Apri il menu principale
Alberto Puig de la Rosa
Alberto Puig 1993 Japanese GP.jpg
Puig nel 1993 al GP del Giappone
Nazionalità Spagna Spagna
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 1987 in classe 250
Miglior risultato finale
Gare disputate 126
Gare vinte 1
Podi 9
Punti ottenuti 672
Giri veloci 1
 

Alberto Puig de la Rosa (Barcellona, 16 gennaio 1967) è un pilota motociclistico spagnolo ritiratosi dall'attività agonistica.

È cugino del pilota automobilistico Pedro de la Rosa.[1]

Indice

CarrieraModifica

La sua carriera nel motomondiale ha avuto inizio nella stagione 1987 corsa nella classe 250 in sella ad una JJ Cobas senza ottenere punti validi per la classifica mondiale. L'anno successivo è passato ad una Honda di un team spagnolo gestito dall'ex campione mondiale Ángel Nieto, raggiungendo i primi piazzamenti validi per il campionato mondiale. Puig ha continuato a correre nella stessa classe guidando motociclette Yamaha e Aprilia fino al motomondiale 1993 raccogliendo come migliori risultati 4 piazzamenti sul podio e il 6º posto nella classifica finale del 1992.

Dalla stagione 1994 è passato alla classe superiore, rimanendovi fino al termine della carriera alla guida di moto Honda.

Nella stagione 1995 dopo aver conquistato la sua prima ed unica vittoria in un gran premio in occasione del Gran Premio motociclistico di Spagna e mentre era in lotta per il titolo mondiale, fu vittima di un incidente nel Gran Premio di Francia che quasi gli costò la vita e causò la chiusura per lui della stagione e quella del circuito di Le Mans fino al 2000.

Curiosamente anche in questa avventura nella classe regina ha gareggiato per un team gestito da un altro pilota spagnolo già campione del mondo, Sito Pons.

Dopo il ritiro dall'agonismo, avvenuto al termine della stagione 1997, si è dedicato all'attività di scopritore di talenti e manager di altri piloti motociclistici; è considerato lo scopritore di molti talenti, per esempio Casey Stoner e Daniel Pedrosa, dove per quest'ultimo ha lavorato come suo manager per ben 14 anni, per poi dividersi alla fine della stagione 2013[2]. Dopo la separazione con Dani, Puig è stato promosso a supervisore per conto della HRC nell’Asia Talent Cup con il compito di coltivare e scovare nuovi talenti in un mercato sempre più importante per le Case motociclistiche. Nel 2018 viene promosso Team Manager del team Repsol Honda a posto dell'italiano Livio Suppo dopo le sue dimissioni.[3]

Risultati nel motomondialeModifica

1987 Classe Moto                               Punti Pos.
250 JJ Cobas 20 11 - - - 17 20 13 0
1988 Classe Moto                               Punti Pos.
250 Honda 25 Rit 14 8 Rit - NQ NQ NQ NQ NQ - NQ 21 10[4] 30º
1989 Classe Moto                               Punti Pos.
250 Yamaha Rit Rit 12 Rit 16 23 - - 7 13 14 - - - - 18[5] 23º
1990 Classe Moto                               Punti Pos.
250 Yamaha - - 10 7 9 15 12 11 - 32[6] 16º
1991 Classe Moto                               Punti Pos.
250 Yamaha 21 Rit Rit 10 Rit NP NP Rit 19 10 17 14 11 7 28[7] 16º
1992 Classe Moto                           Punti Pos.
250 Aprilia 6 - 2 7 6 8 6 4 3 6 - 8 - 71[8]
1993 Classe Moto                             Punti Pos.
250 Honda 13 8 15 Rit 9 11 9 3 10 Rit 3 5 4 4 106[9]
1994 Classe Moto                             Punti Pos.
500 Honda 7 5 8 6 6 3 4 4 4 7 5 7 5 7 152[10]
1995 Classe Moto                           Punti Pos.
500 Honda 7 5 5 1 5 3 3 NP 99[11]
1996 Classe Moto                               Punti Pos.
500 Honda 7 10 9 5 12 3 12 11 11 13 12 12 7 10 - 93[12] 11º
1997 Classe Moto                               Punti Pos.
500 Honda 7 8 Rit Rit 8 8 5 12 10 14 Rit 13 15 14 15 63[13] 12º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica