Apri il menu principale

Sebastiano Nela

commentatore sportivo, ex calciatore ed ex giocatore di calcio a 5 italiano
(Reindirizzamento da Sebino Nela)
Sebastiano Nela
Sebino Nela.jpg
Nela con la maglia della Roma nel 1991, in occasione dell'addio al calcio di Bruno Conti.
Nazionalità Italia Italia
Altezza 177 cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 1996
Carriera
Giovanili
19??-1978 Genoa
Squadre di club1
1978-1981 Genoa 70 (6)
1981-1992 Roma 281 (16)
1992-1994 Napoli 34 (0)
1995-1996 Civitavecchia 24 (0)[1]
Nazionale
1981-1982 Italia Italia U-21 5 (0)
1984-1987 Italia Italia 5 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Calcio a 5 Futsal pictogram.svg
Carriera
Squadre di club
1994-1995 Marino ? (?)
 

Sebastiano Nela, detto Sebino[2] (Rapallo, 13 marzo 1961), è un ex calciatore ed ex giocatore di calcio a 5 italiano, di ruolo difensore.

Indice

Caratteristiche tecnicheModifica

Difensore mancino,[3] fisicamente dotato[4] e propenso al gioco d'attacco,[5] era un terzino sinistro capace di disimpegnarsi anche sulla corsia opposta[2][3] o come libero.[6]

CarrieraModifica

ClubModifica

Dopo gli esordi con il Genoa, con il quale disputò tre stagioni in Serie B ottenendo 70 presenze, nel 1981 fu acquistato dalla Roma.

 
Nela in maglia giallorossa nel 1987, mentre difende la palla dallo juventino Serena

Esordì in Serie A con la maglia giallorossa a 20 anni, il 13 settembre 1981. Con i capitolini vinse lo scudetto della stagione 1982-1983: schierato come terzino destro pur prediligendo il piede opposto,[3] contribuì alla vittoria del campionato con buone prestazioni.[4] Mantenne alti livelli di rendimento anche nell'annata 1983-1984, al termine della quale fu giudicato, da una giuria di esperti, il miglior terzino destro della stagione.[2] Nel 1987 fu vittima di un infortunio che lo allontanò dai campi da gioco per un anno.[7] Il cantautore Antonello Venditti, tifoso romanista, gli dedicò una canzone dal titolo Correndo correndo.[8]

Lasciò la Roma nel 1992, dopo aver vinto anche tre Coppe Italia, per approdare al Napoli con cui chiuse la carriera nel 1994, con un totale di 315 gare e 16 reti in Serie A, e di 70 presenze e 6 reti in Serie B. La stagione seguente si cimentò con il calcio a 5, giocando insieme all'amico Odoacre Chierico nelle file del Marino, in Serie A.[9]

NazionaleModifica

Fu anche impiegato in nazionale, con la quale esordì il 22 maggio 1984 contro la Germania Ovest. In totale sono state cinque le sue presenze in maglia azzurra, con la partecipazione al campionato del mondo 1986 in Messico, pur senza mai scendere in campo.

Dopo il ritiroModifica

Dopo essere stato commentatore per vari canali nazionali e satellitari, lavora per Mediaset Premium, nei canali di Premium Calcio, come commentatore tecnico.[10] Ha in seguito rivelato di avere sconfitto un tumore al colon.[11].

Nel 2009 riceve il Premio Sette Colli, dopo 26 anni, per il suo gol decisivo in un derby.

Il Genoa lo ha inserito nella sua hall of fame.[12]

Da fine gennaio 2018, è opinionista della neonata emittente radiofonica RMC Sport Network.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1978-1979   Genoa B 6 0 CI 0 0 - - - - 6 0
1979-1980 B 28 2 CI 1 0 - - - - 29 2
1980-1981 B 36 4 CI 3 0 - - - - 39 4
Totale Genoa 70 6 4 0 - - - - 74 6
1981-1982   Roma A 30 2 CI 2 0 CdC 4 0 - - 36 2
1982-1983 A 28 2 CI 8 1 CU 8 0 - - 44 3
1983-1984 A 27 2 CI 6 0 CC 7 0 - - 40 2
1984-1985 A 20 1 CI 5 1 CdC 5 1 - - 30 3
1985-1986 A 28 2 CI 7 0 - - - - - 35 2
1986-1987 A 25 3 CI 7 0 CdC 2 0 - - 34 3
1987-1988 A 6 0 CI 0 0 - - - - - 6 0
1988-1989 A 32 2 CI 6 0 CU 6 0 - - 44 2
1989-1990 A 30 1 CI 6 0 - - - - - 36 1
1990-1991 A 28 1 CI 8 0 CU 10 0 - - - 46 1
1991-1992 A 27 0 CI 6 0 CdC 6 0 SI 1 0 40 0
1992-1993 A 0 0 CI 1 0 CU 2 0 - - 3 0
Totale Roma 281 16 62 2 50 1 1 0 394 19
1992-1993   Napoli A 23 0 CI 2 0 CU 0 0 - - - 25 0
1993-1994 A 11 0 CI 0 0 - - - - - - 11 0
Totale Napoli 34 0 2 0 0 0 - - 36 0
Totale carriera 385 22 68 2 50 1 1 0 504 25

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
22-5-1984 Zurigo Germania Ovest   1 – 0   Italia Amichevole -   70’
26-3-1986 Udine Italia   2 – 1   Austria Amichevole -
8-10-1986 Bologna Italia   2 – 0   Grecia Amichevole -
6-12-1986 La Valletta Malta   0 – 2   Italia Qual. Euro 1988 -
18-4-1987 Colonia Germania Ovest   0 – 0   Italia Amichevole -
Totale Presenze 5 Reti 0

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ Nicola Binda e Roberto Cominoli, Uomini e Gol, stagione 1995/96, p. 335.
  2. ^ a b c Sono diciotto gli «Oscar» del calcio. Platini è in testa a tutti, in Stampa Sera, 1º giugno 1984, p. 11, sez. Sport.
  3. ^ a b c Vierchowod, lo "Zar" di Roma e Samp, su corrieredellosport.it, 6 aprile 2019.
  4. ^ a b Vierchowod uomo in più, Nappy jolly, in La Stampa, 10 maggio 1983, p. 20.
  5. ^ Gianni Ranieri, Un pokerissimo all'Olimpico per il piatto dello scudetto, in Stampa Sera, 6 maggio 1983, p. 31.
  6. ^ (DEENIT) Sebastiano Nela, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.
  7. ^ Luca Argentieri, La Roma si spacca, in la Repubblica, 12 maggio 1987, p. 43.
  8. ^ Massimiliano Castellani, Lo scudetto di Nela: «Ho battuto il cancro», su avvenire.it, 25 luglio 2013.
  9. ^ Roma - Speciale Calcetto (PDF), su flaviodeluca.net (archiviato dall'url originale il 19 agosto 2014).
  10. ^ Nela: "La Roma ha i maggiori margini di miglioramento. Mi piacerebbe giocare nel calcio di oggi", su soccermagazine.it.
  11. ^ Corriere dello Sport - Stadio, 19 luglio 2013, p. 1.
  12. ^ La lista dei 200 (PDF), su genoacfc.it (archiviato dall'url originale il 16 agosto 2013).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica