Apri il menu principale

Jorge Martínez (motociclista)

pilota motociclistico e dirigente sportivo spagnolo
Jorge Martínez Salvadores
Jorge Martinez 1989 Japanese GP.jpg
Martinez nel 1989 al GP del Giappone
Nazionalità Spagna Spagna
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 1982 in classe 50
Stagioni dal 1982 al 1997
Mondiali vinti 4
Gare disputate 196
Gare vinte 37
Podi 61
Punti ottenuti 1599
Pole position 42
Giri veloci 23
 

Jorge Martínez Salvadores, detto Aspar (Alzira, 29 agosto 1962), è un ex pilota motociclistico e dirigente sportivo spagnolo.

CarrieraModifica

La sua carriera nel motociclismo iniziò in competizioni locali nella Comunità Valenciana, facendosi notare nel 1979, quando fu secondo nella "Copa Streaker" dietro a Sito Pons[1]. Passò quindi alle competizioni nazionali, conquistando nel 1981 il titolo di campione spagnolo della 50 e di vicecampione della 125.

Debuttò nel motomondiale nell'edizione del 1982 in classe 50 alla guida di una Bultaco, ottenendo i suoi primi punti iridati in occasione del Gran Premio motociclistico di Spagna. L'anno successivo ottenne il suo primo piazzamento sul podio, sempre in occasione del gran premio di casa e sempre in 50, prima che la categoria venisse estromessa dal campionato mondiale.

 
Martínez (a sinistra) sul podio del Gran Premio d'Italia 1997 della classe 125, mentre applaude alla premiazione del vincitore Rossi.

Dal motomondiale 1984 iniziò a partecipare a stagioni complete del mondiale, gareggiando nella nuova classe 80 e ottenendo il suo primo successo in occasione del Gran Premio motociclistico d'Olanda 1984.

Specialista delle piccole cilindrate, ottenne i suoi migliori risultati in sella a motociclette di case spagnole: oltre a Bultaco, anche Derbi e JJ Cobas. Negli ultimi anni di partecipazione ha però guidato anche mezzi di Honda, Yamaha e Aprilia.

Tra il 1986 e il 1988 ha vinto 3 titoli mondiali in classe 80 e uno in classe 125, mentre durante l'arco della carriera ha vinto 22 gare nella prima classe e 15 nella seconda, divenendo anche il più giovane pilota a conquistare il titolo iridato della classe 80 nella storia del Motomondiale. A questo palmares vanno aggiunti 12 titoli nazionali nel Campeonato de España de Velocidad e un titolo nel Campionato Europeo Velocità.

Dopo essersi ritirato nel 1997, ha continuato a essere presente nel mondo delle competizioni, seguendo il suo team motociclistico, l'Aspar Racing Team, che aveva fondato già nel 1992.

Con questo team ha seguito vari piloti in varie classi, vincendo i titoli mondiali con Álvaro Bautista nel 2006, con Gábor Talmácsi nel 2007, con Julián Simón nel 2009 e con Nico Terol nel 2011; tutti ottenuti in classe 125, utilizzando moto Aprilia.

Risultati nel motomondialeModifica

Classe 50Modifica

1982 Classe Moto                             Punti Pos.
50 Bultaco NE NE NE 6 Rit Rit NE 6 NE NE NE NE - - 10[2] 11º
1983 Classe Moto                         Punti Pos.
50 Bultaco NE - - - 3 NE - - NE NE NE - 10[3] 13º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

Classe 80Modifica

1984 Classe Moto                         Punti Pos.
80 Derbi NE 7 8 5 Rit NE 3 1 2 NE NE 2 62[4]
1985 Classe Moto                         Punti Pos.
80 Derbi NE 1 Rit 1 NE 2 3 NE Rit NE NE 1 67[5]
1986 Classe Moto                         Punti Pos.
80 Derbi 1 2 Rit 1 1 1 NE NE 3 NE 2 Rit 94[6] 1º
1987 Classe Moto                               Punti Pos.
80 Derbi NE 1 2 1 1 1 1 NE 1 NE 2 Rit 1 NE NE 129[7] 1º
1988 Classe Moto                               Punti Pos.
80 Derbi NE NE 2 1 1 1 NE 1 NE 1 NE NE NE 1 NE 137[8] 1º
1989 Classe Moto                               Punti Pos.
80 Derbi NE NE NE Rit 1 Rit NE Rit NE NE NE NE 3 NE 35[9]
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

Classe 125Modifica

1988 Classe Moto                               Punti Pos.
125 Derbi NE NE 1 NE 1 Rit 1 1 1 1 1 2 1 1 NE 197[10] 1º
1989 Classe Moto                               Punti Pos.
125 Derbi Rit Rit NE 2 Rit 26 NP NE 7 Rit 1 Rit 4 4 NE 72[11]
1990 Classe Moto                               Punti Pos.
125 JJ-Cobas Rit NE 1 1 Rit 1 Rit 5 Rit 6 4 17 8 Rit 13 105[12]
1991 Classe Moto                               Punti Pos.
125 JJ-Cobas e Honda 5 10 NE 5 Rit 6 7 4 14 11 6 7 4 NE Rit 99[13]
1992 Classe Moto                           Punti Pos.
125 Honda Rit 6 4 9 6 10 Rit 5 Rit 3 8 2 1 83[14]
1993 Classe Moto                             Punti Pos.
125 Honda Rit 10 9 7 17 13 Rit 6 7 11 8 12 12 7 74[15]
1994 Classe Moto                             Punti Pos.
125 Yamaha Rit 3 7 9 17 7 2 7 6 10 4 5 1 Rit 135[16]
1995 Classe Moto                           Punti Pos.
125 Yamaha 13 20 Rit 13 Rit Rit Rit 8 18 11 8 Rit 27[17] 18º
1996 Classe Moto                               Punti Pos.
125 Aprilia Rit 5 8 Rit 13 Rit 9 7 4 6 2 3 8 4 4 131[18]
1997 Classe Moto                               Punti Pos.
125 Aprilia 6 5 3 2 Rit 6 6 6 7 Rit Rit 12 3 13 119[19]
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

Classe 250Modifica

1990 Classe Moto                               Punti Pos.
250 JJ Cobas Rit 16 Rit 12 Rit 14 NQ 14 Rit Rit Rit Rit 19 Rit 11 13[20] 22º
1993 Classe Moto                             Punti Pos.
250 Honda Rit 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN143489200 · LCCN (ENno2010125694 · WorldCat Identities (ENno2010-125694