Apri il menu principale
Takashi Inui
Takashi Inui 2018.jpg
Takashi Inui con la maglia della nazionale giapponese nel 2018
Nazionalità Giappone Giappone
Altezza 169 cm
Peso 66 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Alavés
Carriera
Giovanili
1995-2004 Saison FC
2004-2006 Shiga Yasu High School
Squadre di club1
2007-2008Yokohama Marinos7 (0)
2008-2011Cerezo Osaka114 (35)
2011-2012Bochum30 (7)
2012-2015Eintracht Francoforte75 (7)
2015-2018Eibar89 (11)
2018-2019Betis8 (0)
2019-Alavés6 (2)
Nazionale
2009 Giappone Giappone U-21 2 (0)
2009-[1] Giappone Giappone36 (6)
Palmarès
Coppa Asia.svg Coppa d'Asia
Argento Emirati Arabi Uniti 2019
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 26 marzo 2019

Takashi Inui (乾 貴士 Inui Takashi?; Ōmihachiman, 2 giugno 1988) è un calciatore giapponese, centrocampista dell'Alavés in prestito dal Betis e della nazionale giapponese.

Indice

CarrieraModifica

Nel 2009 Inui inizia a farsi notare nella seconda divisione giapponese, formando una coppia formidabile con Shinji Kagawa, segnando in quella stagione 20 reti in 47 presenze col Cerezo. Nelle due stagioni successive il numero dei goal è nettamente inferiore, tuttavia numerosi sono gli assist e le giocate, che gli consentono di essere notato dagli scout europei.

Nel 2011 il Bochum, squadra militante nella seconda divisione tedesca, lo preleva per una cifra intorno ai 600.000 euro dal Cerezo. Qui inizia la sua avventura in Europa, mettendo a segno 7 reti in 30 presenze.

La stagione immediatamente successiva passa in Bundesliga, all'Eintracht Francoforte, per una cifra vicina a 1,5 milioni di euro, firmando un triennale. L'allenatore Armin Veh lo presenta come "il miglior giocatore di tutta la 2.Bundesliga nella scorsa stagione".[2] Titolare fisso, segna il suo primo gol in Bundesliga contro l'Amburgo, il 16 settembre. Segna anche nelle due giornate successive, andando così a quota 3 assist e 3 goal in 5 giornate.

Il 25 agosto 2015 viene ceduto a titolo definitivo all'Eibar. Il 10 gennaio 2015 segna la sua prima rete con il club basco, nel match vinto per 2-1 contro l'Espanyol.

Il 21 maggio 2017, realizza una doppietta contro il Barcellona al Camp Nou, l'ultima giornata di campionato, portando in vantaggio l'Eibar per 0-2 (dopo aver fatto un solo gol durante tutta la stagione). La partita alla fine ha però visto i blaugrana vincere con un 4-2 finale.

NazionaleModifica

Nel 2009 dopo le convocazioni da parte dell'Under 21 in cui disputa 2 partite, viene convocato in nazionale maggiore. Viene convocato per il Campionato mondiale di calcio 2018,[3] giocato in Russia, dove si rileva una delle inaspettate sorprese della competizione, trascinando la propria nazionale fino agli Ottavi di finale, dove ha racimolato 2 gol e 1 assist.

Il 5 gennaio 2019 viene convocato per la Coppa d'Asia 2019 in sostituzione dell'infortunato Shōya Nakajima.[4]

StatisticheModifica

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Giappone
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
20-1-2009 Kumamoto Giappone   2 – 1   Yemen Qual. Coppa d'Asia 2011 -   79’
6-1-2010 Sana'a Yemen   2 – 3   Giappone Qual. Coppa d'Asia 2011 -   46’
7-9-2010 Osaka Giappone   2 – 1   Guatemala Amichevole -   46’
29-2-2012 Toyota Giappone   0 – 1   Uzbekistan Qual. Mondiali 2014 -   59’
12-10-2012 Saint-Denis Francia   0 – 1   Giappone Amichevole -   62’
16-10-2012 Breslavia Giappone   0 – 4   Brasile Amichevole -   46’
6-2-2013 Kobe Giappone   3 – 0   Lettonia Amichevole -   62’
22-3-2013 Doha Giappone   2 – 1   Canada Amichevole -   63’
26-3-2013 Amman Giordania   2 – 1   Giappone Qual. Mondiali 2014 -   86’
30-5-2013 Toyota Giappone   0 – 2   Bulgaria Amichevole -   69’
15-6-2013 Brasilia Brasile   3 – 0   Giappone Conf. Cup 2013 - 1º turno -   89’
11-10-2013 Novi Sad Serbia   2 – 0   Giappone Amichevole -   86’
14-11-2014 Toyota Giappone   6 – 0   Honduras Amichevole 2   46’
18-11-2014 Osaka Giappone   2 – 1   Australia Amichevole -   57’
12-1-2015 Newcastle Giappone   4 – 0   Palestina Coppa d'Asia 2015 - 1º turno -   46’
16-1-2015 Brisbane Iraq   0 – 1   Giappone Coppa d'Asia 2015 - 1º turno -   63’
20-1-2015 Melbourne Giappone   2 – 0   Giordania Coppa d'Asia 2015 - 1º turno -   48’   49’
23-1-2015 Sydney Giappone   1 – 1 dts
(4 - 5 dcr)
  Emirati Arabi Uniti Coppa d'Asia 2015 - Quarti -   46’
31-3-2015 Tokyo Giappone   5 – 1   Uzbekistan Amichevole -   63’
7-6-2017 Chōfu Giappone   1 – 1   Siria Amichevole -   59’
31-8-2017 Saitama Giappone   2 – 0   Australia Qual. Mondiali 2018 -   75’
6-10-2017 Toyota Giappone   2 – 1   Nuova Zelanda Amichevole -   70’
10-10-2017 Yokohama Giappone   3 – 3   Haiti Amichevole -   80’
10-11-2017 Villeneuve-d'Ascq Giappone   1 – 3   Brasile Amichevole -   70’
14-11-2017 Bruges Belgio   1 – 0   Giappone Amichevole -   78’
8-6-2018 Lugano Svizzera   2 – 0   Giappone Amichevole -   55’
12-6-2018 Innsbruck Giappone   4 – 2   Paraguay Amichevole 2   79’
19-6-2018 Saransk Colombia   1 – 2   Giappone Mondiali 2018 - 1º turno -
24-6-2018 Ekaterinburg Giappone   2 – 2   Senegal Mondiali 2018 - 1º turno 1   68’   87’
28-6-2018 Volgograd Giappone   0 – 1   Polonia Mondiali 2018 - 1º turno -   65’
2-7-2018 Rostov sul Don Belgio   3 – 2   Giappone Mondiali 2018 - Ottavi di finale 1
17-1-2019 al-'Ayn Giappone   2 – 1   Uzbekistan Coppa d'Asia 2019 - 1º turno - cap.   81’
24-1-2019 Dubai Vietnam   0 – 1   Giappone Coppa d'Asia 2019 - Quarti di finale -   79’
1-2-2019 Abu Dhabi Giappone   1 – 3   Qatar Coppa d'Asia 2019 - Finale -   89’
22-3-2019 Yokohama Giappone   0 – 1   Colombia Amichevole -   71’
26-3-2019 Kobe Giappone   1 – 0   Bolivia Amichevole -   62’
Totale Presenze (89º posto) 36 Reti 6

NoteModifica

  1. ^ (EN) INUI Takashi, Japan National Football Team Database (archiviato dall'url originale il 22 settembre 2013).
  2. ^ (DE) Occean und Inui bis 2015 bei deir Eintracht
  3. ^ Convocati Giappone: la lista dei 23 per i Mondiali di Russia 2018, in Eurosport, 1º giugno 2018. URL consultato il 5 luglio 2018.
  4. ^ Inui se va a la Copa Asia con Japón., su estadiodeportivo.com.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN31473797 · ISNI (EN0000 0000 4074 403X · LCCN (ENn2008061555