Apri il menu principale

Eurovision Song Contest 2011

manifestazione musicale internazionale
Eurovision Song Contest 2011
Ell & Nikki - Azerbaijan (Eurovision Song Contest 2011).jpg
I vincitori della manifestazione, Ell & Nikki
EdizioneLVI (56ª)
PeriodoSemifinali
10 maggio 2011
12 maggio 2011
Finale
14 maggio 2011
SedeEsprit Arena, Düsseldorf, Germania Germania
PresentatoreStefan Raab
Anke Engelke
Judith Rakers
Trasmissione TVNDR in Eurovisione
Partecipanti43
RitorniAustria Austria
Italia Italia
San Marino San Marino
Ungheria Ungheria
VincitoreAzerbaigian Azerbaigian (1°)
con la canzone:
Running Scared
SecondoItalia Italia
TerzoSvezia Svezia
Cronologia
20102012

La cinquantaseiesima edizione dell'Eurovision Song Contest si è svolta il 10, 12 e 14 maggio 2011 presso l'Esprit Arena di Düsseldorf, in Germania, in seguito alla vittoria di Lena nell'edizione precedente con Satellite.[1] È la terza edizione del concorso canoro svoltasi in Germania (dopo le edizioni del 1957, ospitata da Francoforte sul Meno, e del 1983, ospitata da Monaco di Baviera) e la prima ospitata da Düsseldorf.

Il concorso si è articolato, come dal 2008, in due semifinali e una finale, presentate da Stefan Raab, Anke Engelke e Judith Rakers.[2]

In quest'edizione sono ritornati Austria, assente dal 2008, Italia, assente dal 1998, San Marino, assente dal 2009, e Ungheria, assente solo nel 2010. Liechtenstein e Kosovo, nonostante abbiano manifestato interesse nella partecipazione, non hanno soddisfatto i criteri fondamentali per la partecipazione.

I vincitori sono stati gli azeri Ell & Nikki con Running Scared.

OrganizzazioneModifica

 
I tre presentatori dell'Eurovision Song Contest 2011. Da sinistra: Anke Engelke, Judith Rakers e Stefan Raab.

Lo slogan di questa edizione, annunciato il 13 gennaio 2011, è stato Feel Your Heart Beat! (dall'inglese: senti battere il tuo cuore!), in linea con il logo dell'edizione, un cuore composto da fasci di luce disegnato da Turquoise Branding. L'UER ha sostenuto che tale scelta sia stata ispirata dalla vincitrice dell'edizione 2010 dell'evento, Lena, che durante una conversazione con il presentatore Erik Solbakken ha formato un cuore con le dita per ringraziare coloro che l'avevano votata.[3]

Il 16 dicembre 2010 sono stati annunciati i tre presentatori di questa edizione: Stefan Raab, Anke Engelke e Judith Rakers.[2]

I partner ufficiali del festival sono stati Schwarzkopf[4], marchio di Henkel, Lufthansa[5] e Vodafone[6].

I produttori esecutivi dell'evento sono stati Ralf Quibeldey e Thomas Schreiber.[7]

L'intero festival ha vinto il premio della Rosa d'oro 2012 come miglior programma televisivo trasmesso in live.[8]

Scelta della sedeModifica

 
L'Esprit Arena vista da sud

All'indomani della vittoria tedesca all'Eurovision Song Contest 2010, 23 città tedesche hanno espresso un iniziale interesse nell'ospitare la manifestazione, tuttavia solo 8 di esse sono state prese in considerazione dall'emittente tedesca Norddeutscher Rundfunk (NDR): Berlino, Amburgo, Hannover, Gelsenkirchen, Düsseldorf, Colonia, Francoforte sul Meno e Monaco di Baviera.

Il 21 agosto 2010 NDR ha ristretto ulteriormente la scelta a quattro città: Amburgo, Berlino, Düsseldorf e Hannover.[9]

Con il ritiro di Amburgo il 2 ottobre a causa della difficoltà nel sostenere i costi richiesti dalla manifestazione, sono rimaste in gara solo 3 città.[10]

Il 12 ottobre NDR ha annunciato che l'Esprit Arena di Düsseldorf era stata scelta come sede dell'evento.[11]

Città Sede Posti Note
Amburgo Messehallen 10 000
Berlino Aeroporto Tempelhof 9 000 Si tratterebbe di un tendone posto per l'occasione nei pressi dell'hangar
Düsseldorf Esprit Arena 38 000
Hannover Fiera di Hannover

Stati partecipantiModifica

 

     Stati partecipanti che si sono qualificati alla finale

     Stati partecipanti che non si sono qualificati per la finale

     Stati che hanno partecipato in passato ma non nel 2011

Il 31 dicembre 2010 è stata ufficializzata la lista definitiva degli Stati partecipanti a questa edizione, che ne prevede 43[12]. I Big Four sono diventati Big Five, con il ritorno dell'Italia, terzo maggiore contributore UER.[13]

Stato Artista Brano Lingua Processo di selezione Note
  Albania Aurela Gaçe Feel the Passion Inglese Festivali i Këngës 49, 25 dicembre 2011[14] Il brano in gara è una versione in inglese rispetto a quello che ha vinto la selezione nazionale[15]
  Armenia Emmy Boom Boom Inglese
  • Interno per la cantante, 11 dicembre 2010[16]
  • Selezione nazionale per il brano, 5 marzo 2011[17]
  Austria Nadine Beiler The Secret Is Love Inglese Düsseldorf - wir kommen!, 25 febbraio 2011[18]
  Azerbaigian Ell & Nikki Running Scared Inglese
  Belgio Witloof Bay With Love Baby Inglese Eurovision 2011: Qui? A vous de choisir!, 12 febbraio 2011[20]
  Bielorussia Anastasija Vinnikava[21] I Love Belarus[22] Inglese Interno: artista annunciata il 28 febbraio 2011, brano presentato il 14 marzo 2011 Il brano in gara è differente da quello con cui è stata vinta la selezione[21]
  Bosnia ed Erzegovina Dino Merlin[23] Love in Rewind[24] Inglese, bosniaco Interno; cantante annunciato l'1 dicembre 2010, canzone presentata il 21 febbraio 2011
  Bulgaria Poli Genova Na inat Bulgaro Selezione nazionale, 23 febbraio 2011[25]
  Cipro Christos Mylordos[26] San aggelos s'agapīsa[27] Greco Performance talent show per l'artista, 10 settembre 2010; Selezione interna per la canzone, 20 gennaio 2011.
  Croazia Daria Celebrate Inglese Dora 2011, 5 marzo 2011[17] Il brano precedentemente si chiamava Break a Leg[28]
  Danimarca A Friend in London New Tomorrow Inglese Dansk Melodi Grand Prix 2011, 26 febbraio 2011[29]
  Estonia Getter Jaani Rockefeller Street Inglese Eesti Laul 2011, 26 febbraio 2011[30]
  Finlandia Paradise Oskar Da Da Dam Inglese Euroviisut 2011, 12 febbraio 2011[20]
  Francia Amaury Vassili[31] Sognu[32] Corso Interno; Artista annunciato il 27 gennaio 2011, brano presentata il 7 marzo 2011
  Georgia Eldrine One More Day Inglese Finale nazionale, 19 febbraio 2011[33] Il brano è una versione modificata rispetto a quello che ha vinto la selezione nazionale.[28]
  Germania (organizzatore) Lena[34] Taken by a Stranger[35] Inglese Interno per l'artista, 3 giugno 2010; Unser Song für Deutschland per il brano, 18 febbraio 2011
  Grecia Loukas Giōrkas feat. Stereo Mike Watch My Dance Inglese, greco Finale nazionale, 2 marzo 2011[36]
  Irlanda Jedward Lipstick Inglese Eurosong 2011, 11 febbraio 2011[19]
  Islanda Sigurjón's Friends Coming Home Inglese Söngvakeppnin 2011, 12 febbraio 2011[20] La canzone è una versione in inglese rispetto a quella che ha vinto la selezione nazionale[37]
  Israele Dana International Ding Dong Inglese Kdam Eurovision 2011, 8 marzo 2011[38] Il brano in gara è una versione modificata rispetto a quello che ha vinto la selezione nazionale[39]
  Italia Raphael Gualazzi Madness of Love Inglese, italiano Interno, 19 febbraio 2011[40] Brano selezionato tra i partecipanti al Festival di Sanremo 2011. Il brano in gara inoltre è una versione modificata rispetto a quello selezionato internamente[41]
  Lettonia Musiqq Angel in Disguise Inglese Eirodziesma 2011, 26 febbraio 2011[30]
  Lituania Evelina Sašenko C'est ma vie Inglese, francese Eurovizija 2011, 24 febbraio 2011[42]
  Macedonia Vlatko Ilievski Rusinka Macedone Skopje Fest 2011, 27 febbraio 2011[43]
  Malta Glen Vella One Life Inglese Malta Eurosong 2011, 12 febbraio 2011[44]
  Moldavia Zdob și Zdub So Lucky Inglese O melodie pentru Europa 2011, 26 febbraio 2011[29]
  Norvegia Stella Mwangi Haba Haba Inglese, swahili Melodi Grand Prix 2011, 12 febbraio 2011[45]
  Paesi Bassi 3JS Never Alone Inglese Il brano è una versione in inglese rispetto a quello che ha vinto la selezione nazionale[28]
  Polonia Magdalena Tul Jestem Polacco Krajowe Eliminacje 2011, 14 febbraio 2011[48]
  Portogallo Homens da Luta A luta é alegria Portoghese Festival da Canção 2011, 5 marzo 2011[49]
  Regno Unito Blue[50] I Can[51] Inglese Interno; Artista annunciato il 29 gennaio 2011, brano presentato l'11 marzo 2011
  Romania Hotel FM Change Inglese Selecția Națională 2011, 31 dicembre 2010[52]
  Russia Aleksej Vorob'ëv[53] Get You[54] Inglese, russo Interno; cantante annunciato il 5 marzo 2011, brano presentato il 12 marzo 2011
  San Marino Senit[55] Stand By[56] Inglese Interno; artista annunciato il 3 febbraio 2011, brano presentato l'11 marzo 2011
  Serbia Nina Čaroban Serbo Pesma za Evropu, 26 febbraio 2011[29]
  Slovacchia TWiiNS[57] I'm Still Alive[58] Inglese Interno; Artista annunciato il 18 febbraio 2011, brano presentato il 3 marzo 2011
  Slovenia Maja Keuc No One Inglese EMA 2011, 27 febbraio 2019[43] Il brano è la versione inglese di quello che ha vinto la selezione nazionale[59]
  Spagna Lucía Pérez Que me quiten lo bailao Spagnolo Destino Eurovisión, 18 febbraio 2011[60] Il brano in gara è una versione modificata rispetto a quello che ha vinto la selezione nazionale[61]
  Svezia Eric Saade Popular Inglese Melodifestivalen 2011, 12 marzo 2011[62]
  Svizzera Anna Rossinelli In Love for a While Inglese Die grosse Entscheidungs Show, 11 dicembre 2010[16]
  Turchia Yüksek Sadakat[52] Live It Up[63] Inglese Interno per l'artista, 11 gennaio 2011; Selezione nazionale per il brano, 25 febbraio 2011
  Ucraina Mika Newton Angel Inglese Finale nazionale, 26 febbraio 2011[29]
  Ungheria Kati Wolf What About My Dreams? Inglese, ungherese Interno; Artista e brano presentati il 9 marzo 2011[64] Il brano in gara è una versione modificata rispetto a quello selezionato internamente[61]

Stati non partecipantiModifica

  •   Andorra: il 5 ottobre 2011, RTVA ha annunciato che non avrebbe partecipato a questa edizione per difficoltà economiche.[65]
  •   Principato di Monaco: il paese non prenderà parte a queste edizione per motivi economici.
  •   Montenegro: dopo un'iscrizione provvisoria, il 23 dicembre 2010 RTCG annuncia che non prenderà parte a questa edizione.[66]
  •   Lussemburgo: RTL non parteciperà a questa edizione, per scarso interesse nei confronti della manifestazione.
  •   Repubblica Ceca: la tv di stato ceca ČT, non prenderà parte all'evento per scarso interesse del pubblico, dopo aver fallito la qualificazione per tre anni di fila.[67]
  •   Liechtenstein: l'emittente nazionale 1 FL TV, pur aver fatto domanda d'iscrizione all'UER, non sarebbe in grado di prendere parte a questa edizione.[68]
  •   Kosovo: l'emittente RTK non è stata accettata nell'UER, e l'indipendenza del paese non è riconosciuta internazionalmente.

Verso l'eventoModifica

Eurovision in Concert 2011Modifica

La terza edizione dell'evento che anticipa l'ESC si è tenuta il 9 aprile 2011 presso l'Air Club di Amsterdam, condotta da Cornald Maas, Sascha Korf e Esther Hart (rappresentante dei Paesi Bassi all'Eurovision Song Contest 2003); vi hanno partecipato:[69]

London Eurovision Party 2011Modifica

La quarta edizione dell'evento si è tenuta il 17 aprile 2011, al Shadow Lounge di Londra, condotta da Paddy O'Connell e Nikki French (rappresentante del Regno Unito all'Eurovision Song Contest 2000) ; vi hanno partecipato:[70]

Ha partecipato inoltre Emily Reed (A Song For Europe 2003).

L'eventoModifica

SemifinaliModifica

Digame ha calcolato la composizione delle urne nelle quali sono stati divisi gli Stati partecipanti, determinate in base allo storico delle votazioni. La loro composizione è stata:

Urna 1 Urna 2 Urna 3 Urna 4 Urna 5 Urna 6

Il 17 gennaio 2011, a Düsseldorf, si è svolto il sorteggio (presentato da Judith Rakers), per determinare in quale metà delle semifinali si esibiranno gli stati sorteggiati e la semifinale in cui avranno il diritto di voto gli Stati già qualificati alla finale. Nel sorteggio è stato, inoltre, esplicitato che le semifinali verranno composte da 19 Stati ciascuna, e che l'ordine di esibizione esatto verrà stabilito durante l'incontro con i capo delegazione. In base all'esito del sorteggio, le semifinali sono state quindi così composte:[71]

 

     Stati partecipanti alla prima semifinale

     Stati con diritto di voto nella prima semifinale

     Stati partecipanti alla seconda semifinale

     Stati con diritto di voto alla seconda semifinale

1ª semifinale
10 maggio 2011
2ª semifinale
12 maggio 2011
  Albania
  Finlandia
  Armenia
  Svizzera
  Norvegia
  Georgia
  Turchia
  Serbia
  Russia
  Polonia
  Croazia
  Azerbaigian
  Lituania
  Ungheria
  Malta
  San Marino
  Grecia
  Islanda
  Portogallo
  Paesi Bassi
  Bosnia ed Erzegovina
  Ucraina
  Cipro
  Austria
  Svezia
  Moldavia
  Belgio
  Slovacchia
  Israele[72]
  Macedonia
  Danimarca
  Bielorussia
  Bulgaria
  Lettonia
  Estonia
  Romania
  Slovenia
  Irlanda
Con diritto di voto:
  Regno Unito
  Spagna
Con diritto di voto:
  Francia
  Germania
  Italia

Ordine di esibizioneModifica

Il 15 marzo 2011, si è svolto l'incontro con i capo delegazione, per determinare l'ordine di esibizione ufficiale dei paesi nelle semifinali, e dei finalisti di diritto nella finale.[73]

Prima semifinaleModifica

La prima semifinale si è tenuta il 10 maggio 2011; vi hanno partecipato 19 Stati, e hanno votato anche Regno Unito e Spagna.

Stato Cantante Canzone Punti Posizione
01   Polonia Magdalena Tul Jestem 18 19
02   Norvegia Stella Mwangi Haba Haba 30 17
03   Albania Aurela Gaçe Feel the Passion 47 14
04   Armenia Emmy Boom Boom 54 12
05   Turchia Yüksek Sadakat Live It Up 47 13
06   Serbia Nina Čaroban 67 8
07   Russia Aleksej Vorob'ëv Get You 64 9
08   Svizzera Anna Rossinelli In Love for a While 55 10
09   Georgia Eldrine One More Day 74 6
10   Finlandia Paradise Oskar Da Da Dam 103 3
11   Malta Glen Vella One Life 54 11
12   San Marino Senit Stand By 34 16
13   Croazia Daria Celebrate 41 15
14   Islanda Sigurjón's Friends Coming Home 100 4
15   Ungheria Kati Wolf What About My Dreams? 72 7
16   Portogallo Homens da Luta A luta é alegria 22 18
17   Lituania Evelina Sašenko C'est ma vie 81 5
18   Azerbaigian Ell & Nikki Running Scared 122 2
19   Grecia Loukas Giōrkas feat. Stereo Mike Watch My Dance 133 1
Finale
Voto separato televoto/giuria
Pos. Televoto Punti Giuria Punti
1   Grecia 154   Lituania 113
2   Azerbaigian 124   Azerbaigian 109
3   Finlandia 111   Islanda 104
4   Russia 93   Serbia 102
5   Georgia 90   Finlandia 86
6   Islanda 79   Malta 84
7   Armenia 75   Svizzera 76
8   Ungheria 73   San Marino 74
9   Norvegia 56   Grecia 74
10   Turchia 54   Ungheria 65
11   Lituania 52   Albania 61
12   Svizzera 45   Turchia 58
13   Albania 42   Georgia 51
14   Serbia 42   Croazia 49
15   Portogallo 39   Armenia 33
16   Croazia 32   Russia 31
17   Polonia 25   Norvegia 29
18   Malta 24   Polonia 13
19   San Marino 8   Portogallo 6

12 punti

N. A Da
3   Finlandia Islanda, Norvegia, Russia
2   Azerbaigian Georgia, Turchia
2   Croazia Malta, Serbia
2   Islanda Ungheria, Spagna
2   Lituania Polonia, Regno Unito
2   Serbia Croazia, Svizzera
2   Turchia Albania, Azerbaigian
1   Albania Grecia
1   Georgia Lituania
1   Grecia Portogallo
1   Ungheria Finlandia
1   Malta San Marino
1   Russia Armenia

Seconda semifinaleModifica

La seconda semifinale si è tenuta il 12 maggio 2011; vi hanno partecipato 19 Stati, e hanno votato anche Francia, Germania e Italia.

Stato Cantante Canzone Punti Posizione
01   Bosnia ed Erzegovina Dino Merlin Love in Rewind 109 5
02   Austria Nadine Beiler The Secret Is Love 69 7
03   Paesi Bassi 3JS Never Alone 13 19
04   Belgio Witloof Bay With Love Baby 53 11
05   Slovacchia TWiiNS I'm Still Alive 48 13
06   Ucraina Mika Newton Angel 81 6
07   Moldavia Zdob și Zdub So Lucky 54 10
08   Svezia Eric Saade Popular 155 1
09   Cipro Christos Mylordos San aggelos s'agapīsa 16 18
10   Bulgaria Poli Genova Na inat 48 12
11   Macedonia Vlatko Ilievski Rusinka 36 16
12   Israele Dana International Ding Dong 38 15
13   Slovenia Maja Keuc No One 112 3
14   Romania Hotel FM Change 111 4
15   Estonia Getter Jaani Rockefeller Street 60 9
16   Bielorussia Anastasija Vinnikava I Love Belarus 45 14
17   Lettonia Musiqq Angel in Disguise 25 17
18   Danimarca A Friend in London New Tomorrow 135 2
19   Irlanda Jedward Lipstick 68 8
Finale
Voto separato televoto/giuria
Pos. Televoto Punti Giuria Punti
1   Svezia 159   Slovenia 146
2   Bosnia ed Erzegovina 131   Danimarca 129
3   Romania 121   Svezia 99
4   Danimarca 115   Austria 95
5   Ucraina 91   Romania 85
6   Irlanda 78   Estonia 83
7   Slovenia 68   Ucraina 76
8   Moldavia 61   Belgio 71
9   Bielorussia 54   Slovacchia 71
10   Austria 52   Irlanda 66
11   Israele 51   Bosnia ed Erzegovina 65
12   Belgio 50   Bulgaria 59
13   Estonia 46   Moldavia 53
14   Bulgaria 43   Macedonia 47
15   Lettonia 43   Bielorussia 38
16   Slovacchia 40   Israele 36
17   Macedonia 33   Cipro 24
18   Cipro 23   Paesi Bassi 22
19   Paesi Bassi 17   Lettonia 11

12 punti

N. A Da
7   Svezia Belgio, Cipro, Danimarca, Estonia, Francia, Israele, Paesi Bassi
4   Bosnia ed Erzegovina Austria, Macedonia, Slovacchia, Slovenia
4   Danimarca Bulgaria, Irlanda, Lettonia, Svezia
2   Romania Italia, Moldavia
1   Austria Germania
1   Moldavia Romania
1   Slovacchia Ucraina
1   Slovenia Bosnia e Erzegovina
1   Ucraina Bielorussia

FinaleModifica

  • La finale si è tenuta il 14 maggio 2011; vi hanno gareggiato i 10 Paesi qualificatisi durante la prima semifinale, i 10 qualificatisi durante la seconda semifinale e i 5 finalisti di diritto, per un totale di 25 Paesi.
  • Hanno aperto la finale Stefan Raab e Lena con una versione speciale di Satellite.
Stato Cantante Canzone Punti Posizione
01   Finlandia Paradise Oskar Da Da Dam 57 21
02   Bosnia ed Erzegovina Dino Merlin Love in Rewind 125 6
03   Danimarca A Friend in London New Tomorrow 134 5
04   Lituania Evelina Sašenko C'est ma vie 63 19
05   Ungheria Kati Wolf What About My Dreams? 53 22
06   Irlanda Jedward Lipstick 119 8
07   Svezia Eric Saade Popular 185 3
08   Estonia Getter Jaani Rockefeller Street 44 24
09   Grecia Loukas Giōrkas e Stereo Mike Watch My Dance 120 7
10   Russia Aleksej Vorob'ëv Get You 77 16
11   Francia Amaury Vassili Sognu 82 15
12   Italia Raphael Gualazzi Madness of Love 189 2
13   Svizzera Anna Rossinelli In Love for a While 19 25
14   Regno Unito Blue I Can 100 11
15   Moldavia Zdob și Zdub So Lucky 97 12
16   Germania Lena Meyer-Landrut Taken by a Stranger 107 10
17   Romania Hotel FM Change 77 17
18   Austria Nadine Beiler The Secret Is Love 64 18
19   Azerbaigian Ell & Nikki Running Scared 221 1
20   Slovenia Maja Keuc No One 96 13
21   Islanda Sigurjón's Friends Coming Home 61 20
22   Spagna Lucía Pérez Que me quiten lo bailao 50 23
23   Ucraina Mika Newton Angel 159 4
24   Serbia Nina Čaroban 85 14
25   Georgia Eldrine One More Day 110 9
Finale
Voto separato televoto/giuria
Pos. Televoto Punti Giuria Punti
1   Azerbaigian 223   Italia 251
2   Svezia 221   Azerbaigian 182
3   Grecia 176   Danimarca 168
4   Ucraina 168   Slovenia 160
5   Regno Unito 166   Austria 145
6   Bosnia ed Erzegovina 151   Irlanda 119
7   Russia 138   Ucraina 117
8   Georgia 138   Serbia 111
9   Germania 113   Svezia 106
10   Irlanda 101   Germania 104
11   Italia 99   Bosnia ed Erzegovina 90
12   Moldavia 98   Francia 90
13   Serbia 89   Romania 86
14   Romania 79   Grecia 84
15   Francia 76   Moldavia 82
16   Spagna 73   Georgia 79
17   Ungheria 64   Finlandia 75
18   Danimarca 61   Estonia 74
19   Islanda 60   Islanda 72
20   Lituania 55   Lituania 66
21   Finlandia 47   Ungheria 60
22   Slovenia 39   Regno Unito 57
23   Estonia 32   Svizzera 53
24   Austria 25   Spagna 38
25   Svizzera 2   Russia 25

12 punti

N. A Da
5   Bosnia ed Erzegovina Austria, Macedonia, Serbia, Slovenia, Svizzera
4   Italia Albania, Lettonia, San Marino, Spagna
3   Azerbaigian Malta, Russia, Turchia
3   Danimarca Islanda, Irlanda, Danimarca
3   Georgia Bielorussia, Lituania, Ucraina
3   Irlanda Danimarca, Svezia, Regno Unito
3   Ucraina Armenia, Azerbaigian, Slovacchia
2   Francia Belgio, Grecia
2   Lituania Georgia, Polonia
2   Romania Italia, Moldavia
2   Slovenia Bosnia e Erzegovina, Croazia
2   Spagna Francia, Portogallo
2   Svezia Estonia, Israele
1   Austria Germania
1   Finlandia Norvegia
1   Grecia Cipro
1   Ungheria Finlandia
1   Islanda Ungheria
1   Moldavia Romania
1   Regno Unito Bulgaria

Altri premiModifica

Marcel Bezençon AwardsModifica

I vincitori sono stati:[74]

OGAE 2011Modifica

L'OGAE 2011 è una classifica fatta da gruppi dell'OGAE, un'organizzazione internazionale che consiste in un network di oltre 40 fan club del Contest di vari Paesi europei e non. Come ogni anno, i membri dell'OGAE hanno avuto l'opportunità di votare per la loro canzone preferita prima della gara e i risultati sono stati pubblicati sul sito web dell'organizzazione.[75]

Posizione Paese Cantante Canzone* Punti[75]
1   Ungheria Kati Wolf What About My Dreams? 277
2   Francia Amaury Vassili Sognu 270
3   Regno Unito Blue I Can 253
4   Svezia Eric Saade Popular 238
5   Estonia Getter Jaani Rockefeller Street 183

*La tabella raffigura il voto finale di 33 OGAE club.

Trasmissione dell'evento e commentatoriModifica

PortavoceModifica

Il 14 maggio 2011, è stato stabilito l'ordine di presentazione dei portavoce.[119] L'ordine inizialmente stabilito ed i portavoce sono:

  1.   Russia: Dima Bilan (Vincitore dell'Eurovision Song Contest 2008 e rappresentante dello stato all'Eurovision Song Contest 2007)
  2.   Bulgaria: Maria Ilieva
  3.   Paesi Bassi: Mandy Huydts (Rappresentante dello stato all'Eurovision Song Contest 1986 come parte dei Frizzle Sizzle)
  4.   Italia: Raffaella Carrà
  5.   Cipro: Loukas Hamatsos
  6.   Ucraina: Ruslana (Vincitrice dell'Eurovision Song Contest 2004)
  7.   Finlandia: Susan Aho (Rappresentante dello stato all'Eurovision Song Contest 2010 come parte del duo Kuunkuiskaajat)
  8.   Norvegia: Nadia Hasnaoui (Presentatrice del Junior Eurovision Song Contest 2004 e dell'Eurovision Song Contest 2010)
  9.   Armenia: Lusine Tovmasyan
  10.   Macedonia: Kristina Taleska
  11.   Islanda: Ragnhildur Steinunn Jónsdóttir
  12.   Slovacchia: Mária Pietrová
  13.   Regno Unito: Alex Jones
  14.   Danimarca: Lise Rønne (Presentatrice dell'Eurovision Song Contest 2014)
  15.   Austria: Kati Bellowitsch
  16.   Polonia: Odeta Moro-Figurska
  17.   Svezia: Danny Saucedo (Rappresentante dello stato all'Eurovision Dance Contest 2008)
  18.   San Marino: Nicola Della Valle (Rappresentante dello stato all'Eurovision Song Contest 2008 come parte dei Miodio)
  19.   Germania: Ina Müller
  20.   Azerbaigian: Safura (Rappresentante dello stato all'Eurovision Song Contest 2010)
  21.   Slovenia: Klemen Slakonja
  22.   Turchia: Ömer Önder
  23.   Svizzera: Cécile Bähle
  24.   Grecia: Lena Aroni
  25.   Georgia: Sopho Nizharadze (Rappresentante dello stato all'Eurovision Song Contest 2010)
  26.   Francia: Cyril Féraud
  27.   Serbia: Dušica Spasić
  28.   Croazia: Nevena Rendeli
  29.   Bielorussia: Leila Ismailava (Presentatrice del Junior Eurovision Song Contest 2010)
  30.   Romania: Malvina Cservenschi
  31.   Albania: Leon Menkshi (Portavoce dello stato dall'Eurovision Song Contest 2006)
  32.   Malta: Kelly Schembri
  33.   Portogallo: Joana Teles
  34.   Ungheria: Éva Novodomszky
  35.   Lituania: Giedrius Masalskis
  36.   Bosnia ed Erzegovina: Ivana Vidmar
  37.   Irlanda: Derek Mooney (Portavoce dello stato nelle edizioni 2000, 2009 e 2010)
  38.   Spagna: Elena S. Sánchez
  39.   Israele: Ofer Nachshon (Portavoce dello stato dall'Eurovision Song Contest 2009)
  40.   Estonia: Piret Järvis (Rappresentante della Svizzera all'Eurovision Song Contest 2005 come parte delle Vanilla Ninja)
  41.   Moldavia: Geta Burlacu (Rappresentante dello stato all'Eurovision Song Contest 2008)
  42.   Belgio: Maureen Louys
  43.   Lettonia: Odeta Moro-Figurska

Ritorni artistici e curiositàModifica

  •   Bosnia ed Erzegovina - Dino Merlin, autore della canzone bosniaca del 1993 e partecipante nel 1999 con la francese Beatrice, rappresenterà di nuovo il suo paese.
  •   Germania - Lena, vincitrice nel 2010 per la Germania, si ripresenta per la seconda volta di seguito all'evento.
  •   Islanda - Gunnar Ólafsson, membro dei Sigurjón's Friends partecipò già nel 2001 come membro del gruppo Two Tricky.
  •   Israele - Dana International, vincitrice nel 1998 e autrice della canzone israeliana del 2008, è ritornata a partecipare per il suo paese con la canzone Ding Dong.
  •   Moldavia - Il gruppo Zdob și Zdub partecipò già nel 2005 sempre per la Moldavia (allora al suo debutto).
  • Stefan Raab, presentatore dell'evento, ha rappresentato la Germania nel 2000, scritto il testo della canzone di Guildo Horn del 1998, organizzato alcune selezioni nazionali, ed è stato backing vocal in diverse occasioni.
  • Per la prima volta all'ESC si sono esibite, nella seconda semifinale due coppie di gemelli, gli irlandesi Jedward e le slovacche TWiiNS (che nel 2008 furono backing vocal di Tereza Kerndlová).

NoteModifica

  1. ^ (EN) Eurovision Song Contest 2011, su eurovision.tv, Unione europea di radiodiffusione. URL consultato il 18 settembre 2019.
  2. ^ a b (EN) Presenters for 2011 Eurovision Song Contest announced!, in Eurovision Song Contest, 16 dicembre 2010. URL consultato il 19 settembre 2019.
  3. ^ (EN) Düsseldorf 2011: Feel your heart beat!, in Eurovision Song Contest, 13 gennaio 2011. URL consultato il 19 settembre 2019.
  4. ^ (EN) Schwarzkopf Presenting Partner of Eurovision Song Contest 2011, in Eurovision Song Contest, 21 ottobre 2010. URL consultato il 19 settembre 2019.
  5. ^ (EN) Lufthansa: Official Airline of Eurovision 2011, in Eurovision Song Contest, 17 gennaio 2011. URL consultato il 19 settembre 2019.
  6. ^ (EN) Vodafone becomes Official Network Eurovision 2011, in Eurovision Song Contest, 2 marzo 2011. URL consultato il 16 settembre 2019.
  7. ^ (EN) The organisers of the Eurovision Song Contest: what's up?, in Eurovision Song Contest, 12 maggio 2011. URL consultato il 19 settembre 2019.
  8. ^ (EN) Eurovision 2011 wins prestigious Rose d'Or, in Eurovision Song Contest, 11 maggio 2012.
  9. ^ (EN) Sietse Bakker, Four cities in the running to host Eurovision 2011, in Eurovision Song Contest, 21 agosto 2010. URL consultato il 18 settembre 2019.
  10. ^ (DE) Kai-Hinrich Renner, Hamburg kann den Eurovision Song Contest abhaken, in Hamburger Abendblatt, 2 ottobre 2010. URL consultato il 19 settembre 2019.
  11. ^ (EN) And the winner is... Düsseldorf!, in Eurovision Song Contest, 12 ottobre 2010. URL consultato il 18 settembre 2019.
  12. ^ (EN) Eurovision 2011: 43 countries in the running, su esctoday, 31 dicembre 2010. URL consultato il 28 giugno 2019.
  13. ^ Emanuele Lombardini, L’Ebu anticipa la lista ufficiale: ora possiamo dirlo, l’Italia sarà all’Eurofestival 2011 e sarà direttamente in finale, su eurofestival news, 31 dicembre 2010. URL consultato il 28 giugno 2019.
  14. ^ Emanuele Lombardini, L’Albania sceglie Aurela Gace con “Kenga Ime”, su Eurofestival news, 26 dicembre 2010. URL consultato il 28 giugno 2019.
  15. ^ a b Emanuele Lombardini, Ecco “Running Scared” di Ell & Nikki (Azerbaigian) e la versione ufficiale inglese di “Feel the passion” di Aurela Gace (Albania), su Eurofestival news, 14 marzo 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  16. ^ a b Emanuele Lombardini, “In love for a while”, Anna Rossinelli rappresenterà la Svizzera: il resoconto della finale. Armenia: Emmy, su Eurofestival news, 11 dicembre 2010. URL consultato il 28 giugno 2019.
  17. ^ a b Emanuele Lombardini, “Boom Boom” per l’Armenia, la Croazia sceglie “Break a leg” di Daria Kinzer, su Eurofestival news, 6 marzo 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  18. ^ Emanuele Lombardini, “The secret is love”, l’Austria si affida a Nadine Beiler, su Eurofestival news, 25 febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  19. ^ a b Emanuele Lombardini, L’Irlanda ritocca il fondo. All’Eurofestival vanno The Jedwards. In due per l’Azerbaigian, su Eurofestival news, 12 febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  20. ^ a b c Emanuele Lombardini, “With love baby” dei Wytloof Bay per il Belgio, Paradise Oskar per la Finlandia “Da Da Dam”. L’Islanda sceglie i Sigurjon Friends, su Eurofestival news, 12 febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  21. ^ a b Emanuele Lombardini, Ecco le canzoni di Bielorussia e Cipro, su Eurofestival news, 28 febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  22. ^ Emanuele Lombardini, Ecco il video ufficiale di “Stand by” di Senit (San Marino) e quello di “I love Belarus” di Annastasia Vinnikova (Bielorussia), su Eurofestival news, 14 marzo 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  23. ^ Emanuele Lombardini, Dino Merlin rappresenterà la Bosnia Erzegovina, su Eurofestival news, 2 dicembre 2010. URL consultato il 28 giugno 2019.
  24. ^ Emanuele Lombardini, “Love in rewind” è la canzone di Dino Merlin (Bosnia Erzegovina), su Eurofestival news, 22 febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  25. ^ Emanuele Lombardini, “Na Inat” di Poli Genova rappresenterà la Bulgaria, su Eurofestival news, 24 febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  26. ^ Emanuele Lombardini, Eurofestival 2011: è Chrystos Mylordou il rappresentante di Cipro, su Eurofestival news, 12 settembre 2010. URL consultato il 28 giugno 2019.
  27. ^ Emanuele Lombardini, Ecco le canzoni di Bielorussia e Cipro”, su Eurofestival news, 28 febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  28. ^ a b c Emanuele Lombardini, Eurovision Song Contest 2011: le ultime dai vari paesi, su Eurofestival news, 10 marzo 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  29. ^ a b c d Emanuele Lombardini, Moldavia: Zdob si Zdub, A Friend in London per la Danimarca, Mika Newton per l'Ucraina, Nina per la Serbia, su Eurofestival news, 27 febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  30. ^ a b Alex Pigliavento, Estonia e Lettonia: ecco chi andrà all’Eurovision Song Contest 2011, su Eurofestival news, 26 febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  31. ^ Emanuele Lombardini, La Francia si dà all’opera: il tenoretto Amaury Vassili a Dusseldorf, su Eurofestival news, 27 gennaio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  32. ^ Emanuele Lombardini, Ecco “Sognu” di Amaury Vassili (Francia), su Eurofestival news, 7 marzo 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  33. ^ Alex Pigliavento, Eurovision 2011: la Georgia invierà a Dusseldorf Eldrine, su Eurofestival news, 19 febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  34. ^ (EN) Sean Michaels, Eurovision winner to defend crown in 2011, su The Guardian, 3 giugno 2010. URL consultato il 28 giugno 2019.
  35. ^ Alex Pigliavento, Eurovision 2011: Lena rappresenterà la Germania con il brano Taken by a Stranger, su Eurofestival news, 18 febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  36. ^ Alex Pigliavento, Anche la Grecia ha scelto: va a Dusseldorf Loukas Giorkas feat. Stereo Mike, su Eurofestival news, 2 marzo 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  37. ^ Emanuele Lombardini, “Aftur Heim” diventa “Coming home”. I video di Islanda, Belgio, Malta, Olanda, su Eurofestival news, 15 marzo 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  38. ^ Alex Pigliavento, ESC 2011: Israele ci riprova con Dana International e la sua Ding Dong, su Eurofestival news, 8 marzo 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  39. ^ Emanuele Lombardini, Ecco la versione ufficiale di “Ding Dong” di Dana International (Israele), che vestirà Gaultier, su Eurofestival news, 31 marzo 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  40. ^ Emanuele Lombardini, Eurofestival: sarà “Follia d’amore” di Raphael Gualazzi a rappresentare l’Italia, su Eurofestival news, 19 febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  41. ^ Emanuele Lombardini, Ed ecco la versione da 3 minuti di “Madness of love” di Raphael Gualazzi, su Eurofestival news, 3 aprile 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  42. ^ Alex Pigliavento, Anche la Lituania ha deciso: andrà a Dusseldorf per l’ESC 2011 Evelina Sašenko, su Eurofestival news, 24 febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  43. ^ a b Emanuele Lombardini, Un pò di “Vanilja”per la Slovenia con Maja Keuc, Vlatko Ilievski per la Macedonia, su Eurofestival news, 28 febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  44. ^ Alex Pigliavento, Anche Malta ha deciso: all’ESC 2011 Glen Vella con One Life. Ospiti attesissimi i Blue., su Eurofestival news, 13 febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  45. ^ Alex Pigliavento, Melodi Gran Prix 2011: la Norvegia ha deciso.. vince Stella Mwangi con il brano Haba Haba, su Eurofestival news, 12 febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  46. ^ Emanuele Lombardini, Eurofestival 2011: l’Olanda sceglie i 3JS. Svante Stockselius lascia: chi prenderà il suo posto?, su Eurofestival news, 2 settembre 2010. URL consultato il 28 giugno 2019.
  47. ^ Alex Pigliavento, 3JS con il brano Je Vecht Nooit Alleen rappresenteranno i Paesi Bassi all’ESC 2011, su Eurofestival news, 30 gennaio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  48. ^ Emanuele Lombardini, La Polonia ha scelto “Jestem” di Magdalena Tul, su Eurofestival news, 14 febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  49. ^ Emanuele Lombardini, “A luta é alegria”, Homens da Luta per il Portogallo, su Eurofestival news, 6 marzo 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  50. ^ Emanuele Lombardini, Regno Unito, operazione rilancio: a Dusseldorf il grande rientro dei Blue con “I Can”, su Eurofestival news, 30 gennaio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  51. ^ Emanuele Lombardini, Ed ecco dalla rete la canzone per intero dei Blue…., su Eurofestival news, 10 marzo 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  52. ^ a b Emanuele Lombardini, Romania, gli Hotel Fm a Dusseldorf. La Turchia sceglie il rock degli Yüksek Sadakat, su Eurofestival news, 1º gennaio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  53. ^ (EN) Anthony, Alexei Vorobyov to represent Russia at the Eurovision Song Contest 2011!, su Eurovisionary, 5 marzo 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  54. ^ Emanuele Lombardini, E finalmente eccovi anche “Get you” di Alex Sparrow/Alexeij Vorobyov (Russia), su Eurofestival news, 13 marzo 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  55. ^ Emanuele Lombardini, San Marino si affida all’italiana di origine eritrea Senit, su Eurofestival news, febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  56. ^ Staff, Eurovision Song Contest: alcune immagini da “Stand by” la canzone di Senit (San Marino). Monica Sarti sarà la backing voice, su Eurofestival news, 11 marzo 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  57. ^ Emanuele Lombardini, La Slovacchia sceglie le Twiins con “I’m still alive”, su Eurofestival news, 19 febbraio 2011. URL consultato il 28 giugno 2019.
  58. ^ Emanuele Lombardini, Ecco “I’m still alive” delle Twiins (Slovacchia), attesa per Francia e Ungheria, su Eurofestival news, 4 marzo 2011. URL consultato il 29 giugno 2019.
  59. ^ Emanuele Lombardini, Ecco “No one”, la versione inglese di “Vanilja” di Maja Keuc (Slovenia), su Eurofestival news, 27 marzo 2011. URL consultato il 29 giugno 2019.
  60. ^ Emanuele Lombardini, Spagna, vince Lucia Perez con “Que me quiten lo bailao”, su Eurofestival news, 19 febbraio 2011. URL consultato il 29 giugno 2019.
  61. ^ a b Emanuele Lombardini, Ecco la nuova versione di “Que me quiten lo bailao” di Lucia Perez (Spagna), “What about my dreams” di Kati Wolf (Ungheria) e il live di “I Can” dei Blue, su Eurofestival news, 12 marzo 2011. URL consultato il 29 giugno 2019.
  62. ^ Alex Pigliavento, Melodifestivalen 2011: vince Eric Saade al suo secondo tentativo! ‘Popular’ a Dusseldorf, su Eurofestival news, 12 marzo 2011. URL consultato il 29 giugno 2019.
  63. ^ Emanuele Lombardini, Turchia, ecco “Live it up” degli Yuksek Sadakat, su Eurofestival news, 25 febbraio 2011. URL consultato il 29 giugno 2019.
  64. ^ Emanuele Lombardini, “What about my dreams” di Kati Wolf per l’Ungheria. Ecco anche il video delle Twiins (Slovacchia), su Eurofestival news, 9 marzo 2011. URL consultato il 29 giugno 2019.
  65. ^ (EN) Sanjay Jiandani, Confirmed: Andorra will not return in 2011, in ESCToday, 6 ottobre 2010. URL consultato il 30 giugno 2019.
  66. ^ Victor Hondal, Montenegro officially out of Eurovision 2011, su esctoday, 23 dicembre 2010. URL consultato il 30 giugno 2019.
  67. ^ No Eurovision on Czech TV, su eurovisiontimes, 18 aprile 2011. URL consultato il 30 giugno 2019.
  68. ^ Never ending story: Liechtenstein at the Eurovision Song Contest 2011?, su eurovisiontimes, 5 ottobre 2010. URL consultato il 30 giugno 2019.
  69. ^ =Eurovision in Concert 2011 - 09 April 2011, Amsterdam, The Netherlands, in Radio international, 2011. URL consultato il 29 giugno 2019.
  70. ^ Michalis Vranis, London Eurovision Party live!, su Esctoday, 17 aprile 2011. URL consultato il 29 giugno 2019.
  71. ^ Alex Pigliavento, https://www.eurofestivalnews.com/2011/01/17/eurovision-song-contest-2011-risultati-del-sorteggio-italia-votera-nella-seconda-semifinale/, su Eurofestival news, 17 gennaio 2011. URL consultato il 29 giugno 2019.
  72. ^ Stato preassegnato alla partecipazione alla seconda semifinale
  73. ^ Results of the Running Order Draw!, su Eurovision.tv, 15 marzo 2011. URL consultato il 29 giugno 2019.
  74. ^ (EN) Winners of the Marcel Bezençon Awards 2011[collegamento interrotto], eurovision.tv
  75. ^ a b OGAE Poll 2011 Results, Google Docs.
  76. ^ The House of Eurovision - Barbara Dex Award Archiviato il 7 maggio 2016 in Internet Archive.
  77. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p Emanuele Lombardini, Finale dell’Esc, ecco come seguirla in tv, su eurofestival news, 14 maggio 2011. URL consultato il 1º luglio 2019.
  78. ^ Leyla Əliyeva: "Yoldaşımla İctimai Televiziyada tanış olmuşuq, o rejissor, mən aparıcıyam", su modern.az, 25 maggio 2011. URL consultato il 30 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 21 aprile 2012).
  79. ^ Concours eurovision de la chanson - laune : programme du Samedi 14 Mai à 21:00, su rtbf.be, 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 20 maggio 2011).
  80. ^ Vermeulen en Pichal op Eurosong, su een.be, 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2011).
  81. ^ Düsseldorf domaćin 56. Eurosonga, su bhrt.ba, 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 23 luglio 2011).
  82. ^ Faruk Ajdinović, “Douze points”, su cazin.net, 18 maggio 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 22 maggio 2011).
  83. ^ 56ος Διαγωνισμός Τραγουδιού της Eurovision: Όλα έτοιμα για το μεγάλο τελικό, su cybc.com, 13 maggio 2011. URL consultato il 27 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 17 giugno 2011).
  84. ^ Eurovision Song Contest 2011 - runde for runde, su dr.dk, 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 9 maggio 2011).
  85. ^ a b Stig Hartvig Nielsen, Ole Tøpholm skal kommentere Grand Prix, su yvnyt, 28 marzo 2011. URL consultato il 1º luglio 2019.
  86. ^ Saatekava, su etv.err, 2011. URL consultato il 1º luglio 2019.
  87. ^ Sjónvarp, su kringvarp.fo, 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 15 aprile 2011).
  88. ^ Satumaa, su satumaa.yle, 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 28 aprile 2011).
  89. ^ Hanna Othman, Vi finns överallt!, su svenska.yle, 4 maggio2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2011).
  90. ^ Dominique Dufaut, France: "We will respect every candidate", su esctoday, 8 maggio 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 10 maggio 2011).
  91. ^ Eurovision Song Contest 2011 Semi-Final (1), su eurovision.tv, 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 14 maggio 2011).
  92. ^ Termine (1), su eurovision.de, 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 27 aprile 2011).
  93. ^ Laura Butler, Eurovision just won't be the same without Larry, admits Marty, su herald.it, 20 aprile 2012. URL consultato il 1º luglio 2019.
  94. ^ rtè facebook, su facebook, 13 maggio 2011. URL consultato il 1º luglio 2019.
  95. ^ Hrafnhildur hringitónn, su mbl.is, 8 maggio 2014. URL consultato il 1º luglio 2019.
  96. ^ a b Emanuele75, Eurovision Song Contest 2011: Raffaella Carrà e il duo Dose-Presta conduttori in Rai. E San Marino…, su Euromusica, 14 aprile 2011. URL consultato il 1º luglio 2019.
  97. ^ RAPHAEL GUALAZZI 2° ALL'EUROVISION SONG CONTEST 2011, su rai.it, 14 maggio 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 20 maggio 2011).
  98. ^ Anthony Granger, Kazakhstan: Khabar to Broadcast Eurovision 2019, su Eurovoix, 12 maggio 2019. URL consultato il 12 maggio 2019.
  99. ^ Anthony Granger, Kosovo: RTK Broadcasting All Three Eurovision 2017 Shows, su Eurovoix, 10 maggio 2017. URL consultato il 28 giugno 2019.
  100. ^ Eirovīziju vairs nekomentēs Streips; Latvijas balsojumu paziņos Aisha, su nra.lv, 29 aprile 2011. URL consultato il 1º luglio 2019.
  101. ^ Lietuva - „Eurovizijos“ finale! (2924) Skaitykite daugiau: https://www.delfi.lt/veidai/eurovizija/lietuva-eurovizijos-finale.d?id=45312319, su delfi.lt, 10 maggio 2011. URL consultato il 1º luglio 2019.
  102. ^ Marc Calleja Bayliss, Malta: Eileen Montesin Drafted in to Commentate, su escflashmalta, 27 aprile 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 19 marzo 2012).
  103. ^ Eivind M. Sætre, Olav Viksmo Slettan fortsetter som kommentator, su escnorge, 14 aprile 2011. URL consultato il 1º luglio 2019.
  104. ^ MELODI GRAND PRIX-KALENDEREN, su nrk.no, maggio 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 14 maggio 2011).
  105. ^ Anthony Granger, New Zealand: UKTV Will Not Broadcast Eurovision 2019, su eurovoix, 25 aprile 2019. URL consultato il 28 giugno 2019.
  106. ^ Jan Smit commentator Eurovisie Songfestival 2011, su oranjemuziel.nl, 26 gennaio 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2011).
  107. ^ Koncerty Eurowizji 2011 na żywo, su eurowizja, 5 maggio 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 12 maggio 2011).
  108. ^ Hotel FM a plecat la Eurovision, su eurovisionromania, 4 maggio 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 14 maggio 2011).
  109. ^ Sara Cox and Scott Mills front Eurovision semi-finals exclusively on BBC Three, su bbc.co, 21 aprile 2011. URL consultato il 1º luglio 2019.
  110. ^ Pesma Evrovizije 2011, su rts.rs, 10 maggio 2011. URL consultato il 1º luglio 2019.
  111. ^ Eurovision Song Contest 2011, su stv.sk, 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2011).
  112. ^ PESEM EVROVIZIJE 2011, su mojtvportal, 10 maggio 2011. URL consultato il 27 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2011).
  113. ^ TVE emitirá las dos semifinales de Eurovisión 2011, su rtve.es, 26 aprile 2011. URL consultato il 1º luglio 2019.
  114. ^ José María Íñigo retransmitirá la semifinal y final de Eurovisión 2011, su rtve.es, 7 febbraio 2011. URL consultato il 1º luglio 2019.
  115. ^ Så ser Helena Bergström ut i Melodifestivalen 2012 - förvandlingen, su svt.se, 23 gennaio 2012. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 22 aprile 2012).
  116. ^ Sven Epiney: «So kann man nicht arbeiten!», su blick.ch, 11 maggio 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 14 maggio 2011).
  117. ^ CONCOURS EUROVISION DE LA CHANSON 2011, su songcontest.free, 2011. URL consultato il 1º luglio 2019.
  118. ^ Klész Imre, Magyarország: Wolf Kati – What About My Dreams?, su eschungary, 9 marzo 2011. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 15 marzo 2011).
  119. ^ Eurovision 2011: Voting order revealed!, su Esctoday, 14 maggio 2011. URL consultato il 1º luglio 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE7744297-0