Apri il menu principale

1leftarrow blue.svgVoce principale: Società Sportiva Lazio.

Società Sportiva Lazio
Stagione 2002-2003
AllenatoreItalia Roberto Mancini
All. in secondaItalia Fernando Orsi
PresidenteItalia Sergio Cragnotti, poi
Italia Ugo Longo
Serie A4º posto (in Champions League)
Coppa ItaliaSemifinali
Coppa UEFASemifinali
Maggiori presenzeCampionato: Fiore (33)
Miglior marcatoreCampionato: Claudio López (15)
Totale: Claudio López (17)
StadioStadio Olimpico di Roma
Media spettatori44 129¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Società Sportiva Lazio nelle competizioni ufficiali della stagione 2002-2003.

Indice

StagioneModifica

Nell'estate 2002, il perdurante stato della crisi finanziaria obbligò alle cessioni di Nesta e Crespo: entrambi furono acquistati dalle milanesi.[1] In campionato la squadra, allenata da Mancini, vinse 7 gare esterne di fila: a inizio dicembre, si ritrovò persino al comando.[2] A conferma della buona condizione, raggiunse la semifinale di Coppa UEFA venendo però battuta dal Porto,[3] squadra che diverrà poi vincitrice della competizione.

Il campionato si concluse positivamente, grazie al quarto posto che significò l'ingresso in Champions League.[4]

DiviseModifica

Casa
Trasferta

RosaModifica

RisultatiModifica

Serie AModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2002-2003.

Girone di andataModifica

Reggio Calabria
6 novembre 2002, ore 20:30
1ª giornata[8]
Reggina0 – 3
referto
LazioStadio Oreste Granillo
Arbitro:  Ayroldi (Molfetta)

Roma
15 settembre 2002, ore 15:00
2ª giornata
Lazio2 – 3
referto
ChievoStadio Olimpico
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Torino
22 settembre 2002, ore 15:00
3ª giornata
Torino0 – 1
referto
LazioStadio delle Alpi
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Roma
28 settembre 2002, ore 20:30
4ª giornata
Lazio1 – 1
referto
MilanStadio Olimpico
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Bergamo
6 ottobre 2002, ore 20:30
5ª giornata
Atalanta0 – 1
referto
LazioStadio Atleti Azzurri d'Italia
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Roma
20 ottobre 2002, ore 15:00
6ª giornata
Lazio3 – 0
referto
PerugiaStadio Olimpico
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Roma
27 ottobre 2002, ore 20:30
7ª giornata
Lazio2 – 2
referto
RomaStadio Olimpico
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Empoli
3 novembre 2002, ore 15:00
8ª giornata
Empoli1 – 2
referto
LazioStadio Carlo Castellani
Arbitro:  Cassarà (Palermo)

Roma
10 novembre 2002, ore 15:00
9ª giornata
Lazio0 – 0
referto
ParmaStadio Olimpico
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Como
17 novembre 2002, ore 15:00
10ª giornata
Como1 – 3
referto
LazioStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Roma
24 novembre 2002, ore 20:30
11ª giornata
Lazio4 – 0
referto
ModenaStadio Olimpico
Arbitro:  Trentalange (Torino)

Piacenza
1º dicembre 2002, ore 15:00
12ª giornata
Piacenza2 – 3
referto
LazioStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Roma
7 dicembre 2002, ore 20:30
13ª giornata
Lazio3 – 3
referto
InterStadio Olimpico
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Torino
15 dicembre 2002, ore 20:30
14ª giornata
Juventus1 – 2
referto
LazioStadio delle Alpi
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Roma
22 dicembre 2002, ore 15:00
15ª giornata
Lazio1 – 1
referto
BolognaStadio Olimpico
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Brescia
11 gennaio 2003, ore 20:30
16ª giornata
Brescia0 – 0
referto
LazioStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Roma
19 gennaio 2003, ore 15:00
17ª giornata
Lazio2 – 1
referto
UdineseStadio Olimpico
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Girone di ritornoModifica

Roma
26 gennaio 2003, ore 15:00
18ª giornata
Lazio0 – 1
referto
RegginaStadio Olimpico
Arbitro:  Morganti (Ascoli Piceno)

Verona
2 febbraio 2003, ore 15:00
19ª giornata
Chievo1 – 1
referto
LazioStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Roma
9 febbraio 2003, ore 15:00
20ª giornata
Lazio1 – 1
referto
TorinoStadio Olimpico
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Milano
16 febbraio 2003, ore 20:30
21ª giornata
Milan2 – 2
referto
LazioStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Roma
23 febbraio 2003, ore 15:00
22ª giornata
Lazio0 – 0
referto
AtalantaStadio Olimpico
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Perugia
2 marzo 2003, ore 15:00
23ª giornata
Perugia2 – 2
referto
LazioStadio Renato Curi
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Roma
8 marzo 2003, ore 20:30
24ª giornata
Roma1 – 1
referto
LazioStadio Olimpico
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Roma
16 marzo 2003, ore 15:00
25ª giornata
Lazio4 – 1
referto
EmpoliStadio Olimpico
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Parma
23 marzo 2003, ore 15:00
26ª giornata
Parma2 – 1
referto
LazioStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Roma
6 aprile 2003, ore 15:00
27ª giornata
Lazio3 – 0
referto
ComoStadio Olimpico
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Modena
13 aprile 2003, ore 15:00
28ª giornata
Modena0 – 0
referto
LazioStadio Alberto Braglia
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Roma
19 aprile 2003, ore 15:00
29ª giornata
Lazio2 – 1
referto
PiacenzaStadio Olimpico
Arbitro:  Dondarini (Finale Emilia)

Milano
27 aprile 2003, ore 20:30
30ª giornata
Inter1 – 1
referto
LazioStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Roma
3 maggio 2003, ore 15:00
31ª giornata
Lazio0 – 0
referto
JuventusStadio Olimpico
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Bologna
10 maggio 2003, ore 15:00
32ª giornata
Bologna0 – 2
referto
LazioStadio Renato Dall'Ara
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Roma
17 maggio 2003, ore 15:00
33ª giornata
Lazio3 – 1
referto
BresciaStadio Olimpico
Arbitro:  Saccani (Mantova)

Udine
24 maggio 2003, ore 15:00
34ª giornata
Udinese2 – 1
referto
LazioStadio Friuli
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Coppa ItaliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2002-2003.
Roma
4 dicembre 2002
Ottavi di finale - Andata
Lazio2 – 0EmpoliStadio Olimpico
Arbitro:  Dondarini (Finale Emilia)

Empoli
19 dicembre 2002
Ottavi di finale - Ritorno
Empoli1 – 2LazioStadio Carlo Castellani
Arbitro:  Castellani (Verona)

Roma
15 gennaio 2003
Quarti di finale - Andata
Lazio2 – 1BariStadio Olimpico
Arbitro:  Morganti (Ascoli Piceno)

Bari
21 gennaio 2003
Quarti di finale - Ritorno
Bari0 – 0LazioStadio San Nicola
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Roma
5 febbraio 2003
Semifinali - Andata
Lazio1 – 2RomaStadio Olimpico
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Roma
16 aprile 2003
Semifinali - Ritorno
Roma1 – 0LazioStadio Olimpico
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Coppa UEFAModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 2002-2003.
Roma
19 settembre 2002
Primo turno - Andata
Lazio4 – 0
referto
Skoda XanthīStadio Olimpico
Arbitro:   Širić

Xanthi
3 ottobre 2002
Primo turno - Ritorno
Skoda Xanthī0 – 0
referto
LazioStadio Xanthi
Arbitro:   Hriňák

Roma
31 ottobre 2002
Secondo turno - Andata
Lazio1 – 0
referto
Stella RossaStadio Olimpico
Arbitro:   Tokat

Belgrado
14 novembre 2002
Secondo turno - Ritorno
Stella Rossa1 – 1
referto
LazioStadio Stella Rossa
Arbitro:   Rodríguez Santiago

Graz
28 novembre 2002
Terzo turno - Andata
Sturm Graz1 – 3
referto
LazioStadion Graz-Liebenau
Arbitro:   Granat

Roma
12 dicembre 2002
Terzo turno - Ritorno
Lazio0 – 1
referto
Sturm GrazStadio Olimpico
Arbitro:   Allaerts

Roma
20 febbraio 2003
Ottavi di finale - Andata
Lazio3 – 3
referto
Wisła CracoviaStadio Olimpico
Arbitro:   Plautz

Cracovia
5 marzo 2003
Ottavi di finale - Ritorno
Wisła Cracovia1 – 2
referto
LazioStadion Miejski
Arbitro:   Clark

Roma
13 marzo 2003
Quarti di finale - Andata
Lazio1 – 0
referto
BeşiktaşStadio Olimpico
Arbitro:   Mejuto González

Istanbul
20 marzo 2003
Quarti di finale - Ritorno
Beşiktaş1 – 2
referto
LazioStadio BJK İnönü
Arbitro:   Poll

Oporto
10 aprile 2003
Semifinali - Andata
Porto4 – 1
referto
LazioEstádio das Antas
Arbitro:   Vassaras

Roma
24 aprile 2003
Semifinali - Ritorno
Lazio0 – 0
referto
PortoStadio Olimpico
Arbitro:   Veissière

NoteModifica

  1. ^ Carlo Laudisa, Milan-Juve, è corsa a due per Nesta, su gazzetta.it, 27 agosto 2002.
  2. ^ Luigi Garlando, Lazio prima contro tutti, in La Gazzetta dello Sport, 2 dicembre 2002.
  3. ^ Lazio, figuraccia europea Quattro bastonate a Oporto, su repubblica.it, 10 aprile 2003.
  4. ^ Udinese, vittoria e Uefa La Lazio deve fermarsi, su repubblica.it, 24 maggio 2003.
  5. ^ Ceduto a gennaio al Barcellona
  6. ^ Acquistato a gennaio dal Chievo
  7. ^ Ceduto a gennaio all'Osasuna
  8. ^ Rinviata a tale data per mancato accordo sui contratti televisivi:

BibliografiaModifica

  • Fabrizio Melegari (a cura di), Almanacco illustrato del calcio 2003, Modena, Panini, 2002.
  • Fabrizio Melegari (a cura di), Almanacco illustrato del calcio 2004, Modena, Panini, 2003.

Collegamenti esterniModifica