Apri il menu principale
Gran Premio Industria e Commercio di Prato
SportCycling (road) pictogram.svg Ciclismo su strada
TipoGara individuale
CategoriaUnder-23
FederazioneUCI
PaeseItalia Italia
OrganizzatoreAC Pratese 1927
DirettoreSanzio Rampogni
CadenzaAnnuale
AperturaSettembre
PartecipantiVariabile
FormulaCorsa in linea
Storia
Fondazione1945
Numero edizioni71 (al 2016)
DetentoreItalia Mirco Sartori
Record vittorieItalia Michele Dancelli (3)

Il Gran Premio Industria e Commercio di Prato è una corsa in linea maschile di ciclismo su strada, che si disputa nella città di Prato, in Italia, ogni anno solitamente nel mese di settembre. Organizzata dall'Associazione Ciclistica Pratese 1927 con il contributo degli enti locali, dal 2005 al 2015 ha fatto parte del circuito UCI Europe Tour come evento di classe 1.1, per poi passare dal 2016 unicamente alla categoria Under-23.

StoriaModifica

La prima edizione venne corsa nel 1945, appena dopo il termine della seconda guerra mondiale, e ben presto la gara si confermò come una delle più ambite del panorama italiano. Nel 1958 la corsa fu disputata non come prova in linea ma a cronometro (quell'anno fu Ercole Baldini ad imporsi), mentre nel 1971 e nel 1993 (con le vittorie rispettivamente di Franco Bitossi e Massimo Podenzana) fu valida come campionato italiano di ciclismo su strada. Michele Dancelli detiene il record di trionfi con tre vittorie (1964, 1965 e 1967).

Nei primi anni della sua storia la partenza della corsa veniva data presso le aziende tessili che patrocinavano la manifestazione, dagli anni 1970 in poi questa particolarità è scomparsa. La corsa si è svolta nelle sue edizioni su percorsi perlopiù adatti a passisti veloci ed è stata, negli ultimi anni, una gara pre-mondiale.

Albo d'oroModifica

Aggiornato all'edizione 2015.[1]

Anno Vincitore Secondo Terzo
1945   Serafino Biagioni
1946   Nedo Logli   Sergio Maggini   Quirino Toccacelli
1947   Sergio Maggini   Luigi Casole   Michele Motta
1948   Giulio Bresci   Mario Ricci   Alfredo Martini
1949   Luciano Maggini   Nedo Logli   Giovanni Corrieri
1950   Ferdinand Kübler   Alfredo Martini   Dante Rivola
1951   Arrigo Padovan   Giuliano Bresci   Waldemaro Bartolozzi
1952   Luciano Maggini   Widmer Servadei   Fiorenzo Magni
1953   Rino Benedetti   Luciano Maggini   Luciano Frosini
1954   Danilo Barozzi   Marcello Pellegrini   Angelo Conterno
1955   Aldo Moser   Cleto Maule   Gianfranco Sobrero
1956   Danilo Barozzi   Giorgio Albani   Fiorenzo Magni
1957   Silvano Ciampi   Bruno Monti   Alessandro Fantini
1958[2]   Ercole Baldini   Aldo Moser   Nino Defilippis
1959   Giuseppe Fallarini   Carlo Azzini   Pierino Baffi
1960   Alfredo Sabbadin   Idrio Bui   Guido Carlesi
1961   Gilbert Desmet   Giancarlo Manzoni   Miguel Poblet
1962   Bruno Mealli   Luigi Mele   Guido De Rosso
1963   Vendramino Bariviera   Vito Taccone   Dino Bruni
1964   Michele Dancelli   Adriano Durante   Angelo Conterno
1965   Michele Dancelli   Italo Zilioli   Franco Bodrero
1966   Italo Zilioli   Michele Dancelli   Roberto Ballini
1967   Michele Dancelli   Marino Basso   Bruno Fantinato
1968   Adriano Durante   Alberto Della Torre   Wladimiro Panizza
1969   Alberto Della Torre   Ottavio Crepaldi   Franco Mori
1970   Marcello Bergamo   Tomas Pettersson   Fabrizio Fabbri
1971[3]   Franco Bitossi   Felice Gimondi   Enrico Paolini
1972   Costantino Conti   Willy De Geest   Pietro Di Caterina
1973   Fabrizio Fabbri   Giancarlo Polidori   Walter Riccomi
1974   Fabrizio Fabbri   Costantino Conti   Enrico Paolini
1975   Costantino Conti   Enrico Paolini   Giacinto Santambrogio
1976   Walter Riccomi   Marcello Bergamo   Arnaldo Caverzasi
1977   Claudio Bortolotto   Mario Beccia   Bernt Johansson
1978   Bernt Johansson   Carmelo Barone   Walter Riccomi
1979   Bernt Johansson   Wladimiro Panizza   Carmelo Barone
1980   Silvano Contini   Leonardo Mazzantini   Roberto Ceruti
1981   Moreno Argentin   Giuseppe Saronni   Emanuele Bombini
1982   Moreno Argentin   Tommy Prim   Roberto Ceruti
1983   Luciano Rabottini   Emanuele Bombini   Ettore Bazzichi
1984   Pierino Gavazzi   Dario Mariuzzo   Leo Schonenberger
1985   Ezio Moroni   Marino Lejarreta   Mario Beccia
1986   Harald Maier   Moreno Argentin   Pierino Gavazzi
1987   Daniele Caroli   Marco Tabai   Angelo Canzonieri
1988   Maurizio Fondriest   Moreno Argentin   Pierino Gavazzi
1989   Pierino Gavazzi   Andrei Tchmil   Maurizio Rossi
1990   Stefan Joho   Massimo Ghirotto   Francesco Cesarini
1991   Enrico Galleschi   Marco Saligari   Massimo Podenzana
1992   Leonardo Sierra   Andrea Ferrigato   Zenon Jaskuła
1993[3]   Massimo Podenzana   Gianni Bugno   Davide Cassani
1994   Marco Saligari   Bruno Cenghialta   Wladimir Belli
1995   Fabrizio Bontempi   Mariano Piccoli   Andrea Tafi
1996   Fabrizio Guidi   Filippo Casagrande   Djamolidine Abdoujaparov
1997   Mariano Piccoli   Maximilian Sciandri   Davide Casarotto
1998   Felice Puttini   Maximilian Sciandri   Massimo Donati
1999   Alessandro Baronti   Marco Velo   Francesco Casagrande
2000   Sergio Barbero   Gabriele Missaglia   Davide Rebellin
2001   Davide Rebellin   Francesco Casagrande   Eddy Mazzoleni
2002   Volodymyr Duma   Andrea Ferrigato   Stefano Casagranda
2003   Davide Rebellin   Bo Hamburger   Oscar Camenzind
2004   Nick Nuyens   Francesco Bellotti   Mirko Celestino
2005   Murilo Fischer   Ruggero Marzoli   Mychajlo Chalilov
2006   Daniele Bennati   Giovanni Visconti   Marco Marcato
2007   Filippo Pozzato   Murilo Fischer   Alessandro Bertolini
2008   Mychajlo Chalilov   Marco Frapporti   Volodymyr Zahorodnij
2009   Giovanni Visconti   Francesco Gavazzi   Luca Paolini
2010   Diego Ulissi   Michele Scarponi   Alessandro Proni
2011   Peter Sagan   Luca Paolini   Maxime Bouet
2012   Emanuele Sella   Luca Paolini   Davide Rebellin
2013   Gianfranco Zilioli   Miguel Ángel Rubiano   Maciej Paterski
2014   Sonny Colbrelli   Kristian Sbaragli   Danilo Napolitano
2015   Daniele Bennati   Marco Marcato   Davide Rebellin

StatisticheModifica

Vittorie per nazioneModifica

Pos. Nazione Vittorie
1   Italia 59
2   Svizzera 3
3   Svezia
  Belgio
  Ucraina
2
6   Austria
  Venezuela
  Brasile
  Slovacchia
1

NoteModifica

  1. ^ (FR) G.P di Prato (Ita) - Cat.1.1, su memoire-du-cyclisme.eu. URL consultato il 3 dicembre 2016.
  2. ^ Prova a cronometro.
  3. ^ a b Prova valida come Campionato italiano su strada.

Collegamenti esterniModifica