Associazione Sportiva Roma 1992-1993

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Sportiva Roma.

AS Roma
Roma92-93.jpg
Stagione 1992-1993
Direttore TecnicoJugoslavia Vujadin Boškov
All. in secondaItalia Narciso Pezzotti
PresidenteItalia Giuseppe Ciarrapico poi
Italia Ciro Di Martino
Serie A10º posto
Coppa ItaliaFinalista
Coppa UEFAQuarti di finale
Maggiori presenzeCampionato: Bonacina (32)
Totale: Bonacina (49)
Miglior marcatoreCampionato: Giannini (9)
Totale: Giannini (16)
StadioStadio Olimpico di Roma
Media spettatori50.306[1]

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Sportiva Roma nelle competizioni ufficiali della stagione 1992-1993.

Indice

StagioneModifica

Viene ingaggiato il tecnico slavo Vujadin Boškov al posto di Ottavio Bianchi. I colpi del mercato, dopo la cessione di Rudi Völler, furono il centrocampista della Stella Rossa, Siniša Mihajlovic e Claudio Caniggia, attaccante argentino dell'Atalanta che a tre quarti di stagione subì una squalifica di un anno per doping.[2]

Nonostante un girone di andata affannoso, con la squadra più volte invischiata nella zona retrocessione (memorabile la contestazione a giocatori e società al termine di Roma-Sampdoria), la compagine capitolina, rivelatasi inizialmente refrattaria alle indicazioni dell’allenatore e penalizzata in campo da un Caniggia ingovernabile, recuperò posizioni e chiuse il campionato al decimo posto. La squadra raggiunse inoltre la finale della Coppa Italia, persa con una mancata rimonta, con la vittoria per 5-2 in casa (dopo aver perso per 3-0 all'andata) contro il Torino. In Coppa UEFA la squadra uscì ai quarti di finale contro il Borussia Dortmund. Il controverso presidente Ciarrapico prima accusò un malore improvviso e venne arrestato per il crack del Banco Ambrosiano. Il 28 marzo 1993, a sedici anni, Francesco Totti fa il suo esordio in Serie A, nella gara contro il Brescia, vinta per 2-0 dalla Roma: è l’inizio di una scintillante carriera che durerà venticinque anni e ne farà il giocatore più rappresentativo della storia del club.[2]

Maglie e sponsorModifica

Lo sponsor tecnico è Adidas, lo sponsor ufficiale è Barilla. La prima divisa è costituita da maglia rossa con colletto a polo, pantaloncini rossi e calzettoni rossi, tutti e tre presentanti come decorazione le tre strisce Adidas in giallo. In trasferta i Lupi usano una costituita da maglia bianca con colletto a polo, pantaloncini bianchi, calzettoni bianchi, tutti e tre presentanti come decorazione le tre strisce Adidas in giallorosso. I portieri usano tre divise: la prima costituita da maglia rosa con colletto a polo nero e maniche giallo scuro, pantaloncini neri e calzettoni neri, la seconda da maglia rosa con colletto a polo nero, pantaloncini e calzettoni dello stesso colore, la terza nera con la scritta "USA" in giallo e addome in verde abbinata agli stessi calzettoni e pantaloncini.[3]

Casa
Trasferta
1ª div. portiere
2ª div. portiere
3ª div. portiere

Organigramma societarioModifica

Di seguito l'organigramma societario.[2]Area direttiva

Area tecnica

RosaModifica

CalciomercatoModifica

Di seguito il calciomercato[4].

Sessione estivaModifica

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Silvano Benedetti Torino definitivo
D Fabio Petruzzi Casertana definitivo
C Siniša Mihajlovic Stella Rossa definitivo (8.5 Mld. £)[7]
C Francesco Statuto Casertana fine prestito
A Claudio Caniggia Atalanta definitivo (13 Mld. £)[7]
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Ferro Tontini Catania definitivo
D Andrea Borsa Carrarese definitivo
D Marco Antonio De Marchi Juventus fine prestito
D Gabriele Grossi Lecce definitivo
C Stefano Pellegrini Udinese definitivo
C Daniele Berretta Vicenza prestito
C Fabrizio Di Mauro Fiorentina definitivo (7 Mld. £)[7]
C Alessio Scarchilli Lecce definitivo
C Francesco Statuto Cosenza prestito
A Rudi Völler Marsiglia definitivo

Sessione autunnaleModifica

Acquisti
R. Nome a Modalità
Cessioni
R. Nome a Modalità
C Sebastiano Nela Napoli definitivo
C Dario Rossi Ternana prestito


RisultatiModifica

Serie AModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1992-1993.

Girone di andataModifica

Roma
6 settembre 1992, ore 16:00
1ª giornata
Roma 0 – 1
referto
Pescara Stadio Olimpico di Roma (circa 54.000 spett.)
Arbitro Mughetti (Cesena)

Genova
13 settembre 1992, ore 16:00
2ª giornata
Genoa 0 – 0
referto
Roma Stadio Luigi Ferraris (circa 27.000 spett.)
Arbitro Pairetto (Torino)

Roma
20 settembre 1992, ore 16:00
3ª giornata
Roma 3 – 1
referto
Foggia Stadio Olimpico di Roma (circa 53.000 spett.)
Arbitro Boggi (Agropoli)

Torino
27 settembre 1992, ore 15:00
4ª giornata
Juventus 1 – 1
referto
Roma Stadio delle Alpi (circa 49.000 spett.)
Arbitro Pezzella (Frattamaggiore)

Cagliari
4 ottobre 1992, ore 15:00
5ª giornata
Cagliari 1 – 0
referto
Roma Stadio Sant'Elia (circa 18.000 spett.)
Arbitro Stafoggia (Pesaro)

Roma
18 ottobre 1992, ore 15:00
6ª giornata
Roma 4 – 1
referto
Inter Stadio Olimpico di Roma (circa 62.000 spett.)
Arbitro Baldas (Trieste)

Napoli
25 ottobre 1992, ore 14:30
7ª giornata
Napoli 2 – 1
referto
Roma Stadio San Paolo (circa 54.000 spett.)
Arbitro Cesari (Genova)

Roma
1º novembre 1992, ore 14:30
8ª giornata
Roma 2 – 3
referto
Brescia Stadio Olimpico di Roma (circa 46.000 spett.)
Arbitro Beschin (Legnago)

Firenze
8 novembre 1992, ore 14:30
9ª giornata
Fiorentina 2 – 1
referto
Roma Stadio Comunale (circa 32.000 spett.)
Arbitro Amendolia (Messina)

Roma
22 novembre 1992, ore 14:30
10ª giornata
Roma 2 – 1
referto
Ancona Stadio Olimpico di Roma (circa 44.000 spett.)
Arbitro Bazzoli (Merano)

Roma
29 novembre 1992, ore 14:30
11ª giornata
Lazio 1 – 1
referto
Roma Stadio Olimpico di Roma (74.000 circa spett.)
Arbitro Luci (Firenze)

Roma
6 dicembre 1992, ore 14:30
12ª giornata
Roma 1 – 0
referto
Parma Stadio Olimpico di Roma (circa 45.000 spett.)
Arbitro Trentalange (Torino)

Torino
13 dicembre 1992, ore 14:30
13ª giornata
Torino 0 – 0
referto
Roma Stadio delle Alpi (circa 21.000 spett.)
Arbitro Nicchi (Empoli)

Roma
3 gennaio 1993, ore 14:30
14ª giornata
Roma 0 – 1
referto
Milan Stadio Olimpico di Roma (circa 71.000 spett.)
Arbitro Collina (Viareggio)

Bergamo
10 gennaio 1993, ore 14:30
15ª giornata
Atalanta 3 – 1
referto
Roma Stadio Comunale (circa 23.000 spett.)
Arbitro Rodomonti (Teramo)

Roma
17 gennaio 1993, ore 14:30
16ª giornata
Roma 0 – 0
referto
Sampdoria Stadio Olimpico di Roma (circa 47.000 spett.)
Arbitro Amendolia (Messina)

Udine
24 gennaio 1993, ore 14:30
17ª giornata
Udinese 1 – 2
referto
Roma Stadio Friuli (circa 17.000 spett.)
Arbitro Trentalange (Torino)

Girone di ritornoModifica

Pescara
31 gennaio 1993, ore 14:30
18ª giornata
Pescara 1 – 1
referto
Roma Stadio Adriatico (circa 18.000 spett.)
Arbitro Sguizzato

Roma
7 febbraio 1993, ore 14:30
19ª giornata
Roma 3 – 0
referto
Genoa Stadio Olimpico di Roma (circa 45.000 spett.)
Arbitro Pezzella (Frattamaggiore)

Foggia
14 febbraio 1993, ore 15:00
20ª giornata
Foggia 0 – 0
referto
Roma Stadio Pino Zaccheria (16.407 spett.)
Arbitro Beschin (Legnago)

Roma
28 febbraio 1993, ore 15:00
21ª giornata
Roma 2 – 1
referto
Juventus Stadio Olimpico di Roma (circa 62.000 spett.)
Arbitro Cesari (Genova)

Roma
7 marzo 1993, ore 14:30
22ª giornata
Roma 1 – 1
referto
Cagliari Stadio Olimpico di Roma (circa 53.000 spett.)
Arbitro Quartuccio (Torre Annunziata)

Milano
14 marzo 1993, ore 15:00
23ª giornata
Inter 1 – 1
referto
Roma Stadio Giuseppe Meazza (circa 39.000 spett.)
Arbitro Ceccarini (Livorno)

Roma
21 marzo 1993, ore 15:00
24ª giornata
Roma 1 – 1
referto
Napoli Stadio Olimpico di Roma (circa 52.000 spett.)
Arbitro Nicchi (Empoli)

Brescia
28 marzo 1993, ore 16:00
25ª giornata
Brescia 0 – 2
referto
Roma Stadio Mario Rigamonti (circa 12.000 spett.)
Arbitro Boggi (Agropoli)

Roma
4 aprile 1993, ore 16:00
26ª giornata
Roma 1 – 1
referto
Fiorentina Stadio Olimpico di Roma (circa 51.000 spett.)
Arbitro Bazzoli (Merano)

Ancona
10 aprile 1993, ore 16:00
27ª giornata
Ancona 1 – 1
referto
Roma Stadio del Conero (circa 12.000 spett.)
Arbitro Rodomonti (Teramo)

Roma
18 aprile 1993, ore 16:00
28ª giornata
Roma 0 – 0
referto
Lazio Stadio Olimpico di Roma (circa 75.000 spett.)
Arbitro Sguizzato

Parma
25 aprile 1993, ore 16:00
29ª giornata
Parma 3 – 1
referto
Roma Stadio Ennio Tardini (circa 22.000 spett.)

Roma
9 maggio 1993, ore 16:00
30ª giornata
Roma 4 – 5
referto
Torino Stadio Olimpico di Roma (circa 44.000 spett.)
Arbitro Luci (Firenze)

Milano
16 maggio 1993, ore 16:00
31ª giornata
Milan 0 – 0
referto
Roma Stadio Giuseppe Meazza (circa 76.000 spett.)
Arbitro Ceccarini (Livorno)

Roma
23 maggio 1993, ore 16:00
32ª giornata
Roma 2 – 2
referto
Atalanta Stadio Olimpico di Roma (circa 40.000 spett.)
Arbitro Feliciani

Genova
30 maggio 1993, ore 16:00
33ª giornata
Sampdoria 2 – 2
referto
Roma Stadio Luigi Ferraris (circa 28.000 spett.)
Arbitro Chiesa (Milano)

Roma
6 giugno 1993, ore 16:00
34ª giornata
Roma 1 – 1
referto
Udinese Stadio Olimpico di Roma (circa 41.000 spett.)
Arbitro Collina (Viareggio)

Coppa ItaliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1992-1993.

Turni preliminariModifica

Roma
26 agosto 1992, ore 20:30
Secondo turno preliminare - Andata
Roma 4 – 1
referto
Taranto Stadio Olimpico di Roma
Arbitro Trentalange (Torino)

Taranto
2 settembre 1992, ore 20:30
Secondo turno preliminare - Ritorno
Taranto 1 – 3
referto
Roma Stadio Erasmo Iacovone
Arbitro Arena (Ercolano)

Fase finaleModifica

Roma 7 ottobre, ore 1992
Ottavi di finale - Andata
Roma 4 – 2
referto
Fiorentina Stadio Olimpico di Roma
Arbitro Trentalange (Torino)

Firenze
28 ottobre 1992, ore 20:30
Ottavi di finale - Ritorno
Fiorentina 1 – 1
referto
Roma Stadio Comunale
Arbitro Pairetto (Torino)

Napoli
27 gennaio 1993, ore 20:30
Quarti di finale - Andata
Napoli 0 – 0
referto
Roma Stadio San Paolo
Arbitro Luci (Firenze)

Roma
9 febbraio 1993, ore 20:30
Quarti di finale - Ritorno
Roma 2 – 0
referto
Napoli Stadio Olimpico di Roma
Arbitro Collina (Viareggio)

Roma
30 marzo 1993, ore 20:30
Semifinale - Andata
Roma 2 – 0
referto
Milan Stadio Olimpico di Roma
Arbitro Pairetto (Torino)

Milano
30 marzo 1993, ore 20:30
Semifinale - Ritorno
Milan 1 – 0
referto
Roma Stadio Giuseppe Meazza (49.786 spett.)
Arbitro Pezzella (Frattamaggiore)

Torino
12 giugno 1993, ore 20:30
Finale - Andata
Torino 3 – 0
referto
Roma Stadio delle Alpi
Arbitro Amendolia (Messina)

Roma
19 giugno 1993, ore 20:30
Finale - Ritorno
Roma 5 – 2
referto
Torino Stadio Olimpico di Roma (63.646 spett.)
Arbitro Sguizzato

Coppa UEFAModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 1992-1993.
Innsbruck
16 settembre 1992, ore 20:30 CET
Trentaduesimi di finale - Andata
Wacker Innsbruck 1 – 4
referto
Roma Stadion am Tivoli
Arbitro   Díaz Vega

Roma
30 settembre 1992, ore 19:00 CET
Trentaduesimi di finale - Ritorno
Roma 1 – 0
referto
Wacker Innsbruck Stadio Olimpico di Roma (23.093 spett.)
Arbitro   Sundell

Roma
21 ottobre 1992, ore 19:00 CET
Sedicesimi di finale - Andata
Roma 3 – 0
referto
Grasshoppers Stadio Olimpico di Roma (31.043 spett.)
Arbitro   Holzmann

Zurigo
4 novembre 1992, ore 19:15 CET
Sedicesimi di finale - Ritorno
Grasshoppers 4 – 3
referto
Roma Hardturm
Arbitro   van den Wijngaert

Roma
25 novembre 1992, ore 18:45 CET
Ottavi di finale - Andata
Roma 3 – 1
referto
Galatasaray Stadio Olimpico di Roma (23.980 spett.)
Arbitro   Heynemann

Istanbul
9 dicembre 1992, ore 11:55 CET
Ottavi di finale - Ritorno
Galatasaray 3 – 2
referto
Roma Stadio Ali Sami Yen (22.278 spett.)
Arbitro   Mikkelsen

Roma
2 marzo 1993, ore 20:30 CET
Quarti di finale - Andata
Roma 1 – 0
referto
Borussia Dortmund Stadio Olimpico di Roma (41.351 spett.)
Arbitro   van der Ende

Dortmund
18 marzo 1993, ore 20:15 CET
Quarti di finale - Ritorno
Borussia Dortmund 2 – 0
referto
Roma Westfalenstadion (circa 50.000 spett.)
Arbitro   Krondl

StatisticheModifica

Di seguito le statistiche di squadra[4].

Statistiche di squadraModifica

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
  Serie A 33 17 6 7 4 27 20 17 2 10 5 15 19 34 8 17 9 42 39 +3
  Coppa Italia - 5 5 0 0 17 5 5 1 2 2 4 6 10 6 2 2 21 11 +10
  Coppa UEFA - 4 4 0 0 8 1 4 1 0 3 9 10 8 5 0 3 17 11 +6
Totale 26 15 7 4 52 26 26 4 12 10 28 35 52 19 19 14 80 61 +19

Andamento in campionatoModifica

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34
Luogo C T C T T C T C T C T C T C T C T T C T C C T C T C T C T C T C T C
Risultato P N V N P V P P P V N V N P P N V N V N V N N N V N N N P P N N N N
Posizione 14 15 8 7 10 8 10 13 14 13 13 11 12 14 15 16 12 12 9 9 9 10 10 10 9 9 9 10 10 11 10 10 10 10

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatoriModifica

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa UEFA Totale
                               
Cervone, G. G. Cervone 27-29408-6006-71041-4250
Di Magno, G. G. Di Magno ----0-000----0-000
Fimiani, P. P. Fimiani 3-3002-5000-0005-800
Zinetti, G. G. Zinetti 6-7211-0002-4009-1121
Aldair, Aldair 282507020720042470
Benedetti, A. A. Benedetti 3032110110600046431
Carboni, A. A. Carboni 90203000303115051
Comi, A. A. Comi 242308010500037240
Garzya, L. L. Garzya 290409001700045041
Nela, S. S. Nela 0000101020103020
Pellegrino, E. E. Pellegrino 00000000----0000
Petruzzi, F. F. Petruzzi 6010101000007020
Rossi, D. D. Rossi 5010101000006020
Tempestilli, A. A. Tempestilli 90503010201014070
Bernardini, A. A. Bernardini 00000000----0000
Bonacina, W. W. Bonacina 32091100107031490132
Caputi, M. M. Caputi 0000000000000000
Giannini, G. G. Giannini 29970943083204616120
Hässler, T. T. Hässler 266319110721042951
Mihajlovic, S. S. Mihajlovic 291617511512041792
Piacentini, G. G. Piacentini 2907080418020450131
Salsano, F. F. Salsano 250316100600037131
Torbidoni, S. S. Torbidoni 0000--------0000
Caniggia, C. C. Caniggia 154206200430025920
Carnevale, A. A. Carnevale 2563064016121371152
Muzzi, R. R. Muzzi 241117100420035411
Rizzitelli, R. R. Rizzitelli 2675182008310421261
Totti, F. F. Totti 2000--------2000

GiovaniliModifica

PiazzamentiModifica

NoteModifica

  1. ^ Media spettatori Serie A dal 86-87 al 97-98, su stadiapostcards.com.
  2. ^ a b c Romano, 1992-2000 I primi anni della presidenza Sensi.
  3. ^ Castellani, Ceci, de Conciliis, pp. 181-183.
  4. ^ a b c Rosa AS Roma - Saison 92/93, su transfermarkt.it. URL consultato il 17 aprile 2018.
  5. ^ a b c d e f g Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  6. ^ a b Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.
  7. ^ a b c Panini, p. 10.
  8. ^ Alcune fonti riportano Schulz.

BibliografiaModifica

  • Paolo Castellani, Massimilano Ceci e Riccardo de Conciliis, La maglia che ci unisce. Storia delle divise dell'AS Roma dalla nascita ai giorni nostri, Roma, Goalbook Edizioni, 2012, ISBN 978-88-908115-0-0.

VideografiaModifica

  • Manuela Romano (a cura di), La storia della A.S. Roma (10 DVD-Video), Corriere dello Sport, Rai Trade, 2006.

Collegamenti esterniModifica