Apri il menu principale

Watford Football Club

società calcistica britannica
(Reindirizzamento da Watford FC)
Watford FC
Calcio Football pictogram.svg
Watford FC.png
The Hornets (i calabroni), The Golden Boys (i ragazzi d'oro)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Giallo e Nero bordato di Rosso con cervo.png Giallo, rosso, nero
Simboli Alce
Dati societari
Città Watford
Nazione Inghilterra Inghilterra
Confederazione UEFA
Federazione Flag of England.svg FA
Campionato Premier League
Fondazione 1881
Proprietario Italia Giampaolo Pozzo
Presidente Inghilterra Scott Duxbury
Allenatore Inghilterra Nigel Pearson
Stadio Vicarage Road
(20 877 posti)
Sito web www.watfordfc.com
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il Watford Football Club, meglio noto come Watford, è una società calcistica inglese con sede nella città di Watford, nell'Hertfordshire, militante attualmente nella Premier League, la divisione di vertice del campionato inglese di calcio.

I calciatori della squadra sono soprannominati The Hornets ("i calabroni") per via dell'uniforme a strisce gialle e nere. Il club ha un'antica e accesa rivalità con il vicino Luton Town. La squadra è nota per essere stata proprietà, dal 1977 al 1987 e dal 1997 al 2001, di Elton John, divenuto presidente onorario nel 2008[1].

Nei primi anni di esistenza il club giocò in vari stadi, prima di trasferirsi, nel 1922, a Vicarage Road, dove gioca tuttora.

StoriaModifica

Fondazione e primo settantennio (1881-1945)Modifica

Fondata nel 1881 con il nome di Watford Rovers, la squadra esordì nella FA Cup nel 1886-1887, e nella Southern Football League un decennio più tardi. Dopo aver vinto il campionato di Southern League 1914-1915 sotto la guida dell'allenatore Harry Kent, il Watford aderì alla Football League nel 1920.

Dal secondo dopoguerra al 1977Modifica

Il periodo d'oro (1977-1987)Modifica

Nel 1977 Elton John, da sempre tifoso della squadra[1], rilevò la società e assunse, come sua prima mossa da presidente del Watford, Graham Taylor[2], allenatore allora esordiente sulla panchina. In sei anni Taylor condusse gli Hornets dalla Fourth Division alla massima serie, in cui il Watford esordì nella stagione 1982-83 cogliendo un secondo posto finale alle spalle del Liverpool, grazie anche ai 27 goal di Luther Loide Blissett, capocannoniere della manifestazione. L'anno successivo la squadra, grazie al secondo posto ottenuto l'anno precedente, esordì in Coppa UEFA, dove fu eliminata agli ottavi di finale dallo Sparta Praga (sconfitta per 2-3 in casa e per 0-4 fuori casa), e raggiunse la finale di FA Cup, persa per 2-0 contro l'Everton.

Il declino (1987-1996)Modifica

La permanenza del Watford in massima serie durò fino alla stagione 1987-88, al termine della quale retrocesse in Second Division dopo che, ad inizio stagione, la squadra aveva perso Graham Taylor che era stato assunto dall'Aston Villa. L'anno successivo la squadra sfiorò la promozione in First Division, perdendola ai playoff per la promozione, quindi, per tutti gli anni novanta gli Hornets disputarono dei campionati a centroclassifica culminati con la retrocessione in Third Division nella stagione 1995-96[3]

Il ritorno in massima serie (1996-2001)Modifica

Nel 1996 fu assunto di nuovo Graham Taylor[2] alla guida della squadra: dopo un anno di transizione, la stagione 1996-97 terminata con un tredicesimo posto, il Watford ottenne una doppia promozione[4] ritornando nel 1999 nella massima serie inglese. La permanenza in Premier League durò però una sola stagione: dopo aver battuto alla prima giornata il Liverpool, la squadra concluse all'ultimo posto in classifica. Taylor diede le dimissioni al termine della stagione 2000-01, con il Watford che terminò il campionato di First Division al 9º posto, per essere sostituito da Gianluca Vialli che era appena stato esonerato dal Chelsea.

La crisi economica (2001-2005)Modifica

 
Veduta del Millennium Stadium di Cardiff durante la finale dei play-off del 2006 (Watford-Leeds 3-0).

Al termine della stagione 2001-02, conclusasi con un quattordicesimo posto, Vialli fu esonerato[5] per lasciare il posto a Ray Lewington. Nonostante la squadra fosse stata colpita da una crisi economica (dovuta al fallimento di ITV Digital[6]) che costrinse la società a decurtare del 12% gli stipendi[7], il Watford disputò una buona stagione piazzandosi tredicesimo in campionato e raggiungendo la semifinale di FA Cup, nella quale fu sconfitto per 2-1 dal Southampton.

La squadra confermò la prestazione dell'anno precedente anche nella stagione successiva, posizionandosi a centroclassifica, ma nel campionato 2004-05, a causa di un pesante calo invernale, Lewington fu esonerato in favore di Adrian Boothroyd e la squadra riuscì a salvarsi dalla retrocessione concludendo al diciottesimo posto, con solo 2 punti di vantaggio dalla terzultima classificata.

Periodo di stallo (2005-2011)Modifica

Nella stagione 2005-06 con Boothroyd il Watford raggiunse il terzo posto nella Football League Championship ottenendo la promozione in FA Premier League dopo aver battuto il Leeds ai play-off. Anche in questo caso la permanenza del Watford in Premier League fu breve in quanto retrocesse in Championship, seconda divisione inglese, con alcune giornate di anticipo, come ultimo classificato. Nella stagione 2007-08 il Watford ha nuovamente mancato la promozione perdendo ai play-off contro l'Hull City. Dal novembre 2008 l'allenatore della squadra è Brendan Rodgers, assunto dopo le dimissioni di Boothroyd presentate dopo un brutto inizio di stagione[8]. Oltremanica si torna a parlare di un possibile interessamento da parte di Giampaolo Pozzo (proprietario dell'Udinese e del Granada) per il Watford. Già nel 2011 questa voce era rimbalzata, senza però trovare seguito.

L'era Pozzo (2012-oggi)Modifica

Il 29 giugno 2012 arriva l'ufficialità dell'acquisto del club da parte della famiglia Pozzo. Gli arrivi inaugurali della nuova gestione sono il portiere Manuel Almunia, arrivato a parametro zero, e Marco Cassetti, in prestito dall'Udinese. Il 7 luglio viene annunciato come nuovo allenatore Gianfranco Zola, il quale firma un contratto biennale.

Nella stagione 2012-2013, la prima sotto la proprietà della famiglia Pozzo, la squadra arriva al terzo posto nel Championship, ma manca la promozione in Premier League perdendo la finale dei play-off per 0-1 contro il Crystal Palace. Entra nella storia la semifinale di ritorno disputata contro il Leicester: in vantaggio con il punteggio di 2-1 (che, dopo la sconfitta per 0-1 nel match di andata, avrebbe significato l'eliminazione), il Watford raggiunge la finale segnando il gol del 3-1 al settimo minuto di recupero, dopo che pochi istanti prima il Leicester aveva avuto la possibilità di chiudere i conti con un calcio di rigore, parato, però, da Almunia. Nella sessione di mercato estiva del 2013 giungono al Watford altri giocatori dall'Udinese, quali Davide Faraoni, Gabriele Angella e Diego Fabbrini.

In seguito alle dimissioni di Zola, viene assunto Giuseppe Sannino,[9] che a sua volta si dimette il 31 agosto 2014[10][11]. La squadra conclude il Championship 2013-2014 al tredicesimo posto. Come successore dell'italiano viene individuato lo spagnolo Óscar García.[12] A fine settembre, per problemi di salute di García, viene ingaggiato lo scozzese Billy McKinlay. Dopo numerose sconfitte in campionato, McKinlay viene a propria volta esonerato e sostituito da Slaviša Jokanović. Il 25 aprile 2015, grazie alla vittoria per 2-0 sul campo del Brighton e alla contemporanea sconfitta del Middlesbrough contro il Fulham, il Watford viene promosso in Premier League, dove torna dopo otto anni di assenza. All'ultima giornata, a causa del pareggio interno contro lo Sheffield Wednesday (1-1), la squadra si lascia, però, sfuggire il titolo di lega, chiudendo il Championship 2014-2015 al secondo posto alle spalle del Bournemouth.

Il 5 giugno 2015, per la stagione 2015-2016 in Premier League, il proprietario Pozzo sceglie come allenatore Quique Sánchez Flores[13], che conduce il Watford ad una salvezza tranquilla, con 45 punti e il tredicesimo posto in campionato. Al termine della stagione il tecnico spagnolo lascia la panchina degli Hornets; il 21 maggio 2016 la proprietà assume come nuovo allenatore della squadra Walter Mazzarri, che firma un contratto triennale. Il tecnico italiano conduce la squadra alla salvezza nella stagione 2016-2017, ma a una giornata dal termine del campionato è annunciata la fine della sua esperienza sulla panchina della squadra una volta conclusa la stagione[14], terminata dal Watford al diciassettesimo posto.

Il successore di Mazzarri è, per la stagione 2017-2018, Marco Silva, che, dopo otto giornate di campionato positive (una sola sconfitta), incappa in una serie di risultati negativi, perdendo undici delle successive sedici partite di Premier League. Viene esonerato il 21 gennaio 2018 e sostituito da Javi Gracia, che, pur vincendo solo quattro dei rimanenti quattordici incontri di campionato, riesce a conseguire la salvezza con il quattordicesimo posto finale.

La stagione 2018-2019 si apre con quattro vittorie consecutive in campionato (dal dicembre 2015 la squadra non otteneva una striscia di quattro successi di fila)[15] e il primato in classifica, sebbene poi seguano quattro partite senza vittorie (tra cui tre match persi). Il Watford chiuderà il campionato con tre sconfitte consecutive, ma riuscirà a terminare all'undicesimo posto a quota 50 punti, miglior piazzamento e record di punti per la squadra dall'avvento della Premier League (nel 1992). Parallelamente, in FA Cup, gli Hornets tengono un ottimo rendimento e nell'aprile 2019, superando in semifinale il Wolverhampton per 3-2 dopo i tempi supplementari (doppietta di Gerard Deulofeu e gol di Troy Deeney), approdano per la seconda volta nella propria storia alla finale del torneo, dove perdono malamente (6-0) contro il più quotato Manchester City.

Molto più tribolata è l'annata 2019-2020, che inizia con tre sconfitte di fila in campionato e procede con un rendimento pessimo, con sei sconfitte e zero vittorie nelle prime undici giornate. Neanche il cambio di allenatore da Javi Gracia, esonerato il 7 settembre 2019, al rientrante Quique Sánchez Flores risolleva la squadra, così quest'ultimo è a propria volta sollevato dall'incarico il 1° dicembre, con il Watford ultimo in classifica e affidato al tecnico della formazione Under-23 Hayden Mullins[16].

CronistoriaModifica

Cronistoria del Watford Football Club
  • 1881 - Fondazione.
  • 1920 - Il club viene eletto nella Football League.
  • 1920-21 - 6° in Third Division South.
  • 1921-22 - 7° in Third Division South.
  • 1922-23 - 10° in Third Division South.
  • 1923-24 - 20° in Third Division South.
  • 1924-25 - 11° in Third Division South.
  • 1925-26 - 15° in Third Division South.
  • 1926-27 - 21° in Third Division South.
  • 1927-28 - 15° in Third Division South.
  • 1928-29 - 8° in Third Division South.
  • 1929-30 - 15° in Third Division South.
  • 1930-31 - 18° in Third Division South.
  • 1931-32 - 11° in Third Division South.
  • 1932-33 - 11° in Third Division South.
  • 1933-34 - 15° in Third Division South.
  • 1934-35 - 6° in Third Division South.
  • 1935-36 - 5° in Third Division South.
  • 1936-37 - 4° in Third Division South.
  • 1937-38 - 4° in Third Division South.
  • 1938-39 - 4° in Third Division South.
  • 1939-46 - Attività sospesa per cause belliche.
  • 1946-47 - 16° in Third Division South.
  • 1947-48 - 15° in Third Division South.
  • 1948-49 - 17° in Third Division South.
  • 1949-50 - 6° in Third Division South.
  • 1950-51 - 23° in Third Division South.
  • 1951-52 - 21° in Third Division South.
  • 1952-53 - 10° in Third Division South.
  • 1953-54 - 4° in Third Division South.
  • 1954-55 - 7° in Third Division South.
  • 1955-56 - 21° in Third Division South.
  • 1956-57 - 11° in Third Division South.
  • 1957-58 - 16° in Third Division South. Retrocesso in Fourth Division.
  • 1958-59 - 15° in Fourth Division.
  • 1959-60 - 4° in Fourth Division. Promosso in Third Division.
  • 1960-61 - 4° in Third Division.
  • 1961-62 - 17° in Third Division.
  • 1962-63 - 17° in Third Division.
  • 1963-64 - 3° in Third Division.
  • 1964-65 - 9° in Third Division.
  • 1965-66 - 12° in Third Division.
  • 1966-67 - 3° in Third Division.
  • 1967-68 - 6° in Third Division.
  • 1968-69 - 1° in Third Division. Promosso in Second Division.
  • 1969-70 - 19° in Second Division.
  • 1970-71 - 18° in Second Division.
  • 1971-72 - 22° in Second Division. Retrocesso in Third Division.
  • 1972-73 - 19° in Third Division.
  • 1973-74 - 7° in Third Division.
  • 1974-75 - 23° in Third Division. Retrocesso in Fourth Division.
  • 1975-76 - 8° in Fourth Division.
  • 1976-77 - 7° in Fourth Division.
  • 1977-78 - 1° in Fourth Division. Promosso in Third Division.
  • 1978-79 - 2° in Third Division. Promosso in Second Division.
  • 1979-80 - 18° in Second Division.
  • 1980-81 - 9° in Second Division.
  • 1981-82 - 2° in Second Division. Promosso in First Division.
  • 1982-83 - 2° in First Division.
  • 1983-84 - 11° in First Division.
  • 1984-85 - 11° in First Division.
  • 1985-86 - 12° in First Division.
  • 1986-87 - 9° in First Division.
  • 1987-88 - 20° in First Division. Retrocesso in Second Division.
  • 1988-89 - 4° in Second Division, perde ai playoff contro il Blackburn.
  • 1989-90 - 15° in Second Division.
  • 1990-91 - 20° in Second Division.
  • 1991-92 - 10° in Second Division.
  • 1992-93 - 16° in First Division.
  • 1993-94 - 19° in First Division.
  • 1994-95 - 7° in First Division.
  • 1995-96 - 23° in First Division. Retrocesso in Second Division.
  • 1996-97 - 13° in Second Division.
  • 1997-98 - 1° in Second Division. Promosso in First Division.
  • 1998-99 - 5° in First Division, vince i playoff. Promosso in Premier League.
  • 1999-00 - 20° in Premier League. Retrocesso in First Division.
  • 2000-01 - 9° in First Division.
  • 2001-02 - 14° in First Division.
  • 2002-03 - 13° in First Division.
  • 2003-04 - 16° in First Division.
  • 2004-05 - 18° in Championship.
  • 2005-06 - 3° in Championship, vince i playoff. Promosso in Premier League.
  • 2006-07 - 20° in Premier League. Retrocesso in Championship.
  • 2007-08 - 6° in Championship, perde ai playoff contro l'Hull City.
  • 2008-09 - 13° in Championship.
  • 2009-10 - 16° in Championship.
  • 2010-11 - 14° in Championship.
  • 2011-12 - 11° in Championship.
  • 2012-13 - 3° in Championship, perde ai playoff contro il Crystal Palace.
  • 2013-14 - 13° in Championship.
  • 2014-15 - 2° in Championship. Promosso in Premier League.
  • 2015-16 - 13° in Premier League.
  • 2016-17 - 17° in Premier League.
  • 2017-18 - 14° in Premier League.
  • 2018-19 - 11° in Premier League. Finalista di FA Cup.
  • 2019-20 - in Premier League.

Partecipazione ai campionatiModifica

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
First Division 6 1982-1983 1987-1988 11
Premier League 6 1999-2000 2018-2019
Second Division 10 1969-1970 1991-1992 29
First Division 9 1992-1993 2003-2004
Championship 10 2004-2005 2014-2015
Third Division 44 1920-1921 1978-1979 46
Second Division 2 1996-1997 1997-1998
Fourth Division 5 1958-1959 1977-1978 5

GiocatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del Watford F.C.

OrganicoModifica

Staff tecnicoModifica

Staff tecnico

Rose delle stagioni precedentiModifica

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

1968-1969
1997-1998
1977-1978
1914-1915

Competizioni giovaniliModifica

1981-1982, 1988-1989

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 1982-1983
Finalista: 1983-1984, 2018-2019
Semifinalista: 1969-1970, 1986-1987, 2002-2003, 2006-2007, 2015-2016
Semifinalista: 1978-1979, 2004-2005
Secondo posto: 1981-1982, 2014-2015
Terzo posto: 2005-2006, 2012-2013
Vittoria play-off: 1998-1999
Secondo posto: 1978-1979
Terzo posto: 1963-1964, 1966-1967

Statistiche e recordModifica

Statistiche nelle competizioni UEFAModifica

Tabella aggiornata alla fine della stagione 2017-2018.

Competizione Partecipazioni G V N P RF RS
Coppa UEFA/UEFA Europa League 1 6 2 1 3 10 12

NoteModifica

  1. ^ a b Elton and Watford Football Club Archiviato il 14 gennaio 2009 in Internet Archive., dal sito ufficiale di Elton John
  2. ^ a b BBC Sport Online profiles new Aston Villa manager Graham Taylor, profilo di Graham Taylor, dal sito ufficiale della BBC
  3. ^ Nel 1992 avvenne lo scisma del calcio inglese che portò alla formazione della Premier League la quale divenne la massima serie nel sistema del calcio inglese. Così la First Division divenne la seconda serie inglese, la Second Division diventò la terza serie e la Third Division la quarta, per poi essere sostituite rispettivamente dalla Football League Championship, Football League 1 e Football League 2, nella nuova riforma della Football League del 2004 Quindi nel 1995-96 la seconda serie inglese era la First Division e in quell'anno il Watford retrocesse nella Second Division (fino al 1992 chiamata Third Division) che rappresentava appunto la terza serie inglese.
  4. ^ Nel 1997-98 divenne campione della Second Division, che al tempo rappresentava la terza serie inglese e nel 1998-99 ottenne la promozione in FA Premier League vincendo la finale play-off della First Division (seconda serie inglese), disputata a Wembley il 31 maggio 1999, contro i Bolton Wanderers sconfitti per 2-0.
  5. ^ Watford sack Vialli, dal sito ufficiale della BBC
  6. ^ Watford in financial peril, dal sito ufficiale della BBC
  7. ^ Watford players agree pay cut, dal sito ufficiale della BBC
  8. ^ Rodgers named new Watford manager, dal sito ufficiale della BBC
  9. ^ Watford, ancora un tecnico italiano: vicino l'ingaggio di Sannino | Calciomercato.com
  10. ^ OFFICIAL: Beppe Sannino Resigns Archiviato il 6 ottobre 2014 in Internet Archive. Watfordfc.com, 31 agosto 2014
  11. ^ Sannino vince e si dimette dal Watford Archiviato il 4 settembre 2014 in Internet Archive. Varesenews.it, 31 ago 2014
  12. ^ Sannino saluta il Watford: è Oscar Garcia il nuovo tecnico degli 'Hornets', goal.com. URL consultato il 23 settembre 2014.
  13. ^ UFFICIALE: Watford, ecco Quique Sanchez Flores - TuttoMercatoWeb.com
  14. ^ (EN) Walter Mazzarri to leave Watford at end of the season, Burnham and Highbridge Weekly News, 17 maggio 2017.
  15. ^ La ricetta del Watford, sorpresa della Premier League, Esquire, 15 settembre 2018.
  16. ^ Il Watford esonera Sanchez Flores: squadra affidata a Mullins, La Gazzetta dello Sport, 1° dicembre 2019.
  17. ^ https://www.watfordfc.com/teams/first-team

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN143325706 · ISNI (EN0000 0004 4904 3327 · LCCN (ENnb2007023277 · WorldCat Identities (ENnb2007-023277