Apri il menu principale

Građanski nogometni klub Dinamo Zagreb

(Reindirizzamento da GNK Dinamo Zagreb)
Dinamo Zagabria
Calcio Football pictogram.svg
Modri
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px chequered HEX-D61517 White half diagonal HEX-0054A6 letter D.svg Blu
Inno Dinamo Ja Volim
Pips, Chips & Videoclips
Dati societari
Città Zagabria
Nazione Croazia Croazia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Croatia.svg HNS
Campionato Prva Liga
Fondazione 1945
Presidente Croazia Mirko Barišić
Allenatore Croazia Nenad Bjelica
Stadio Stadio Maksimir
(38.923 posti)
Sito web www.gnkdinamo.hr
Palmarès
Coppa delle Fiere
Trofei nazionali 4 Campionati jugoslavi
20 Campionati croati
7 Coppe di Jugoslavia
15 Coppe di Croazia
5 Supercoppe di Croazia
Trofei internazionali 1 Coppe delle Fiere
1 Coppa dei Balcani
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

Il Građanski Nogometni klub Dinamo Zagreb, noto in Italia come Dinamo Zagabria e in passato con il nome di Croatia Zagreb (it. Croazia Zagabria), è una società calcistica croata con sede nella capitale, Zagabria, dove fu fondata nel 1945. Milita nella massima divisione del campionato croato di calcio e disputa le gare interne nello Stadio Maksimir della capitale croata.

È il club più titolato di Croazia, potendo vantare 20 titoli nazionali, 15 Coppe di Croazia e 5 Supercoppe di Croazia. Nel suo palmarès figurano anche 4 campionati jugoslavi e 7 Coppe di Jugoslavia, mentre a livello internazionale il club si è aggiudicato una Coppa delle Fiere (1966-1967) e una Coppa dei Balcani (1976).

Indice

StoriaModifica

Gli anni della Repubblica Socialista Federale di JugoslaviaModifica

Dopo la seconda guerra mondiale, i tre club principali di Zagabria (HAŠK, Građanski, Concordia) vennero sciolti (in quanto legati alla "memoria storica" dello Stato Indipendente di Croazia), e venne formato un nuovo club il 9 giugno 1945. Come molti altri club dell'Europa orientale, la nuova società venne chiamata Dinamo (Dynamo), e i migliori giocatori dello Građanski ne costituirono il nucleo primario e principale (tra questi, da ricordare Wölfl, Kokotović, Lešnik, Cimermančić, Pleše, Antolković e Jazbinšek), insieme ai giocatori dello HAŠK come Ratko Kacian, Željko Čajkovski, Svetozar Peričić e Dragutin Lojen.

Come stadio venne scelto quello dello HAŠK, mentre come colori sociali, il blu del Građanski. Márton Bukovi, il vecchio allenatore dello Građanski, venne nominato nuovo allenatore della neonata formazione.

Durante gli anni della Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia, il club di Zagabria vinse quattro Campionati jugoslavi (1948, 1952, 1958, 1982), sette Coppe di Jugoslavia (1951, 1960, 1963, 1965, 1969, 1980, 1983) e, a livello internazionale la Coppa delle Fiere 1967 e la Coppa dei Balcani per club del 1977. Dal 1952 al 1957 il club partecipò anche alla Coppa Grasshoppers, torneo internazionale in cui la squadra si piazzò al terzo posto.

La società si posiziona al 3º posto nella classifica perpetua della Prva Liga Jugoslava.

Nel campionato croatoModifica

Dopo l'indipendenza della Croazia, nel 1992 il club riprese il nome di HAŠK-Građanski, ma l'anno seguente, nel 1993, cambiò la propria denominazione in Croatia Zagreb, per slegare la nuova realtà da ogni retaggio del vecchio passato comunista. Gran parte dei tifosi continuarono ad utilizzare la vecchia denominazione di Dinamo, in quanto essi inquadrarono questa mossa come una politicizzazione, causando anche violenti scontri con le forze di polizia. Questo attaccamento alla "tradizione" può essere facilmente spiegato: difatti negli anni immediatamente precedenti alla dissoluzione della Jugoslavia il nome Dinamo era diventato simbolo di resistenza al regime comunista. A causa del malcontento popolare, il 14 febbraio 2000 il club ritornò ad adottare la vecchia denominazione Dinamo.

Dopo la nascita della Prva HNL, la Dinamo si è divisa con l'Hajduk Spalato la vittoria finale del campionato e delle altre competizioni, vincendo diciannove campionati croati, quindici Coppe di Croazia e otto Supercoppe di Croazia.

Nella stagione 2011-2012 ottenne l'accesso ai gironi di UEFA Champions League, a dodici anni di distanza dall'ultima apparizione nella fase a gruppi. Inserita in un difficile girone con Real Madrid, Lione e Ajax, chiuse ultima, con sei sconfitte in sei partite e una differenza reti di -19.

Nel 2012-2013 si qualificò nuovamente alla fase a gironi di UEFA Champions League. Inserita nel girone con Porto, Dinamo Kiev e Paris Saint-Germain, raccolse un pari e subì cinque sconfitte, chiudendo ancora ultima, con una differenza reti di -13.

Nel 2015-2016 si qualificò alla fase a gruppi di UEFA Champions League, dove ottenne una vittoria e patì cinque sconfitte contro Bayern Monaco, Arsenal e Olympiakos. La vittoria casalinga all'esordio contro l'Arsenal (2-1) fu la prima nella fase a gironi di Champions per il club dal 1999.

Nel 2018-2019 fu eliminata dalla UEFA Champions League al turno di play-off dallo Young Boys e retrocesse nella fase a gironi di Europa League, nel gruppo con Fenerbahçe, Anderlecht e Spartak Trnava. Dopo aver vinto le prime quattro partite ed essersi assicurata il primo posto nel girone, la Dinamo concluse con due 0-0 le ultime due gare, chiudendo in vetta con 14 punti. Ai sedicesimi di finale perse per 2-1 nella gara di andata in casa contro il Viktoria Plzeň, ma al ritorno riuscì ad imporsi per 3-0, superando così il turno. Ai sedicesimi di finale batté per 1-0 in casa portoghesi del Benfica, ma al ritorno fu eliminata perdendo per 3-0 dopo i tempi supplementari in Portogallo.

L'accordo con la Lokomotiva ZagrebModifica

Nel 2006 la Dinamo Zagreb ha stretto un accordo di simbiosi con la Lokomotiva Zagreb, società all'epoca militante nel torneo locale di quarta serie croata, che è divenuta sua procacciatrice di giovani talenti. Per effetto dell'accordo la Lokomotiva Zagreb ha ottenuto un ingente afflusso finanziario e un notevole innalzamento tecnico, che le ha consentito tre promozioni consecutive fino a raggiungere la massima categoria nel 2009.

La permanenza ad alti livelli della Lokomotiva Zagreb nella massima serie, ha determinato forti polemiche nei confronti della Dinamo Zagabria poiché eserciterebbe il controllo di campionato e la federazione calcistica nazionale.[1]

StadioModifica

 
Lo Stadio Maksimir

Casa della Dinamo Zagabria è lo Stadio Maksimir, situato nei sobborghi a nord-est della capitale croata, nelle vicinanze del "Parco Maksimir" e dello Zoo di Zagabria.

Attualmente lo stadio ha una capacità di 38.079 posti, ed è stato notevolmente rinnovato presentando una struttura moderna. Sono attualmente in corso i lavori per aumentarne la capienza a 60.000 spettatori, tutti al coperto.

TifosiModifica

Sebbene durante tutta la storia del club si siano formati numerosi gruppi di tifosi, curiosamente il primo gruppo ad emergere in modo organico ed organizzato fu il club di tifosi sorto nella "rivale" Spalato nel 1950. Attualmente il gruppo più importante del tifo organizzato è quello dei Bad Blue Boys, conosciuti anche come "BBB", che riprende il nome di un film del 1983, Bad Boys.

I Bad Blue Boys sono conosciuti per il lungo elenco di incidenti causati in diversi stadi europei. Nel 2008 si sono resi protagonisti di violenti scontri, lancio di fumogeni e altri oggetti all'interno del campo da gioco, durante la gara di Coppa UEFA contro l'Udinese. Nella trasferta di Timișoara, il 1º ottobre 2009, la Dinamo Zagreb è stata penalizzata di 3 punti nel girone di UEFA Europa League, dovendo disputare le due successive gare europee casalinghe a porte chiuse. La partita di Timişoara era stata vinta per 3-0 dalla compagine di Zagabria; in seguito, avendo vinto il ricorso, i tre punti vennero riassegnati ai croati.[2]

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

1947-1948, 1953-1954, 1957-1958, 1981-1982
1951, 1960, 1963, 1965, 1969, 1980, 1983
1992-1993, 1995-1996, 1996-1997, 1997-1998, 1998-1999, 1999-2000, 2002-2003, 2005-2006, 2006-2007, 2007-2008, 2008-2009, 2009-2010, 2010-2011, 2011-2012, 2012-2013, 2013-2014, 2014-2015, 2015-2016, 2017-2018, 2018-2019
1993-1994, 1995-1996, 1996-1997, 1997-1998, 2000-2001, 2001-2002, 2003-2004, 2006-2007, 2007-2008, 2008-2009, 2010-2011, 2011-2012, 2014-2015, 2015-2016, 2017-2018
2002, 2003, 2006, 2010, 2013

Competizioni internazionaliModifica

1966-1967
1977

Competizioni giovaniliModifica

1949-1950, 1954-1955, 1971-1972, 1972-1973, 1973-1974
1966-1967, 1972-1973
1999-2000, 2000-2001, 2001-2002, 2002-2003, 2008-2009, 2009-2010, 2010-2011, 2015-2016
1999-2000, 2000-2001, 2002-2003, 2003-2004
2002

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 1946-1947, 1951, 1959-1960, 1962-1963, 1965-1966, 1966-1967, 1968-1969, 1976-1977, 1978-1979, 1989-1990, 1990-1991
Terzo posto: 1954-1955, 1961-1962, 1963-1964, 1967-1968, 1970-1971, 1975-1976, 1982-1983
Finalista: 1950, 1963-1964, 1971-1972, 1975-1976, 1981-1982, 1984-1985
Semifinalista: 1948, 1953, 1961-1962, 1969-1970, 1970-1971, 1977-1978, 1983-1984, 1985-1986
Secondo posto: 1969
Secondo posto: 1994-1995, 2000-2001, 2003-2004, 2016-2017
Terzo posto: 1993-1994, 2001-2002
Secondo posto: 1991
Finalista: 1991-1992, 1992-1993, 1994-1995, 1999-2000, 2013-2014, 2016-2017, 2018-2019
Semifinalista: 2009-2010
Finalista: 1993, 1994, 2004, 2014
Finalista: 1962-1963
Semifinalista: 1960-1961
Semifinalista: 1951, 1962
Terzo posto: 1952-1957

Statistiche e recordModifica

Statistiche nelle competizioni UEFAModifica

Tabella aggiornata alla fine della stagione 2018-2019.

Competizione Partecipazioni G V N P RF RS
UEFA Champions League 20 120 51 22 49 178 175
Coppa delle Coppe 8 29 11 5 13 29 36
Coppa UEFA/UEFA Europa League 24 116 42 29 45 168 146
Coppa delle Fiere 6 35 12 10 13 56 41

OrganicoModifica

GiocatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del G.N.K. Dinamo Zagreb

GNK Dinamo IIModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: GNK Dinamo Riserve.

Dalla stagione 2014-15 è stata istituita la seconda squadra della Dinamo conosciuta come Dinamo II. Al pari delle seconde squadre di Rijeka e Hajduk è stata in inserita in Terza Divisione e non può partecipare alla Coppa Nazionale né essere promossa nella stessa categoria della "Prima Squadra". È composta da giocatori fra i 18 e i 21 anni, nelle partite ufficiali possono giocare solo 5 "fuori quota".

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN132266774 · GND (DE3045790-7