Francesco Coco (calciatore)

ex calciatore italiano
Francesco Coco
Francescococo1995milan.JPG
Coco al Milan nel 1995
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Termine carriera 1º settembre 2007 - giocatore
Carriera
Giovanili
1993-1995Milan
Squadre di club1
1995-1997Milan19 (0)
1997-1998Vicenza20 (0)
1998-1999Milan6 (0)
1999-2000Torino21 (0)
2000-2001Milan31 (2)
2001-2002Barcellona23 (0)
2002-2005Inter26 (0)
2005-2006Livorno28 (0)
2006-2007Inter0 (0)
2007Torino3 (0)
Nazionale
1994-1995Italia Italia U-186 (0)
1995-2000Italia Italia U-2120 (1)
1997Italia Italia U-232 (0)
2000-2002Italia Italia17 (0)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Oro Slovacchia 2000
Gold medal mediterranean.svg Giochi del Mediterraneo
Oro Bari 1997
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1º settembre 2007

Francesco Coco (Paternò, 8 gennaio 1977) è un ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

BiografiaModifica

Nato a Paternó in provincia di Catania, è cresciuto a Legnano avviandovi esercizi commerciali in tema di abbigliamento e moda.[1][2][3][4] Ha avuto relazioni sentimentali con Manuela Arcuri, Samantha De Grenet e Francesca Lodo.[5]

Nel 2006 figurò tra le vittime dell'inchiesta nota come Vallettopoli[6], avendo subìto ricatti fotografici da Fabrizio Corona.[7][8][9]

Caratteristiche tecnicheModifica

Destro naturale ma tecnicamente abile anche col piede mancino, veniva utilizzato come terzino sinistro[10] in una linea a 4 oppure da esterno sinistro di centrocampo davanti a una difesa a 3.[11]

A condizionarne in negativo la carriera furono però una serie d'infortuni[12], col prematuro ritiro a soli trent'anni.[13]

CarrieraModifica

EsordiModifica

Cresciuto nel settore giovanile del Milan[14], esordisce in Serie A con i rossoneri il 27 agosto 1995 nella vittoria esterna col Padova. Utilizzato per due stagioni come sostituto di Paolo Maldini, nella prima di esse si aggiudica il titolo nazionale.

Nell'estate 1997 viene ceduto in prestito al Vicenza[15], con cui viene sconfitto nella Supercoppa italiana dalla Juventus[16] e ha l'occasione di partecipare anche alla Coppa delle Coppe.[17]

Ritorno al Milan e prestitiModifica

Alla conclusione del prestito ai berici, fa ritorno in rossonero venendo però frenato dall'infortunio al ginocchio rimediato nel derby milanese dell'8 novembre 1998[18], che sancisce la conclusione anticipata della sua stagione; aggiudicatosi un nuovo scudetto con il Diavolo[19], disputa la stagione 1999-00 in prestito al Torino.[20]

Di nuovo in rossonero, conquista il posto da titolare (44 presenze) e si rende autore di una buona annata, mettendo a referto 4 assist e 4 reti, tutte di testa; da ricordare la prestazione in Champions League contro il Barcellona.[21] I due gol messi a segno in campionato rimarranno per lui gli unici in Serie A.[22][23] In rotta con il nuovo allenatore Terim[24][25], nell'agosto 2001 è ceduto in prestito con diritto di riscatto al Barcellona.[26] Al termine della stagione, dopo 33 presenze tra i blaugrana, non viene riscattato dalla squadra catalana.

Inter e LivornoModifica

Col cartellino del giocatore nuovamente in mano ai rossoneri, si trasferisce all'Inter in cambio di Seedorf.[27] L'esperienza in nerazzurro, dopo la prima stagione in cui disputa 31 partite, è segnata in particolare da problemi alla schiena[28]. Nell'ultima delle tre stagioni con la Beneamata si aggiudica una Coppa Italia.

Dopo un prestito al Livorno[29][30], col campionato 2005-06 concluso in anticipo all'inizio di aprile per un nuovo infortunio al ginocchio[31], rientra all'Inter senza venire impiegato nella prima parte della stagione 2006-07.[32]

Il ritiroModifica

Nel gennaio 2007 sostiene un provino con il Manchester City[33], venendo tuttavia respinto per essersi presentato fumando all'allenamento.[34][35] Ingaggiato dal Torino in chiusura di mercato invernale[36][37], colleziona tre presenze in campionato tornando a calcare i campi dopo un anno.[38]

In estate — dopo essere uscito illeso dall'aggressione di una donna che aveva tentato di accoltellarlo —[39][40] si accorda con il Saint Étienne[41], ma la società francese rifiuta il tesseramento per una precaria condizione fisica del difensore.[42] Rescisso il contratto con i nerazzurri nel settembre 2007[43], annuncia la sua partecipazione a L'isola dei famosi.[44] Lasciata la trasmissione dopo alcune settimane[45], si ritira definitivamente dal calcio dopo il mancato raggiungimento di accordi con Milan — per il quale si era dichiarato disposto a un ingaggio gratuito —[46] e QPR, quest'ultimo a causa di incomprensioni col presidente Flavio Briatore.[47]

NazionaleModifica

Dopo aver vinto con l'Under-21 azzurra l'Europeo di categoria nel 2000[48], sotto la gestione di Marco Tardelli[49], riceve la chiamata di Trapattoni per la Nazionale maggiore.[50]

Esordisce il 7 ottobre 2000 contro la Romania[51], partecipando in seguito ai Mondiali 2002.[52] In maglia azzurra ha collezionato 17 presenze, senza gol.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 28 aprile 2007.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1995-1996   Milan A 5 0 CI 4 1 CU 1 0 - - - 10 1
1996-1997 A 14 0 CI 3 0 UCL 1 0 SI 0 0 18 0
1997-1998   L.R. Vicenza A 20 0 CI 2 0 CdC 4 0 SI 1 0 27 0
1998-1999   Milan A 6 0 CI - - - - - - - - 6 0
1999-2000   Torino A 21 0 CI 1 0 - - - - - - 22 0
2000-2001   Milan A 30 2 CI 3 0 UCL 11[53] 2 - - - 44 4
ago. 2001 A 1 0 - - - - - - - - - 1 0
Totale Milan 56 2 10 1 13 2 - - 79 5
2001-2002   Barcellona PD 23 0 CR - - UCL 10 0 - - - 33 0
2002-2003   Inter A 20 0 CI - - UCL 11[53] 0 - - - 31 0
2003-2004 A 3 0 CI - - UCL 1 0 - - - 4 0
2004-2005 A 3 0 CI 3 0 UCL - - - - - 6 0
2005-2006   Livorno A 28 0 - - - - - - - - - 28 0
2006-gen. 2007   Inter A - - CI - - UCL - - SI 0 0 0 0
Totale Inter 26 0 3 0 12 0 - - 41 0
gen.-giu. 2007   Torino A 3 0 - - - - - - - - - 3 0
Totale Torino 24 0 1 0 - - - - 25 0
Totale carriera 177 2 16 1 39 2 1 0 233 5

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
7-10-2000 Milano Italia   3 – 0   Romania Qual. Mondiali 2002 -
11-10-2000 Ancona Italia   2 – 0   Georgia Qual. Mondiali 2002 -
15-11-2000 Torino Italia   1 – 0   Inghilterra Amichevole -
28-2-2001 Roma Italia   1 – 2   Argentina Amichevole -   70’
28-3-2001 Trieste Italia   4 – 0   Lituania Qual. Mondiali 2002 -
25-4-2001 Perugia Italia   1 – 0   Sudafrica Amichevole -
1-9-2001 Kaunas Lituania   0 – 0   Italia Qual. Mondiali 2002 -   82’
5-9-2001 Piacenza Italia   1 – 0   Marocco Amichevole -
6-10-2001 Parma Italia   1 – 0   Ungheria Qual. Mondiali 2002 -
7-11-2001 Saitama Giappone   1 – 1   Italia Amichevole -   3’   67’
13-2-2002 Catania Italia   1 – 0   Stati Uniti Amichevole -
27-3-2002 Leeds Inghilterra   1 – 2   Italia Amichevole -   75’
18-5-2002 Praga Rep. Ceca   1 – 0   Italia Amichevole -   46’
13-6-2002 Ōita Messico   1 – 1   Italia Mondiali 2002 - 1º turno -   63’
18-6-2002 Daejeon Corea del Sud   2 – 1 gg   Italia Mondiali 2002 - Ottavi di finale -   4’
21-8-2002 Trieste Italia   0 – 1   Slovenia Amichevole -   76’
7-9-2002 Baku Azerbaigian   0 – 2   Italia Qual. Euro 2004 -
Totale Presenze 17 Reti 0

PalmarèsModifica

ClubModifica

Milan: 1995-1996, 1998-1999
Inter: 2004-2005

NazionaleModifica

Slovacchia 2000
Bari 1997

NoteModifica

  1. ^ Coco Street, su inter.it, 21 maggio 2003.
  2. ^ Francesco Velluzzi, Il calciatore va sempre di moda, in La Gazzetta dello Sport, 27 giugno 2005.
  3. ^ Serena Gentile e Francesco Velluzzi, Come spendono i calciatori, su gazzetta.it, 10 novembre 2006.
  4. ^ Francesco Velluzzi, Coco, Bettarini e amici: il business è fuori campo, su gazzetta.it, 22 ottobre 2007.
  5. ^ Sergio Buonadonna, Francesco Coco, in la Repubblica, 22 gennaio 2012, p. 14.
  6. ^ Davide Carlucci, Foto scandalo, l'inchiesta continua, su repubblica.it, 9 dicembre 2006.
  7. ^ Quelle foto di Corona, in La Gazzetta dello Sport, 15 marzo 2007.
  8. ^ Vallettopoli / Fabrizio Corona racconta Francesco Coco: "C'era lui nudo con una serie di uomini...", su affaritaliani.it, 25 giugno 2007.
  9. ^ "Comprai le foto di Coco e le feci pagare a lui", su gazzetta.it, 7 novembre 2008.
  10. ^ Che fine ha fatto... Francesco Coco, l'erede diseredato, su footballpassion24.altervista.org, 26 giugno 2015.
  11. ^ Zaccheroni: "Coco era ko e allora nell'Inter rinunciai al mio 3-4-3", su fcinternews.it, 17 settembre 2017.
  12. ^ Fabio Alampi, Coco: "Inter, quella maledetta operazione rovinò la mia carriera. Cocaina ? Mai toccata", su fcinter1908.it, 1º marzo 2019.
  13. ^ Coco, addio al calcio, in Il Mattino di Padova, 8 settembre 2007, p. 41.
  14. ^ "Il Milan è il club che più mi è rimasto nel cuore e lo sarà sempre", su milanpress.it, 16 ottobre 2020.
  15. ^ Alberta Mantovani, Vicenza diventa la filiale dell'Under 21, in La Gazzetta dello Sport, 3 luglio 1997.
  16. ^ Alberto Cerruti e Germano Bovolenta, Una coppa per Inzaghi, in La Gazzetta dello Sport, 24 agosto 1997.
  17. ^ Vicenza, presente d'oro e futuro incerto, in La Gazzetta dello Sport, 21 marzo 1998.
  18. ^ Licia Granello, Milan-Inter, pari fra i veleni, in la Repubblica, 9 novembre 1998, p. 36.
  19. ^ Alessandra Bocci, Andrea Masala e Germano Bovolenta, L'abbraccio ai campioni, in La Gazzetta dello Sport, 29 maggio 1999.
  20. ^ Nicola Cecere, Francesco Bramardo e Germano Mosconi, Torino più forte delle bufere, in La Gazzetta dello Sport, 22 novembre 1999.
  21. ^ Lodovico Maradei, Gran colpo, Milan!, in La Gazzetta dello Sport, 27 settembre 2000.
  22. ^ Alessandro De Calò e Luigi Garlando, Aspettando il gioco il Milan fa poker, in La Gazzetta dello Sport, 19 marzo 2001.
  23. ^ Roma, un pareggio che vale una vittoria, su repubblica.it, 27 maggio 2001.
  24. ^ Alessandra Bocci, Coco chiede garanzie al Milan, in La Gazzetta dello Sport, 23 agosto 2001.
  25. ^ Nicola Cecere, Coco, un addio amaro, in La Gazzetta dello Sport, 31 agosto 2001.
  26. ^ Alessandra Bocci e Carlo Laudisa, Coco al Barcellona per 37 miliardi, in La Gazzetta dello Sport, 30 agosto 2001.
  27. ^ Andrea Elefante e Mirko Graziano, Coco è dell'Inter, Seedorf al Milan, in La Gazzetta dello Sport, 31 maggio 2002.
  28. ^ Coco, visita e operazione, su inter.it, 26 novembre 2003.
  29. ^ Coco, il gossip e il triangolo di Livorno, su corriere.it, 2 settembre 2005.
  30. ^ Fabio Giorgi, Livorno, la rivelazione, su gazzetta.it, 27 dicembre 2005.
  31. ^ Alessio Calfapietra, Piove sul bagnato a Livorno: Coco è grave, su tuttomercatoweb.com, 6 aprile 2006.
  32. ^ Coco: "Inter, mandami via", su gazzetta.it, 10 gennaio 2007.
  33. ^ Coco in prova al Manchester City, su gazzetta.it, 16 gennaio 2007.
  34. ^ "Fuma durante l'allenamento", il Manchester City liquida Coco, su repubblica.it, 22 gennaio 2007.
  35. ^ La sigaretta di Coco diventa un caso, su gazzetta.it, 22 gennaio 2007.
  36. ^ Ultimo giorno di mercato: Coco al Toro, su gazzetta.it, 31 gennaio 2007.
  37. ^ Coco: "A pelle ho scelto il Toro", su toronews.net, 1º febbraio 2007.
  38. ^ Un gol di Antonini basta al Siena, il Toro scivola nella zona pericolosa, su repubblica.it, 19 aprile 2007.
  39. ^ Porto Cervo, Coco aggredito, su repubblica.it, 11 luglio 2007.
  40. ^ Mirko Graziano, Coco conteso tra due donne, in La Gazzetta dello Sport, 12 luglio 2007.
  41. ^ Coco, colpo di scena, su gazzetta.it, 2 agosto 2007.
  42. ^ Alessandro Grandesso, La verità del St. Etienne: "Coco ? In forma scadente", su gazzetta.it, 5 agosto 2007.
  43. ^ Inter: Cruz fino al 2009, su it.uefa.com, 7 settembre 2007.
  44. ^ Coco va all'Isola dei Famosi, su gazzetta.it, 10 settembre 2007.
  45. ^ La mamma di Coco: "Francesco non lascia il calcio", su quotidiano.net, 16 ottobre 2007.
  46. ^ Coco: «Tornerei al Milan anche gratis», su corriere.it, 30 ottobre 2007.
  47. ^ Coco: "Scusa Briatore ma mancava un progetto", su gazzetta.it, 18 dicembre 2007.
  48. ^ Fabio Licari, Fratellini d'Italia, in SportWeek, La Gazzetta dello Sport, 27 maggio 2000.
  49. ^ Due assi di Pirlo e l'Italia di Tardelli fa poker (PDF), in l'Unità, 5 giugno 2000, p. 8.
  50. ^ Arrivano Coco e Bertotto, bocciato Simone Inzaghi, su repubblica.it, 2 ottobre 2000.
  51. ^ Per l'Italia tris d'autore, la Romania al tappeto, su repubblica.it, 7 ottobre 2000.
  52. ^ La logica di Trapattoni esclude Robi Baggio, su repubblica.it, 8 maggio 2002.
  53. ^ a b 2 presenze nel terzo turno preliminare.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica