XIV legislatura della Repubblica Italiana

legislatura
(Reindirizzamento da XIV Legislatura della Repubblica Italiana)
XIV legislatura
Italia Italia
Elezioni Elezioni politiche del 2001
Governi: Berlusconi II, Berlusconi III
FI
178 / 630
(Seggi Camera)
82 / 315
(Seggi Senato)
DS
136 / 630
(Seggi Camera)
65 / 315
(Seggi Senato)
AN
99 / 630
(Seggi Camera)
45 / 315
(Seggi Senato)
DL
83 / 630
(Seggi Camera)
43 / 315
(Seggi Senato)
CCD-CDU/UDC
40 / 630
(Seggi Camera)
29 / 315
(Seggi Senato)
LN
30 / 630
(Seggi Camera)
17 / 315
(Seggi Senato)
PRC
11 / 630
(Seggi Camera)
4 / 315
(Seggi Senato)
PdCI
10 / 630
(Seggi Camera)
2 / 315
(Seggi Senato)
Precedenti XIII
Successive XV

La XIV legislatura della Repubblica Italiana è stata in carica dal 30 maggio 2001 al 27 aprile 2006.

Indice

CronologiaModifica

 
Il presidente Ciampi firma il decreto di scioglimento delle Camere

Le elezioni politiche si tennero il 13 maggio 2001.

Il 3 e 4 aprile 2005 si tennero le elezioni regionali; i candidati espressione della maggioranza di governo furono sconfitti in 11 regioni su 13. UDC e AN imputarono la pesante sconfitta all'eccessivo peso della Lega all'interno della coalizione. Iniziò così una crisi di governo che portò alle dimissioni del presidente del Consiglio dei ministri Silvio Berlusconi il 20 aprile 2005. Il governo Berlusconi II è stato il più lungo della storia della Repubblica Italiana.

Il 22 aprile, il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha incaricato nuovamente Silvio Berlusconi di formare un governo. Il 26 aprile Berlusconi ha presentato il governo alla Camera dei deputati. Il 28 aprile ha ottenuto anche la fiducia dal Senato della Repubblica; ha inizio così il governo Berlusconi III.

L'11 febbraio 2006 il presidente della Repubblica ha firmato il decreto di scioglimento delle Camere.

GoverniModifica

Camera dei deputatiModifica

Consiglio di PresidenzaModifica

  1. Alfredo Biondi (FI),
  2. Publio Fiori (AN),
  3. Fabio Mussi (DS),
  4. Clemente Mastella (UDEUR);
  • Questori:
  1. Francesco Colucci (FI),
  2. Edouard Ballaman (LN),
  3. Paola Manzini (DS);
  • Segretari:
  1. Teodoro Buontempo (AN),
  2. Luciano Dussin (LN),
  3. Vittorio Tarditi (FI),
  4. Giovanni Deodato (FI),
  5. Antonio Mazzocchi (AN),
  6. Lalla Trupia (DS),
  7. Giovanni Bianchi (DL),
  8. Gabriella Pistone (CI),
  9. Tiziana Valpiana (PRC),
  10. Elena Emma Cordoni (DS),
  11. Francesco Paolo Lucchese (CCD-CDU).

Capigruppo parlamentariModifica

  1. Ignazio La Russa - Alleanza Nazionale,
  2. Luca Volontè - Centro Cristiano Democratico,
  3. Luciano Violante - Democratici di Sinistra,
  4. Elio Vito - Forza Italia,
  5. Andrea Gibelli - Lega Nord,
  6. Pierluigi Castagnetti - La Margherita,
  7. Francesco Giordano - Partito della Rifondazione Comunista,
  8. Marco Boato - Gruppo Misto.

Commissioni parlamentariModifica

Riepilogo composizioneModifica

Gruppi parlamentari Inizio 2001 2002 2003 2004 2005 2006
Forza Italia 178 177 177 176 176 167 167
Democratici di Sinistra - L'Ulivo 136 136 136 136 135 130 129
Alleanza Nazionale 99 99 99 97 97 95 94
La Margherita - L'Ulivo 80 84 77 76 79 80 80
Centro Cristiano Democratico - Cristiani Democratici Uniti 40 40 40 38 36 38 38
Lega Nord 30 30 30 29 28 26 26
Rifondazione Comunista 11 11 11 11 11 12 12
Gruppo misto 41 41 48 54 54 63 64
Comunisti Italiani 10 10 10 10 10 10 10
Socialisti Democratici Italiani 9 9 9 9 9 11 11
Federazione dei Verdi 8 7 7 7 7 7 7
Minoranze linguistiche 5 5 5 5 5 5 5
Nuovo Psi 3 3 6 6 6 6 6
Udeur - - 7 11 7 13 11
• Ecologisti Democratici - - - - - 4 4
Movimento Repubblicani Europei - - - - - - 3
Non iscritti 7 7 4 6 10 7 7
Totale 616[1] 618 618 617 616 611 610

Senato della RepubblicaModifica

Consiglio di PresidenzaModifica

  1. Roberto Calderoli (LN) fino al 20 luglio 2004,
  2. Domenico Fisichella (AN),
  3. Cesare Salvi (DS),
  4. Lamberto Dini (DL)
  5. Francesco Moro (LN);
  • Questori:
  1. Francesco Servello (AN),
  2. Mauro Cutrufo (CCD-CDU),
  3. Severino Lavagnini (DL) fino all'11 marzo 2003,
  4. Michele Lauria (DL) fino al 17 maggio 2005,
  5. Donato Veraldi (DL);
  • Segretari:
  1. Lodovico Pace (AN),
  2. Luigi Peruzzotti (LN),
  3. Sergio Travaglia (FI),
  4. Giuseppe Firrarello (FI),
  5. Ida Maria Dentamaro (UDEUR),
  6. Monica Bettoni Brandani (DS),
  7. Cinzia Dato (DL),
  8. Stefano Passigli (FI),
  9. Maria Rosaria Manieri (Gruppo Misto),
  10. Augusto Rollandin (Per le Autonomie),
  11. Angelo Muzio (I Verdi),
  12. Antonio Battaglia (AN,
  13. Francesco Tirelli (LN),
  14. Luciano Callegaro (CCD-CDU).

Capigruppo parlamentariModifica

  1. Domenico Nania - Alleanza Nazionale,
  2. Francesco D'Onofrio - Centro Cristiano Democratico,
  3. Gavino Angius - Democratici di Sinistra,
  4. Renato Schifani - Forza Italia,
  5. Roberto Castelli (fino al 12 giugno 2001), Francesco Moro (fino al 30 settembre 2004), Ettore Pietro Pirovano - LN,
  6. Willer Bordon - La Margherita,
  7. Helga Thaler Ausserhofer - Per le Autonomie,
  8. Stefano Boco - I Verdi,
  9. Cesare Marini - Gruppo Misto.

Commissioni parlamentariModifica

Riepilogo composizioneModifica

Gruppi parlamentari Inizio 2001 2002 2003 2004 2005 2006
Forza Italia 82 82 80 80 76 74 74
Democratici di Sinistra - L'Ulivo 65 65 64 64 63 64 64
Alleanza Nazionale 45 45 46 47 47 46 46
La Margherita - L'Ulivo 43 41 37 36 35 35 35
Centro Cristiano Democratico - Cristiani Democratici Uniti 29 29 29 30 31 30 30
Lega Nord 17 17 17 17 17 17 17
Verdi - L'Ulivo 10 10 10 10 10 10 10
Per le Autonomie 10 10 11 10 10 10 10
Gruppo misto 23 23 27 27 30 34 34
Socialisti Democratici Italiani 6 6 6 6 6 6 6
Rifondazione Comunista 4 4 3 3 3 4 4
Partito dei Comunisti Italiani 2 2 2 2 2 2 2
Alleanza Lombarda 1 1 1 1 1 1 1
Nuovo PSI 1 1 1 1 1 1 1
Partito Repubblicano Italiano 1 1 1 1 1 1 1
Fiamma Tricolore 1 1 1 1 1 1 1
• Movimento Territorio Lombardo 1 1 1 1 - - -
• Libertà e Giustizia per l'Ulivo 1 1 1 1 2 2 2
Unione Democratici per l'Europa - - 4 4 5 5 5
Casa delle Libertà - - - - 1 1 1
Italia dei Valori - - - - - 2 2
Democrazia Cristiana per le Autonomie - - - - - 1 1
• Indipendente CDL - - 1 1 - - -
Non iscritti 5 5 5 5 7 7 7
Totale 324 322 321 321 319 320 320

NoteModifica

  1. ^ Ad inizio legislatura non furono attribuiti 14 seggi, di cui 11 spettanti a Forza Italia e 3 a La Margherita. A seguito delle opzioni pervenute da parte di deputati plurieletti, sono stati successivamente attribuiti i 3 seggi spettanti a La Margherita, mentre non si è proceduto all'attribuzione dei rimanenti 11 seggi, non sussistendovi i requisiti necessari. Nel caso di dimissioni intervenute da parte dei deputati eletti nelle liste proporzionali, si è proceduto, ove previsto, con la successiva legge 47/2005.

Voci correlateModifica