Obafemi Martins

calciatore nigeriano
Obafemi Akinwunmi Martins
Martins Llevant.jpg
Martins con il Levante
Nazionalità Nigeria Nigeria
Altezza 170[1] cm
Peso 70[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Wuhan Zall
Carriera
Giovanili
1999-2000Ebedei
2000-2001Reggiana
2001-2002Inter
Squadre di club1
2000-2001Reggiana2 (0)
2001-2006Inter88 (28)
2006-2009Newcastle Utd90 (30)
2009-2010Wolfsburg16 (6)
2010-2011Rubin Kazan'12 (2)
2011Birmingham City4 (0)
2011-2012Rubin Kazan'8 (1)
2012-2013Levante21 (7)
2013-2015Seattle Sounders72 (40)[2]
2016-2018Shanghai Shenhua40 (19)
2020Shanghai Shenhua4 (0)
2020-Wuhan Zall1 (0)
Nazionale
2004-2015Nigeria Nigeria42 (18)
Palmarès
Coppa Africa.svg Coppa d'Africa
Bronzo Egitto 2006
Bronzo Angola 2010
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 settembre 2020

Obafemi Akinwunmi Martins (Lagos, 28 ottobre 1984) è un calciatore nigeriano con cittadinanza italiana, attaccante del Wuhan Zall.

È soprannominato Oba Oba.[3]

BiografiaModifica

Nell'estate 2008 rimase orfano della madre, Aljaha Monsurat Martins, deceduta per infarto dopo un incendio a Lagos.[4][5] Nel 2005 divenne invece padre di Kevin Maussi, successivamente tesserato dalle giovanili del Milan e poi dell'Inter.[6][7]

Da sempre sensibile al tema del razzismo, una sua lettera sull'argomento venne pubblicata dal Corriere della Sera.[8] Ha inoltre fondato un'associazione benefica col suo nome.[9][10] Durante la sua militanza all'Inter, la Federazione nigeriana accusò la società nerazzurra di aver falsificato l'età anagrafica del giocatore che, stando agli archivi, sarebbe nato nel 1978 anziché nel 1984[11]: l'ente africano ammise in seguito l'errore, porgendo le proprie scuse.[12]

Martins compare in un episodio della sit-com Camera Café[13][14], interpretando il ruolo di Babbo Natale.[15] In un'altra puntata è presente la sua figurina Panini, relativa all'album della stagione 2005-06.[16]

Nel giugno 2007, mentre si trovava in vacanza in patria, rimase coinvolto in una violenta sparatoria uscendone però illeso.[17][18]

Caratteristiche tecnicheModifica

È una punta dal fisico brevilineo, le cui doti principali sono la velocità — tanto da coprire i 100 metri in meno di 11" —[19] e un'elevazione pari a 70 centrimetri.[19]

La sua tipica esultanza ai gol segnati è una serie di capriole all'indietro[20][21], gesto ripreso dall'UEFA in uno spot pubblicitario.[22][23]

CarrieraModifica

ClubModifica

Iniziò a giocare nell'Ebedei, formazione di Lagos allenata da Churchill Oliseh (fratello del più noto Sunday) che lo segnalò alla Reggiana.[23] Acquistato assieme al connazionale Makinwa[24], esordì con gli emiliani nel campionato di C1 durante la stagione 2000-01.[1][25]

InterModifica

Nel 2001 fu ceduto all'Inter, vincendo un Torneo di Viareggio e un campionato con la formazione Primavera.[26][27] Aggregato in prima squadra da Héctor Cúper[28], debuttò appena maggiorenne nel dicembre 2002.[1][29] Durante la seconda fase a gironi della Champions League venne schierato da titolare nella trasferta di Leverkusen, complice l'assenza di attaccanti: nell'occasione realizzò il primo gol in nerazzurro, contribuendo al passaggio del turno.[30] Fu anche autore della rete del pareggio nella semifinale contro il Milan,rete del tutto inutile.[31]

Guadagnatosi in breve tempo una maglia da titolare[32][33], con Roberto Mancini in panchina fu spesso utilizzato in coppia con Adriano.[34] Con l'Inter ha vinto due Coppe Italia — contribuendo alla conquista della prima con un totale di 6 reti —[35], una Supercoppa italiana e uno Scudetto.[36]

NewcastleModifica

Nell'estate 2006, a causa dell'arrivo di Ibrahimović e Crespo, non trovò spazio in nerazzurro.[37] Fu quindi ceduto al Newcastle[38], dove sostituì la bandiera bianconera Alan Shearer.[39]

Con la formazione inglese Oba Oba confermò le proprie doti realizzative[40][41], facendo registrare un totale di 35 gol in tre stagioni.[42][43]

Wolfsburg e Rubin KazanModifica

Il 31 luglio 2009 viene acquistato a titolo definitivo dal Wolfsburg per una cifra che si aggira attorno ai 10,5 milioni di euro, firmando con il club tedesco un contratto quadriennale da 3,5 milioni a stagione.[44][45] Alla fine della stagione ha realizzato 6 gol in 16 partite di campionato. Il 10 luglio 2010, dopo soltanto un anno, viene ceduto a titolo definitivo al Rubin Kazan, club campione di Russia.[46][47]

Prestito al Birmingham CityModifica

Dopo 12 presenze e 2 gol segnati, il 30 gennaio 2011 passa in prestito fino a fine stagione al Birmingham. Il 19 febbraio segna al debutto in FA Cup nel 3-0 rifilato allo Sheffield Wednesday. Il 27 febbraio realizza la rete che permette alla sua squadra di battere l'Arsenal e conquistare la Carling Cup, secondo titolo nella storia del club inglese, 48 anni dopo il primo. Il 29 aprile, dopo sole 4 partite di campionato, si conclude anticipatamente la sua stagione per una frattura da stress ad una gamba[48].

Il ritorno al Rubin Kazan ed il passaggio al LevanteModifica

A fine stagione fa ritorno al Rubin Kazan per fine prestito. Segna il suo primo gol stagionale il 15 settembre 2011 in Europa League nello 0-3 esterno allo Shamrock Rovers. Nella gara di ritorno disputata il 30 novembre e vinta per 4-1 segna il quarto gol al minuto 62. Torna a segnare in campionato il 1º aprile 2012 realizzando il gol decisivo nella sfida vinta per 1-0 contro l'Anzhi. Il 14 settembre 2012 il Levante annuncia l'accordo con il giocatore con un contratto biennale con opzione per il terzo. Segna all'esordio contro la Real Sociedad decidendo il match, finito 2-1 per il Levante. Segna anche il gol partita contro il Valencia, dove la partita finirà 1-0.[49] L'11 marzo 2013 risolve il contratto che lo legava al Levante pagando la clausola rescissoria[50] di 3 milioni di euro.[51]

Seattle SoundersModifica

Il 16 marzo 2013 passa a titolo definitivo ai Seattle Sounders, squadra della Major League Soccer. Dopo qualche mese di ambientamento, il giocatore inizia a segnare concludendo la sua prima stagione americana con un discreto bottino di 8 gol in campionato (in 20 presenze). Nella stagione successiva, invece, Martins è assoluto protagonista ed i 17 gol e 13 assist (in campionato) gli valgono la candidatura al premio MLS MVP 2014 ed il rinnovo del contratto per altri 2 anni.

Shanghai ShenhuaModifica

Il 18 febbraio 2016 viene acquistato dallo Shanghai Shenhua per l'equivalente di 2,7 milioni di euro. Nella sua avventura in Cina, però, non viene considerato come un titolare e gioca solo pochi minuti di partita, riuscendo a segnare il primo gol solo dopo 8 presenze, nella vittoria contro il Guangzhou R&F, dopo un minuto dal suo ingresso in campo. Con sei reti in 7 presenze, contribuisce alla vittoria della Coppa della Cina da parte della sua squadra. Inizia la stagione 2018 con alcune presenze in AFC e al suo esordio in campionato segna una tripletta contro l'Hebei.

Il 16 luglio 2020 viene ufficializzato il ritorno dell'attaccante nigeriano con la società cinese.[52]

NazionaleModifica

L'esordio con la Nazionale avvenne il 29 maggio 2004, quando segnò anche un gol nell'amichevole vinta per 3-0 contro l'Irlanda.[53] Fu convocato per la Coppa d'Africa 2006, in cui una doppietta al Senegal permise ai nigeriani di qualificarsi per i quarti.[54][55] Le Aquile sconfissero quindi la Tunisia ai rigori (con lo stesso Martins autore di un centro dal dischetto[56]) ma in semifinale si arresero alla Costa d'Avorio.[57] La sua squadra finì al terzo posto la competizione.[58]

Il 14 novembre 2009, segna - dopo essere subentrato - una doppietta al Kenya che vale l'accesso ai Mondiali 2010.[59] Presente alla fase finale[60], non riesce ad evitare l'eliminazione al primo turno.[61] Nel 2014, in seguito a dissidi con alcuni compagni, annuncia l'addio alla Nazionale.[62]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 20 settembre 2020.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2000-2001   Reggiana C1 2 0 CI-C 0 0 - - - - - - 2 0
2001-2002   Inter A 0 0 CI 0 0 CU - - - - - 0 0
2002-2003 A 4 1 CI 2 0 UCL 4 2 - - - 10 3
2003-2004 A 25 7 CI 3 1 UCL+CU 5+4 1+2 - - - 37 11
2004-2005 A 31 11 CI 6 6 UCL 8 5 - - - 45 22
2005-2006 A 28 9 CI 5 2 UCL 9[63] 2[64] SI 1 0 43 13
Totale Inter 88 28 16 9 30 12 1 0 135 49
2006-2007   Newcastle PL 33 11 FACup+CdL 2+2 0 CU 9 6 - - - 46 17
2007-2008 PL 31 9 FACup+CdL 1+1 0+1 - - - - - - 33 10
2008-2009 PL 24 8 FACup+CdL 0+1 0 - - - - - - 25 8
Totale Newcastle 88 28 7 1 9 6 - - 104 35
2009-2010   Wolfsburg BL 16 6 CG 1 0 UCL+UEL 4+4 0+1 - - - 25 7
2010-gen. 2011   Rubin Kazan PL 12 2 KR 0 0 UCL 5 0 - - - 17 2
gen.-giu. 2011   Birmingham City PL 4 0 FACup+CdL 1+1 1+1 - - - - - - 6 2
2011-2012   Rubin Kazan PL 8 1 KR 1 0 UCL+UEL 1[65]+7 0+2 - - - 17 3
ago. 2012 PL 0 0 KR 0 0 UEL - - SR 1 0 1 0
Totale Rubin Kazan' 20 3 1 0 13 2 1 0 35 5
2012-mar. 2013   Levante PD 21 7 CR 3 0 UEL 3 2 - - - 27 9
2013   Seattle Sounders MLS 20+1[66] 8 USOC 1 0 - - - - - - 22 8
2014 MLS 31+4[66] 17 USOC 2 2 - - - - - - 37 19
2015 MLS 21+3[66] 15 USOC 1 1 CCL 0 0 - - - 25 16
Totale Seattle Sounders 72+8 40 4 3 0 0 - - 83 43
2016   Shanghai Shenhua CSL 26 9 CC 5 6 - - - - - - 31 15
2017 CSL 13 7 CC 7 6 ACL 1[65] 0 - - - 21 13
2018 CSL 1 3 CC 0 0 ACL 5 1 SC 1 0 7 4
mar.-dic. 2019 CSL 0 0 CC 0 0 - - - - - - 0 0
lug.-set. 2020 CSL 4 0 CC 0 0 - - - - - - 4 0
Totale Shanghai Shenhua 44 19 12 12 6 1 - - 63 32
set.2020-2021   Wuhan Zall CSL 1 0 CC 0 0 - - - - - - 1 0
Totale carriera 356+8 131 46 27 68 24 3 0 481 182

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Nigeria
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
29-5-2004 Londra Irlanda   0 – 3   Nigeria Amichevole 1   83’
5-6-2004 Abuja Nigeria   2 – 0   Ruanda Qual. Mondiali 2006 2
3-7-2004 Abuja Nigeria   1 – 0   Algeria Qual. Mondiali 2006 -   79’
17-11-2004 Johannesburg Sudafrica   2 – 1   Nigeria Amichevole -
26-3-2005 Port Harcourt Nigeria   2 – 0   Gabon Qual. Mondiali 2006 -   78’
5-6-2005 Kigali Ruanda   1 – 1   Nigeria Qual. Mondiali 2006 1
17-8-2005 Tripoli Libia   0 – 1   Nigeria Amichevole -
4-9-2005 Orano Algeria   2 – 5   Nigeria Qual. Mondiali 2006 3
8-10-2005 Abuja Nigeria   5 – 1   Zimbabwe Qual. Mondiali 2006 2   87’
23-1-2006 Porto Said Nigeria   1 – 0   Ghana Coppa d'Africa 2006 - 1º turno -
27-1-2006 Porto Said Nigeria   2 – 0   Zimbabwe Coppa d'Africa 2006 - 1º turno -
31-1-2006 Porto Said Nigeria   2 – 0   Senegal Coppa d'Africa 2006 - 1º turno 2
4-2-2006 Porto Said Nigeria   1 – 1 dts
(6 - 5 dcr)
  Tunisia Coppa d'Africa 2006 - Quarti di finale -
7-2-2006 Alessandria d'Egitto Nigeria   0 – 1   Costa d'Avorio Coppa d'Africa 2006 - Semifinale -
9-2-2006 Il Cairo Senegal   0 – 1   Nigeria Coppa d'Africa 2006 - Finale 3º posto -
8-10-2006 Maseru Lesotho   0 – 1   Nigeria Qual. Coppa d'Africa 2008 -
24-3-2007 Abeokuta Nigeria   1 – 0   Uganda Qual. Coppa d'Africa 2008 -
2-6-2007 Kampala Uganda   2 – 1   Nigeria Qual. Coppa d'Africa 2008 -
17-6-2007 Niamey Niger   1 – 3   Nigeria Qual. Coppa d'Africa 2008 -
14-10-2007 Ciudad Juárez Messico   2 – 2   Nigeria Amichevole 2
17-11-2007 Londra Australia   0 – 1   Nigeria Amichevole - Cap.
21-1-2008 Sekondi-Takoradi Nigeria   0 – 1   Costa d'Avorio Coppa d'Africa 2008 - 1º turno -   33’   79’
25-1-2008 Sekondi-Takoradi Nigeria   0 – 0   Mali Coppa d'Africa 2008 - 1º turno -   46’
29-3-2009 Maputo Mozambico   0 – 0   Nigeria Qual. Mondiali 2010 -
11-10-2009 Abuja Nigeria   0 – 0   Mozambico Qual. Mondiali 2010 -   56’
14-11-2009 Nairobi Kenya   2 – 3   Nigeria Qual. Mondiali 2010 2   60’
20-1-2010 Lubango Nigeria   3 – 0   Mozambico Coppa d'Africa 2010 - 1º turno 1   68’
25-1-2010 Lubango Zambia   0 – 0 dts
(4 - 5 dcr)
  Nigeria Coppa d'Africa 2010 - Quarti di finale -   70’
28-1-2010 Luanda Ghana   1 – 0   Nigeria Coppa d'Africa 2010 - Semifinale -
30-1-2010 Benguela Nigeria   1 – 0   Algeria Coppa d'Africa 2010 - Finale 3º posto -   65’
25-5-2010 Wattens Nigeria   0 – 0   Arabia Saudita Amichevole -   60’
30-5-2010 Milton Keynes Nigeria   1 – 1   Colombia Amichevole -   46’
6-6-2010 Johannesburg Nigeria   3 – 1   Corea del Nord Amichevole 1   84’
12-6-2010 Johannesburg Argentina   1 – 0   Nigeria Mondiali 2010 - 1º turno -   52’
22-6-2010 Durban Nigeria   2 – 2   Corea del Sud Mondiali 2010 - 1º turno -   57’
11-8-2010 Suwon Corea del Sud   2 – 1   Nigeria Amichevole -
5-9-2010 Calabar Nigeria   2 – 0   Madagascar Qual. Coppa d'Africa 2012 1
10-10-2010 Conakry Guinea   1 – 0   Nigeria Qual. Coppa d'Africa 2012 -
14-11-2012 Miami Venezuela   1 – 3   Nigeria Amichevole -   60’
23-3-2013 Calabar Nigeria   1 – 1   Kenya Qual. Mondiali 2014 -   60’
13-11-2015 Lobamba Swaziland   0 – 0   Nigeria Qual. Mondiali 2018 -   71’
17-11-2015 Port Harcourt Nigeria   2 – 0   Swaziland Qual. Mondiali 2018 -   74’
Totale Presenze 42 Reti (5º posto) 18

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni giovaniliModifica

Inter: 2001-2002
Inter: 2002

Competizioni nazionaliModifica

Inter: 2004-2005, 2005-2006
Inter: 2005
Inter: 2005-2006
Birmingham City: 2010-2011
Rubin Kazan: 2011-2012
Rubin Kazan: 2012
Seattle Sounders FC: 2014
Seattle Sounders FC: 2014
Shanghai Shenhua: 2017

IndividualeModifica

  • Talento più promettente dell'anno della CAF: 2
2003, 2004
  • Gol dell'anno della MLS: 1
2014
2014
2017 (6 reti)

NoteModifica

  1. ^ a b c d Panini, p. 176.
  2. ^ 80 (40) se si comprendono le presenze nei play-off.
  3. ^ Stefano Cantalupi, Martins, carriera al contrario, su gazzetta.it, 25 luglio 2009.
  4. ^ Martins perde la mamma morta in un incendio, su gazzetta.it, 25 luglio 2008.
  5. ^ Simona Marchetti, Martins piange la madre, su gazzetta.it, 2 agosto 2008.
  6. ^ Tale padre, tale figlio? Kevin Maussi Martins nell'Under 14, su gazzetta.it, 29 agosto 2018.
  7. ^ Fabio Alampi, Inter, vola il figlio di Martins: quarto gol consecutivo. E con lui altri 2 cognomi illustri, su fcinter1908.it, 12 novembre 2019.
  8. ^ Lettera di Martins: "No al razzismo", su inter.it, 16 novembre 2005.
  9. ^ (EN) Obafemi Martins' foundation set for massive charity work, su sunnewsonline.com, 5 novembre 2016.
  10. ^ (EN) Shina Oludare, Obafemi Martins' foundation donates to Nigerians with disabilities, su goal.com, 21 marzo 2017.
  11. ^ Martins, scintille tra Inter e Nigeria, su repubblica.it, 4 agosto 2005.
  12. ^ (EN) Osasu Obayiuwana, Nigeria's Martins in age row, su news.bbc.co.uk, 3 agosto 2005.
  13. ^ Martins attore per un giorno, su inter.it, 26 dicembre 2004.
  14. ^ "Camera Café" speciale con Martins e Littizzetto, in Il Messaggero Veneto, 24 dicembre 2005, p. 19.
  15. ^ Camera Café: episodio 2x9, Babbo Natale, Italia 1.
  16. ^ Camera Café: episodio 3x6, La figurina, Italia 1.
  17. ^ Il dramma di Oba, su it.eurosport.com, 20 giugno 2007.
  18. ^ Martins, agguato in Nigeria a colpi di pistola: "Mi volevano morto", su ilgiornale.it, 20 giugno 2007.
  19. ^ a b Sebastiano Vernazza, Il calcio a nove metri al secondo, in SportWeek, La Gazzetta dello Sport, 10 settembre 2005.
  20. ^ Martins: "Quando segno voglio sempre fare la capriola", su inter.it, 23 dicembre 2002.
  21. ^ Gianni Piva, Dribbling, sogni, gol e capriole, in la Repubblica, 21 marzo 2003, p. 54.
  22. ^ Le capriole di Martins lasciano a bocca aperta l'Uefa: le immagini nel nuovo spot per la Champions?, su inter.it, 20 marzo 2003.
  23. ^ a b Andrea Sorrentino, Martins, scatti gol e timidezza, in la Repubblica, 4 febbraio 2005, p. 48.
  24. ^ Valerio Tripi, L'orgoglio dei "fratelli" di Palermo, in la Repubblica, 20 luglio 2005, p. 14.
  25. ^ Ezio Fanticini, Reggiana, la mia Africa, in La Gazzetta dello Sport, 12 febbraio 2003.
  26. ^ Franco Calamai e Manlio Gasparotto, La festa è tutta dell'Inter, in La Gazzetta dello Sport, 12 febbraio 2002.
  27. ^ Primavera: l'Inter contro l'Atalanta cerca lo scudetto dopo il Viareggio, in La Gazzetta dello Sport, 6 giugno 2002.
  28. ^ Primavera in prima squadra: Obafemi Martins, su inter.it, 3 dicembre 2002.
  29. ^ Martins: "Io e quella notte a Parma...", su inter.it, 9 gennaio 2004.
  30. ^ L'Inter passa a Leverkusen, è nei quarti della Champions, su repubblica.it, 19 marzo 2003.
  31. ^ Luca Taidelli, Milan, in finale con brivido, su gazzetta.it, 13 maggio 2003.
  32. ^ Gianni Piva, Il gran rifiuto di Martins, in la Repubblica, 4 gennaio 2004, p. 46.
  33. ^ Fabio Vergnano, L'Inter trema fino all'ultimo minuto, in La Stampa, 26 marzo 2004, p. 39.
  34. ^ Mancini: "Adriano-Martins, futuro dell'Inter", su inter.it, 14 agosto 2004.
  35. ^ Nicola Cecere, L'Inter con Oba Oba buca la nebbia, in La Gazzetta dello Sport, 13 gennaio 2005.
  36. ^ Mancini: "Adriano e Martins giocatori immensi", su gazzetta.it, 10 agosto 2005.
  37. ^ B.R., Martins ormai è pronto a lasciare l'Inter, in La Gazzetta di Mantova, 15 agosto 2006, p. 37.
  38. ^ Martins firma con il Newcastle, su it.uefa.com, 24 agosto 2006.
  39. ^ Mercato: Martins al Newcastle, su inter.it, 25 agosto 2006.
  40. ^ (EN) Jonathan Stevenson, Tottenham 2-3 Newcastle, su news.bbc.co.uk, 13 gennaio 2007.
  41. ^ (EN) Newcastle 2-0 Aston Villa, su news.bbc.co.uk, 3 novembre 2008.
  42. ^ Vince il Newcastle, su it.eurosport.com, 3 novembre 2008.
  43. ^ Premier League: Owen e Martins decisivi, il Newcastle torna a respirare, su goal.com, 14 dicembre 2008.
  44. ^ Speedy Martins per il Wolfsburg, su it.uefa.com, 31 luglio 2009.
  45. ^ (EN) Obafemi Martins completes transfer from Newcastle United to Wolfsburg, in The Guardian, 31 luglio 2009.
  46. ^ Ufficiale:Martins al Rubin Kazan
  47. ^ (EN) Obafemi Martins on the way to Rubin Kasan
  48. ^ Birmingham City: stagione finita per Martins, sportmediaset.it, 29 aprile 2011.
  49. ^ UFFICIALE: Levante, firma Obafemi Martins, tuttomercatoweb.com, 14 settembre 2012.
  50. ^ (ES) Martins depositato la clausola risolutiva nel LFP Archiviato il 13 marzo 2013 in Internet Archive. es.levanteud.com
  51. ^ Liga: Martins lascia il Levante Archiviato il 16 dicembre 2013 in Internet Archive. Corrieredellosport.it
  52. ^ Martins riparte dallo Shanghai Shenhua, sport.sky.it, 25 marzo 2020. URL consultato il 16 luglio 2020.
  53. ^ (EN) Christopher Davies, Martins magic sinks Irish, in The Telegraph, 31 maggio 2004.
  54. ^ C. d'Africa 2006: doppietta di Martins, su inter.it, 31 gennaio 2006.
  55. ^ Oba Oba ispirato da Kanu, in La Gazzetta dello Sport, 1º febbraio 2006.
  56. ^ Nigeria in semifinale, su it.eurosport.com, 4 febbraio 2006.
  57. ^ (EN) Farayi Mungazi, Ivory Coast 1-0 Nigeria, su news.bbc.co.uk, 7 febbraio 2006.
  58. ^ (EN) Nigeria take consolation prize, su eurosport.com, 9 febbraio 2006.
  59. ^ Stefano Boldrini, Nigeria e Camerun ok Egitto-Algeria si rigioca, in La Gazzetta dello Sport, 15 novembre 2009.
  60. ^ La promessa di Martins "In Sudafrica farò capriole", su repubblica.it, 25 maggio 2010.
  61. ^ Marco Gaetani, Follia Kaita, Nigeria ko Grecia, successo storico, su repubblica.it, 17 giugno 2010.
  62. ^ Massimo Lopes Pegna, Usa, Martins segna a Seattle: "Mi sono rifatto una vita, Balo un bravo ragazzo", su gazzetta.it, 2 dicembre 2014.
  63. ^ Una presenza nei turni preliminari.
  64. ^ Una rete nei turni preliminari.
  65. ^ a b Nei turni preliminari.
  66. ^ a b c Play-off.

BibliografiaModifica

  • Almanacco Illustrato del Calcio 2006, in Almanacco illustrato del calcio, Modena, Panini Editore, 2005, ISSN 1129-3381 (WC · ACNP).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica