Apri il menu principale
Hafizh Syahrin Abdullah
Hafizh Syahrih Moto2-2015.JPG
Nazionalità Malaysia Malaysia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2011 in Moto2
Miglior risultato finale
Gare disputate 111
Podi 3
Punti ottenuti 400
Giri veloci 1
 

Hafizh Syahrin Abdullah (Selangor, 5 maggio 1994) è un pilota motociclistico malese.

CarrieraModifica

Inizia a correre all'età di nove anni sulle minimoto. Nel 2007 giunge secondo nel Cub Prix Championship. Nel 2009 vince il campionato malese Underbones nella categoria debuttanti, ottenendo anche qualche podio nelle gare di esperti. Nel 2010 corre nell'Asia Road Racing Championship Supersport, concludendo dodicesimo; l'anno successivo finisce quarto nella stessa competizione e debutta nel motomondiale nel Gran Premio casalingo, correndo come wildcard a bordo di una Moriwaki nella classe Moto2. Nel 2012 corre nella categoria Moto2 del campionato spagnolo, finendo sesto; nello stesso anno corre nuovamente come wildcard nel motomondiale in Malesia, a bordo di una FTR, giungendo terzo.[1] Nel 2013 corre ancora nel CEV, con due vittorie e il terzo posto finale; nello stesso anno corre nel motomondiale come wildcard nei Gran Premi di Francia, Catalogna, Malesia e Comunità Valenciana a bordo di una Kalex, ottenendo un punto.

Nel 2014 diventa pilota titolare, ingaggiato dal team Petronas Raceline Malaysia, che gli affida una Kalex. Ottiene come miglior risultato un settimo posto a Indianapolis e termina la stagione al 19º posto con 42 punti. Nel 2015 rimane nello stesso team, migliorando la posizione in classifica, chiude infatti sedicesimo con 64 punti. Nel 2016 rimane ancora nello stesso team, alla guida di una Kalex Moto2, esordisce ottenendo un quarto posto nel GP del Qatar. Ottiene altri due quarti posti in Catalogna e Gran Bretagna e termina la stagione al 9º posto con 118 punti. Nel 2017 inizia il quarto anno consecutivo con il team Petronas Raceline Malaysia, nella classe Moto2. Ottiene un secondo posto nel Gran Premio di San Marino e un terzo posto in Giappone e termina la stagione al 10º posto con 106 punti.

Nel 2018 passa in MotoGP, alla guida della Yamaha YZR-M1 del team Tech 3; il compagno di squadra è Johann Zarco.[2] Ottiene come miglior risultato un nono posto in Argentina e termina la stagione al 16º posto con 46 punti. Nel 2019 rimane nello stesso team, questa volta alla guida di una KTM RC16; il compagno di squadra è Miguel Oliveira.

Risultati nel motomondialeModifica

2011 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto2 Moriwaki NE 20 0
2012 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto2 FTR NE 3 16 23º
2013 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto2 Kalex 21 18 NE 15 Rit 1 28º
2014 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto2 Kalex 15 15 20 21 15 25 Rit 10 18 7 13 8 20 11 8 Rit Rit 16 42 19º
2015 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto2 Kalex 12 6 10 12 9 Rit 14 15 16 Rit 14 16 18 7 5 16 8 Rit 64 16º
2016 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto2 Kalex 4 6 16 11 8 5 4 Rit 7 21 6 4 7 14 13 Rit 5 15 118
2017 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto2 Kalex Rit 10 11 13 11 12 9 8 11 15 10 17 2 16 3 16 6 6 106 10º
2018 Classe Moto                                       Punti Pos.
MotoGP Yamaha 14 9 Rit 16 12 12 Rit 18 11 14 16 AN 19 18 12 10 Rit 10 10 46 16º
2019 Classe Moto                                       Punti Pos.
MotoGP KTM 20 16 18 19 14 Rit Rit 15 16 Rit Rit 13 15 21 20 7
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Redazione Motogp, Moto2 2012 Sepang - Race Classification (PDF), motogp.com, 21 ottobre 2012.
  2. ^ Valeria Aiello, MotoGP, Syahrin confermato in Yamaha Tech3 per il 2018, motori.fanpage.it, 21 febbraio 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica