Aljaksandra Sasnovič

tennista bielorussa
(Reindirizzamento da Aliaksandra Sasnovich)

Aljaksandra Sasnovič, accreditata come Aliaksandra Sasnovich dalla WTA (in bielorusso: Аляксандра Сасновіч?; Minsk, 22 marzo 1994), è una tennista bielorussa.

Aljaksandra Sasnovič
Sasnovich RG21 (24) (51376296148).jpg
Aljaksandra Sasnovič nel 2021
Nazionalità Bielorussia Bielorussia
Altezza 174 cm
Peso 60 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 335 - 221 (60.25%)
Titoli vinti 0 WTA, 11 ITF
Miglior ranking 29ª (19 settembre 2022)
Ranking attuale ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (2018, 2019)
Francia Roland Garros 4T (2022)
Regno Unito Wimbledon 4T (2018)
Stati Uniti US Open 3T (2018, 2020)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 103 - 82 (55.68%)
Titoli vinti 0 WTA, 7 ITF
Miglior ranking 39ª (23 agosto 2021)
Ranking attuale ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (2019, 2020, 2023)
Francia Roland Garros QF (2020)
Regno Unito Wimbledon 2T (2019)
Stati Uniti US Open SF (2019)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 12 febbraio 2022

In carriera ha raggiunto la posizione numero 29 in singolare il 19 settembre 2022, mentre in doppio si è arrivata fino al 39º posto il 23 agosto 2021. Si è aggiudicata in totale 18 tornei ITF, di cui 11 in singolare. Vanta quattro finali WTA, tutte perse. Inoltre, ha raggiunto gli ottavi di finale a Wimbledon 2018 e al Roland Garros 2022; mentre in doppio vanta una semifinale agli US Open 2019 un quarto di finale al Roland Garros 2020.

BiografiaModifica

Aljaksandra Sasnovič ha iniziato a giocare a tennis all'età di 8 anni. Attualmente è allenata da Igor Svetlakov e considera il cemento indoor la sua superficie preferita ma si trova bene anche sull'erba. Le piace nuotare e giocare ad hockey.

CarrieraModifica

Nella sua carriera junior ha vinto 74 partite in singolare e ne ha perse 48 riuscendo a vincere due tornei, mentre in doppio ha conquistato 77 vittorie e 40 sconfitte e ha vinto sette tornei. Il 22 agosto, ha raggiunto in singolare la posizione numero 28.

Come professionista ha vinto 11 titoli in singolare e 7 in doppio nel circuito ITF. .

Nei primi quattro mesi del 2013, ha avuto una striscia vincente di 17 partite in singolare.

In Fed Cup ha disputato finora 27 match (17 vittorie e 10 sconfitte, 12-7 in singolare). Ha debuttato nel 2012 nel Group I Europe/Africa Round Robin, dove ha perso da Stefanie Vögele e da Timea Bacsinszky in singolo.

Nel 2015 gioca la prima finale WTA della carriera in quel di Seul, partendo dalle qualificazioni. Nell'ultimo atto, però, soccombe alla testa di serie numero 1 del torneo, Irina-Camelia Begu, per 3-6 1-6.

2018: seconda finale WTA e Top 30Modifica

Apre il 2018 al Brisbane International. Supera le qualifiche vincendo tre partite, approdando nel main draw. Estromette al primo turno la francese e 6ª testa di serie Kristina Mladenovic in rimonda in tre set, stessa sorte nei due turni successivi batte l'estone Anett Kontaveit e la finalista della passata edizione Alizé Cornet. In semifinale supera la 7ª serie del tabellone Anastasija Sevastova in due set accedendo alla sua seconda finale in carriera, la prima dopo oltre due anni ed a livello Premier. Qui cede di schianto alla terza forza del draw, l'ucraina Elina Svitolina racimolando solo tre game. Questo risultato le permette di raggiungere il best ranking alla posizione 53, diventando la numero uno della Bielorussia, scavalcando Aryna Sabalenka. Si presenta agli Australian Open dove raggiunge per la prima volta il terzo turno venendo estromessa da Caroline Garcia (3-6 7-5 2-6). In Ungheria, dopo aver superato con facilità Roberta Vinci, viene eliminata da Petra Martić in rimonta per 4-6 nel terzo set. Agli Indian Wells viene estromessa da Caroline Wozniacki al terzo turno. Non fa meglio a Miami dove viene eliminata da Anastasija Pavljučenkova. In Svizzera viene fermata dalla futura finalista, Kirsten Flipkens al secondo turno. A Praga viene estromessa al primo turno da Kristýna Plíšková per 56-7 3-6. Nel Masters di Madrid supera Danielle Collins per 7-5 6-2, per poi venire sconfitta da Anett Kontaveit per 2-6 nel set decisivo. Non riesce a qualificarsi per gli Internazionali di Italia. All'Open di Francia supera senza grosse difficoltà il primo turno contro Denisa Allertová per 6-4 6-3, successivamente viene eliminata da Kiki Bertens per 4-6 2-6. A Maiorca viene estromessa immediatamente con un punteggio netto di 4-6 0-6 per mano di Antonia Lottner. Si presenta a Wimbledon dove per la prima volta raggiunge il quarto turno in uno Slam. È costretta ad arrendersi a Jeļena Ostapenko per 46-7 0-6. Nel torneo di Mosca raggiunge la semifinale dopo aver approfittato del ritiro di Anastasija Sevastova nei quarti di finale. A fermarla è la futura vincitrice del torneo Olga Danilović (2-6 7-5 5-7). Nei tornei dell'US Open series supera le qualificazioni venendo subito estromessa da Viktória Kužmová per 0-6 6-4 1-6 a Cincinnati; mentre a New Haven raggiunge il secondo turno superando Kristina Mladenovic per 7-66 63-7 6-2, prima di perdere contro la seconda testa di serie, Caroline Garcia, per 7-26 2-6 4-6. Agli US Open elimina Belinda Bencic in rimonta per 2-6 6-1 6-2 e, la testa di serie numero 11, Dar'ja Kasatkina per 6-2 7-36; per poi venire sconfitta, senza vincere nemmeno un game, da Naomi Ōsaka, testa di serie nº 20 e futura campionessa. Si presenta a Tokyo, dove viene estromessa all'esordio da Anastasija Pavljučenkova con il punteggio di 3-6 4-6. Nel torneo di Wuhan, sconfitta Elise Mertens con un doppio tie-break, viene eliminata nettamente da Mónica Puig. Non fa meglio nemmeno a Pechino, dove a superarla nel secondo turno è Karolína Plíšková. Nel torneo russo a Mosca raggiunge i quarti superando, tra le altre, la numero nove del mondo Kiki Bertens. Successivamente, viene eliminata da Johanna Konta per 2-6 6-2 6-7.

Chiude l'anno al nº30 del mondo, suo best-ranking.

2019: annata negativa e uscita dalla top-50Modifica

Partecipa al torneo di Brisbane dove sorprendentemente elimina Elina Svitolina, numero quattro al mondo e l'avversaria che l'ha sconfitta in finale l'anno precedente in questo torneo, per 6-4 0-6 6-3. Tuttavia, viene sconfitta nei quarti da Donna Vekić, che le lascia solamente due games. A causa di tale sconfitta perde tre posizioni: scivola alla numero 33 del ranking. A Sydney passa i due turni di qualificazione (battendo Zidansek e Puig) e supera Darja Kasatkina (nº10 del mondo) in due set al primo turno. Al secondo si impone su Priscilla Hon in rimonta, per 0-6 6-3 6-3, accedendo ai quarti di finale; nella circostanza, elimina Timea Bacsinszky con lo score di 6-3 6-3; torna in semifinale in un Premier dopo un anno: in questo caso non riesce ad approdare all'ultimo atto, fermata da Kvitová in due set netti (1-6 2-6). All'Australian Open vince agevolmente su Flipkens (6-1 6-1) e Kontaveit (6-3 6-3) prima di cedere a Pavljučenkova per 0-6 3-6. In seguito, raccoglie pochi risultati positivi tra Dubai, Doha, Indian Wells e Miami: in 6 match ottiene solo due successi.

A Madrid, la bielorussa riesce ad approdare agli ottavi dopo aver sconfitto Kontaveit (0-6 6-3 6-2) e Schmiedlová (6-2 6-2); agli ottavi si arrende a Naomi Ōsaka, nº1 del mondo, per 2-6 3-6. A Roma e Parigi non va oltre il primo turno, soccombendo a Cibulková e Hercog. Sull'erba non coglie nemmeno una vittoria, risultando battuta contro Venus Williams a Birmingham, contro Peterson a Eastbourne e contro Halep, poi campionessa a Wimbledon.

Dopo una breve avventura al Baltic Open (dove esce all'esordio), prende parte allo swing americano: ottiene 3 secondi turni (Cincinnati, Bronx Open e US Open) e un primo turno alla Rogers Cup.

Nella trasferta cinese fa peggio, non riuscendo a cogliere successi in tre tornei giocati. Chiude l'anno con la finale nel WTA 125K di Limoges, dove si arrende a Ekaterina Aleksandrova (1-6 3-6).

Termina l'anno al nº67 del mondo.

2020: quarti di finale a Palermo e LinzModifica

La bielorussa inizia l'anno a Shenzhen, ove batte Anna-Lena Friedsam per 6-2 6-3 prima di cedere a Qiang Wang (tds nº4) in tre set. Passa le qualificazioni per il Premier di Adelaide, imponendosi su Aoyama e Maria; al primo turno, si arrende a Danielle Collins, con un netto 3-6 2-6. Agli Australian Open perde subito dalla qualificata Greet Minnen, per 6(3)-7 6-4 5-7. A Dubai supera le quali eliminando Stefani, Blinkova e Bogdan ma, al primo turno, soccombe a Kiki Mladenovic (4-6 3-6). A Doha esce al secondo turno qualificatorio per mano di Daria Kasatkina.

In seguito, il tennis è costretto a fermarsi a causa della pandemia di COVID-19 da marzo ad agosto. Vengono annullati tutti i tornei previsti per quei mesi (compreso Wimbledon) e, inoltre, i Giochi Olimpici di Tokyo vengono rimandati al 2021.

Sasnovič riprende a giocare a Palermo, dove riesce a passare le qualificazioni con tre vittorie su Komardina (7-5 6-2), Martincová (che si ritira dopo aver perso il primo set) e Arruabarrena (7-5 7-6(2)); nel tabellone principale, estromette la quinta testa di serie del torneo Elise Mertens con il punteggio di 6-4 6-1. Al secondo turno elimina l'italiana Jasmine Paolini per 6-0 6-2, accedendo ai primi quarti di finale in stagione; nella circostanza, cede alla prima testa di serie Petra Martic in due tie-break. A Praga non riesce a superare il tabellone cadetto, battuta da Ruse al secondo turno (7-6(4) 4-6 6(3)-7).

Agli US Open replica il terzo turno raggiunto nel 2018: elimina Di Lorenzo e la 12° testa di serie Vondroušová prima di perdere da Putinceva (6-3 2-6 1-6).

A Istanbul riesce a ottenere i quarti di finale estromettendo Diyas e Schmiedlová, entrambe in tre set; tra le ultime 8, viene sconfitta da Martincová per 2-6 3-6. Al Roland Garros batte Friedsam (6-2 2-6 6-3) prima di arrendersi a Garcia in due parziali.

Chiude la stagione a Linz, dove centra nuovamente i quarti grazie a due vittorie su Pera (8° testa di serie) e la qualificata Fett; nei quarti cede di schianto a Krejčíková, per 3-6 1-6. Termina l'annata al nº90 del ranking.

2021: terzo turno a Wimbledon e ottavi ad Indian WellsModifica

Inizia l'anno ad Abu Dhabi, dove supera la qualificata Bondár all'esordio (6-2 6-3) prima di perdere dalla 5ª testa di serie Muguruza in due set. Al Gippsland Trophy di Melbourne, batte Lesja Curenko in rimonta (3-6 6-4 6-4) mentre, al secondo round, cede a Irina-Camelia Begu (7-5 4-6 4-6). Agli Australian Open esce di scena già al primo turno contro Anett Kontaveit, testa di serie nº21. Al Phillip Island Trophy perde al secondo turno contro la lucky loser Da Silva-Fick in tre set. A Lione, San Pietroburgo e Madrid viene eliminata al secondo round. Al WTA '125' di Saint-Malo arriva fino ai quarti, dove viene estromessa da Golubic. A Belgrado, la bielorussa batte Wang (6(6)-7 6-0 6-2) e Bucșa (6-4 5-7 6-0), giungendo ai quarti, dove viene si arrende a Osorio in due parziali. Al Roland Garros, viene superata al secondo turno da Aryna Sabalenka, con lo score di 5-7 3-6. Sull'erba, gioca a Wimbledon: al primo turno, approfitta del ritiro della pluricampionessa slam Serena Williams sul 3-3 del primo set, causa scivolata sull'erba dell'americana. Al secondo turno, elimina Nao Hibino per 6-4 7-6(4), giungendo al terzo turno del major londinese per la seconda volta in carriera. Nella circostanza, viene sconfitta da Angelique Kerber, con lo score di 6-2 0-6 1-6. Sul cemento americano ottiene due risultati di rilievo: centra, a Cleveland, il terzo quarto WTA della stagione con due successi su McHale e Podoroska; tra le ultime otto, perde da Begu in due set. A Indian Wells, dopo una comoda vittoria su Osorio (6-0 6-4), si impone sulla fresca trionfatrice dello US Open, Emma Raducanu, con il punteggio di 6-2 6-4. Al terzo turno, batte Simona Halep per 7-5 6-4, approdando agli ottavi del '1000' per la prima volta in carriera. Nella circostanza, cede ad Azaranka per 3-6 4-6.

Chiude l'anno al n°91 del mondo.

2022: 4° finale WTAModifica

Inizia il 2022 al torneo di Melbourne passando le qualificazioni dopo aver battuto in due set prima la wildcard australiana Tjandramulia e poi l'ucraina Curenko. Nel tabellone principale vince contro Wang Xinyu (6-4 6-2) e Rebecca Peterson (6-2 6-4). Ai quarti incontra Clara Tauson e passa il turno dopo aver vinto il primo set, a causa del ritiro della danese.[1] Raggiunge le semifinali ed estromette la settima testa di serie Anni Li in tre set (7-6(4) 2-6 6-3), approdando in finale, la quarta della carriera. Nella circostanza, Aljaksandra perde da Amanda Anisimova, con lo score di 5-7 6-1 4-6.[2] All'Australian Open, viene sconfitta al primo turno dalla cinese Zheng al tie-break del terzo set. Successivamente, partecipa al torneo di San Pietroburgo: elimina Magda Linette (7-5 4-6 6-4) e Jaqueline Cristian (6-2 6-3), approdando al secondo quarto di finale della stagione; nella circostanza, si arrende a JeĮena Ostapenko in tre set. A Doha passa le qualificazioni, superando Bogdan (6-1 6-1) e Flipkens (6-3 6-2); al primo turno, si impone su Zhang con un duplice 6-1 mentre, al secondo round, cede il passo alla n°8 del seeding Ons Jabeur (6-1 5-7 3-6). A Indian Wells viene sconfitta al secondo turno da Kvitová in tre parziali; a Miami, prevale su Wang (7-6(6) 6-4) e la testa di serie n°25 Kasatkina (7-6(5) 6-4) per poi vincere su Begu in tre ore di gioco (7-5 6(4)-7 6-4); Sasnovič raggiunge gli ottavi in Florida per la prima volta in carriera: nella circostanza, viene eliminata da Belinda Bencic, con lo score di 2-6 3-6. Grazie all'ottimo inizio di stagione, Aljaksandra rientra stabilmente tra le prime 100 del mondo, piazzandosi al 50º posto ad aprile.

StatisticheModifica

SingolareModifica

Sconfitte (5)Modifica

Legenda
Grande Slam (0)
Argenti Olimpici (0)
WTA Finals (0)
WTA Elite Trophy (0)
Dal 2009 al 2020 Dal 2021
Premier Mandatory (0) WTA 1000 (0)
Premier 5 (0)
Premier (1) WTA 500 (0)
International (1) WTA 250 (2)
WTA 125 (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria Punteggio
1. 27 settembre 2015   Hansol Korea Open, Seul Cemento   Irina-Camelia Begu 3-6, 1-6
2. 6 gennaio 2018   Brisbane International, Brisbane Cemento   Elina Svitolina 2-6, 1-6
3. 22 dicembre 2019   Engie Open de Limoges, Limoges Cemento (i)   Ekaterina Aleksandrova 1-6, 3-6
4. 9 gennaio 2022   Melbourne Summer Set, Melbourne Cemento   Amanda Anisimova 5-7, 6-1, 4-6
5. 27 agosto 2022   Tennis in the Land, Cleveland Cemento   Ljudmila Samsonova 1-6, 3-6

Statistiche ITFModifica

SingolareModifica

Vittorie (9)Modifica

Torneo $100.000 (1)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (1)
Torneo $25.000 (4)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (5)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Score
1. 16 ottobre 2011   Torneo Internazionale Femminile Città di Cagliari, Cagliari Terra rossa   Anne Schäfer 6-4, 6-3
2. 15 aprile 2012   Eurotools Cup, Pomezia Terra rossa   Ioana Raluca Olaru 0-6, 6-1, 6-1
3. 2 settembre 2012   Kivenappa Ladies Cup, San Pietroburgo Terra rossa   Polina Vinogradova 1-6, 6-3, 6-0
4. 11 novembre 2012   Pavlov Cup, Minsk Cemento (i)   Ljudmyla Kičenok 6-0, 7-6(4)
5. 10 marzo 2013   Netanya Open, Netanya Cemento   Amandine Hesse 6-2, 7-5
6. 17 marzo 2013   Netanya Open, Netanya Cemento   Polina Vinogradova 6-3, 3-6, 6-4
7. 31 marzo 2013   SEB Tallink Open, Tallinn Cemento (i)   Nadežda Kičenok 7-6(3), 6-2
8. 27 ottobre 2013   Internationaux Féminins de la Vienne, Poitiers Cemento (i)   Sofia Arvidsson 6-1, 5-7, 6-4
9. 3 novembre 2013   Open GDF SUEZ Nantes Atlantique, Nantes Cemento (i)   Magda Linette 4-6, 6-4, 6-2
10. 23 febbraio 2014   Winter Moscow Open, Mosca Cemento (i)   Anett Kontaveit 6-3, 6-2
11. 8 giugno 2014   Internazionali Femminili di Tennis di Brescia, Brescia Terra rossa   Renata Voráčová 6-4, 6-1

DoppioModifica

Vittorie (7)Modifica

Torneo $100.000 (0)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (1)
Torneo $25.000 (3)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (3)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Score
1. 26 febbraio 2012   SEB Tallink Open, Tallinn Cemento (i)   Lou Brouleau   Ol'ga Kaljužnaja
  Jaimy-Gayle van de Wal
6-3, 6-2
2. 11 novembre 2012   Pavlov Cup, Minsk Cemento (i)   Kacjaryna Dzehalevič   Ljudmyla Kičenok
  Nadežda Kičenok
1-6, 6-2, [10-3]
3. 10 marzo 2013   Netanya Open, Netanya Cemento   Polina Lejkina   Natela Dzalamidze
  Aminat Kushkhova
2-6, 7-6(4), [10-8]
4. 17 marzo 2013   Netanya Open, Netanya Cemento   Polina Lejkina   Lu Jiajing
  Lu Jiaxiang
6-1, 6-2
5. 28 aprile 2013   ITF Women's Circuit Chiasso, Chiasso Terra rossa   Diāna Marcinkēviča   Nicole Clerico
  Giulia Gatto-Monticone
6(2)-7, 6-4, [10-7]
6. 15 novembre 2013   Pavlov Cup, Minsk Cemento (i)   Ilona Kramen'   Anna Danilina
  Ol'ga Dorošina
7-6(3), 6-0
7. 23 febbraio 2015   St. Petersburg Ladies Trophy, San Pietroburgo Cemento (i)   Viktorija Golubic   Stéphanie Foretz
  Ana Vrljić
6-4, 7-5

Sconfitte (2)Modifica

Torneo $100.000 (0)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (2)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (0)
Torneo $25.000 (0)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (0)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Score
1. 4 novembre 2012   AEGON Pro Series Barnstaple, Barnstaple Cemento (i)   Diāna Marcinkēviča   Akgul Amanmuradova
  Vesna Dolonc
3-6, 1-6
2. 3 febbraio 2013   Vanessa Phillips Women's Tournament, Eilat Cemento   Corinna Dentoni   Alla Kudrajvceva
  Elina Svitolina
1-6, 3-6

Risultati in progressioneModifica

Sigla Risultato
V Vincitore
F Finalista
SF Semifinalista
O Oro olimpico
A Argento olimpico
SF Bronzo olimpico
QF Quarti di Finale
4T Quarto turno
3T Terzo turno
2T Secondo turno
1T Primo turno
RR Round Robin
LQ Turno di qualificazione
A Assente
ND Non disputato
Legenda superfici
Cemento
Terra battuta
Erba
Superficie variabile

Singolare nei tornei del Grande SlamModifica

Torneo 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 2021 2022 Titoli V-S V%
  Australian Open Q1 Q1 2T 1T 3T 3T 1T 1T 0 / 6 5-6 45%
  Open di Francia Q1 Q1 1T 2T 2T 1T 2T 2T 0 / 6 4-6 38%
  Wimbledon Q2 2T 2T 1T 4T 1T ND 3T 0 / 6 7-6 54%
  US Open 2T 1T 1T 2T 3T 2T 3T 1T 0 / 8 7-8 47%
Totale 1-1 1-2 2-4 2-4 8-4 3-4 3-3 3-4 0 / 26 23-26 47%

Doppio nei tornei del Grande SlamModifica

Torneo 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 2021 2022 Titoli V-S V%
  Australian Open A A A A A 3T 3T 1T 0 / 3 4-3 57%
  Open di Francia A A A A 3T 1T QF 1T 0 / 4 5-4 56%
  Wimbledon A A Q1 Q1 1T 2T ND 1T 0 / 3 4-3 25%
  US Open A A A A 1T SF 1T 1T 0 / 4 4-4 50%
Totale 0-0 0-0 0-0 0-0 2-3 7-4 5-3 0-4 0 / 14 14-14 50%

Doppio misto nei tornei del Grande SlamModifica

Nessuna partecipazione

NoteModifica

  1. ^ Gianluca Sartori, WTA Melbourne 2: le semifinali saranno Anisimova-Kasatkina e Li-Sasnovich, su Ubitennis, 7 gennaio 2022. URL consultato il 9 gennaio 2022.
  2. ^ Anisimova rinasce a Melbourne, su Supertennis, 9 gennaio 2022. URL consultato il 9 gennaio 2022.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica