Apri il menu principale

Premio Ubu

premio teatrale italiano
(Reindirizzamento da Premio UBU)

Il premio Ubu, fondato nel 1977 dal critico Franco Quadri, è considerato il riconoscimento più importante di teatro in Italia[1]. Nelle prime due edizioni, veniva consegnato per meriti particolari non solo in campo teatrale ma anche cinematografico e lirico: dal 1979 è invece interamente dedicato al teatro. Dopo la scomparsa del fondatore, l'edizione 2012 viene organizzata per la prima volta dall'Associazione Ubu per Franco Quadri.

Il nome del premio è un riferimento all'opera teatrale Ubu re (Ubu roi) di Alfred Jarry, drammaturgo francese.

Dal premio è anche nata la casa editrice Ubulibri, fondata e diretta da Quadri, specializzata in pubblicazioni di testi e di saggi teatrali e cinematografici, soprattutto di autori contemporanei.

Il Premio Ubu è l'equivalente teatrale del Premio David di Donatello per il cinema, del Premio Regia Televisiva per la tv, e del Festival di Sanremo per la musica, in Italia.

Indice

StoriaModifica

Il Premio Ubu è stato fondato nel 1979 da Franco Quadri (Milano 1936-2011), critico (prima su “Sipario”, poi su “Panorama” e infine su “la Repubblica”), saggista (Il rito perduto, Il teatro del regime, L'avanguardia teatrale in Italia, La politica del regista, Il teatro degli anni Settanta - Tradizione e ricerca e Invenzione di un teatro diverso) e traduttore (tra gli altri Come è di Samuel Beckett; Una visita inopportuna e Tango barbarodi Copi; I paraventi e Le serve di Jean Genet; Gli aghi e l'oppio di Robert Lepage fino ai recenti Ultimi rimorsi prima dell'oblio e Giusto la fine del mondo di Jean-Luc Lagarce e La compagnia degli uomini di Edward Bond).

Il premio, nei primi anni seguenti alla sua nascita, si occupava anche di cinema e lo coordinava, insieme al suo ideatore, Gianni Buttafava, uno dei personaggi più amati e colti del giornalismo culturale del tempo, prematuramente scomparso nel 1990. Dalle preferenze di una scelta giuria di addetti ai lavori nascevano i premi annuali che nella prima edizione, per la stagione 1977-78, furono assegnati a Le baccanti di Luca Ronconi e Gae Aulenti, a Marisa Fabbri come attrice della medesima tragedia e a Carmelo Bene come attore del suo Riccardo III e ad altri; per il cinema, a Ecce Bombo di Nanni Moretti e a Quell'oscuro oggetto del desiderio di Luis Buñuel come film straniero, e così via.

In seguito i Premi Ubu e il Patalogo, l'Annuario del teatro edito fino al 2009 dalla casa editrice Ubulibri che storicamente l'ha promosso, s'indirizzarono solo al teatro, continuando a segnalare di anno in anno le rappresentazioni e le regie più significative, con lo sguardo ai diversi linguaggi della scena italiana e internazionale. Tra gli altri, lo Strehler del Temporale, 1979; il Ronconi di Spettri, 1981, di Ignorabimus, 1985, dei Dialoghi delle Carmelitane, 1987, degli Ultimi giorni dell'umanità, 1990 e del gaddiano Pasticciaccio, 1995; il Carmelo Bene di Otello (da Shakespeare), 1978 e di Macbeth, 1982; il Massimo Castri di Rosmersholm, di Così è (se vi pare), 1979, delle Trachinie, 1983, del Ritorno dalla villeggiatura e della Ragione degli altri, 1997; il Cobelli della Turandot, 1980 e di Troilo e Cressida, 1992; il Tiezzi di Genet a Tangeri, 1983 e di Come è, 1986; il Leo de Berardinis di Ha da passà 'a nuttata, 1989 e dei Giganti della montagna, 1992; il Thierry Salmon delle Troiane, 1988; il Cecchi di Finale di partita, 1994; il Castellucci di Giulio Cesare, 1997 e diGenesi, 2000; il Martinelli di Sterminio, 2007; fino al Punzo dei Pescecani, 2003 e di Alice, 2009.

Dopo più di tre decenni di puntuale presenza, di attento reperimento di quanto di più vivo accada sulla scena italiana ed europea, i Premi Ubu costituiscono ormai un punto di riferimento per tutti coloro che si interessano di teatro. Ecco perché l'Associazione Ubu per Franco Quadri ha deciso di proseguirne il corso, impegnandosi nel garantire il profilo critico che ne costituisce il prestigio.

Vincitori delle edizioniModifica

Stagione 1977/78Modifica

Stagione 1978/79Modifica

Stagione 1979/80Modifica

Stagione 1980/81Modifica

Stagione 1981/82Modifica

Stagione 1982/83Modifica

Stagione 1983/84Modifica

Stagione 1984/85Modifica

Stagione 1985/86Modifica

Stagione 1986/87Modifica

Stagione 1987/88Modifica

Stagione 1988/89Modifica

Stagione 1989/90Modifica

Stagione 1990/91Modifica

Stagione 1991/92Modifica

Stagione 1992/93Modifica

Stagione 1993/94Modifica

Stagione 1994/95Modifica

Stagione 1995/96Modifica

Stagione 1996/97Modifica

Stagione 1997/98Modifica

Stagione 1998/99Modifica

La tempesta. Dormiti gallina, dormiti di Silvestro Sentiero, regia di Davide Iodice Libera Mente di Napoli.

Stagione 1999/2000Modifica

Stagione 2000/01Modifica

Stagione 2001/02Modifica

Stagione 2002/03Modifica

Stagione 2003/04Modifica

Stagione 2004/05Modifica

Stagione 2005/06Modifica

Stagione 2006/07Modifica

Stagione 2007/08Modifica

Stagione 2008/09Modifica

Stagione 2009/10Modifica

Stagione 2010/11Modifica

Stagione 2011/12Modifica

Stagione 2012/13[2]Modifica

Stagione 2013/14[3]Modifica

Stagione 2014/15[4]Modifica

Stagione 2015/16[5]Modifica

Stagione 2016/17[6]Modifica

Stagione 2018/19Modifica

  • Miglior spettacolo: Overload, regia di Sotterraneo
  • Miglior spettacolo di danza: Euforia ideazione e regia di Silvia Rampelli
  • Miglior regia: Mimmo Borrelli per La cupa
  • Miglior curatore/curatrice o organizzatore/organizzatrice: ex aequo Francesca Corona, Daniele Del Pozzo
  • Miglior allestimento scenico: Marco Rossi e Gianluca Sbicca per Freud o l'interpretazione dei sogni
  • Miglior progetto sonoro o musiche originali: Andrea Salvadori per Beatitudo
  • Miglior attore: ex aequo Gianfranco Berardi per Amleto take away, Lino Guanciale per La classe operaia va in paradiso
  • Miglior attrice Ermanna Montanari per Va pensiero, Fedeli d'Amore
  • Nuova attrice o performer (under 35): Chiara Bersani
  • Nuovo attore o performer (under35): ex aequo Marco D’Agostin, PierGiuseppe Di Tanno
  • Miglior nuovo testo italiano o scrittura drammaturgica: La cupa di Mimmo Borrelli
  • Miglior nuovo testo stranieroo scrittura drammaturgica: Afghanistan: Enduring Freedom di Richard Bean, Ben Ockrent, Simon Stephens, Colin Teevan, Naomi Wallace
  • Premio UBU alla carriera: Enzo Moscato
  • Miglior spettacolo straniero presentato in Italia: Nachlass di Rimini Protokoll (Théâtre Vidy-Lausanne)
  • Premi speciali: Aldes

NoteModifica

  1. ^ Felice Cappa, Piero Gelli, Dizionario dello Spettacolo del '900 Archiviato il 28 agosto 2007 in Internet Archive., Baldini & Castoldi. ISBN 8880892959
  2. ^ Vincitori Premi Ubu 2013
  3. ^ Premi Ubu 2014, su Associazione Ubu per Franco Quadri.
  4. ^ Premi Ubu 2015, su Associazione Ubu per Franco Quadri.
  5. ^ Premi Ubu 2016, su Associazione Ubu per Franco Quadri.
  6. ^ Premi Ubu 2017, su Associazione Ubu per Franco Quadri.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro