Apri il menu principale
Phil Masinga
Phil Masinga - AS Bari 1997-98.jpg
Masinga al Bari nel 1998
Nazionalità Sudafrica Sudafrica
Altezza 187 cm
Peso 77 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 2002
Carriera
Giovanili
19??-19?? Kaizer Chiefs
Squadre di club1
1990-1991 Jomo Cosmos 88 (23)
1991-1994 Mamelodi Sundowns 108 (98)
1994-1996 Leeds Utd 31 (5)
1996San Gallo 10 (0)
1996-1997 Salernitana 16 (4)
1997-2001 Bari 75 (24)
2001-2002 Al-Wahda ? (?)
Nazionale
1992-2001 Sudafrica Sudafrica 58 (18)
Carriera da allenatore
2006 non conosciuta PJ Stars
Palmarès
Coppa Africa.svg Coppa d'Africa
Oro Sudafrica 1996
Argento Burkina Faso 1998
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Philemon Raul Masinga, noto come Phil Masinga (Klerksdorp, 28 giugno 1969Johannesburg, 13 gennaio 2019), è stato un calciatore, dirigente sportivo e allenatore di calcio sudafricano, di ruolo attaccante.

Indice

BiografiaModifica

Nasce a pochi chilometri da Johannesburg in una famiglia piccolo borghese; la madre Selina gestiva una stazione di servizio.

Muore nel gennaio 2019, all'età di 49 anni, in un ospedale di Johannesburg, dove era ricoverato dal dicembre 2018 per l'aggravarsi di una malattia di cui soffriva da tempo.[1]

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Cresce calcisticamente nello Jomo Cosmos, nelle cui file esordisce nel 1990. Dopo aver giocato due anni nella massima divisione del campionato sudafricano con il Mamelodi Sundowns,[2] nel 1993 passa al Leeds Utd; il suo agente Marcelo Houseman porta in Inghilterra anche il connazionale Lucas Radebe dei Kaizer Chiefs. Sotto la guida dell'allenatore Howard Wilkinson, Masinga disputa due campionati di Premier League, collezionando 28 presenze in campionato (31 in tutte le competizioni) e 5 reti. Il 17 gennaio 1995 segna una tripletta contro il Walsall nella ripetizione del terzo turno di FA Cup vinta per 5-2 dagli Whites.

Dopo una breve esperienza in Svizzera con il San Gallo, nell'autunno 1996 approda in Italia, acquistato dalla Salernitana. Alla settima giornata di ritorno del campionato Serie B segna la prima delle 4 reti (in 16 presenze), decisive per la salvezza della squadra allenata da Franco Varrella. Il 22 maggio 1997 sigla la rete della vittoria con il Castel di Sangro, nella gara che sancisce la permanenza in cadetteria dei campani.

Nell'estate 1997 viene ingaggiato dal Bari, squadra militante in Serie A. Realizza 9 reti in campionato nella stagione 1997-1998 (tra cui quella decisiva per la vittoria per 0-1 in casa della capolista Inter, il 18 gennaio 1998) e 11 in quella successiva. L'annata 1999-2000 presenta delle complicazioni per il giocatore sudafricano, che a causa di un infortunio è costretto a stare fuori dal campo per molto tempo, segnando solo 1 gol in massima serie. In seguito l'affermazione di Antonio Cassano lo relega in panchina, tanto che, nella stagione 2000-2001, disputa solo poche gare mettendo a referto 3 marcature. Nell'estate 2001, con il Bari retrocesso in Serie B, il giocatore lascia la Puglia e si trasferisce negli Emirati Arabi Uniti. In totale con i Galletti è sceso in campo 74 volte, segnando 24 reti in Serie A.

Per qualche mese Masinga disputa il campionato emiratino con l'Al-Wahda, squadra di Abu Dhabi, realizzando molti gol. Nel 2002 decide di ritirarsi dal calcio agonistico.

NazionaleModifica

Con la nazionale maggiore sudafricana esordisce nel luglio 1992 contro il Camerun, nella prima partita dopo la sospensione della squalifica della FIFA dovuta alla politica dell'apartheid. Vince la Coppa d'Africa 1996 e ottiene il secondo posto alla Coppa d'Africa 1998. Frattanto il 16 agosto 1997 segna a Johannesburg, contro la Rep. del Congo, il gol decisivo (1-0) per la qualificazione dei Bafana Bafana al campionato del mondo 1998, cui partecipa uscendo al primo turno. Conta 58 presenze e 18 gol in nazionale, risultando il quinto miglior marcatore di tutti i tempi della nazionale.

AllenatoreModifica

Nel 2006 allenò per qualche mese i PJ Stars, disciolta squadra della terza divisione sudafricana.[2]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1994-1995   Leeds Utd PL 22 5 FC+FLC 1+0 3+0 - - - - - - 23 8
1995-1996 PL 9 0 FC+FLC 0+0 0+0 - - - - - - 9 0
Totale Leeds Utd 31 5 0 0 - - - - 32 8
lug.-ott. 1996   San Gallo A 10 0 - - - - - - - - - 10 0
ott. 1996-giu. 1997   Salernitana B 16 4 CI 0 0 - - - - - - 16 4
1997-1998   Bari A 21 9 CI 5 0 - - - - - - 26 9
1998-1999 A 27 11 CI 3 0 - - - - - - 30 11
1999-2000 A 11 1 CI 1 0 - - - - - - 12 1
2000-2001 A 16 3 CI 0 0 - - - - - - 16 3
Totale Bari 75 24 9 0 - - - 0 84 9
Totale carriera 132 33 10 3 - - - 0 142 36

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Mamelodi Sundowns: 1992-1993
Al-Wahda: 2001

NazionaleModifica

Sudafrica 1996

NoteModifica

  1. ^ È morto Phil Masinga, ex calciatore di Bari e Salernitana in Serie A. Aveva 49 anni, su sport.sky.it, 13 gennaio 2019.
  2. ^ a b (EN) Siviwe Breakfast, Former Bafana striker Phil Masinga hospitalised, su thesouthafrican.com, 12 dicembre 2018.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN4803154801949756310007 · GND (DE1175396680 · WorldCat Identities (EN4803154801949756310007