Apri il menu principale

SpongeBob

serie animata statunitense
(Reindirizzamento da Spongebob)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il personaggio, vedi SpongeBob SquarePants.
SpongeBob
cartone
SpongeBob SquarePants.png
Logo ufficiale
Titolo orig.SpongeBob SquarePants
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti Stati Uniti
AutoreStephen Hillenburg
MusicheSteven Belfer
StudioUnited Plankton Pictures, Nickelodeon Animation Studio
ReteNickelodeon
1ª TV1º maggio 1999 – in corso
Episodi234 / 267 Completa al 88%
Durata ep.22 min
Rete it.Italia 1, Nickelodeon, Boing, Super!, Paramount Network
1ª TV it.30 agosto 2004 – in corso
Episodi it.232 / 267 Completa al 87%
Durata ep. it.22 min
Dialoghi it.Claudio Beccari, Laura Brambilla
Studio dopp. it.Merak Film
Dir. dopp. it.Federico Danti (2004-2014), Claudio Moneta (2014-in corso)
Generecommedia

SpongeBob (SpongeBob SquarePants) è una serie televisiva animata realizzata, subito dopo la cancellazione della serie La vita moderna di Rocko, dal biologo marino e disegnatore Stephen Hillenburg e prodotta dalla sua compagnia, chiamata United Plankton Pictures., con le animazioni eseguite dall'azienda californiana Nickelodeon Animation Studio e dalla succursale coreana dei Rough Draft Studios. Sebbene la sua prima trasmissione sia stata messa in onda in America nel 1999, la serie è stata ideata diversi anni prima. In Italia, la serie è stata trasmessa a partire dal 30 agosto 2004.

La serie è ambientata a Bikini Bottom, una cittadina sul fondo dell'oceano Pacifico, abitato da creature marine antropomorfe e dotate di intelligenza umana.

Dalla serie è stato tratto un film uscito nelle sale americane nel 2004 e in quelle italiane nel 2005. La Paramount ha annunciato un secondo film, SpongeBob - Fuori dall'acqua, uscito nelle sale nel 2015, mentre un terzo film è previsto per il 2020.[1]

Indice

PersonaggiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di SpongeBob.
 
I personaggi principali della serie

EpisodiModifica

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV ITA
Prima stagione 20 1999-2000 2000
Seconda stagione 20 2000-2002 2000-2002
Terza stagione 20 2003-2004 2003-2004
SpongeBob - Il film 19 settembre 2004 23 settembre 2005
Quarta stagione 20 2005-2007 2005-2007
Quinta stagione 20 2007-2008 2007-2008
Sesta stagione 26 2009-2010 2009-2010
Settima stagione 26 2010-2011 2010-2011
Ottava stagione 26 2011-2012 2012-2013
Nona stagione 26 2012-2016 2012-2016
SpongeBob - Fuori dall'acqua 6 febbraio 2015 26 febbraio 2015
Decima stagione 11 2016-2017 2016-2017
Undicesima stagione 26 2017-2018 2017-2018
Dodicesima stagione 26 2018-2019 2018-2019
Terzo Film circa luglio 2020 TBA

DoppiaggioModifica

Il doppiaggio è stato scelto dalla Merak Film di Milano.

Nome personaggio Doppiatore originale   Doppiatore italiano  
SpongeBob SquarePants Tom Kenny Claudio Moneta, Enzo Iacchetti (ep. 5x18), Giorgio Bonino (Memorie dal Freezer, prima trasmissione)
Patrick Stella Bill Fagerbakke Pietro Ubaldi
Squiddi Tentacolo Rodger Bumpass Mario Scarabelli
Mr. Krabs Clancy Brown Mario Zucca
Sheldon J. Plankton Mr. Lawrence Riccardo Rovatti
Karen Plankton Jill Talley Rosa Leo Servidio
Sandy Cheeks Carolyn Lawrence Laura Brambilla
Signora Puff Mary Jo Catlett Graziella Porta
Perla Krabs Lori Alan Rosa Leo Servidio
Gary Tom Kenny Federico Danti, Pietro Ubaldi (st.7+)
Patchy il pirata Tom Kenny Lorenzo Scattorin, Claudio Moneta (st.10+)
Potty il pappagallo Stephen Hillenburg, Paul Tibbitt Claudio Beccari, Diego Sabre
Narratore Tom Kenny Federico Danti, Claudio Moneta, Claudio Beccari, Mattia Bressan, Riccardo Rovatti
Mamma Krabs Paul Tibbitt, Sirena Irwin Grazia Migneco, Mario Zucca (nell'episodio "Nemico in famiglia")
Larry Doug Lawrence Diego Sabre (st.1-9), Luca Bottale (st.10+)
Olandese Volante Bryan Doyle-Murray Riccardo Lombardo (voce principale), Oliviero Corbetta, Paolo Sesana, Federico Danti
Waterman Ernest Borgnine Antonio Paiola
Supervista Tim Conway Diego Sabre
Nettuno Jeffrey Tambor, Billy West Oliviero Corbetta (La spatola nel grasso), Alessandro Maria D'Errico (La ribellione di Tritone)
Tritone Sebastian Bach (cantante degli Skid Row) Paolo De Santis
JKL Johnny Depp Nicolas Vaporidis
Tutti i pesci o clienti del Krusty Krab Tom Kenny, Dee Bradley Baker, Jill Talley, Sirena Irwin, Rodger Bumpass, Bill Fagerbakke, Clancy Brown, Doug Lawrence, Carlos Alazraqui Federico Danti, Marco Balzarotti, Stefano Albertini, Riccardo Rovatti, Riccardo Lombardo, Lorenzo Scattorin, Maurizio Scattorin, Diego Sabre, Cinzia Massironi, Laura Brambilla, Rosa Leo Servidio, Maurizio Merluzzo, Claudio Ridolfo, Alberto Olivero, Giorgio Bonino, Gianluca Iacono, Renata Bertolas, Elisabetta Spinelli, Caterina Rochira, Tony Fuochi, Sergio Romanò, Graziella Porta, Luca Sandri, Antonio Paiola, Silvio Pandolfi, Claudio Beccari, Lorella De Luca, Daniela Fava, Emanuela Pacotto, Riccardo Peroni, Luca Bottale, Claudio Ridolfo, Massimiliano Lotti, Cesare Rasini, Maurizio Trombini, Paolo De Santis, Luca Semeraro, Ruggero Andreozzi, Andrea Bolognini, Federico Zanandrea, Marina Massironi, Deborah Morese, Patrizia Scianca, Marco Pagani, Giuliana Atepi, Oliviero Corbetta, Maria Grazia Errigo, Beatrice Caggiula, Loretta Di Pisa, Davide Garbolino, Luca Ghignone, Alessandro Maria D'Errico, Roberto Accornero, Giusy Di Martino, Aldo Stella, Cristiana Rossi, Guido Rutta, Jolanda Granato, Paolo Sesana, Jenny De Cesarei, Gabriele Calindri, Matteo Zanotti, Dario Oppido, Sonia Mazza, Paola Della Pasqua, Marisa Della Pasqua, Giuseppe Calvetti, Massimiliano Lotti, Gea Riva, Giada Bonanomi, Natale Ciravolo, Vittorio Bestoso, Maddalena Vadacca, Felice Invernici, Gianandrea Muià, Enrico Bertorelli, Stefania Patruno, Francesco Orlando, Donatella Fanfani, Enrico Maggi, Alessio De Filippis, Silvana Fantini, Roger Mantovani, Renato Novara, Marco Balbi, Massimo Di Benedetto, Walter Rivetti, Mattia Bressan, Matteo De Mojana, Omar Maestroni, Tania De Domenico, Debora Magnaghi, Loredana Nicosia, Elisabetta Cesone, Monica Pariante, Cesare Rasini, Daniele Demma, Andrea Rotolo, Stefania De Peppe, Ilaria Egitto, Flavio Arras, Luigi Rosa, Lucia Valenti, Ludovica De Caro, Alessandro Zurla, Gabriele Marchingiglio, Luisa Ziliotto, Cristina Giolitti, Diego Baldoin, Roberto Accornero, Monica Volpe, Alessandro Germano, Valentina Pallavicino, Davide Fumagalli, Tiziana Martello, Serena Clerici, Jacopo Calatroni, Giulia Franzoso, Tosawi Piovani, Irene Scalzo, Simone D'Andrea, Patrizia Mottola, Paolo Torrisi, Monica Bonetto, Stefano Mondini, Martina Felli, Simone Lupinacci, Giulia Maniglio

Impatto culturaleModifica

La grande popolarità del cartone animato si riflette nelle numerose citazioni e apparizioni che esso fa in altre opere televisive e cinematografiche e in alcune canzoni, video musicali e audio.

Cartoni animatiModifica

AltroModifica

  • SpongeBob appare anche sulle copertine di Mad Magazine numero 76, 130 (assieme ai Pokémon), 135, 103 (assieme agli Happy Tree Friends) e 429. Nel numero 117 vi sono I Simpson sembianti SpongeBob.
  • SpongeBob viene nominato nella canzone Faccio brutto di Fedez.
  • SpongeBob viene citato anche nella canzone La musica è finita dei Linea 77.
  • SpongeBob viene citato anche nella canzone La fine del mondo di Gabry Ponte.
  • SpongeBob, Patrick e altri amici appaiono per la distribuzione americana del film nel logo dell'azienda Google.
  • SpongeBob viene citato anche in una striscia di Monty. Per motivi simili a quello sopra descritto in La Vita secondo Jim, nella versione italiana viene tradotto letteralmente come "Bobo Spugna Braghe a Quadri"
  • SpongeBob SquarePants Movie Soundtrack è la colonna sonora del film SpongeBob - Il film uscito nel 2004 sotto l'etichetta Sire Records/Warner Bros. Records. La traccia principale SpongeBob Squarepants Theme è cantata dalla cantante canadese Avril Lavigne.
  • Nel famoso videogioco Minecraft una delle scritte gialle che possono comparire vicino al titolo recita "He live in a pineapple under the sea!" che tradotto significa "Vive in un ananas in fondo al mare!", che è il primo verso della sigla iniziale di SpongeBob in lingua originale.
  • Corey Taylor, frontman degli Slipknot, ha cantato la sigla di SpongeBob durante alcuni suoi concerti.
  • Nel 2018 è stata lanciata una petizione sul sito Change.org da un fan della serie, in cui si richiedeva la riproduzione di Sweet Victory, brano suonato dalla Bikini Bottom Super Band nell'episodio La banda (2x15, secondo episodio), all'halftime show del Super Bowl LIII per onorare la morte di Stephen Hillenburg, creatore della serie.[2] La NFL e la CBS hanno deciso di trasmettere un estratto introduttivo del brano nel corso del concerto, come transizione da This Love dei Maroon 5 a Sicko Mode di Travis Scott.[3]

Edizione italianaModifica

SpongeBob viene considerato una delle serie a cartoni animati americani più famosi e popolari ad essere trasmessi in Italia oltre negli Stati Uniti.

Differenze con l'originaleModifica

Nella versione italiana, per motivi collegati alla durata dell'episodio e quindi alla messa in onda dello spazio pubblicitario, sono state accorciate alcune canzoni, ad esempio: nel primo episodio è stata tenuta solo la prima parte della scena in cui SpongeBob prepara i Krabby Patty con in sottofondo Livin' in the Sunlight, Lovin' in the Moonlight di Tiny Tim, e nell'episodio 5 della prima stagione, Pantaloni strappati, dove viene lasciata soltanto la parte iniziale in cui SpongeBob canta e poi il resto della canzone viene tagliata. Altre invece sono state completamente rimosse, come nel finale dell'episodio La Banda in cui Squiddi fa vedere a Squilliam il concerto ("Sweet Victory" di David Glen Eisley), e nell'episodio SpongeBob Preistorico in cui il cavernicolo si mette a cantare con il robot ("When Worlds Collide").

SiglaModifica

Su Italia 1 e Boing per tutte le stagioni viene usata come sigla iniziale quella italiana (senza le parole), su Nickelodeon per tutte le stagioni viene invece adottata come sigla iniziale quella originale cantata dove, all'inizio si vede il capitano parlare in italiano e dopo lo sfondo della sigla italiana con la parte finale zoomata. Su Super! invece in tutte le stagioni viene adottata come sigla iniziale la stessa sigla di Italia 1 e Boing tranne per alcuni episodi della prima e per la terza stagione dove viene adottata la stessa sigla di Nickelodeon. In tutte e due sigle il logo della serie è diverso (infatti dalla prima alla settima stagione nel logo è raffigurato SpongeBob con Patrick, Squiddi, Sandy, Mr. Krabs e Plankton chiuso in una bolla, dall'ottava stagione, invece, la schermata della scena di SpongeBob piegato viene zoomata e nel logo c'è SpongeBob disegnato in modo fumetto) e si vede SpongeBob che si tocca il naso come se fosse un flauto. Su tutte le reti come sigla finale, negli episodi dove non vedono la partecipazione di Patchi il pirata e Potty il pappagallo viene usata la sigla finale originale mentre negli episodi dove la vedono questa sigla viene cambiata. In tutte e due le sigle viene usata la stessa grafica tranne nella seconda sigla dove, oltre all'originale, ne vengono usati più tipi.

Solo nella decima stagione, in onda in Italia dal 15 maggio 2017, la sigla italiana è cantata da Marco Carta, ma poi è stata reintegrata la sigla originale americana.

In occasione della puntata speciale in due parti Una grandiosa festa di compleanno della dodicesima stagione, che ha celebrato il 20mo anniversario della serie, a cantare la sigla (nell'edizione italiana) è stato chiamato un giovane cantante visto allo Slime Festival di Nickelodeon: Matteo Markus Bok.

Curiosità e riferimenti alla cultura di massa in SpongeBobModifica

  • La sigla è stata ispirata dal canto marinaresco Blow the Man Down.
  • In molti episodi si sente di sottofondo il canto marinaresco Drunken Sailor.
  • Nell'episodio Abra cadabra, il personaggio di Mr. Magic è ripreso dal mago di Oz. Inoltre, viene menzionato il monaco russo Rasputin.
  • Nella puntata Il campeggio, il metodo proposto da SpongeBob per difendersi dagli orsi di mare, ovvero tracciare un cerchio attorno a sé, è lo stesso adottato più volte dai fratelli Winchester nella serie televisiva Supernatural.
  • Nella puntata Il treno dei misteri, i binari del treno in cui sono SpongeBob e Patrick formano delle spirali simili a quelle dei livelli di Sonic the Hedgehog.
  • Nel film di SpongeBob, nella parte finale, viene cantato il pezzo "Goofy Goober Rock" sulle note di I Wanna Rock dei Twisted Sister, e lo stesso SpongeBob imita le movenze e lo stile dei rocker anni ottanta, suonando anche l'assolo di chitarra elettrica.
  • Nella puntata Il concorso di bellezza, uno dei partecipanti apre un ombrello e vola delicatamente in aria, imitando Mary Poppins.
  • Nella puntata "L'amuleto di Atlantide", SpongeBob, Squiddi, Sandy e Patrick vengono trasportati in un videogioco parodia di Super Mario Bros., che comprende un Tubo Warp e delle parodie dei Koopa. Inoltre, quando Sandy entra nel Tubo Warp si ritrova in una schermata simile a quella di Dr. Mario.
  • Nell'episodio L'artista sconosciuto, appare un critico d'arte che di aspetto ricorda molto Salvador Dalí.
  • Il titolo dell'episodio 20'000 panini sotto i mari richiama ironicamente il romanzo di Jules Verne Ventimila leghe sotto i mari.
  • Nell'episodio "Il gigante", Squiddi gigante viene legato a terra con delle corde e degli abitanti con delle torce gli urlano accanto, chiaro riferimento al film I fantastici viaggi di Gulliver.
  • Nell'episodio "La spatola nel grasso", la scena in cui SpongeBob estrae la spatola dal grasso è una parodia de La spada nella roccia.
  • Nell'episodio "Partita fra amici" la scena dove Patrick urla sotto la doccia è una parodia di Psycho.
  • Nell'episodio speciale Il medaglione di Atlantide ci sono dei riferimenti alla fabbrica di cioccolato.
  • Nell'episodio "Nostalgia del Texas", la scena in cui Sandy piange facendo un mare di lacrime nel casco e avendo nostalgia di casa è un riferimento al film Disney Alice nel Paese delle Meraviglie.
  • Nell'episodio "Un disegno mostruoso" compare Mr. Lawrence, ovvero il doppiatore originale di Plankton. Nel doppiaggio italiano è stato doppiato da Diego Sabre.
  • Nell'episodio "Memorie dal freezer" Patchy il pirata rimane prigioniero nella pancia di una balena, chiaro riferimento a Pinocchio. Un altro riferimento a Pinocchio è quando nel film Re Nettuno trasforma Krabs in un bambino scusandosi di avere il tridente in modalità "Quando diventasti un bambino vero".
  • Nell'episodio "Pazzo per un penny", in cui Mr. Krabs vuole un penny che SpongeBob ha trovato per terra, egli crea un cinema e cerca di attirare le persone urlando "Venghino signori, venghino!", ovvio riferimento ad Ugo Fantozzi.
  • Nell'episodio "Il figlio dell'amico bolla" SpongeBob esce dalla fabbrica di spilli con molti spilli sulla faccia ricordando Pinhead di Hellraiser
  • Nell'episodio "Il giorno più bello della mia vita", SpongeBob attira via i nematodi stile pifferaio magico.
  • Nell'episodio "La canzone delle meduse", verso la fine SpongeBob quando vede il Krusty Krab sommerso di sabbia, è una citazione ad Il pianeta delle scimmie questa citazione la riprenderanno in SpongeBob - Fuori dall'acqua.
  • Nell'episodio "Toccare il fondo" SpongeBob e Patrick scavano sottoterra facendo cadere un masso sopra Squiddi. Chiaro riferimento al videogioco Dig Dug.
  • Nell'episodio "La casa fantasma", Sandy ha un "Aspira fantasmi", citando Ghostbusters
  • Nell'episodio "La spalla", Waterman arruola dalla sua parte SpongeBob, Patrick, Sandy e Squiddi i quali diventano delle parodie di alcuni supereroi: SpongeBob di Flash, Squiddi di Firestorm, Sandy della Donna invisibile e Patrick di Mister Fantastic.
  • Nell'episodio "Il genio del karate", SpongeBob insegna a Patrick l'arte del karate. Chiaro riferimento al film Karate Kid. Nello stesso episodio, SpongeBob afferma che "da un potere derivano responsabilità", chiara citazione di Ben Parker, zio di Peter Parker.
  • Nell'episodio "La tribù degli zoticoni" appese alle pareti della casa di Mamma Scorfano ci sono dei quadri che raffigurano dei Barbapapà.
  • Nell'episodio "La capsula del tempo" SpongeBob e Patrick giocano a "Gli Amici Pretzel", un'imitazione di "Twister".
  • In un episodio Mr. Krabs assume SpongeBob e Patrick come spie e SpongeBob imita una "sequenza gunbarrel", però al posto della pistola tira fuori la spatola.
  • Nello stesso episodio Mr. Krabs e Plankton si scambiano le vite e ci scommettono 1 dollaro come nel film Una poltrona per due.
  • Nell'episodio "Memorie dal freezer - Parte 2" ci sono delle scene in cui SpongeBob imita i primi corti di Topolino.
  • Nell'episodio "La svolta", Mr Krabs si infuria talmente tanto da distruggere i giocattoli del negozio di Plankton, fa riferimento al cortometraggio di Paperino "Paperino e la pazienza".
  • Nell'episodio "Viaggio all'interno di Squiddi", SpongeBob e Patrick vanno in tutto il corpo di Squiddi, citando il film Viaggio allucinante.
  • Nell'episodio "Spongicus" Plankton organizza un torneo nel Colosseo, chiaro riferimento al film Il gladiatore.
  • Nell'episodio "L'occhio buono di Plankton" quando Plankton ha due occhi sul viso, fa riferimento all'episodio della serie Futurama, "Amore tecnologico", quando Leela ha due occhi.
  • Nell'episodio "In un boccone" Squiddi ha un'aria minacciosa, e si vedono le fiamme dell'inferno passando al lato oscuro, chiaro riferimento alla saga di Star Wars.
  • Nell'episodio "Kenny il gatto" Kenny è grigio come il gatto Tom di Tom & Jerry.
  • Nell'episodio "Il nascondino più lungo della storia" Patrick non conosce assolutamente le regole di nascondino, mentre nell'episodio "Un mostro gentile a Bikini Bottom" Patrick conosce perfettamente le regole del gioco.
  • Nell'episodio "Il giornale" SpongeBob e Mr Krabs fanno delle notizie false sul giornale falso, poi la gente chiede il rimborso, succede anche in Ed, Edd & Eddy nell'episodio "La verità o Ed".
  • Nella puntata "Gli stivali sguish sguish", nella scena finale Mr Krab impazzisce sentendo il rumore degli stivali che ha rubato a SpongeBob e nascosto sotto le assi del pavimento del ristorante, chiaro riferimento alla novella di Edgar Allan Poe "Il cuore rivelatore".
  • Nell'episodio "La leggenda del tubo di scarico" SpongeBob mette delle bolle di sapone sulla casa di Patrick che poi volano, facendo riferimento al film d'animazione Up.
  • Nella versione italiana dell'episodio 15x11 Squiddi cita il ritornello di Lontano dagli Occhi di Gianna Nannini mentre butta la spazzatura su Plankton.

VideogiochiModifica

Dalla serie televisiva sono stati tratti numerosissimi videogiochi. Alcuni di essi sono tratti da episodi speciali o film (ad esempio SpongeBob's Atlantis SquarePantis e SpongeBob SquarePants: Il film), altri possiedono invece una trama realizzata indipendentemente (come SpongeBob SquarePants: La creatura del Krusty Krab e SpongeBob - La vendetta robotica di Plankton). Degni di nota sono inoltre i crossover con altre serie animate di Nickelodeon di genere party o sportivo detta la serie Nicktoons (come Nicktoons Racing, Nickelodeon Party Blast, Nicktoons Nitro, Nicktoons Basketball, Nicktoons MLB ecc.) in cui i protagonisti interagiscono con personaggi di serie come Rugrats, Hey Arnold, CatDog, The Ren & Stimpy Show, Danny Phantom, Due Fantagenitori, Invader Zim, Avatar - La leggenda di Aang, T.U.F.F. Puppy, Jimmy Neutron, Fanboy & Chum Chum e molti altri. Parte di questi sono platform noti come SpongeBob e i suoi amici.

Film, special e maratoneModifica

FilmModifica

SpecialModifica

  • Natale negli abissi
  • La festa
  • SpongeBob preistorico
  • La spugna che sapeva volare
  • Cercasi Gary disperatamente!
  • Sfide medievali
  • L'Infanzia di Krab e Plankton
  • L'amuleto di Atlantide
  • SpongeBob la Peste del West
  • Fuga da Bikini Bottom
  • SpongeBob e la Grande Onda
  • Memorie dal freezer
  • La ribellione di Tritone
  • La Protesta di SpongeBob
  • All'inseguimento della ricetta segreta
  • Spongebob sotto zero
  • Vacanze in famiglia
  • La casa fantasma
  • Il Natale di SpongeBob (Speciale Stop-motion)
  • Ciao, Bikini Bottom
  • La minaccia arriva da Goo Lagoon
  • Addio, Krabby Patty?
  • Le spaventose leggende di Bikini Bottom (Speciale Stop-motion)
  • Spedizione sulla Luna
  • Una grandiosa festa di Compleanno

MusicalModifica

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ SpongeBob: il terzo lungometraggio arriverà nelle sale americane a luglio del 2020, su badtaste.it.
  2. ^ (EN) SpongeBob Made A Brief Appearance At The Super Bowl But His Fans Were Not Pleased, su BuzzFeed News. URL consultato il 25 febbraio 2019.
  3. ^ (EN) Why You Just Saw SpongeBob in the Super Bowl Halftime Show, su Time. URL consultato il 25 febbraio 2019.
  4. ^ (EN) Dave McNary, ‘The SpongeBob Movie’ Release Pushed Back to 2020, in Variety, 19 dicembre 2017. URL consultato il 13 gennaio 2018.
  5. ^ Kids Choice Awards 2015: Ecco tutti i vincitori!, su www.gingergeneration.it. URL consultato il 20 aprile 2015.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN316752676 · GND (DE7623343-1 · BNF (FRcb40224537x (data)
  Portale Animazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animazione