Apri il menu principale
Khalid Boulahrouz
Khalid Boulahrouz.jpg
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Altezza 183 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 11 febbraio 2016
Carriera
Squadre di club1
2001-2004 RKC Waalwijk 64 (4)
2004-2006 Amburgo 52 (1)
2006-2007 Chelsea 13 (0)
2007-2008 Siviglia 6 (0)
2008-2012 Stoccarda 64 (2)
2012-2013 Sporting Lisbona 11 (0)
2013-2014 Brøndby 13 (0)
2014-2015 Feyenoord 12 (0)
Nazionale
2002-2003 Paesi Bassi Paesi Bassi U-21 5 (0)
2004-2012 Paesi Bassi Paesi Bassi 35 (0)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Argento Sudafrica 2010
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 agosto 2015

Khalid Boulahrouz (Maassluis, 28 dicembre 1981) è un ex calciatore olandese, originario del Rif, di ruolo difensore.

Indice

CarrieraModifica

ClubModifica

IniziModifica

Nella sua giovinezza Boulahrouz gioca per le giovanili di varie squadre olandesi: Excelsior Maassluis, DSOV, Ajax, AZ Alkmaar e Haarlem.

Passato al RKC Waalwijk, sotto la guida tecnica di Martin Jol debutta in Eredivisie il 9 marzo 2002 nella partita contro l'Heerenveen.

AmburgoModifica

Dopo due stagioni a Waalwijk si trasferisce all'Amburgo all'inizio della stagione 2004-2005. Nella stagione 2005-06 fa parte della difesa dell'Amburgo che subisce 30 gol in 34 partite[1]. In due stagioni ha anche ricevuto sedici cartellini gialli e tre rossi.

ChelseaModifica

 
Boulahrouz con la divisa del Chelsea

Il 18 agosto 2006 passa al Chelsea per £ 8.500.000 (€ 12.000.000)[2].

Il 21 agosto 2006 vengono completate tutte le paratiche per il suo approdo al Chelsea e sei giorni dopo debutta in Premier League nella partita contro il Blackburn, prendendo il numero 9 precedentemente indossato da Hernán Crespo, il 9 è un numero non convenzionale per un difensore, essendo tradizionalmente associato agli attaccanti, ma che è stato dato a Boulahrouz solo perché al momento della firma era uno dei numeri non assegnati. Boulahrouz comincia la stagione da titolare con grandi prestazioni come quelle contro il Liverpool e contro il Barcellona nella quale domina Ronaldinho. Tuttavia Boulahrouz perde il posto da titolare in seguito ad un infortunio al ginocchio e ad uno alla spalla. Ritorna in campo in una partita di FA Cup contro il Norwich City.

Boulahrouz diventa la riserva della coppia centrale composta da John Terry e Ricardo Carvalho, ma anche dopo l'infortunio di quest'ultimo, Mourinho schiera in difesa, insieme a Terry, il centrocampista ghanese Michael Essien lasciando Boulahrouz ancora in panchina.

Siviglia e StoccardaModifica

Boulahrouz viene ceduto in prestito al Siviglia per la stagione 2007-2008[3]. Tuttavia con il Siviglia gioca solo sei partite in tutta la stagione.

Il 21 luglio 2008 si trasferisce allo Stoccarda per circa € 5.000.000[4][5] Nel maggio 2012 il suo contratto non viene rinnovato, svincolandosi quindi dalla squadra tedesca.

Sporting Lisbona, Brondby e FeyenoordModifica

Il 18 luglio 2012 firma un contratto di due anni con lo Sporting Lisbona.[6] Dopo aver totalizzato 11 presenze in campionato con il club portoghese, il 3 settembre 2013 rescinde consensualmente il suo contratto con la società.[7]

Il 7 ottobre 2013 viene ingaggiato a parametro zero dalla squadra danese del Brøndby IF.[8]

A fine stagione torna in Olanda al Feyenoord Rotterdam dove gioca 18 partite tra campionato e coppe.

L'11 febbraio 2016 ha annunciato il suo ritiro dal calcio giocato.[9]

NazionaleModifica

 
Boulahrouz con l'ex allenatore della nazionale olandese Marco van Basten

Boulahrouz ha fatto il suo debutto con la nazionale olandese il 3 settembre 2004 in una partita vinta 3-0 contro il Liechtenstein, venendo convocato dal ct Marco van Basten per i mondiali del 2006. Ai mondiali è stato espulso nella partita degli ottavi di finale contro il Portogallo per una gomitata a Luís Figo, in quella partita l'arbitro Valentin Ivanov diede 16 cartellini gialli e 4 rossi, un record per i mondiali di calcio.

Dopo non essere stato inizialmente convocato per gli europei del 2008 è stato integrato nella rosa pochi giorni prima dell'inizio della competizione a seguito dell'infortunio di Ryan Babel[10].

Il 19 giugno 2008, durante gli Europei, a causa della morte di sua figlia (nata prematura), interruppe l'allenamento per recarsi in ospedale, dove la moglie era stata ricoverata dopo alcune complicazioni legate alla gravidanza;[11] due giorni dopo, la Nazionale olandese scese in campo nel quarto di finale contro la Russia con il lutto al braccio.[12]

Boulahrouz è stato incluso nella squadra preliminare per i mondiali del 2010 disputatisi in Sudafrica[13]. Il 27 maggio 2010 il ct olandese Bert van Marwijk ha annunciato l'inclusione di Boulahrouz nei 23 convocati per il mondiale[14]. Boulahrouz ha giocato la partita vinta 2-1 contro il Camerun[15] da titolare ed è entrato in campo nella semifinale vinta 3-2 contro l'Uruguay al posto di Gregory van der Wiel.

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Chelsea: 2006-2007
Chelsea: 2006-2007
Siviglia: 2007

Competizioni internazionaliModifica

Amburgo: 2005

NoteModifica

  1. ^ Bundesliga 2005/2006, AP, 19 giugno 2008. URL consultato il 20 giugno 2008.
  2. ^ Boulahrouz completes Chelsea move, BBC News, 22 agosto 2006. URL consultato il 20 giugno 2008.
  3. ^ Sevilla take Boulahrouz on loan, BBC Sport, 12 luglio 2007. URL consultato il 12 luglio 2007.
  4. ^ Boulahrouz Moves, Chelsea. URL consultato il 21 luglio 2008 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2008).
  5. ^ Fünf Millionen für Boulahrouz, Kicker.de. URL consultato il 22 luglio 2008.
  6. ^ (EN) Boulahrouz signs in at Alvalade, sporting.pt, 18 luglio 2012. URL consultato il 7 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2012).
  7. ^ (NL) Boulahrouz en Sporting Lissabon uit elkaar, RTV Rijnmond, 3 settembre 2013. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  8. ^ (DA) Boulahrouz: Jeg kan ikke vente med at komme på græs, brondby.com, 7 ottobre 2013. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  9. ^ (NL) Boulahrouz stopt definitief met voetballen, NOS, 11 febbraio 2016. URL consultato il 2 luglio 2016.
  10. ^ Olanda, convocato Boulahrouz al posto di Babel, TuttoMercatoWeb, 1º giugno 2008. URL consultato il 10 agosto 2012.
  11. ^ (EN) Boulahrouz leaves Holland camp after family tragedy, The Guardian, 19 giugno 2008. URL consultato il 2 luglio 2016.
  12. ^ (EN) Dutch to wear black armbands in QF match, The Indian Express, 21 giugno 2008. URL consultato il 2 luglio 2016.
  13. ^ Van Marwijk trims Dutch squad to 27, AFP, 15 maggio 2010. URL consultato il 15 maggio 2010.
  14. ^ Holland coach Bert van Marwijk finalises World Cup squad, su Press Association, The Guardian, 27 maggio 2010. URL consultato il 27 maggio 2010.
  15. ^ Chris Bevan, Cameroon 1–2 Netherlands, BBC Sport. URL consultato il 25 giugno 2010.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica