Apri il menu principale

Società Sportiva Lazio 2005-2006

1leftarrow blue.svgVoce principale: Società Sportiva Lazio.

Società Sportiva Lazio
Stagione 2005-2006
AllenatoreItalia Delio Rossi
All. in secondaItalia Fedele Limone
PresidenteItalia Claudio Lotito
Serie A16º posto[1]
Coppa ItaliaQuarti di finale
Coppa IntertotoSemifinale
Maggiori presenzeCampionato: Rocchi, Zauri (37)
Totale: Zauri (45)
Miglior marcatoreCampionato: Rocchi (16)
Totale: Rocchi (17)
StadioStadio Olimpico
Maggior numero di spettatori78.000 vs Roma
(26 febbraio 2006)
Minor numero di spettatori5.000 vs Cittadella
(8 dicembre 2005)
Media spettatori24.707

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Società Sportiva Lazio nelle competizioni ufficiali della stagione 2005-2006.

Indice

StagioneModifica

La stagione 2005-2006 della Lazio è stata la 63ª in Serie A e la 76ª complessiva in massima serie. Le Aquile iniziano la stagione per la prima volta con il mister Delio Rossi, successore di Giuseppe Papadopulo. La stagione si apre il 17 luglio in occasione del terzo turno della Coppa Intertoto che mette di fronte alla Lazio i finlandesi del Tampere United; la partita viene agevolmente superata per 3-0 grazie ai gol di Manuel Belleri, Tommaso Rocchi e Paolo Di Canio. Il 23 luglio va in scena la partita di ritorno e la partita finisce 1-1 e grazie al complessivo di 4-1 la Lazio vola in semifinale. Quattro giorni dopo, in occasione della partita di ritorno della semifinale, la lazio affronta i francesi dell'Olympique Marsiglia; la partita viene pareggiata 1-1. Il 3 agosto la Lazio viene battuta, e quindi eliminata dalla Coppa Intertoto, dall'Olympique Marsiglia per 3-0.

Il campionato inizia il 28 agosto 2005 e vede la Lazio ospitare il Messina; i biancocelesti vincono per 1-0 con una rete di Goran Pandev. In tale occasione, la Lazio gioca con il lutto al braccio per onorare la memoria di Giuliano Fiorini scomparso in estate. La Lazio incorre nella prima sconfitta stagionale con il Milan, a Milano, per 2-0. Il 23 ottobre si gioca il Derby di Roma, partita come sempre accesa, piena di foga e ne risulta una partita molto tattica ed equilibrata. La Roma va in vantaggio con Francesco Totti al 40º, ma Tommaso Rocchi pareggia di testa al 57º. Il primo successo esterno arriva il 27 novembre contro l'Empoli per 3-2. Per la Lazio la prima partita di Coppa Italia vede di fronte, negli ottavi di finale, il Cittadella che viene eliminato battendolo a Roma per 2-0 e pareggiando in trasferta per 0-0. A metà campionato la Lazio totalizza 28 punti, nona a pari punti con la Sampdoria.

Nei quarti di finale di Coppa Italia, l'avversaria è l'Inter e dopo il pareggio a Roma per 1-1, la Lazio perde per 1-0 a Milano. Il 26 febbraio 2006 va in scena il secondo derby stagionale che vede vincere la Roma per 2-0. Il 30 aprile 2006, grazie alla vittoria per 1-0 contro il Lecce, la Lazio conquista matematicamente la qualificazione alla Coppa UEFA. La Lazio finisce il campionato in sesta posizione, con 62 punti dietro Juventus, Milan, Inter, Fiorentina e Roma.

A tre giornate dalla fine del campionato uno scandalo turba il mondo del calcio italiano dove risulta essere implicata anche la Lazio. Dopo i vari processi, in prima istanza la Lazio viene condannata alla retrocessione in Serie B. In secondo grado la pena fu commutata in trenta punti di penalizzazione per la stagione 2005-2006 e undici per quella successiva. Nel terzo e ultimo grado di giudizio fu confermata la penalizzazione di trenta punti per la stagione appena conclusa, con conseguente esclusione dalla Coppa UEFA, e tre punti di penalizzazione da scontare nella stagione successiva. Alla luce di tutto ciò il club romano finisce ufficialmente la stagione 2005-2006 al 16º posto in classifica con 32 punti.

Maglie e sponsorModifica

Presso il campo sportivo Mulin da Coi, sono state presentate le nuove maglie da Marco Canigiani della Lazio e da Furio Focolari della Puma. I giocatori Paolo Di Canio, César, Roberto Baronio, Angelo Peruzzi e Tommaso Rocchi fecero da modelli indossando le nuove divise.

Lo sponsor ufficiale per la stagione 2005-2006 è INA Assitalia, compagnia assicurativa appartenente al gruppo Assicurazioni Generali e operante sul mercato italiano. Compare sulle maglie biancocelesti a partire dalla 7ª giornata di campionato.

Casa
Trasferta

La composizione delle divise è la seguente:

  • Casa: la maglia è celeste, il pantaloncino è bianco e calzettoni celesti.
  • Trasferta: la maglia è bianca con delle linee nere ai lati. Stessa cosa vale per i pantaloncini mentre i calzettoni sono neri.

Va ricordato che, a seconda dei colori della squadra avversaria, i pantaloncini e i calzettoni possono essere abbinati in modo differente.

Organigramma societarioModifica

Area direttiva

Consiglio di gestione
Consiglio di sorveglianza
  • Presidente: Giovanni Gilardoni
  • Vicepresidente: Antonio Nottola
  • Consiglieri: Avilio Presutti, Fausto Canzoni, Paolo Mereu

Area organizzativa

  • Direzione Organizzativa: Giovanni Gardini
  • Segreteria Generale: Gianpiero Persichetti, Felice Pulici, Elena Rendina
  • Team Manager: Maurizio Manzini
  • Direzione Amm.va e Controllo di Gestione / Investor Relator: Marco Cavaliere
  • Direzione Legale e Contenziosi: Francesca Miele
  • Direzione Organizzativa Centro Sportivo di Formello, Uffici, Country Club, Stadio: Giovanni Russo
  • Direzione Settore Giovanile: Giulio Coletta

Area marketing

Area comunicazione

  • Direzione Relazioni Esterne e Comunicazione: Claudio Lotito
  • Responsabile Relazioni Esterne e Comunicazione: Antonio Agnocchetti
  • Ufficio Stampa: Cristina Moretti

Area tecnica

  • Direttore Sportivo: Carlo Osti
  • Allenatore: Delio Rossi
  • Allenatore in seconda: Fedele Limone
  • Preparatori atletici: Valter Vio, Adriano Bianchini
  • Preparatore dei portieri: Adalberto Grigioni

Area sanitaria

  • Direttore sanitario: dott. Alfredo Carfagni
  • Coordinatore staff sanitario e medico sociale: dott. Bernardino Petrucci
  • Medico sociale: dott. Stefano Salvatori

RosaModifica

CalciomercatoModifica

La Lazio, durante la sessione estiva, acquista il centrocampista svizzero Valon Behrami, in comproprietà, dal Genoa, il centrocampista belga Gaby Mudingayi e il centrocampista danese Christian Thielsen Keller, entrambi svincolati dal Torino, il difensore svincolato Guglielmo Stendardo, l'attaccante albanese Igli Tare dal Bologna, il difensore Andrea Giallombardo in prestito dal Livorno, il difensore Felice Piccolo in prestito dalla Juventus, il difensore Manuel Belleri in comproprietà con l'Empoli, il difensore brasiliano Emílson Sánchez Cribari in prestito dall'Udinese, il portiere Marco Ballotta, svincolatosi dal Treviso, e il centrocampista Fabio Firmani dal Catania. Vengono ceduti: Roberto Muzzi al Torino, Miguel Mea Vitali in prestito al Sora, Paolo Negro al Siena, Fernando Couto al Parma, Simone Sannibale alla Salernitana, Braian Robert al La Plata e in più i vari giocatori della passata stagione prelevati in prestito ma non riscattati.

A gennaio vengono acquistati il portiere sloveno Samir Handanovič e il centrocampista Stefano Mauri in prestito dall'Udinese, il centrocampista Massimo Bonanni in prestito dal Palermo e il difensore brasiliano Guilherme Siqueira in prestito dall'Inter. Mentre vengono ceduti Roberto Baronio in prestito all'Udinese, César a titolo definitivo all'Inter e Matteo Sereni in prestito al Treviso.

Sessione estivaModifica

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Marco Ballotta Treviso svincolato
D Manuel Belleri Empoli comproprietà
D Emílson Sánchez Cribari Udinese prestito
D Andrea Giallombardo Livorno prestito
D Cristiano Gimelli Casale fine prestito
D Guglielmo Stendardo Perugia svincolato
D Felice Piccolo Juventus prestito
C Valon Behrami Genoa comproprietà
C Fabio Firmani Catania definitivo
C Christian Thielsen Keller Torino svincolato
C Gaby Mudingayi Torino svincolato
A Simone Inzaghi Sampdoria fine prestito
A Igli Tare Bologna definitivo
Cessioni
R. Nome da Modalità
P Fabrizio Casazza Pavia svincolato
D Fernando Couto Parma svincolato
D Cristiano Gimelli Viterbese prestito
D Matías Lequi Atlético Madrid fine prestito
D Óscar López Barcellona fine prestito
D Paolo Negro Siena svincolato
D Simone Sannibale Salernitana prestito
D Anthony Šerić Verona fine prestito
D Leonardo Talamonti Rosario Central fine prestito
C Dino Baggio Triestina svincolato
C Antonio Filippini Palermo fine prestito
C Emanuele Filippini Palermo fine prestito
C Giuliano Giannichedda Juventus svincolato
C Esteban González Gimnasia La Plata fine prestito
C Miguel Mea Vitali Sora prestito
C Braian Robert La Plata definitivo
A Fabio Bazzani Sampdoria fine prestito
A Alfonso Delgado SPAL svincolato
A Claudio De Sousa Torino definitivo
A Roberto Muzzi Torino definitivo

Sessione invernaleModifica

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Samir Handanovič Treviso prestito
D Guilherme Siqueira Inter prestito
C Massimo Bonanni Palermo prestito
C Stefano Mauri Udinese prestito
Cessioni
R. Nome da Modalità
P Matteo Sereni Treviso prestito
C Roberto Baronio Udinese prestito
C César Inter definitivo

RisultatiModifica

Serie AModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2005-2006.

Girone di andataModifica

Roma
28 agosto 2005, ore 15:00 CEST
1ª giornata
Lazio1 – 0
referto
MessinaStadio Olimpico (23.004 spett.)
Arbitro:  Dondarini (Finale Emilia)

Cagliari
11 settembre 2005, ore 20:30 CEST
2ª giornata
Cagliari1 – 1
referto
LazioStadio Sant'Elia (10.000 spett.)
Arbitro:  Bertini (Arezzo)

Roma
18 settembre 2005, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Lazio3 – 1
referto
TrevisoStadio Olimpico (22.378 spett.)
Arbitro:  Mazzoleni (Bergamo)

Milano
21 settembre 2005, ore 20:30 CEST
4ª giornata
Milan2 – 0
referto
LazioStadio Giuseppe Meazza (57.778 spett.)
Arbitro:  Dondarini (Finale Emilia)

Roma
25 settembre 2005, ore 15:00 CEST
5ª giornata
Lazio4 – 2
referto
PalermoStadio Olimpico (25.000 spett.)
Arbitro:  Saccani (Mantova)

Udine
1º ottobre 2005, ore 20:30 CEST
6ª giornata
Udinese3 – 0
referto
LazioStadio Friuli (15.000 spett.)
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Roma
16 ottobre 2005, ore 15:00 CEST
7ª giornata
Lazio1 – 0
referto
FiorentinaStadio Olimpico (27.502 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Roma
23 ottobre 2005, ore 20:30 CEST
8ª giornata
Roma1 – 1
referto
LazioStadio Olimpico (61.030 spett.)
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Roma
26 ottobre 2005, ore 20:30 CEST
9ª giornata
Lazio2 – 2
referto
ChievoStadio Olimpico (20.000 spett.)
Arbitro:  Nicola Ayroldi (Molfetta)

Reggio Calabria
30 ottobre 2005, ore 15:00 CET
10ª giornata
Reggina1 – 0
referto
LazioStadio Oreste Granillo (9.352 spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Roma
5 novembre 2005, ore 20:30 CET
11ª giornata
Lazio0 – 0
referto
InterStadio Olimpico (33.367 spett.)
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Genova
20 novembre 2005, ore 15:00 CET
12ª giornata
Sampdoria2 – 0
referto
LazioStadio Luigi Ferraris (22.575 spett.)
Arbitro:  Racalbuto (Gallarate)

Empoli
27 novembre 2005, ore 15:00 CET
13ª giornata
Empoli2 – 3
referto
LazioStadio Carlo Castellani (6.290 spett.)
Arbitro:  Tagliavento (Terni)

Roma
4 dicembre 2005, ore 15:00 CET
14ª giornata
Lazio3 – 2
referto
SienaStadio Olimpico (20.000 spett.)
Arbitro:  Marelli (Como)

Livorno
11 dicembre 2005, ore 15:00 CET
15ª giornata
Livorno2 – 1
referto
LazioStadio Armando Picchi (13.000 spett.)
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Roma
17 dicembre 2005, ore 20.30 CET
16ª giornata
Lazio1 – 1
referto
JuventusStadio Olimpico (28.000 spett.)
Arbitro:  Pieri (Genova)

Lecce
21 dicembre 2005, ore 20.30 CET
17ª giornata
Lecce0 – 0
referto
LazioStadio Via del Mare (12.082 spett.)
Arbitro:  Lops (Torino)

Roma
8 gennaio 2006, ore 15:00 CET
18ª giornata
Lazio4 – 1
referto
AscoliStadio Olimpico (30.000 spett.)
Arbitro:  Stefanini (Prato)

Parma
15 gennaio 2006, ore 15:00 CET
19ª giornata
Parma1 – 1
referto
LazioStadio Ennio Tardini (20.000 spett.)
Arbitro:  Dondarini (Finale Emilia)

Girone di ritornoModifica

Messina
18 gennaio 2006, ore 20:30 CET
20ª giornata
Messina1 – 1
referto
LazioStadio San Filippo (8.000 spett.)
Arbitro:  Pieri (Genova)

Roma
21 gennaio 2006, ore 20:30 CET
21ª giornata
Lazio1 – 1
referto
CagliariStadio Olimpico (21.972 spett.)
Arbitro:  Mazzoleni (Bergamo)

Treviso
29 gennaio 2006, ore 15:00 CET
22ª giornata
Treviso0 – 1
referto
LazioStadio Omobono Tenni (5.071 spett.)
Arbitro:  Tagliavento (Terni)

Roma
5 febbraio 2006, ore 20:30 CET
23ª giornata
Lazio0 – 0
referto
MilanStadio Olimpico (29.956 spett.)
Arbitro:  Saccani (Mantova)

Palermo
8 febbraio 2006, ore 20:30 CET
24ª giornata
Palermo3 – 1
referto
LazioStadio Renzo Barbera (27.000 spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Roma
11 febbraio 2006, ore 20:30 CET
25ª giornata
Lazio1 – 1
referto
UdineseStadio Olimpico (21.503 spett.)
Arbitro:  De Marco (Chiavari)

Firenze
19 febbraio 2006, ore 15:00 CET
26ª giornata
Fiorentina1 – 2
referto
LazioStadio Artemio Franchi (30.196 spett.)
Arbitro:  Tagliavento (Terni)

Roma
26 febbraio 2006, ore 20:30 CET
27ª giornata
Lazio0 – 2
referto
RomaStadio Olimpico (78.000 spett.)
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Verona
5 marzo 2006, ore 15:00 CET
28ª giornata
Chievo2 – 2
referto
LazioStadio Marcantonio Bentegodi (5.461 spett.)
Arbitro:  Mazzoleni (Bergamo)

Roma
12 marzo 2006, ore 15:00 CET
29ª giornata
Lazio3 – 1
referto
RegginaStadio Olimpico (20.000 spett.)
Arbitro:  Stefanini (Prato)

Milano
19 marzo 2006, ore 15:00 CET
30ª giornata
Inter3 – 1
referto
LazioStadio Giuseppe Meazza (48.818 spett.)
Arbitro:  Pieri (Genova)

Roma
26 marzo 2006, ore 15:00 CEST
31ª giornata
Lazio2 – 0
referto
SampdoriaStadio Olimpico (24.000 spett.)
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Roma
2 aprile 2006, ore 15:00 CEST
32ª giornata
Lazio3 – 3
referto
EmpoliStadio Olimpico (24.061 spett.)
Arbitro:  Ayroldi (Molfetta)

Siena
9 aprile 2006, ore 15:00 CEST
33ª giornata
Siena2 – 3
referto
LazioStadio Artemio Franchi (9.525 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Roma
15 aprile 2006, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Lazio3 – 1
referto
LivornoStadio Olimpico (25.662 spett.)
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Torino
22 aprile 2006, ore 15:00 CEST
35ª giornata
Juventus1 – 1
referto
LazioStadio delle Alpi (33.898 spett.)
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Roma
30 aprile 2006, ore 15:00 CEST
36ª giornata
Lazio1 – 0
referto
LecceStadio Olimpico (26.833 spett.)
Arbitro:  Gava (Conegliano)

Ascoli Piceno
7 maggio 2006, ore 15:00 CEST
37ª giornata
Ascoli1 – 4
referto
LazioStadio Cino e Lillo Del Duca (13.116 spett.)
Arbitro:  Marelli (Como)

Roma
14 maggio 2006, ore 15:00 CEST
38ª giornata
Lazio1 – 0
referto
ParmaStadio Olimpico (32.000 spett.)
Arbitro:  Giannoccaro (Lecce)

Coppa ItaliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2005-2006.

Ottavi di finaleModifica

Roma
8 dicembre 2005, ore 20:30 CET
Andata
Lazio2 – 0CittadellaStadio Olimpico (5.000 spett.)
Arbitro:  Pantana (Macerata)

Padova
12 gennaio 2006, ore 20:30 CET
Ritorno
Cittadella0 – 0LazioStadio Euganeo (690 spett.)
Arbitro:  Girardi (San Donà di Piave)

Quarti di finaleModifica

Roma
24 gennaio 2006, ore 20:30 CET
Andata
Lazio1 – 1InterStadio Olimpico (10.027 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Milano
2 febbraio 2006, ore 20:30 CET
Ritorno
Inter1 – 0LazioStadio Giuseppe Meazza (25.000 spett.)
Arbitro:  Morganti (Ascoli Piceno)

Coppa IntertotoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Intertoto 2005.

Terzo turnoModifica

Roma
17 luglio 2005, ore 17:00 CEST
Andata
Lazio3 – 0Tampere UtdStadio Olimpico[7]
Arbitro:   Piccirillo

Tampere
23 luglio 2005, ore 17:00 CEST
Ritorno
Tampere Utd1 – 1LazioTampereen stadion (8.000 spett.)
Arbitro:   Styles

SemifinaleModifica

Roma
27 luglio 2005, ore 21:00 CEST
Andata
Lazio1 – 1O. MarsigliaStadio Olimpico (20.000 spett.)
Arbitro:   Megía Dávila

Marsiglia
3 agosto 2005, ore 21:00 CEST
Ritorno
O. Marsiglia3 – 0LazioStade Vélodrome (45.000 spett.)
Arbitro:   Almeida Costa

StatisticheModifica

Statistiche di squadraModifica

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
  Serie A 32[8] 19 11 7 1 34 18 19 5 7 7 23 29 38 16 14 8 57 47 +10
  Coppa Italia - 2 1 1 0 3 1 2 0 1 1 0 1 4 1 2 1 3 2 +1
Coppa Intertoto - 2 1 1 0 4 1 2 0 1 1 1 4 4 1 2 1 5 5 0
Totale - 23 13 9 1 41 20 23 5 9 9 24 34 46 18 18 10 65 54 +11

Andamento in campionatoModifica

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo C T C T C T C T C T C T T C T C T C T T C T C T C T C T C T C C T C T C T C
Risultato V N V P V P V N N P N P V V P N N V N N N V N P N V P N V P V N V V N V V V
Posizione 7 7 3 9 6 10 5 6 7 9 11 12 10 8 9 8 9 8 9 9 9 8 8 9 9 8 8 8 7 8 7 7 6 6 6 6 6 6

Fonte: Serie A – Classifiche, Transfermarkt.
Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatoriModifica

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa Intertoto Totale
                               
Ballotta, M. M. Ballotta 8-7--4-200----12-900
Baronio, R. R. Baronio[3] 70302000----9030
Behrami, V. V. Behrami 2621012000----282101
Belleri, M. M. Belleri 161201000410021220
Bonanni, M. M. Bonanni[5] 90001000----10000
Cribari, E. E. Cribari 280504000301035060
César, César[3] 11110----401015120
Dabo, O. O. Dabo 312714010----35281
De Silvestri, L. L. De Silvestri ----100020003000
Di Canio, P. P. Di Canio 275301001421032741
Firmani, F. F. Firmani 7040----401011050
Giallombardo, A. A. Giallombardo 60002010----8010
Greco, D. D. Greco ----------------
Handanovič, S. S. Handanovič[5] 1-000--------1-000
Inzaghi, S. S. Inzaghi 70102100----9110
Keller, C. T. C. T. Keller 70002000----9000
Lequi, M. M. Lequi[2] --------30103010
Liverani, F. F. Liverani 291512000400035151
Manfredini, C. C. Manfredini 262603100401033370
Mauri, S. S. Mauri[5] 152102010----17220
Mudingayi, G. G. Mudingayi 141003010----17110
Muzzi, R. R. Muzzi[2] 1000----41005100
Oddo, M. M. Oddo 357503000----38750
Pandev, G. G. Pandev 35113031003000411230
Peruzzi, A. A. Peruzzi 30-3800--------30-3800
Piccolo, F. F. Piccolo 2000--------2000
Rocchi, T. T. Rocchi 37163010003110411740
Sannibale, S. S. Sannibale[2] --------30003000
Sereni, M. M. Sereni[3] 2-200----4-5006-700
Siqueira, G. G. Siqueira[5] ----------------
Siviglia, S. S. Siviglia 311312010----33141
Stendardo, G. G. Stendardo 181303020----21150
Tare, I. I. Tare 223304000200028330
Zauri, L. L. Zauri 371604010401045180

NoteModifica

  1. ^ Declassata al 16º posto per delibera della CAF.
  2. ^ a b c d e f g Ceduto a stagione iniziata.
  3. ^ a b c d e f Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.
  4. ^ Fino alla sessione invernale di calciomercato
  5. ^ a b c d e f g h Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato.
  6. ^ Dopo la partenza di César durante la sessione invernale di calciomercato
  7. ^ Gara a porte chiuse.
  8. ^ La Lazio finisce il campionato con 62 punti, ma dopo la delibera della CAF, viene penalizzata con la sottrazione di 30 punti.

Collegamenti esterniModifica