Apri il menu principale

Sam Neill

attore, regista e sceneggiatore neozelandese

Nigel John Dermot "Sam" Neill (Omagh, 14 settembre 1947) è un attore neozelandese.

Indice

BiografiaModifica

Sam Neill nasce a Omagh, in Irlanda del Nord, da padre militare neozelandese e da madre inglese, all'età di sei anni si trasferisce nel paese di origine del padre. Dopo studi classici, incomincia a recitare in teatro, cimentandosi anche nella regia, nella sceneggiatura e nel montaggio. Si laurea in Letteratura Inglese studiando alla University of Canterbury e alla Victoria University di Wellington.

Incomincia la sua carriera come regista e montatore di documentari per la National Film Unit della Nuova Zelanda. Dopo aver lavorato come attore in cortometraggi e film indipendenti, gli viene offerto il ruolo da protagonista nel film di Roger Donaldson Unica regola vincere. Il successo di questo film lo porta in Australia dove diviene protagonista di La mia brillante carriera accanto alla giovane Judy Davis. Negli anni ottanta incomincia, quindi, una intensa carriera di attore cinematografico, con vari riconoscimenti, fra cui nel 1988 l'Australian Film Institute Award come miglior attore protagonista per Un grido nella notte di Fred Schepisi e nel 1989 contribuendo nella miniserie colossal La rivoluzione francese.

Deve la sua fama internazionale soprattutto ad alcuni film interpretati negli anni novanta, come Caccia a Ottobre Rosso (1990) di John McTiernan, Lezioni di piano (1993) di Jane Campion, Jurassic Park (1993) di Steven Spielberg, Il seme della follia (1995) di John Carpenter e L'uomo bicentenario (1999) di Chris Columbus. Nel 1998 interpreta il personaggio eponimo della miniserie televisiva Merlino. Altri film di spicco sono Ore 10: calma piatta di Phillip Noyce, Sirens di John Duigan, Conflitto finale di Graham Baker, L'uomo che sussurrava ai cavalli di Robert Redford, Avventure di un uomo invisibile di John Carpenter, Punto di non ritorno di Paul W. S. Anderson e Jurassic Park III di Joe Johnston, dove riprende il suo ruolo più famoso, quello del dottor Alan Grant. In seguito ha preso parte alla prima stagione della serie televisiva I Tudors interpretando il ruolo del cardinale Thomas Wolsey.

Nel 2010 è entrato a far parte del cast principale della serie televisiva Alcatraz nel ruolo di Emerson Hauser.[1] Nel 2013 ha preso parte alle riprese della miniserie neozelandese Harry, la miniserie della BBC Two Peaky Blinders, la serie TV statunitense The Ordained, il film Mariah Mundi and the Midas Box tratto dai libri di G.P.Taylor. Nel 2015 ha interpretato John McArthur nella miniserie televisiva E non ne rimase nessuno, basata sul romanzo giallo di Agatha Christie Dieci piccoli indiani. Nel 2016 ha recitato per il film neozelandese Hunt for the Wilderpeople diretto da Taika Waititi.

Vita privataModifica

Sam Neill vive a Queenstown, nel sud della Nuova Zelanda. Inoltre, possiede residenze nella capitale dello Stato Wellington e a Sydney e un bar a Sydney nella zona di Neutral Bay in comproprietà con altri attori chiamato The Local Bar. È stato sposato dal 1978 al 1989 con l'attrice Lisa Harrow da cui è nato nel 1983 un figlio di nome Tim (cameraman), mentre dal matrimonio contratto nel 1989 con la truccatrice giapponese Noriko Watanabe (conosciuta sul set di Ore 10: calma piatta), è nata nel 1991 la figlia Elena. Neill ha anche una figliastra, Maiko Spencer, nata dal primo matrimonio di Noriko.

Neill ha fondato nel 1993 un'azienda vinicola chiamata Two Paddocks In un'intervista ha dichiarato che l'azienda non è nata a scopo economico, ma perché ritiene la viticoltura un'attività divertente e soddisfacente. Egli è sostenitore di molte associazioni e campagne umanitarie no-profit. È sostenitore del Partito Laburista Australiano. Nel 1991 è stato nominato Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico (OBE) per la sua carriera nel campo della filmografia. È stato anche appuntato dell'Ordine al merito della Nuova Zelanda (DCNZM). Nel 2002 gli è stato riconosciuto un dottorato in lettere dall'Università di Canterbury.

CuriositàModifica

Nel 1983 Sam Neill fu testato quale possibile nuovo interprete di James Bond, prima che Roger Moore fosse convinto a desistere dall'abbandonare i panni della spia inglese.

In un'intervista con la ABC, Neill ha rivelato che il suo nome di battesimo è Nigel e che il nome Sam gli è stato dato da un amico di scuola, in quanto il nome Nigel, dal suono troppo sdolcinato, era oggetto di derisione da parte dei bulli.

RiconoscimentiModifica

FilmografiaModifica

AttoreModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

DoppiatoreModifica

RegistaModifica

  • Telephone Etiquette – documentario (1974)
  • Four Shorts on Architecture – documentario (1975)
  • On the Road with Red Mole – documentario (1977)
  • Architect Athfield – documentario (1977)
  • Flare: A Ski Trip – documentario (1977)
  • Surf Sail – documentario (1978)
  • Cinema of Unease – documentario (1995)
  • The Brush-Off – film TV (2004)

Doppiatori italianiModifica

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Sam Neill è stato doppiato da:

  • Luigi La Monica in Possession (doppiaggio originale e ridoppiaggio), Il sangue degli altri, Affondate Greenpeace, Fino alla fine del mondo, Il seme della follia, The Dish, Wimbledon, Le verità negate, Angel - La vita, il romanzo, Daybreakers - L'ultimo vampiro, Crusoe, Fever - Ultimo desiderio: uccidi!, Framed - La trappola, Ice, Happy Town, Alcatraz, La memoria del cuore, Non buttiamoci giù, Peaky Blinders, Dieci piccoli indiani, Tutankhamon, Thor: Ragnarok, L'uomo sul treno - The Commuter
  • Stefano De Sando in Jurassic Park, Mowgli - Il libro della giungla, Jurassic Park III, Zivago, Merlino e l'apprendista stregone, Iron Road, The Adventurer - Il mistero dello scrigno di Mida
  • Sergio Di Stefano in Caccia a Ottobre Rosso, L'uomo che sussurrava ai cavalli, Avventure di un uomo invisibile, L'uomo bicentenario
  • Fabrizio Pucci in Restoration - Il peccato e il castigo, Figli della rivoluzione, Amori e vendette, Dean Spanley, Under the mountain
  • Michele Gammino in Plenty, Little Fish, La grande passione, Selvaggi in fuga
  • Dario Penne in L'ostaggio, Biancaneve nella foresta nera, Punto di non ritorno, Backtrack
  • Luca Ward in Lezioni di piano, Merlino[2], Perfect Strangers
  • Michele Kalamera in Ore 10: calma piatta, Vita di campagna, Il triangolo delle Bermude
  • Mario Cordova in Un grido nella notte, Sirene
  • Claudio Capone in Reilly, l'asso delle spie
  • Massimiliano Lotti in Dirty Deeds
  • Oliviero Dinelli in Caino e Abele
  • Diego Reggente in A sangue freddo
  • Fabrizio Temperini in Sally Hemings - Uno scandalo americano
  • Guido Sagliocca in Conflitto finale
  • Massimo Rinaldi ne La rivoluzione francese
  • Oreste Rizzini ne La bella straniera
  • Giorgio Lopez ne I Tudors
  • Luca Semeraro in Escape Plan - Fuga dall'inferno
  • Ennio Coltorti in The Hunter
  • Gianni Giuliano in The Dovekeepers - Il volo della colomba
  • Bruno Alessandro in Peter Rabbit

Da doppiatore è sostituito da:

NoteModifica

  1. ^ Sam Neil e Parminder Nagra in Alcatraz, la nuova serie tv di J.J. Abrams, su everyeye.it. URL consultato il 21 luglio 2011.
  2. ^ Nelle scene in cui il personaggio è anziano l'attore è doppiato da Gianni Musy.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN85595917 · ISNI (EN0000 0003 6859 2455 · LCCN (ENno92019784 · GND (DE130493775 · BNF (FRcb139575080 (data)