Apri il menu principale
bussola Disambiguazione – Da non confondersi con James McLean, criminale irlando-statunitense
James McClean
FIFA WC-qualification 2014 - Austria vs Ireland 2013-09-10 - James McClean 01.jpg
Nazionalità Irlanda del Nord Irlanda del Nord
Irlanda Irlanda (dal 2012)
Altezza 180[1] cm
Peso 74[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista, Ala
Squadra West Bromwich
Carriera
Squadre di club1
2008-2011Derry City79 (16)
2011-2013Sunderland59 (7)
2013-2015Wigan73 (9)[2]
2015-2018West Bromwich99 (4)
2018-Stoke City42 (3)
Nazionale
2009-2010Irlanda del Nord Irlanda del Nord U-21 7 (0)
2012-Irlanda Irlanda67 (10)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'11 giugno 2019

James Joseph McClean (Derry, 22 aprile 1989) è un calciatore nordirlandese naturalizzato irlandese, centrocampista o ala dello Stoke City e della nazionale irlandese.

Indice

BiografiaModifica

McClean è nato a Derry in Irlanda del Nord ed ha rappresentato il paese giocando nella nazionale Under-21. Tuttavia ha declinato l'invito di giocare per la nazionale maggiore preferendo rappresentare la Nazionale della Repubblica d'Irlanda. Nel febbraio 2012, McClean ha ricevuto l'approvazione dalla FIFA, che lo ha reso idoneo per giocare nella squadra Nazionale della Repubblica. Nel maggio 2012 viene convocato dal commissario tecnico Giovanni Trapattoni per l'Europeo 2012 di Polonia e Ucraina. Appresa la notizia, il calciatore ha manifestato la propria gioia postando alcune righe sul suo profilo Twitter: "Sono onorato di essere stato chiamato a rappresentare il mio Paese ai Campionati Europei". Messaggio che ha fatto scatenare le rimostranze di coloro che non hanno digerito il suo rifiuto di indossare la maglia dell'Irlanda del Nord. McClean è stato coperto di insulti e minacce di morte da alcuni follower perché reo di aver preferito la più quotata Irlanda al momento di decidere con quale nazionale giocare.[3]

Nel novembre di ogni anno non indossa volutamente il papavero rosso per il Remembrance Day in ricordo dei caduti dell'esercito britannico nella Prima guerra mondiale, perché a suo dire il papavero è usato per <<ricordare ogni vittima delle guerre dal 1945 in poi>>, e che compie il gesto in nome della sua popolazione.[4][5][6][7]

Caratteristiche tecnicheModifica

Il suo ruolo naturale è quello di ala sinistra ma è in grado di giocare anche sul lato opposto del campo.[8]

CarrieraModifica

ClubModifica

 
McClean al Sunderland

McClean ha iniziato la sua carriera calcistica in squadre minori come Trojan ed Institute, prima di passare al Derry City. Nel nuovo club debutta nell'agosto 2008 segnando il gol della vittoria in una partita di League Ireland Cup. L'8 settembre debutta in campionato entrando dalla panchina in sostituzione di Kevin McHugh, essendo descritto dal suo allenatore Stephen Kenny come un'eccellente prospettiva per il futuro. Il 9 agosto 2011 si trasferisce al Sunderland per una cifra di 350.000£, firmando un contratto della durata di tre anni.[9] Al momento della firma l'allora manager Steve Bruce dichiarò che McClean avrebbe fatto parte della squadre riserve fino a Natale.

Tuttavia dopo un'eccellente debutto contro il Newcastle United, in cui ha segnato anche un gol nella vittoria per 4 a 3 si è guadagnato un posto in panchina in prima squadra. Con l'esonero di Bruce e l'arrivo del nuovo tecnico Martin O'Neill, debutta in Premier League l'11 dicembre, entrando nel secondo tempo in luogo di Jack Colback, essendo parte importante nella vittoria in rimonta per 2 a 1 sul Blackburn Rovers.[9][10] McClean ha giocato la sua prima partita da titolare nella vittoria per 1 a 0 contro il Manchester City, il 1º gennaio 2012. Due giorni dopo ha segnato il suo primo gol nel 4 a 1 inflitto al Wigan Athletic. L'8 gennaio marca il suo primo gol in FA Cup nella partita contro il Peterborough United valida per il terzo turno.

Dopo alcune ottime prestazioni, il 23 marzo 2012 gli viene prolungato il contratto fino all'estate 2015.

L'8 agosto 2013 il Sunderland Association Football Club tramite il proprio profilo Twitter[11] comunica di aver ceduto l'ala del Wigan Athletic Football Club[12] in cambio, secondo quanto riporta il Telegraph.co.uk, di circa 1.5 milioni di sterline.[13]

Il 22 giugno 2015 passa al West Bromwich Albion, con cui firma un contratto triennale con opzione per il quarto anno.[14]

Il 22 luglio 2018 a seguito della retrocessione del club, si trasferisce allo Stoke City, anch'esso retrocesso in Championship.[15]

NazionaleModifica

 
McClean in riscaldamento con la Nazionale irlandese

McClean ha rappresentato la nazionale giovanile dell'Irlanda del Nord prendendo parte alla Milk Cup 2008 e segnando nella partita d'apertura vinta per 3-1 contro gli Stati Uniti. Inoltre ha rappresentato l'Irlanda del Nord anche a livello di Under-21 con 7 presenze. Il 26 luglio 2011 viene convocato dalla nazionale maggiore per la partita del 10 agosto contro la rappresentativa delle Isole Fær Øer;[16] McClean rifiuta la chiamata dicendo di preferire essere convocato la Repubblica d'Irlanda. Nel gennaio 2012 conferma nuovamente la sua intenzione nonostante i tentativi di fargli cambiare idea da parte del commissario tecnico nordirlandese Michael O'Neill.[17]

Quindi il 9 febbraio 2012 riceve l'approvazione per rappresentare a livello di nazionale maggiore la Repubblica d'Irlanda. Anche se in un primo momento non viene inserito nella lista dei convocati per la partita contro la Repubblica Ceca, tuttavia il 20 febbraio 2012 viene citato da Giovanni Trapattoni dopo averlo visto all'opera nella partita di FA Cup contro l'Arsenal, valida per il quinto turno, in cui risulta essere uno dei migliori in campo.[18][19] Il 29 febbraio 2012 fa il suo debutto entrando in sostituzione di Aiden McGeady al 79' dell'amichevole pareggiata per 1-1 contro la Repubblica Ceca.[20] Il 7 maggio 2012 Trapattoni lo inserisce nella lista dei 23 giocatori che prenderanno parte al campionato europeo 2012 di Polonia e Ucraina.[21]

Viene convocato per gli Europei 2016 in Francia,[22] in cui gioca tutte e 4 le partite della squadra eliminata agli ottavi dalla Francia padrona di casa.

Nelle qualificazioni ai Mondiali 2018 gioca 9 partite su 10 nel gruppo segnando il decisivo 1-0 a Cardiff che ha consentito agli irlandesi di andare ai playoffs di qualificazione.[23][24] Tuttavia allo spareggio l'Irlanda ha avuto la peggio contro la Danimarca pareggiando 0-0 in trasferta ma perdendo 1-5 in casa al ritorno.[25]

StatisticheModifica

Cronologia presenze e reti in NazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Irlanda
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
29-2-2012 Dublino Irlanda   1 – 1   Rep. Ceca Amichevole -   79’
26-5-2012 Dublino Irlanda   1 – 0   Bosnia ed Erzegovina Amichevole -
14-6-2012 Danzica Irlanda   0 – 4   Spagna Euro 2012 - 1º turno -   76’
15-8-2012 Belgrado Serbia   0 – 0   Irlanda Amichevole -   69’
11-9-2012 Dublino Irlanda   4 – 1   Oman Amichevole -   61’
14-11-2012 Dublino Irlanda   0 – 1   Grecia Amichevole -
6-2-2013 Dublino Irlanda   2 – 0   Polonia Amichevole -   82’
22-3-2013 Solna Svezia   0 – 0   Irlanda Qual. Mondiali 2014 -   83’
26-3-2013 Dublino Irlanda   2 – 2   Austria Qual. Mondiali 2014 -
29-5-2013 Londra Inghilterra   1 – 1   Irlanda Amichevole -   68’
2-6-2013 Dublino Irlanda   4 – 0   Georgia Amichevole -   65’
7-6-2013 Dublino Irlanda   3 – 0   Fær Øer Qual. Mondiali 2014 -   77’
11-6-2013 New York Spagna   2 – 0   Irlanda Amichevole -   74’
14-8-2013 Cardiff Galles   0 – 0   Irlanda Amichevole -   60’
6-9-2013 Dublino Irlanda   1 – 2   Svezia Qual. Mondiali 2014 -   74’
10-9-2013 Vienna Austria   1 – 0   Irlanda Qual. Mondiali 2014 -   73’
15-11-2013 Dublino Irlanda   3 – 0   Lettonia Amichevole -   80’
19-11-2013 Poznań Polonia   0 – 0   Irlanda Amichevole -   63’
5-3-2014 Dublino Irlanda   1 – 2   Serbia Amichevole -
25-5-2014 Dublino Irlanda   1 – 2   Turchia Amichevole -
31-5-2014 Londra Irlanda   0 – 0   Italia Amichevole -   58’
6-6-2014 Chester Costa Rica   1 – 1   Irlanda Amichevole -   40’
10-6-2014 East Rutherford Irlanda   1 – 5   Portogallo Amichevole 1   56’   67’
11-10-2014 Dublino Irlanda   7 – 0   Gibilterra Qual. Euro 2016 2
14-10-2014 Gelsenkirchen Germania   1 – 1   Irlanda Qual. Euro 2016 -
14-11-2014 Glasgow Scozia   1 – 0   Irlanda Qual. Euro 2016 -
18-11-2014 Dublino Irlanda   4 – 1   Stati Uniti Amichevole 1   64’
29-3-2015 Dublino Irlanda   1 – 1   Polonia Qual. Euro 2016 -   68’
7-6-2015 Dublino Irlanda   0 – 0   Inghilterra Amichevole -   46’
13-6-2015 Dublino Irlanda   1 – 1   Scozia Qual. Euro 2016 -   68’   88’
7-9-2015 Dublino Irlanda   1 – 0   Georgia Qual. Euro 2016 -   75’   75’
11-10-2015 Varsavia Polonia   2 – 1   Irlanda Qual. Euro 2016 -   58’
13-11-2015 Zenica Bosnia ed Erzegovina   1 – 1   Irlanda Qual. Euro 2016 -   60’
16-11-2015 Dublino Irlanda   2 – 0   Bosnia ed Erzegovina Qual. Euro 2016 -   54’   59’
25-3-2016 Dublino Irlanda   1 – 0   Svizzera Amichevole -   84’
29-3-2016 Dublino Irlanda   2 – 2   Slovacchia Amichevole 1   66’
27-5-2016 Dublino Irlanda   1 – 1   Paesi Bassi Amichevole -   67’
31-5-2016 Cork Irlanda   1 – 2   Bielorussia Amichevole -   79’
13-6-2016 Saint-Denis Irlanda   1 – 1   Svezia Euro 2016 - 1º turno -   64’
18-6-2016 Bordeaux Belgio   3 – 0   Irlanda Euro 2016 - 1º turno -   63’
22-6-2016 Villeneuve-d'Ascq Italia   0 – 1   Irlanda Euro 2016 - 1º turno -
26-6-2016 Décines-Charpieu Francia   2 – 1   Irlanda Euro 2016 - Ottavi di finale -   68’
31-8-2016 Dublino Irlanda   4 – 0   Oman Amichevole -   46’
5-9-2016 Belgrado Serbia   2 – 2   Irlanda Qual. Mondiali 2018 -
6-10-2016 Dublino Irlanda   1 – 0   Georgia Qual. Mondiali 2018 -
9-10-2016 Chisinau Moldavia   1 – 3   Irlanda Qual. Mondiali 2018 2
12-11-2016 Vienna Austria   0 – 1   Irlanda Qual. Mondiali 2018 1   85’
24-3-2017 Dublino Irlanda   0 – 0   Galles Qual. Mondiali 2018 -
28-3-2017 Dublino Irlanda   0 – 1   Islanda Amichevole -   72’
1-6-2017 East Rutherford Messico   3 – 1   Irlanda Amichevole - Cap.   24’
4-6-2017 Dublino Irlanda   3 – 1   Uruguay Amichevole 1   74’
11-6-2017 Dublino Irlanda   1 – 1   Austria Qual. Mondiali 2018 -
2-9-2017 Tbilisi Georgia   1 – 1   Irlanda Qual. Mondiali 2018 -   76’
5-9-2017 Dublino Irlanda   0 – 1   Serbia Qual. Mondiali 2018 -   74’
9-10-2017 Cardiff Galles   0 – 1   Irlanda Qual. Mondiali 2018 1   90+2’
11-11-2017 Copenaghen Danimarca   0 – 0   Irlanda Qual. Mondiali 2018 -
14-11-2017 Dublino Irlanda   1 – 5   Danimarca Qual. Mondiali 2018 -
23-3-2018 Adalia Turchia   1 – 0   Irlanda Amichevole -
28-5-2018 Saint-Denis Francia   2 – 0   Irlanda Amichevole -   21’
2-6-2018 Dublino Irlanda   2 – 1   Stati Uniti Amichevole -
13-10-2018 Dublino Irlanda   0 – 0   Danimarca UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -   90+1’
16-10-2018 Dublino Irlanda   0 – 1   Galles UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -   49’
15-11-2018 Dublino Irlanda   0 – 0   Irlanda del Nord Amichevole -   66’
23-3-2019 Gibilterra Gibilterra   0 – 1   Irlanda Qual. Euro 2020 -   45+1’
26-3-2019 Dublino Irlanda   1 – 0   Georgia Qual. Euro 2020 -
7-6-2019 Copenaghen Danimarca   1 – 1   Irlanda Qual. Euro 2020 -
10-6-2019 Dublino Irlanda   2 – 0   Gibilterra Qual. Euro 2020 -
Totale Presenze 67 Reti 10

NoteModifica

  1. ^ a b Irlanda - J. McClean - Profile with news, career statistics and history - Soccerway
  2. ^ 74 (9) se si comprendono i play-off
  3. ^ Euro 2012: l'irlandese James McClean vittima di minacce di morte tramite Twitter, su goal.com. URL consultato il 18 maggio 2012.
  4. ^ Premier League, McClean e Matic si rifiutano di indossare il papavero rosso, in La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 15 novembre 2018.
  5. ^ Perché Irlanda-Irlanda del nord è la partita di James McClean. URL consultato il 15 novembre 2018.
  6. ^ Perché James McClean non ha indossato il papavero per commemorare i caduti, in Crampi Sportivi, 8 novembre 2014. URL consultato il 15 novembre 2018.
  7. ^ Remembrance Day, l'ennesimo rifiuto di James McClean, in Fox Sports, 29 ottobre 2016. URL consultato il 15 novembre 2018.
  8. ^ Il profilo di James McClean, su transfermarkt.it. URL consultato il 18 maggio 2012.
  9. ^ a b James McClean | Profile, Biography & Pictures | First Team | Sunderland AFC | Sunderland
  10. ^ james-mcclean/leistungsdaten, su transfermarkt.it. URL consultato il 18 maggio 2012.
  11. ^ Sunderland AFC (SAFCofficial) on Twitter
  12. ^ UFFICIALE: Wigan, preso McClean dal Sunderland - TMW
  13. ^ Sunderland accept Wigan bid for James McClean - Telegraph
  14. ^ UFFICIALE: West Bromwich Albion, dal Wigan arriva McCLean tuttomercatoweb.com
  15. ^ McClean Becomes A Potter | Stoke City FC, su www.stokecityfc.com. URL consultato il 9 marzo 2019.
  16. ^ (EN) Guardian Media Group, Northern Ireland recall Rangers' David Healy for Faroe Islands game, The Guardian, 26 luglio 2011. URL consultato l'11 dicembre 2011.
  17. ^ (EN) BBC, Sunderland's James McClean rules out Northern Ireland rethink, BBC Sport, 7 gennaio 2012.
  18. ^ (EN) McClean & Green earn call-ups, Sky Sports.
  19. ^ (EN) Sunderland 2–0 Arsenal, The Guardian, 18 febbraio 2012.
  20. ^ irlanda_repubblica-ceca/index/spielbericht, su transfermarkt.it. URL consultato il 18 maggio 2012.
  21. ^ UEFA Euro 2012 - I convocati dell'Irlanda, su www.tuttonazionali.com. URL consultato il 9 marzo 2019.
  22. ^ (EN) Martin O'Neill names EURO 2016 squad, fai.ie, 31 maggio 2016. URL consultato il 31 maggio 2016.
  23. ^ (EN) James McClean's vital goal shows what a dominant and decisive player he is, su The Independent, 10 ottobre 2017. URL consultato il 9 marzo 2019.
  24. ^ Redazione, Galles-Irlanda, 0-1, il tabellino. McClean manda gli irlandesi ai playoff, su Calciomagazine, 9 ottobre 2017. URL consultato il 9 marzo 2019.
  25. ^ Dario Sette, Speciale spareggi: la Danimarca schiaccia l'Irlanda e va al Mondiale, su Mondiali.it, 15 novembre 2017. URL consultato il 9 marzo 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica