sono ottenuti in altrettanti Gran Premio differenti. Sainz Jr. e Verstappen sono gli unici vincitori negli ultimi undici mesi. Sainz Jr. è il primo pilota a trionfare da un ritorno per infortunio oppure assenza medica da Gerhard Berger nel Gran Premio di Germania 1997. La Ferrari diventa il secondo costruttore vincente differente in stagione dopo la Red Bull Racing, ed eguaglia la McLaren quale scuderia con più successi nella gara australiana, con undici. Essa segna la terza doppietta della storia in questo appuntamento dopo quelle del 2000 e 2004, solamente la seconda in questo decennio, e la decima vittoria a Melbourne, già quale costruttore con più vittorie in questa sede. La Ferrari ha ottenuto solo quattro doppiette nelle ultime quattordici stagioni. Verstappen, ritirato per la prima volta dallo stesso Gran Premio nella stagione 2022, termina una serie di nove successi consecutivi, al secondo posto di sempre insieme a Sebastian Vettel, e si ferma a quarantatré gare, la seconda striscia più lunga di tutti i tempi, nel quale ottiene punti consecutivamente, con la serie che era iniziata nel Gran Premio dell'Emilia-Romagna 2022. Il leader del campionato termina anche una striscia record di diciotto partenze dalla pole position in cui era imbattuto. Verstappen aveva vinto diciannove delle ultime venti gare prima di questo appuntamento. Norris segna un nuovo record quale pilota con il maggior numero di podi, quattordici, senza ancora aver vinto un Gran Premio. Piastri eguaglia Mark Webber e Ricciardo quale pilota australiano ad ottenere il quarto posto come miglior piazzamento nel Gran Premio di casa.

In caso di piazzamenti invertiti dei due piloti della Ferrari, Leclerc sarebbe stato in testa al campionato in quanto sia il monegasco che la Ferrari sono a quattro punti di margine dalla testa di entrambe le classifiche mondiali. Per la quarantottesima volta da quando è stato istituito nella stagione 2016, il riconoscimento del pilota del giorno è assegnato al pilota vincitore della gara. L'ultima corsa in cui le prime due posizioni sono occupate dalla Ferrari e la terza e la quarta dalla McLaren risale al Gran Premio del Belgio 2007. Senza Russell né Hamilton al traguardo, la Mercedes termina una serie di sessantadue Gran Premi a punti, il quale eguaglia la sua precedente migliore serie di punti nella categoria. L'ultima gara in cui il costruttore tedesco non ha ottenuto punti fu il Gran Premio d'Azerbaigian 2021, mentre l'ultimo doppio ritiro risale al Gran Premio d'Austria 2018. Verstappen e Hamilton non concludono una gara solamente per la seconda volta dopo il Gran Premio d'Italia 2021, quando ebbero una collisione tra di loro. Il giro più veloce della gara di 1'19"813 realizzato da Leclerc rappresenta il rilievo cronometrico più rapido in gara sul circuito di Melbourne, con l'attuale configurazione utilizzata dal 2022. Il precedente record di 1'20"235 fu appannaggio di Pérez, stabilito l'anno precedente. Il monegasco ottiene il giro più veloce per la seconda gara di fila. I meccanici della Red Bull Racing stabiliscono il primato stagionale di tempo per una sosta ai box durante un pit stop di Pérez, con 2"10. Il precedente record apparteneva alla Ferrari per una sosta ai box di Leclerc con 2"23 nel Gran Premio del Bahrein. Anche il costruttore italiano batte il proprio tempo segnato a Sakhir, in due occasioni e sempre per una sosta ai box di Leclerc, rispettivamente con 2"18 e 2"20. In ogni stagione in cui una squadra ha ottenuto una doppietta nel Gran Premio d'Australia a Melbourne ha poi vinto entrambi i campionati mondiali, con la Mercedes l'ultima squadra a riuscirci, nel 2019. È stato il più veloce Gran Premio d'Australia della storia sul tempo della distanza di gara tra le due sedi di Adelaide e Melbourne, e tra le due configurazioni del circuito di Albert Park, corso alla media di 228,316 km/h.[78]

Gran Premio del Giappone modifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio del Giappone 2024.

In partenza Verstappen mantiene il comando, seguito da Pérez. La gara viene però subito interrotta, con bandiera rossa, per un incidente che coinvolge Alexander Albon e Daniel Ricciardo. Le due vetture sono venute a contatto, finendo la loro corsa contro le protezioni. I piloti escono, comunque, incolumi dalle loro monoposto. La direzione di gara deve ripristinare le protezioni danneggiate dalle vetture, e ciò costringe a posticipare la nuova partenza.

La gara riprende dalla griglia di partenza e non dietro la safety car. Il duo della Red Bull Racing rimane al comando, seguiti da Norris, Sainz Jr., Alonso, Piastri e Hamilton. Il britannico è passato presto da Leclerc. Pérez, a causa di un piccolo errore alla curva 9, perde due secondi dal leader di gara. Le gomme medie sembrano non avere una buona durata: ciò costringe Norris alla sosta, già al dodicesimo giro; il giro successivo anche l'altro pilota della McLaren, Piastri, passa alle gomme hard. Nello stesso giro c'è un cambio di posizione tra le due Mercedes, con Russell, più veloce, che passa Hamilton.

Al sedicesimo giro si fermano Pérez e Sainz Jr., al diciassettesimo Verstappen. Si trova così al comando Charles Leclerc. Sainz Jr. passa Hamilton per il sesto posto. Leclerc resiste al comando solo fino al ventunesimo giro. Il giro dopo Sainz Jr. ha la meglio anche sull'altro pilota Mercedes, Russell. Le due vetture tedesche si fermano tra il ventitreesimo e il ventiquattresimo giro. Leclerc, dopo un errore di guida, viene passato anche da Sergio Pérez. Il monegasco attende il ventisettesimo giro per il cambio gomme; la sua scelta di effettuare già la seconda sosta coincide con quella di Lando Norris. La classifica vede sempre al comando Verstappen, che precede Pérez di 10"3, Sainz Jr. di 23"3, Alonso di 27", Piastri di 33"4. Seguono, poi, Leclerc e Norris. Il monegasco scala di una posizione quando, al trentatreesimo passaggio, anche Piastri è fermo per la seconda sosta.

Pérez e Alonso si fermano al giro successivo, mentre Max Verstappen al trentacinquesimo giro. Nello stesso giro Pérez riprende la posizione a Norris. Lo spagnolo della Ferrari rimane al comando fino alla sua seconda sosta, che viene programmata dopo 37 giri di gara. Verstappen guida con 7"5 su Pérez, 10"5 su Leclerc, 12"7 su Norris. Seguono le due Mercedes, poi Sainz Jr. e Alonso. Le due Mercedes si fermano tra il trentottesimo e quarantesimo giro. Tra il quarantaquattresimo e il quarantaseiesimo giro Carlos Sainz Jr. supera prima Norris, poi Leclerc. Lo spagnolo segna anche il giro veloce, che poi gli sarà strappato da Verstappen al cinquantesimo giro, e riesce a limare lo svantaggio su Pérez. Norris si avvicina a Leclerc, che ha fatto un solo cambio gomme, mentre, più dietro, c'è un contatto tra Russell e Piastri, in lotta per la settima piazza. I due si avvicinano anche a Fernando Alonso, sesto. All'ultimo giro George Russell supera Piastri.[79]

Max Verstappen vince il cinquantasettesimo Gran Premio in carriera, la terza vittoria in stagione, la prima da quella ottenuta nel Gran Premio d'Arabia Saudita. Per il tre volte campione del mondo è il terzo successo nel Gran Premio del Giappone, di cui le ultime tre edizioni consecutive. Per la Red Bull Racing è la terza vittoria in stagione, la prima da quella ottenuta in Arabia Saudita, il settimo successo complessivo in questo appuntamento, nonché gli ultimi tre consecutivi, e la centosedicesima vittoria della propria storia. Il costruttore austriaco segna la terza doppietta in stagione, la prima da quella conquistata a Gedda, e la trentunesima della propria storia. Pérez, secondo e al terzo podio in stagione, termina in questa posizione dietro a Verstappen per la seconda volta negli ultimi tre Gran Premi del Giappone dopo l'edizione del 2022. Il messicano riottiene la seconda posizione in classifica piloti ai danni di Leclerc. Sainz Jr., terzo, ha la percentuale netta di podi da qualsiasi posizione è partito in stagione. Lo spagnolo ottiene il terzo podio del campionato dopo non averne conquistati nelle prime tredici gare della scorsa stagione.

Leclerc, quarto per la seconda edizione consecutiva della gara, non ha concluso oltre questa posizione in nessuna gara fin qui disputata in stagione. Norris chiude al quinto posto con la McLaren, concludendo con più di dieci secondi da Verstappen rispetto a quelli dell'anno scorso, quando arrivò secondo. Il britannico prende la quinta posizione in classifica generale ai danni del compagno di squadra Piastri. La sesta posizione è il miglior risultato per Alonso nella gara giapponese dall'edizione del 2013. Russell è settimo per la seconda edizione consecutiva, mentre Piastri, ottavo, ha ottenuto due quarti posti e due ottavi posti in stagione. Hamilton, nono, termina per la prima volta fuori dai primi cinque sul circuito di Suzuka dall'inizio dell'era turbo-ibrida nel 2014. Con la decima posizione, Tsunoda è il quinto pilota giapponese della storia a punti nel Gran Premio di casa dopo Aguri Suzuki, Satoru Nakajima, Takuma Sato e Kamui Kobayashi, il primo dall'edizione del 2012. Hülkenberg è classificato undicesimo, non riuscendo a ottenere punti per la terza gara consecutiva per una sola posizione. Bottas, quattordicesimo, eguaglia la sua miglior prestazione della stagione del precedente Gran Premio d'Australia. Albon è ritirato nel corso del primo giro; due dei quattro ritiri del thailandese in carriera durante il primo giro sono avvenuti in questa gara, l'altro verificatosi nell'edizione 2022.

Verstappen è il secondo pilota della storia con tre vittorie consecutive nel Gran Premio del Giappone dopo Michael Schumacher con i successi dal 2000 al 2002. Per l'olandese è il tredicesimo hat trick (pole position, giro veloce e vittoria), dopo il Gran Premio del Bahrein, in carriera in Formula 1. Il campione del mondo vince per la trentesima volta in carriera dopo essere partito dalla pole position, e diventa il quarto pilota della storia a raggiungere i 3 000 giri condotti in testa, dopo Hamilton, Schumacher e Sebastian Vettel. Il leader del campionato ottiene il centunesimo podio, a due lunghezze da Kimi Räikkönen, al sesto posto generale. La vittoria di Verstappen arriva a dieci anni di distanza dalla sua prima apparizione in un weekend di gara della massima categoria nell'edizione del 2014 durante una sessione di prove libere con l'ex scuderia denominata Toro Rosso. La Red Bull Racing, al duecentosettantesimo podio, pareggia il numero dei successi della Ferrari in questo appuntamento, con sette, e segna la quarta doppietta nella gara giapponese dopo quelle ottenute nelle edizioni del 2010, 2013 e 2022. Il costruttore di Milton Keynes eguaglia sia la Ferrari che la McLaren con sette vittorie sul circuito di Suzuka, e con trentuno doppiette è a due lunghezze da quelle ottenute dalla Williams per il quarto posto di sempre.

I meccanici della Red Bull Racing stabiliscono il primato stagionale di tempo per una sosta ai box durante un pit stop di Verstappen, con 2"08. Il precedente record apparteneva sempre alla scuderia austriaca per una sosta ai box di Pérez con 2"10 nel precedente Gran Premio d'Australia. È stato il quarto più lento Gran Premio del Giappone della storia sul tempo della distanza di gara tra le due sedi di Suzuka e del Fuji, tra tutte le configurazioni utilizzate per entrambi i circuiti, corso alla media di 161,271 km/h, nonché il primo Gran Premio interrotto con bandiera rossa da quello di San Paolo del precedente campionato, e il quarto complessivo oggetto della bandiera rossa dopo le edizioni del 1994, 2014 e 2022. È stato inoltre il quinto Gran Premio del Giappone consecutivo in cui il margine del pilota vincitore dal secondo classificato è stato superiore ai dieci secondi. Il podio è lo stesso di quello del Gran Premio del Bahrein, gara inaugurale della stagione. Nelle ultime undici edizioni della gara, le vittorie sono state conquistate solo dalla Mercedes (6) e dalla Red Bull Racing (5). È stata la quarta gara del campionato oggetto di una doppietta da parte di un costruttore su altrettante disputate. Nessuna stagione prima di questa era mai iniziata con quattro doppiette consecutive che coinvolgevano più costruttori, tre per la Red Bull Racing e una per la Ferrari. Tre delle quattro gare di questo campionato hanno visto una doppietta della Red Bull Racing con una Ferrari classificata al terzo posto.[80]

Risultati modifica

Risultato dei Gran Premi modifica

Gran Premio[81] Circuito Pole position Giro veloce Pilota vincitore Scuderia vincitrice Resoconto
1   Gran Premio del Bahrein Sakhir   Max Verstappen   Max Verstappen   Max Verstappen   Red Bull Racing-Honda RBPT Resoconto
2   Gran Premio d'Arabia Saudita Gedda   Max Verstappen   Charles Leclerc   Max Verstappen   Red Bull Racing-Honda RBPT Resoconto
3   Gran Premio d'Australia Melbourne   Max Verstappen   Charles Leclerc   Carlos Sainz Jr.   Ferrari Resoconto
4   Gran Premio del Giappone Suzuka   Max Verstappen   Max Verstappen   Max Verstappen   Red Bull Racing-Honda RBPT Resoconto
5   Gran Premio di Cina Shanghai   Max Verstappen Resoconto
6   Gran Premio di Miami Miami
7   Gran Premio dell'Emilia-Romagna Imola
8   Gran Premio di Monaco Monaco
9   Gran Premio del Canada Montréal
10   Gran Premio di Spagna Montmeló
11   Gran Premio d'Austria Red Bull Ring
12   Gran Premio di Gran Bretagna Silverstone
13   Gran Premio d'Ungheria Hungaroring
14   Gran Premio del Belgio Francorchamps
15   Gran Premio d'Olanda Zandvoort
16   Gran Premio d'Italia Monza
17   Gran Premio d'Azerbaigian Baku
18   Gran Premio di Singapore Singapore
19   Gran Premio degli Stati Uniti Austin
20   Gran Premio di Città del Messico Città del Messico
21   Gran Premio di San Paolo San Paolo
22   Gran Premio di Las Vegas Las Vegas
23   Gran Premio del Qatar Lusail
24   Gran Premio di Abu Dhabi Abu Dhabi

Risultato delle qualifiche modifica

Pilota                                                
1   Max Verstappen 1 1 1 1 1
2   Logan Sargeant 18 19 19 20
3   Daniel Ricciardo 14 14 18 11 12
4   Lando Norris 7 6 3 3 4
10   Pierre Gasly 20 18 17 17 15
11   Sergio Pérez 5 3 6+3 2 2
14   Fernando Alonso 6 4 10 5 3
16   Charles Leclerc 2 2 4 8 6
18   Lance Stroll 12 10 9 16 11
20   Kevin Magnussen 15 13 14 18 17
22   Yuki Tsunoda 11 9 8 10 19
23   Alexander Albon 13 12 12 14 14
24   Zhou Guanyu 17 20[82] P[83] 20 16
27   Nico Hülkenberg 10 15 16 12 9
31   Esteban Ocon 19 17 15 15 13
38   Oliver Bearman 11
44   Lewis Hamilton 9 8 11 7 18
55   Carlos Sainz Jr. 4 2 4 7
63   George Russell 3 7 7 9 8
77   Valtteri Bottas 16 16 13 13 10
81   Oscar Piastri 8 5 5 6 5
Pilota                                                
Legenda + – Precede il numero di posizioni di penalità sulla griglia di partenza.
§ – Indica quei piloti che per penalità sono stati retrocessi in fondo alla griglia di partenza.
P – Indica quei piloti che hanno preso il via dalla pit lane.

Classifiche modifica

Sistema di punteggio modifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Sistema di punteggio della Formula 1.
Posizione                             10ª  GV
Gara Punti 25 18 15 12 10 8 6 4 2 1 1
Sprint[81] 8 7 6 5 4 3 2 1

Classifica piloti modifica

Pos. Pilota                                                 Punti
1   Max Verstappen 1 1 Rit 1 1 85
2   Sergio Pérez 2 2 5 2 3 70
3   Charles Leclerc 4 3 2 4 4 64
4   Carlos Sainz Jr. 3 SP 1 3 5 59
5   Lando Norris 6 8 3 5 6 40
6   Oscar Piastri 8 4 4 8 7 34
7   George Russell 5 6 17* 7 8 25
8   Fernando Alonso 9 5 8 6 24
9   Lewis Hamilton 7 9 Rit 9 2 17
10   Lance Stroll 10 Rit 6 12 9
11   Yuki Tsunoda 14 15 7 10 7
12   Oliver Bearman 7 6
13   Nico Hülkenberg 16 10 9 11 3
14   Kevin Magnussen 12 12 10 13 1
15   Alexander Albon 15 11 11 Rit 0
16   Zhou Guanyu 11 18 15 Rit 0
17   Daniel Ricciardo 13 16 12 Rit 0
18   Esteban Ocon 17 13 16 15 0
19   Pierre Gasly 18 Rit 13 16 0
20   Valtteri Bottas 19 17 14 14 0
21   Logan Sargeant 20 14 SP 17 0
Pos. Pilota                                                 Punti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Apice – Risultato Sprint (A punti)
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

* – Indica i piloti ritirati ma ugualmente classificati avendo coperto, come previsto dal regolamento, almeno il 90% della distanza di gara.

Classifica costruttori modifica

Pos. Costruttore Pilota                                                 Punti
1   Red Bull Racing-Honda RBPT Verstappen 1 1 Rit 1 1 155
Pérez 2 2 5 2 3
2   Ferrari Leclerc 4 3 2 4 4 129
Sainz Jr. 3 SP 1 3 5
Bearman 7
3   McLaren-Mercedes Piastri 8 4 4 8 7 74
Norris 6 8 3 5 6
4   Mercedes Russell 5 6 17* 7 8 42
Hamilton 7 9 Rit 9 2
5   Aston Martin Aramco-Mercedes Stroll 10 Rit 6 12 33
Alonso 9 5 8 6
6   RB-Honda RBPT Ricciardo 13 16 12 Rit 7
Tsunoda 14 15 7 10
7   Haas-Ferrari Magnussen 12 12 10 13 4
Hülkenberg 16 10 9 11
8   Williams-Mercedes Albon 15 11 11 Rit 0
Sargeant 20 14 SP 17
9   Kick Sauber-Ferrari Bottas 19 17 14 14 0
Zhou 11 18 15 Rit
10   Alpine-Renault Ocon 17 13 16 15 0
Gasly 18 Rit 13 16
Pos. Costruttore Pilota                                                 Punti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Apice – Risultato Sprint (A punti)
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

 * – Indica i piloti ritirati ma ugualmente classificati avendo coperto, come previsto dal regolamento, almeno il 90% della distanza di gara.

Note modifica

  1. ^ a b c d F1 | Calendario 2024: 24 GP, due gare in Italia e torna la Cina, su it.motorsport.com, 5 luglio 2023. URL consultato il 21 agosto 2023.
  2. ^ (EN) The beginner’s guide to the Formula 1 calendar, su Formula 1, 9 gennaio 2024. URL consultato il 26 febbraio 2024.
  3. ^ Roberto Chinchero, F1 | Calendario 2024: 24 GP, due gare in Italia e torna la Cina, su it.motorsport.com, 5 luglio 2023.
  4. ^ Ecco il calendario del 2024: 24 gare, si parte il 2 marzo, su formulapassion.it, 5 luglio 2023.
  5. ^ (EN) Andrew Benson, Formula 1 terminates contract with Russian Grand Prix, su bbc.com, 3 marzo 2022. URL consultato il 3 marzo 2022.
  6. ^ a b c d e f g h i j k l m n o Calendario F1 2024 e Orari TV, su formulapassion.it. URL consultato il 12 marzo 2024.
  7. ^ a b c d e f Su TV8 solo la Sprint.
  8. ^ McLaren va di fretta: già presentata la livrea 2024, su formulapassion.it, 16 gennaio 2024.
  9. ^ a b F1 | Mercedes e McLaren: le macchine nuove a San Valentino, su it.motorsport.com, 27 dicembre 2023.
  10. ^ Franco Nugnes, F1 | Haas gioca d'anticipo: la livrea 2024 si vedrà il 2 febbraio, su it.motorsport.com, 26 gennaio 2024. URL consultato il 26 gennaio 2024.
  11. ^ Haas, due shakedown per vedere la VF-24, su formulapassion.it, 17 gennaio 2024.
  12. ^ a b La Sauber viene iscritta nel Gran Premio d'Australia come Kick Sauber F1 Team, cfr. (EN) 2024 Australian Grand Prix - Entry list (PDF), su fia.com, 22 marzo 2024.
  13. ^ a b Williams e Sauber, presentazione il 5 febbraio, su formulapassion.it, 22 dicembre 2022.
  14. ^ Presentata la livrea Williams. Filming day della FW46 il 20 Febbraio in Bahrain, su formu1a.uno, 5 febbraio 2024.
  15. ^ Ufficiale - Alpine, svelata la data della presentazione 2024, su formula1.it, 25 dicembre 2023.
  16. ^ F1 | Racing Bulls: la nuova macchina sarà svelata l'8 febbraio, su it.motorsport.com, 24 gennaio 2024.
  17. ^ a b F1 | Aston Martin: la AMR24 di Alonso sarà svelata il 12 febbraio, su it.motorsport.com, 3 gennaio 2024.
  18. ^ Ufficiale: la Ferrari 2024 verrà presentata il 13 febbraio, su formulapassion.it, 17 dicembre 2023.
  19. ^ Red Bull, presentazione il 15 febbraio, su formulapassion.it, 15 gennaio 2024.
  20. ^ Francesco Zazzera, Test invernali F1 2024: Quando e dove si svolgeranno?, su F1ingenerale, 26 novembre 2023. URL consultato il 4 dicembre 2023.
  21. ^ (EN) Formula 1 Aramco pre-season testing 2024, su formula1.com. URL consultato il 14 dicembre 2023.
  22. ^ F1 | Alfa Romeo terminerà la partnership con Sauber a fine 2023, su it.motorsport.com, 26 agosto 2022. URL consultato il 24 settembre 2022.
  23. ^ a b c (EN) Sauber's new team name unveiled after departure of Alfa Romeo as title sponsor, su formula1.com, 15 dicembre 2023.
  24. ^ F1, AlphaTauri cambierà nome nel 2024: l'annuncio di Helmut Marko, su sport.sky.it, 29 giugno 2023.
  25. ^ a b Ufficiale: l’AlphaTauri diventa Visa Cash App RB Formula One Team, su formulapassion.it, 24 gennaio 2024.
  26. ^ a b F1 | Aston Martin: Aramco title sponsor al posto di Cognizant, su it.motorsport.com, 16 ottobre 2023. URL consultato il 4 dicembre 2023.
  27. ^ (EN) Formula 1 MSC Cruises Japanese Grand Prix 2024, su formula1.com. URL consultato il 14 dicembre 2023.
  28. ^ (EN) Formula 1 MSC Cruises Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia-Romagna 2024, su formula1.com. URL consultato il 14 dicembre 2023.
  29. ^ (EN) Formula 1 Lenovo Chinese Grand Prix 2024, su formula1.com. URL consultato il 14 dicembre 2023.
  30. ^ (EN) Formula 1 Lenovo Grande Prêmio de São Paulo 2024, su formula1.com. URL consultato il 14 dicembre 2023.
  31. ^ (EN) Formula 1 Qatar Airways Austrian Grand Prix 2024, su formula1.com. URL consultato il 14 dicembre 2023.
  32. ^ (EN) Formula 1 Qatar Airways British Grand Prix 2024, su formula1.com. URL consultato il 14 dicembre 2023.
  33. ^ (EN) Formula 1 Qatar Airways Azerbaijan Grand Prix 2024, su formula1.com. URL consultato il 14 dicembre 2023.
  34. ^ (EN) Formula 1 AWS Grand Prix du Canada 2024, su formula1.com. URL consultato il 25 febbraio 2024.
  35. ^ (EN) Formula 1 AWS Grand Prix du Canada 2022, su formula1.com. URL consultato il 25 febbraio 2024.
  36. ^ (EN) Formula 1 Aramco Gran Premio de España 2024, su formula1.com. URL consultato il 14 dicembre 2023.
  37. ^ (EN) Formula 1 Aramco Gran Premio de España 2021, su formula1.com. URL consultato il 14 dicembre 2023.
  38. ^ (EN) Formula 1 Rolex Belgian Grand Prix 2024, su formula1.com. URL consultato il 14 dicembre 2023.
  39. ^ (EN) Formula 1 Rolex Belgian Grand Prix 2022, su formula1.com. URL consultato il 14 dicembre 2023.
  40. ^ (EN) Formula 1 Pirelli United States Grand Prix 2024, su formula1.com. URL consultato il 14 dicembre 2023.
  41. ^ (EN) Formula 1 Pirelli United States Grand Prix 2018, su formula1.com. URL consultato il 14 dicembre 2023.
  42. ^ Ufficiale: Sauber, il nuovo nome è Stake F1 Team, su formulapassion.it, 1º gennaio 2024.
  43. ^ (EN) 2024 Australian Grand Prix - Entry list (PDF), su fia.com, 22 marzo 2024.
  44. ^ Chiara Zambelli, F1 | Line-up piloti 2024: tutti confermati, un risultato storico, su rossomotori.it, 2 dicembre 2023. URL consultato il 4 dicembre 2023.
  45. ^ Ufficiale: Sainz non corre il GP d’Arabia, su formulapassion.it, 8 marzo 2024.
  46. ^ Giacomo Rauli, F1 Melbourne, Libere 2: Ferrari mette pressione a Max con Leclerc, su it.motorsport.com, 22 marzo 2024. URL consultato il 22 marzo 2024.
  47. ^ Stefano Nicoli, F1, GP Australia: Williams appieda Sargeant per far correre Albon, su Fuori Traiettoria, 22 marzo 2024. URL consultato il 22 marzo 2024.
  48. ^ (EN) 2024 FIA Formula One World Championship Entry List, su fia.com, 3 aprile 2024. URL consultato il 4 aprile 2024.
  49. ^ (EN) Red Bull have 'clearer understanding' of Singapore issues, su formula1.com, 19 settembre 2023. URL consultato il 30 settembre 2023.
  50. ^ (EN) Jonathan Noble, Mercedes F1 car "annoyingly dead" in the middle of corners, su au.motorsport.com, 11 agosto 2023. URL consultato il 30 settembre 2023.
  51. ^ Il nome della nuova vettura, su www.ferrari.com, 29 gennaio 2024. URL consultato il 29 gennaio 2024.
  52. ^ (EN) McLaren reveals new-look 2024 F1 livery ahead of MCL38 launch, su us.motorsport.com, 16 gennaio 2024.
  53. ^ (DE) Michael Schmidt & Andreas Haupt, F1-Interview mit Alpine-Technikchef Matt Harman: "Wollen am Ende das viertbeste Team sein", su auto-motor-und-sport.de, 16 agosto 2023. URL consultato il 30 settembre 2023.
  54. ^ (EN) Alex Albon and Logan Sargeant preview the Singapore Grand Prix, su williamsf1.com, 13 settembre 2023. URL consultato il 19 ottobre 2023.
  55. ^ Svelata la Racing Bulls VCARB-01, su formulapassion.it, 9 febbraio 2024.
  56. ^ (EN) Chris Medland, Haas could use Austria 'like a test session' to solve race day woes - Steiner, su racer.com, 27 giugno 2023. URL consultato il 30 settembre 2023.
  57. ^ a b Gran Premio del Bahrein, Gran Premio del Giappone, Gran Premio di Cina.
  58. ^ a b Gran Premio d'Arabia Saudita, Gran Premio d'Australia.
  59. ^ (EN) F1 2026 development ban leads suite of changes, su the-race.com, 24 novembre 2023.
  60. ^ a b c F1 Commission: cambia il format della Sprint e tornano le 4 PU, su it.motorsport.com, 5 febbraio 2024. URL consultato il 7 febbraio 2024.
  61. ^ a b c d (EN) 8 rule changes you need to know for the 2024 F1 season, su www.formula1.com, 30 gennaio 2024. URL consultato il 3 febbraio 2024.
  62. ^ (EN) Mat Coch, F1 exploring further driver cooling systems, su Speedcafe.com, 7 dicembre 2023. URL consultato il 7 dicembre 2023.
  63. ^ F1 | Pirelli: invariate le mescole 2024, ma verrà eliminata la C0, su it.motorsport.com, 21 novembre 2023. URL consultato il 7 dicembre 2023.
  64. ^ (EN) F1 Commission plans sprint race changes, drops ATA and delays tyre blanket ban, su racefans.net, 28 novembre 2023.
  65. ^ Sky Sport, Formula 1, il calendario delle sei Sprint per il Mondiale 2024, su sport.sky.it, 5 dicembre 2023. URL consultato il 7 dicembre 2023.
  66. ^ FIA ‘tocca’ il portafoglio: dal 2024 il diritto di revisione costerà, su formulapassion.it, 20 dicembre 2023.
  67. ^ (EN) New clampdown on drivers lapping slowly during qualifying, su racefans.net, 27 febbraio 2024.
  68. ^ (EN) Race director Wittich reverses changes to maximum lap time rule in qualifying, su racefans.net, 1º marzo 2024.
  69. ^ (EN) F1's unpopular penalty for overtaking off track has changed, su the-race.com, 6 marzo 2024.
  70. ^ Sakhir - La cronaca-Verstappen trionfa su Perez e Sainz, su italiaracing.net, 2 marzo 2024. URL consultato il 3 marzo 2024.
  71. ^ (EN) Red Bull tie Williams’ win tally in first-ever retirement-free season opener, su formula1.com, 2 marzo 2024.
  72. ^ F1: Ferrari, Carlos Sainz ha l'appendicite e salta il GP dell'Arabia Saudita. Al suo posto Bearman, su automoto.it. URL consultato l'8 marzo 2024.
  73. ^ Gianluca D'Alessandro, Bearman: "Gara fantastica. Ho tenuto dietro Norris e Lewis!", su it.motorsport.com, 9 marzo 2024.
  74. ^ Davide Allegretti, Bearman brilla nel GP di Arabia Saudita: tutti i record battuti dell'inglese, su paddocknews24.com, 9 marzo 2024.
  75. ^ Jeddah - La cronaca Red Bull imprendibile, vince Verstappen, su italiaracing.net, 9 marzo 2024. URL consultato il 10 marzo 2024.
  76. ^ (EN) Bearman makes it four Brits in the points for the first time since 1968, su formula1.com, 9 marzo 2024.
  77. ^ Melbourne - La cronaca-Doppietta Ferrari, Sainz-Leclerc, su italiaracing.net, 24 marzo 2024. URL consultato il 24 marzo 2024.
  78. ^ (EN) Ferrari make it 10 wins in Melbourne as Mercedes end 62-race scoring streak, su formula1.com, 24 marzo 2024.
  79. ^ Suzuka - La cronaca-Doppietta Red Bull, poi la Ferrari, su italiaracing.net, 7 aprile 2024. URL consultato il 7 aprile 2024.
  80. ^ (EN) Tsunoda makes his point at home as Verstappen matches Schumacher's Suzuka hat-trick, su formula1.com, 7 aprile 2024.
  81. ^ a b Nel Gran Premio di Cina, nel Gran Premio di Miami, nel Gran Premio d'Austria, nel Gran Premio degli Stati Uniti d'America, nel Gran Premio di San Paolo e nel Gran Premio del Qatar si disputa la Sprint, cfr. Jonathan Noble, F1 | Ecco le sei gare Sprint nel 2024: si aggiungono Cina e Miami, su it.motorsport.com, 6 dicembre 2023. URL consultato il 7 dicembre 2023.
  82. ^ Zhou Guanyu non registra nessun tempo nelle qualifiche del Gran Premio d'Arabia Saudita. Viene autorizzato alla partenza da parte dei commissari, cfr. (EN) Formula 1 STC Saudi Arabian Grand Prix 2024 - Starting grid, su formula1.com, 8 marzo 2024.
  83. ^ Zhou Guanyu, qualificatosi diciannovesimo nelle qualifiche del Gran Premio d'Australia, parte dalla pit lane a causa della sostituzione dell'alettone anteriore di scorta che non corrisponde alle specifiche tecniche, cfr. (EN) Formula 1 Rolex Australian Grand Prix 2024 – Starting Grid, su formula1.com, 23 marzo 2024.

Voci correlate modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1