Apri il menu principale

Fausto Ricci (motociclista)

pilota motociclistico italiano
Fausto Ricci
Nazionalità Italia Italia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 1984 in classe 250
Stagioni dal 1984 al 1994
Miglior risultato finale
Gare disputate 63
Gare vinte 1
Podi 5
Punti ottenuti 103
 

Fausto Ricci (Ravenna, 13 marzo 1961) è un pilota motociclistico italiano ritiratosi dall'attività agonistica.

CarrieraModifica

Fausto Ricci nasce a Ravenna e nel 1980 inizia a gareggiare nel trofeo monomarca Laverda 500, vincendo due gare su cinque, giungendo secondo nella classifica generale di fine campionato. L'anno successivo corre di nuovo nello stesso trofeo, qualificandosi secondo a fine campionato, vincendo tre gare su cinque. Nello stesso anno, grazie ad una wild-card, partecipa ad una prova del campionato italiano senior nella classe 350 con una Yamaha, giungendo al terzo posto.

Nel 1982 partecipa al campionato Italiano e a quello Europeo con una Yamaha 500. La stagione si apre con una caduta al Mugello che comporta la frattura di entrambe le clavicole, ciononostante riesce a vincere la prova del trofeo Colucci 500, svoltasi a Misano pochi mesi dopo.

Nel 1983 viene selezionato dal Team Italia per partecipare al Campionato Italiano e a quello europeo 250, conquistando il secondo posto nel Campionato Italiano ed il terzo in quello Europeo[1].

Questi risultati gli consentono il debutto nel campionato del Mondo del 1984 nella classe 250, anno in cui ha vinto il suo primo ed unico gran premio, in occasione del GP d'Italia in sella ad una Yamaha.

La sua stagione migliore è stata quella del motomondiale 1985, corsa guidando una Honda, in cui ha conquistato quattro piazzamenti sul podio e il 5º posto nella classifica finale dell'anno. Sempre nel 1985 ottiene la vittoria nel Campionato Italiano, ripetuta anche l'anno seguente.

Nel motomondiale 1986 viene riconfermato pilota ufficiale Honda Italia e giunge ottavo in classifica generale. L'anno successivo trascorre senza risultati di rilievo a causa dei numerosi problemi tecnici riportati dall'Honda 250 del team Iberna.

Nel 1988 Fausto Ricci rientra nel team Italia e, iniziando la stagione con una Yamaha per poi terminarla in sella ad un'Aprilia 250, si laurea campione Europeo vincendo a Most, Assen, Le Mans e Jarama[2].

L'anno seguente resta con il team Italia partecipando al campionato Italiano ed al Campionato Mondiale con l'Aprilia 250, ottenendo gli ultimi punti in carriera.

Nel 1990 entra nel team Rocker Racing e partecipa al campionato del Mondo con un'Aprilia 250, sostituita l'anno successivo da una Yamaha 250, senza però ottenere particolari risultati.

Dopo il ritiro dalle competizioni è rimasto nell'ambiente del motociclismo facendo parte di un team che organizza corsi di guida motociclistica all'Adria International Raceway.[3]

Risultati nel motomondialeModifica

1984 Classe Moto                         Punti Pos.
250 Yamaha - 1 14 Rit Rit Rit NQ - NQ NQ - Rit 15 16º
1985 Classe Moto                         Punti Pos.
250 Honda 9 Rit NP 3 3 Rit Rit 19 3 8 3 6 50
1986 Classe Moto                         Punti Pos.
250 Honda 9 Rit 5 4 4 Rit 11 27 Rit Rit 5 NE 30
1987 Classe Moto                               Punti Pos.
250 Honda Rit Rit NQ NQ NQ NQ - - 20 Rit - - 0
1988 Classe Moto                               Punti Pos.
250 Aprilia Rit Rit 0
1989 Classe Moto                               Punti Pos.
250 Aprilia Rit Rit 21 Rit NP NQ 29 Rit 18 8 Rit Rit Rit Rit 8 32º
1990 Classe Moto                               Punti Pos.
250 Aprilia Rit Rit Rit 0
1991 Classe Moto                               Punti Pos.
250 Yamaha 19 Rit 18 16 Rit NQ NQ 26 24 Rit 0
1992 Classe Moto                           Punti Pos.
125 Yamaha 26 Rit Rit Rit Rit Rit 0
1994 Classe Moto                             Punti Pos.
125 Aprilia 24 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica