Apri il menu principale

Gran Premio motociclistico d'Olanda 1982

edizione del Gran Premio motociclistico d'Olanda
Paesi Bassi GP d'Olanda 1982
347º GP della storia del Motomondiale
6ª prova su 14 del 1982
Data 26 giugno 1982
Nome ufficiale Grote Prijs van Nederland der K.N.M.V. - 52e Dutch TT
Luogo TT Circuit Assen
Percorso 7,718 km
Circuito stradale
Clima Variabile
Risultati
Classe 500
306º GP nella storia della classe
Distanza 6+10 giri, totale 122,960 km
Pole position Giro veloce
Stati Uniti Kenny Roberts Stati Uniti Freddie Spencer
Yamaha in 2'49.87 Honda
Podio
1. Italia Franco Uncini
Suzuki
2. Stati Uniti Kenny Roberts
Yamaha
3. Regno Unito Barry Sheene
Yamaha
Classe 350
277º GP nella storia della classe
Distanza 16 giri, totale 122,880 km
Pole position Giro veloce
Francia Jean-François Baldé Francia Jean-François Baldé
Kawasaki in 2'58.45 Kawasaki
Podio
1. Francia Jean-François Baldé
Kawasaki
2. Germania Anton Mang
Kawasaki
3. Sudafrica Alan North
Yamaha
Classe 250
312º GP nella storia della classe
Distanza 15 giri, totale 115,200 km
Pole position Giro veloce
Belgio Didier de Radiguès Australia Jeffrey Sayle
Chevallier in 3'01.89 Armstrong
Podio
1. Germania Anton Mang
Kawasaki
2. Francia Jean-Louis Tournadre
Yamaha
3. Australia Jeffrey Sayle
Armstrong
Classe 125
305º GP nella storia della classe
Distanza 14 giri, totale 107,590 km
Pole position Giro veloce
Italia Eugenio Lazzarini Spagna Ángel Nieto
Garelli Garelli
Podio
1. Spagna Ángel Nieto
Garelli
2. Italia Eugenio Lazzarini
Garelli
3. Italia Pierluigi Aldrovandi
MBA
Classe 50
162º GP nella storia della classe
Distanza 9 giri, totale 69,120 km
Pole position Giro veloce
Svizzera Stefan Dörflinger Svizzera Stefan Dörflinger
Kreidler in 3'30.720 Kreidler
Podio
1. Svizzera Stefan Dörflinger
Kreidler
2. Italia Eugenio Lazzarini
Garelli
3. Spagna Ricardo Tormo
Bultaco

Il Gran Premio motociclistico d'Olanda fu il sesto appuntamento del motomondiale 1982; si è trattato della 52ª edizione del Gran Premio motociclistico d'Olanda, 34ª valida per il motomondiale dalla sua istituzione nel 1949.

Si svolse sabato 26 giugno 1982 sul circuito di Assen, e corsero tutte le classi, oltre ai sidecar. I vincitori furono Franco Uncini in classe 500, Jean-François Baldé in classe 350, Anton Mang in classe 250, Ángel Nieto in classe 125 e Stefan Dörflinger in classe 50[1][2]. Tra le motocarrozzette, alla seconda gara stagionale, si ebbe una nuova vittoria di Rolf Biland e Kurt Waltisperg.

Classe 500Modifica

La gara della classe regina è stata molto disturbata dal maltempo: gli organizzatori sono stati costretti a interrompere la prova al settimo giro quando la situazione stava diventando pericolosa a causa dell'asfalto bagnato e poi a effettuare una seconda parte di prova, da 10 giri. La classifica è stata poi stilata in base ai piazzamenti ottenuti nelle due manches e ha visto prevalere l'italiano Franco Uncini che ha preceduto lo statunitense Kenny Roberts e il britannico Barry Sheene.

Nella classifica iridata provvisoria ora Uncini precede di 3 punti Roberts.[2].

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Franco Uncini Suzuki Non disp. 3 15
2   Kenny Roberts Yamaha 1 12
3   Barry Sheene Yamaha 2 10
4   Graeme Crosby Yamaha 4 8
5   Randy Mamola Suzuki 13 6
6   Boet van Dulmen Yamaha 9 5
7   Kork Ballington Kawasaki 7 4
8   Takazumi Katayama Honda 11 3
9   Marc Fontan Yamaha 14 2
10   Raymond Roche Suzuki 12 1
11   Sergio Pellandini Suzuki 26
12   Ron Haslam Honda 19
13   Graziano Rossi Yamaha 29
14   Steve Parrish Yamaha 17
15   Stu Avant Suzuki 24
16   Andreas Hofmann Suzuki 20
17   Seppo Rossi Suzuki 18
18   Loris Reggiani Suzuki 21
19   Michel Frutschi Sanvenero 10
20   Reinhold Roth Suzuki 33
21   Víctor Palomo Suzuki 27
22   Guy Bertin Sanvenero 15
23   Hiroyuki Kawasaki Suzuki 22
24   Henk de Vries Suzuki 30
25   Chris Guy Suzuki 31
26   Peter Sjöström Suzuki 32
27   Leandro Becheroni Suzuki 36
28   Peter Looijesteijn Suzuki 34
29   Rinus van Kasteren Suzuki 37

RitiratiModifica

Pilota Moto Motivo Griglia
  Virginio Ferrari Suzuki 28
  Lorenzo Ghiselli Suzuki 35
  Marco Lucchinelli Honda 8
  Jon Ekerold Suzuki 25
  Jack Middelburg Suzuki 5
  Guido Paci Yamaha 23
  Philippe Coulon Suzuki 16
  Freddie Spencer Honda 6

Classe 350Modifica

Il fine settimana della 350 è stato dominato dal francese Jean-François Baldé che, dopo aver ottenuto la pole position, ha ottenuto anche la vittoria e il giro più veloce, precedendo il compagno di squadra in Kawasaki, il tedesco Anton Mang, e il sudafricano Alan North su Yamaha.

La classifica iridata provvisoria è anch'essa capeggiata da Baldé che precede il belga Didier de Radiguès che qui è stato vittima di un incidente, riportando delle fratture.

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Jean-François Baldé Kawasaki 48.12.11 1 15
2   Anton Mang Kawasaki 48.13.28 2 12
3   Alan North Yamaha 48.16.56 4 10
4   Patrick Fernandez Bartol 49.05.91 14 8
5   Christian Sarron Yamaha 49.10.26 8 6
6   Gustav Reiner Yamaha 49.10.50 11 5
7   Éric Saul Chevallier 49.24.37 17 4
8   Tony Head Yamaha 49.30.78 23 3
9   Pierre Bolle Yamaha 49.31.13 18 2
10   Reino Eskelinen Yamaha 49.31.81 15 1
11   Siegfried Minich Yamaha 49.48.40 22
12   Attilio Riondato Yamaha 49.53.99 30
13   Karl-Thomas Grässel Yamaha 50.01.99 32
14   Roger Sibille Yamaha 50.04.48 26
15   René Delaby Yamaha 50.30.05 28
16   Gary Padgett Yamaha 50.32.95 29
17   Harald Eckl Yamaha 50.45.60 35
18   Graham Young Yamaha 1 giro 24

Classe 250Modifica

Il campione in carica della categoria, il tedesco Anton Mang, ottiene la sua seconda vittoria consecutiva, riducendo lo svantaggio in classifica provvisoria dal francese Jean-Louis Tournadre giunto in questa occasione alle sue spalle. Sul terzo gradino del podio l'australiano Jeffrey Sayle.

A causa delle cadute avvenute nella gara della 350, non presero il via Didier de Radiguès e Carlos Lavado, infortunatisi negli incidenti.

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Anton Mang Kawasaki 47.00.31 14 15
2   Jean-Louis Tournadre Yamaha 47.02.76 13 12
3   Jeffrey Sayle Armstrong 47.03.07 6 10
4   Jean-Louis Guignabodet Kawasaki 47.03.51 3 8
5   Patrick Fernandez Bartol 47.24.95 22 6
6   Graeme McGregor Yamaha 47.25.74 7 5
7   Martin Wimmer Yamaha 47.27.50 9 4
8   Roland Freymond MBA 47.34.81 15 3
9   Thierry Espié Pernod 47.37.65 17 2
10   Gabriel Grabia Yamaha 48.01.66 8 1
11   Donnie Robinson Yamaha 48.05.31 38
12   Sito Pons Kobas 48.05.98 28
13   Michel Simeon Yamaha 48.06.18 24
14   Jean-Marc Toffolo Rotax 48.12.89 11
15   Tony Head Armstrong 48.13.07 34
16   Richard Schlachter Yamaha 48.15.59 23
17   Clive Horton Armstrong 48.15.83 27
18   Christian Estrosi Pernod 48.16.29 25
19   Massimo Matteoni Yamaha 48.20.62 20
20   Bengt Elgh Yamaha 48.30.40 21
21   Dick van Logchem Yamaha 48.32.12 31
22   Maurizio Vitali MBA 49.21.92 37
23   Siegfried Minich Rotax 49.31.85 36

Classe 125Modifica

Nell'ottavo di litro continua il dominio del pilota spagnolo Ángel Nieto che ha vinto tutte le cinque gare in cui ha preso il via (non ha partecipato al GP di Francia appoggiando il boicottaggio dei piloti) e pare ormai avere il titolo iridato in tasca; sul traguardo è stato seguito dal compagno di squadra in Garelli, l'italiano Eugenio Lazzarini e dall'altro italiano Pierluigi Aldrovandi.

Con questa vittoria, la 76a in carriera, il pilota spagnolo raggiunge al secondo posto per numero di vittorie nel motomondiale il britannico Mike Hailwood[1].

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Ángel Nieto Garelli 44.29.45 8 15
2   Eugenio Lazzarini Garelli 44.30.53 1 12
3   Pierluigi Aldrovandi MBA 44.47.27 5 10
4   Hans Müller MBA 44.51.04 4 8
5   Ricardo Tormo Sanvenero 44.54.33 24 6
6   Ivan Palazzese MBA 45.05.90 7 5
7   Jean-Claude Selini MBA 45.15.85 6 4
8   Hugo Vignetti Sanvenero 45.17.19 13 3
9   Gerhard Waibel MBA 45.36.93 9 2
10   Johnny Wickström MBA 45.37.42 10 1
11   Erich Klein MBA 46.19.76 14
12   Per-Edvard Carlsson MBA 46.36.61 22
13   Alfred Waibel MBA 46.54.84 27
14   Andrés Sánchez MBA 46.46.17 23
15   Roberto Ruosi MBA 46.46.88 20
16   Jacky Hutteau MBA 47.00.54 28
17   Anton Straver MBA 47.08.47 36
18   Jan Bäckström MBA 47.28.36 29
19   Lucio Pietroniro MBA 47.39.34 16
20   Theo Timmer MBA 47.40.95 26
21   Kees van der Ven MBA 1 giro 30
22   Hans Spaan MBA 31
23   Helmut Lichtenberg MBA 35
24   Jan Huberts Sanvenero 33

Classe 50Modifica

Nella classe di minor cilindrata del mondiale, dominio del pilota svizzero Stefan Dörflinger che ha ottenuto sia la pole position che il giro più veloce e la vittoria, precedendo l'italiano Eugenio Lazzarini e lo spagnolo Ricardo Tormo (campione mondiale in carica).

Essendo questo il terzo successo consecutivo su tre gare disputate finora, Stefan Dörflinger è nettamente in testa anche nella classifica provvisoria dell'anno.

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Stefan Dörflinger Kreidler 32.00.30 1 15
2   Eugenio Lazzarini Garelli 32.08.11 2 12
3   Ricardo Tormo Tormo 32.28.21 3 10
4   Giuseppe Ascareggi Minarelli 33.04.04 16 8
5   Hans-Jürgen Hummel Kreidler 33.13.54 4 6
6   Claudio Lusuardi Moto Villa 33.13.82 5 5
7   Theo Timmer Bultaco 33.20.00 9 4
8   Rainer Scheidhauer Kreidler 33.23.38 8 3
9   Hans Spaan Kreidler 33.35.89 15 2
10   Paul Rimmelzwaan Roton 33.47.99 12 1
11   Gerhard Singer Hess 34.18.41 19
12   Rini Vrijdag Kreidler 34.19.53 23
13   Uli Merz Kreidler 34.19.53 22
14   Zdravko Matulja Tomos 34.30.70 21
15   Gerhard Waibel Schuster 34.39.68 20
16   Jos van Dongen Kreidler 34.49.33 24
17   Paolo Priori Paolucci 34.52.10 29
18   Pascal Kambourian Benitaco 35.17.62 25
19   Kasimir Rapczynski Kreidler 35.19.41 30
20   Joe Genoud Engl 35.20.36 27
21   Otto Machinek Kreidler 35.20.36 26
22   Wim de Jong Kreidler 35.21.79 28
23   Thomas Engl Engl 35.32.17 17
24   Chris Baert HH 1 giro 34

Classe sidecarModifica

Pole position e giro veloce vengono ottenuti dall'equipaggio vincitore Rolf Biland-Kurt Waltisperg.

La gara dei sidecar viene accorciata di due giri a causa della pioggia caduta durante la giornata; durante la corsa si verifica inoltre un incidente dell'equipaggio giapponese Masato Kumano-Kunio Takeshima, in cui il passeggero riporta la frattura di una gamba. Il podio è lo stesso del Gran Premio d'Austria, con Biland e Waltisperg che vincono con grande vantaggio, mentre dietro di loro si classificano Michel-Burkhard e Schwärzel-Huber[3].

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[4]Modifica

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1   Rolf Biland   Kurt Waltisperg LCR-Yamaha 40'18"31 15
2   Alain Michel   Michael Burkhard Seymaz-Yamaha 40'58"45 12
3   Werner Schwärzel   Andreas Huber Seymaz-Yamaha 40'59"86 10
4   Patrick Thomas   Jean-Marc Fresc Seymaz-Yamaha 8
5   Egbert Streuer   Bernard Schnieders LCR-Yamaha 6
6   Jock Taylor   Benga Johansson Windle-Yamaha 5
7   Dennis Bingham   Julia Bingham ?-Yamaha 4
8   Albert Giesemann   Thomas Riedel LCR-Yamaha 3
9   Siegfried Berger   Edwin Berger ?-Yamaha 2
10   Jean-François Monnin   Wolfgang Kalauch LCR-Yamaha 1

NoteModifica

  1. ^ a b (ES) Nieto igualo el record de Hailwood, El Mundo Deportivo, 27 giugno 1982. URL consultato il 3 aprile 2016.
  2. ^ a b Corsa pazza, risultato giusto per Uncini, La Stampa, 27 giugno 1982. URL consultato il 3 aprile 2016.
  3. ^ (FR) Doerflinger: revanche sur le sort, La Liberté, 28 giugno 1982, p. 20. URL consultato il 3 marzo 2019.
  4. ^ (FR) Tabella dei risultati su racingmemo.free, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 12 maggio 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica