Servizi ferroviari suburbani di Roma

servizio ferroviario suburbano e regionale nel Lazio
(Reindirizzamento da Linea FL5)
Voce principale: Trasporti a Roma.

La città di Roma possiede diversi servizi ferroviari urbani e suburbani, tariffariamente integrati tra loro, che movimentano una media di 373 000[1] passeggeri al giorno.

Ferrovie Laziali
Servizio di trasporto pubblico
Treno TAF della linea FL3 in partenza dalla stazione di Roma San Filippo Neri
TipoServizio ferroviario urbano e suburbano
StatiBandiera dell'Italia Italia
CittàRoma
Apertura1994
Ultima estensione2023
Linee impiegate11 (8 Trenitalia + 2 Cotral + 1 ATAC)
 
GestoreTrenitalia, Cotral, ATAC
Mezzi utilizzatiTAF, ETR 425, E.464 con carrozze VivAlto-MDVC-MDVE-PR, ETR 521, ETR 621
 
N. stazioni e fermate197 (131 Trenitalia + 59 Cotral + 7 ATAC)
Lunghezza852 (716 Trenitalia + 130,2 Cotral + 5,6 ATAC) km
Trasporto pubblico

1967: il servizio urbano sulla linea Roma-Viterbo

modifica

Il primo "servizio urbano" delle Ferrovie dello Stato nella città di Roma venne attivato in via sperimentale il 16 aprile 1967.[2] Era effettuato sulla tratta da Tiburtina a Monte Mario della linea per Viterbo e vi erano utilizzate automotrici ALn 668.1400 con rimorchiate Ln 664.[3] Le fermate intermedie erano Tuscolana, Ostiense, Trastevere e San Pietro, a cui si aggiunsero in seguito le nuove fermate Balduina e Pineta Sacchetti.[2]

In seguito al successo di traffico, il servizio da sperimentale divenne definitivo, venendo prolungato nel 1970 alla nuova fermata San Filippo Neri, e nel 1972 a La Storta-Formello.[2] A grandi linee la frequenza del servizio era compresa fra un treno ogni mezz'ora e un treno ogni ora.[4]

1981: Il servizio urbano sulla linea Firenze-Roma

modifica

Il 16 febbraio 1981 venne attivato un ulteriore servizio urbano, sulla tratta da Tiburtina a Monterotondo della linea per Firenze, prolungato quasi subito a Fara Sabina;[5] in occasione dell'attivazione del servizio si provvide ad attivare le due nuove fermate di Nuovo Salario e Piana Bella di Montelibretti, che si aggiungevano all'esistente fermata di Settebagni.[5]

La linea era percorsa dalle corse prolungate del servizio urbano Tiburtina-La Storta; le stesse fermate erano servite anche dai treni locali per Orte, effettuati con automotrici elettriche ALe 801.[5]

Le linee FM: dal 1990 al 2002

modifica

Nel 1990 viene promulgata la legge nº 396 (Interventi per Roma, Capitale della Repubblica) che prevede interventi finalizzati all'adeguamento dei servizi e delle infrastrutture «per la mobilità urbana e metropolitana e (…) il potenziamento del trasporto pubblico su ferro».[6]

Nel febbraio del 1994 venne firmata un'intesa tra regione Lazio, comune di Roma, provincia di Roma e Ferrovie dello Stato per attuare un assetto integrato dei trasporti nell'area metropolitana romana e regionale; vennero individuate 7 linee identificate dalla sigla FM (Ferrovie Metropolitane).[7]

Le prime due linee furono istituite con l'orario estivo del 1994, si tratta delle due attuali linea FL1 e FL2, allora denominate FM1 e FM2, che effettuavano il servizio, rispettivamente, sui percorsi Monterotondo-Roma Tiburtina-Fiumicino Aeroporto e Guidonia-Roma Tiburtina.[8] Dopo pochi mesi la linea FM1 venne prolungata da Monterotondo-Mentana a Fara Sabina-Montelibretti sino alla stazione di Orte[9] Sempre nel 1994, vennero attivate le linee FM4, FM5, FM6 e FM7.[10]

In seguito, il comune di Roma con la deliberazione del consiglio comunale n. 101 ha approvato il Programma di Assetto Generale delle aree ferroviarie (P.A.G.).[6]

Nel 1996 venne attivata la fermata di Villa Bonelli, situata sulla linea FM1, e due anni dopo, nel 1998, il servizio semiorario della linea FM5 venne prolungato sino a Civitavecchia, in sostituzione del precedente servizio orario.[10][11]

Il 29 dicembre 1999, venne attivata la linea FM3; venne poi prolungata verso Monte Mario il 30 gennaio 2000 e verso San Pietro il 28 maggio 2000.[12]

Con l'avvicinarsi del Giubileo del 2000, vennero svolti alcuni altri lavori sulla linea FM4: vennero trasformate in stazioni le fermate di Pavona e Lanuvio e vennero create le fermate di San Gennaro e Villetta. Anche la stazione di Roma Aurelia della linea FM5 venne sottoposta ad alcuni lavori nel 2000.[10]

Inoltre la linea FM1, che fino al 2000 si divideva in due tronconi nei pressi di Fiumicino, uno verso Fiumicino città e l'altro verso Fiumicino Aeroporto, con il nuovo orario venne attesta solo presso la nuova stazione di Fiumicino Aeroporto e la diramazione verso la città venne soppressa.[13]

Le linee FR: dal 2002 al 2012

modifica

Il 29 aprile 2002, in seguito alla regionalizzazione del trasporto ferroviario locale, le linee FM vennero ribattezzate FR (Ferrovie Regionali) e la loro programmazione affidata alla regione Lazio.[14] Il cambio di denominazione avvenne nel 2004.

Nel 2003 le stazioni di Torre in Pietra-Palidoro e Ladispoli-Cerveteri della linea FR5 vennero sottoposte ad alcuni lavori e nel 2004 una delle due diramazioni della linea FR7, quella verso Nettuno, venne scorporata e trasformata nell'ottava linea, la linea FR8.[10]

Nel febbraio del 2006 viene siglato un protocollo d'intesa tra regione Lazio, provincia di Frosinone, provincia di Latina, provincia di Rieti, provincia di Roma, provincia di Viterbo, comune di Roma, Ferrovie dello Stato e Rete Ferroviaria Italiana finalizzato «all'attuazione di un progetto unitario e integrato di rete ferroviaria regionale e metropolitana».[15] Il 10 dicembre dello stesso anno venne attivata la fermata di Fiera di Roma.[16]

Nel 2007 sono state attivate diverse stazioni sulla linea FR2: La Rustica Città, Tor Sapienza, Palmiro Togliatti e Serenissima.

Le linee FL: dal 2012

modifica

Dal 2012 in alcuni documenti Trenitalia le linee FR vennero rinominate in FL (Ferrovie Laziali);[17][18][19][20] nel giugno 2013 ATAC ha pubblicato una versione aggiornata della mappa integrata dei servizi ferroviari di Roma dove le ferrovie regionali di Trenitalia sono identificate dalla sigla FL e non più dalla sigla FR.[21]

Dal 16 marzo 2014 il capolinea urbano delle corse della linea FL3 è attestato presso la stazione di Roma Tiburtina.[22]

Dalla fine del 2022 la linea FL4 cambia nome e diventa Castelli Romani Line[23].

Progetti futuri

modifica

In seguito al potenziamento del nodo ferroviario di Roma da parte di RFI, verranno realizzate nuove fermate FL come Roma Pigneto, in corrispondenza della stazione della linea C della metropolitana, e verranno posti in atto raddoppi e quadruplicamenti di binario nelle tratte già esistenti nonché potenziamenti tecnologici per la sicurezza e il controllo della marcia dei treni (l'implementazione del sistema HD ERTMS L2/L3 nel Nodo di Roma è prevista entro il 2024[24]).

A giugno 2022, dopo 32 anni dai Mondiali di Italia '90, è stata riattivata la tratta Valle Aurelia - Vigna Clara con la relativa fermata di Vigna Clara, che sarà parte fondamentale della cosiddetta Cintura Nord, la cui chiusura, prevista da anni, andrà a completare l’anello ferroviario di Roma.[25][26]

Un anno dopo, a giugno 2023, è stata riaperta la stazione di Val d'Ala, che è servita da alcuni treni della linea FL2 che escono e rientrano dal deposito di Roma Smistamento.

Descrizione

modifica

Linee FL

modifica

Il sistema è costituito da 8 relazioni, operate da Trenitalia, convergenti sulla città di Roma.[27] Il servizio è finanziato in larga parte dalla Regione Lazio (per 15 milioni di treni × km annui) con un contributo della Provincia di Roma (pari a 0,5 milioni di treni × km annui).[6]

Le linee FL1, FL2, FL3 e FL5 offrono, particolarmente nelle tratte urbane di Roma, un servizio metropolitano grazie alla frequenza e alle numerose fermate urbane (la FL1 e la FL3 sono inoltre linee passanti), integrato con la metropolitana ed i mezzi di superficie; le altre linee effettuano un servizio per lo più regionale.[28]

La categoria di servizio assegnata a tutte le corse è quella di treno regionale.[28]

La numerazione delle linee (FL1, FL2 ecc.) appare solo nella segnaletica di alcune stazioni, mentre nell'orario ufficiale cartaceo Trenitalia fino a dicembre 2012 venivano segnalate solo le sigle delle linee FL1 e FL3;[29] nei tabelloni luminosi e cartacei arrivi/partenze delle stazioni è presente solo la sigla R e la numerazione della corsa. Nella rete ATAC invece la numerazione delle linee FL appare in tutte le mappe generali e di linea.

La rete si compone complessivamente di otto linee:

Linea Percorso Inaugurazione Ultima estensione Lunghezza Stazioni Gestore
FL1 Orte - Roma Tiburtina - Fiumicino Aeroporto 1994 110 km 26 Trenitalia
FL2 Val d'Ala - Roma Tiburtina - Tivoli 1994 2023 43 km 15
FL3 Roma Tiburtina - Vigna Clara / Viterbo 1999 2022 88 km 29
FL4 Roma Termini - Velletri / Albano Laziale / Frascati 1994 65 km 20
FL5 Roma Termini - Civitavecchia 1994 77 km 13
FL6 Roma Termini - Cassino 1994 138 km 22
FL7 Roma Termini - Minturno-Scauri 1994 138 km 13
FL8 Roma Termini - Nettuno 2004 60 km 13

Linea FL1

modifica
Ferrovie Laziali
Linea FL1 
   Orte
   Gallese in Teverina
   Civita Castellana-Magliano
   Collevecchio-Poggio Sommavilla
   Stimigliano
   Gavignano Sabino
   Poggio Mirteto
   Fara Sabina-Montelibretti
   Piana Bella di Montelibretti
   Monterotondo-Mentana
 inizio tariffa urbana
   Settebagni
   Fidene
   Nuovo Salario
      Roma Nomentana
      Roma Tiburtina    
      Pigneto    
      Roma Tuscolana    
        Roma Ostiense    
   Roma Trastevere    
   Villa Bonelli
   Magliana
   Muratella
   Ponte Galeria
   Fiera di Roma
 fine tariffa urbana
   Parco Leonardo
      Fiumicino Aeroporto

La linea FL1 del servizio ferroviario regionale del Lazio collega Orte con Fiumicino Aeroporto utilizzando la ferrovia Firenze-Roma e la ferrovia Roma-Fiumicino. La frequenza nella tratta Fiumicino-Fara Sabina Montelibretti è di 15 minuti, nella tratta Fara Sabina-Poggio Mirteto è di 30 e nella restante Orte-Fiumicino Aeroporto è di 60. È gestita da Trenitalia; i principali interscambi con la metropolitana e le altre linee FL sono Roma Tiburtina, Roma Tuscolana e Roma Ostiense.

La linea viene percorsa principalmente dai nuovi Treni Rock ETR521 e ETR621, inoltre anche da TAF su alcuni servizi.[senza fonte]

Linea FL2

modifica
Ferrovie Laziali
Linea FL2 
   Val D'Ala (Corse prolungate)
      Roma Tiburtina    
   Roma Prenestina
   Serenissima
   Palmiro Togliatti
   Tor Sapienza
   La Rustica Città
   La Rustica U.I.R.
   Salone
   Ponte di Nona
   Lunghezza
 limite tariffa urbana
   Bagni di Tivoli
   Guidonia-Montecelio-Sant'Angelo
   Marcellina-Palombara
   Tivoli

La linea FL2 del servizio ferroviario regionale del Lazio collega la stazione di Roma Tiburtina con quella di Tivoli utilizzando la ferrovia Roma-Sulmona-Pescara. Lungo la sua tratta urbana serve i quartieri della periferia est romana come Ponte di Nona, La Rustica, Tor Sapienza e Collatino. La frequenza è di 60 minuti, ridotta a 30 negli orari di punta. È gestita da Trenitalia; il principale nodo di interscambio è la stazione di Roma Tiburtina.

La linea è servita principalmente da TAF, subentrati alle composizioni E464+Carrozze PR circolanti fino alla fine del 2021 e E464+MD, Nel 2023 vi hanno apparizione delle composizioni di E464+VivAlto ed sempre nel 2023,in occasione della Ryder Cup 2023 hanno fatto la loro apparizione anche i treni ETR521/621 Rock svolgendo dei servizi Regionali tra la stazione Roma Tiburtina e le stazioni di Lunghezza, Guidonia-Montecelio-Sant'Angelo e Tivoli. Alcuni servizi verso le destinazioni abruzzesi vengono svolti con E464+Carrozze MD Medie Distanze, con l'aggiunta dei treni Jazz per Pescara.[senza fonte]

Linea FL3

modifica
Ferrovie Laziali
Linea FL3 
      Roma Tiburtina    
      Pigneto    
      Roma Tuscolana    
        Roma Ostiense    
   Roma Trastevere    
   Quattro Venti
   Roma San Pietro  
      Valle Aurelia
   Appiano
   Roma Balduina
   Gemelli
   Monte Mario
   Roma San Filippo Neri
   Ottavia
   Ipogeo degli Ottavi
   La Giustiniana
   La Storta-Formello
   Olgiata
   Cesano di Roma
 limite tariffa urbana
   Anguillara
   Vigna di Valle
   Bracciano
   Manziana-  Canale Monterano
   Oriolo
   Capranica-Sutri
   Vetralla
   Tre Croci
   Viterbo Porta Romana
   Viterbo Porta Fiorentina
   Vigna Clara

La linea FL3 del servizio ferroviario regionale del Lazio collega Viterbo Porta Fiorentina con Roma Tiburtina utilizzando la ferrovia Roma-Capranica-Viterbo. Sulla stessa linea operano le relazioni Bracciano-Roma Tiburtina, Cesano-Roma Tiburtina-Monterotondo, La Storta-Roma Ostiense (la quale viene eseguita negli orari di punta) e, a partire dal 13 giugno 2022, Vigna Clara-Roma S. Pietro-Roma Ostiense. Nella tratta Cesano-Roma, unica a doppio binario, la frequenza è di 15 minuti, nella tratta Bracciano-Cesano è di 30 minuti e nella tratta Viterbo-Bracciano è di 60 minuti. È gestita da Trenitalia; i principali interscambi con la metropolitana e le altre linee FL sono Roma Tiburtina (Metro B e interscambio con FL2), Roma Tuscolana (Metro A), Valle Aurelia (Metro A), Roma Ostiense (Metro B e Roma - Lido) e Roma Trastevere (interscambio con FL1 e FL5).

I treni che operano su questa linea sono i TAF. Nella fine del 2020 sono stati messi in servizio i nuovi elettrotreni Rock ETR521 che andranno nei prossimi anni a sostituire i TAF. Da metà gennaio 2023 hanno esordito sui regionali veloci Roma - Viterbo gli ETR621, i Rock composti da 6 carrozze. Infine da Giugno 2023 alcuni treni sulla Roma-Vigna Clara saranno sostituiti da alcuni Jazz perché il TAF non è abbastanza adatto per quel servizio[senza fonte]

Linea FL4

modifica
Ferrovie Laziali
Linea FL4 
    

   

   Roma Termini        
   Capanelle  
 limite tariffa urbana
      Ciampino  
   Casabianca
   Santa Maria
 delle Mole
   Pavona
   Cancelliera
   Cecchina
   Lanuvio
   San Gennaro
   Sant'Eurosia
   Velletri
   Acqua Acetosa
   Sassone
   Pantanella
   Marino Laziale
   Castel Gandolfo
   Villetta
   Albano Laziale
   Frascati

La linea FL4 del servizio ferroviario regionale del Lazio collega la stazione di Roma Termini con Velletri, Albano Laziale e Frascati utilizzando rispettivamente la ferrovia Roma-Velletri, la ferrovia Roma-Albano e la ferrovia Roma-Frascati. La frequenza per ogni diramazione è di 60 minuti, che diventano 120 nei giorni festivi. È gestita da Trenitalia; il principale nodo di interscambio è Roma Termini.

Sulla Roma Velletri passano principalmente i Vivalto + E464 e gli ETR 425 Jazz. Sulla Roma Frascati passano principalmente i Jazz e raramente i TAF. Sulla Roma Albano Laziale, principalmente passano i Jazz, ma anche Vivalto + E464 e raramente TAF.[senza fonte]

Linea FL5

modifica
Ferrovie Laziali
Linea FL5 
          Roma Termini        
      Roma Tuscolana    
        Roma Ostiense    
   Roma Trastevere    
   Roma San Pietro  
   Roma Aurelia
 limite tariffa urbana
   Maccarese-Fregene
   Torre in Pietra-Palidoro
   Ladispoli-Cerveteri
   Marina di Cerveteri
   Santa Severa
   Santa Marinella
   Civitavecchia

La linea FL5 del servizio ferroviario regionale del Lazio collega Roma Termini con Grosseto, passando per Civitavecchia utilizzando la ferrovia Tirrenica. La frequenza media è di 30 minuti. È gestita da Trenitalia; i principali nodi di interscambio sono Roma Termini, Roma Ostiense e Roma S. Pietro.

I treni sono prevalentemente composti da Vivalto + E.464. Meno frequentemente si vedono i Jazz e i TAF. Dal 2021 sono iniziate le corse degli ETR521 Rock. Il 12 novembre 2021 l'ETR621.002 assegnato al Lazio ha fatto la prima corsa su un regionale Roma Termini - Civitavecchia e ad oggi, dopo le rispettive consegne, su queste tratte è usato l'l’ETR621.[senza fonte]

Linea FL6

modifica
Ferrovie Laziali
Linea FL6 
          Roma Termini        
   Capannelle  
 limite tariffa urbana
      Ciampino  
   Tor Vergata
   Colle Mattia
   Colonna Galleria
   Zagarolo
   Labico
   Valmontone
   Colleferro-Segni-Paliano
   Anagni-Fiuggi
   Sgurgola
   Morolo
   Ferentino-Supino
   Frosinone
   Ceccano
   Castro-Pofi-Vallecorsa
   Ceprano-Falvaterra
   Isoletta-San Giovanni Incarico
   Roccasecca
   Piedimonte-
 Villa Santa Lucia-Aquino
   Cassino

La linea FL6 del servizio ferroviario regionale del Lazio collega Roma Termini con la stazione di Cassino utilizzando la ferrovia Roma-Cassino-Napoli. La frequenza è sempre di 60 minuti, presenta diversi livelli di servizio con treni diretti a Cassino, Frosinone e Colleferro. È gestita da Trenitalia; il principale nodo di interscambio è Roma Termini.

Le composizioni sono spesso formate da E464 e carrozze Vivalto, gestite dalla regione Lazio. Sui servizi diretti verso la Campania è possibile incontrare sporadicamente carrozze PR e MD, ma anche TAF e Rock.[senza fonte]

Linea FL7

modifica
Ferrovie Laziali
Linea FL7 
          Roma Termini        
   Torricola  
 limite tariffa urbana
   Pomezia-Santa Palomba  
   Campoleone  
   Cisterna di Latina
   Latina
   Sezze Romano
   Priverno-Fossanova
   Monte San Biagio-Terracina Mare
   Fondi-Sperlonga
   Itri
   Formia-Gaeta
   Minturno-Scauri

La linea FL7 del servizio ferroviario regionale del Lazio collega Roma Termini con la stazione di Minturno-Scauri utilizzando la ferrovia Roma-Formia-Napoli. La frequenza è sempre di 60 minuti. Nel pomeriggio, sulla tratta Roma Termini-Latina, la frequenza è di 30 minuti. È gestita da Trenitalia; il principale nodo di interscambio è la stazione di Roma Termini.

Su questa linea circolano principalmente Vivalto + E.464, ma anche E.464 con carrozze MDVC e MDVE e convogli Rock sui servizi diretti verso la Campania.[senza fonte]

Linea FL8

modifica
Ferrovie Laziali
Linea FL8 
          Roma Termini        
   Torricola  
 limite tariffa urbana
   Pomezia-Santa Palomba  
   Campoleone  
   Aprilia
   Campo di Carne
   Padiglione
   Lido di Lavinio
   Villa Claudia
   Marechiaro
   Anzio Colonia
   Anzio
   Nettuno

La linea FL8 del servizio ferroviario regionale del Lazio collega Roma Termini con la stazione di Nettuno utilizzando anch'essa la ferrovia Roma-Formia-Napoli. La frequenza è sempre di 60 minuti. È gestita da Trenitalia; il principale nodo di interscambio è la stazione di Roma Termini.

Su questa linea le composizioni Vivalto + E.464 sono le più comuni.[senza fonte]

Ferrovie ex concesse

modifica

Oltre alla rete gestita da RFI, esistono tre ferrovie ex concesse che offrono un servizio di tipo suburbano e collegano Roma rispettivamente al quartiere di Centocelle, alla frazione litoranea di Ostia e alla città di Viterbo.

Di queste, la prima è a scartamento ridotto, di proprietà del comune di Roma ed operata da ATAC, mentre le altre due sono a scartamento standard, di proprietà della regione Lazio ed operate da Cotral.

Termini Laziali-Centocelle

modifica
 
Due convogli urbani della Roma-Giardinetti si incrociano presso la fermata di Tor Pignattara (2021)
Ferrovia Roma-Giardinetti 
         Roma Laziali
   Santa Bibiana
   Porta Maggiore
   Ponte Casilino
   Sant'Elena
   Villini
   Alessi
   Filarete
   Tor Pignattara
   Berardi
   Balzani
     Centocelle
  Lo stesso argomento in dettaglio: Ferrovia Roma-Giardinetti.

Al lato della stazione Termini vi è il capolinea della ferrovia Termini Laziali-Centocelle, una linea ferroviaria a scartamento ridotto che presta servizio urbano all'interno del comune di Roma. L'esercizio è di tipo tranviario. Il tracciato della ferrovia è ciò che resta dell'antica ferrovia Roma-Fiuggi-Alatri-Frosinone.

Il 7 luglio 2008 venne chiuso il tratto tra Giardinetti e Pantano, in modo da far confluire nel tratto in superficie il percorso della linea C,[30] mentre il 3 agosto 2015 venne chiuso il tratto Centocelle-Giardinetti, per evitare la sovrapposizione con il tratto parallelo di nuova apertura della linea C. Di conseguenza il servizio avviene fino alla stazione di Centocelle.

Il servizio viene espletato dall'ATAC con corse cadenzate generalmente ogni 7 minuti dalle ore 6 alle ore 20, ogni 10 minuti nelle altre fasce orarie. Le corse vengono sospese dalle 23:00 alle 5:00.[31]

Nel 2020 la sindaca di Roma Virginia Raggi ha annunciato la trasformazione della linea in metrotranvia (denominata linea G in rapporto alla metropolitana e linea 11 in rapporto alla rete tranviaria), con un prolungamento fino a Tor Vergata.[32] Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha stanziato oltre 200 000 000 € per i lavori, che avrebbero dovuto iniziare nel 2022 e concludersi nel 2024.[33] Nel dicembre 2021 si è deliberato il trasferimento di proprietà dalla regione Lazio al comune di Roma[34] e che la linea sarebbe dovuta chiudere nel corso del 2023 in modo da poter iniziare i lavori.[35] In seguito al parere contrario della Soprintendenza tali lavori non sono stati avviati; pertanto, la nuova scadenza è entro il 2025, prima dell'inizio del Giubileo del 2025.[senza fonte]

Roma-Lido

modifica
 
Treno CAF della Metromare (2023)
Metromare 
       Roma Porta San Paolo
     Basilica San Paolo
     EUR Magliana  
   Tor di Valle
   Vitinia  
   Casal Bernocchi-Centro Giano  
   Acilia  
   Acilia Sud  
   Ostia Antica  
   Lido di Ostia Nord  
   Lido di Ostia Centro
   Stella Polare
   Castel Fusano
   Cristoforo Colombo  
  Lo stesso argomento in dettaglio: Ferrovia Roma-Lido.

La linea del Lido va dalla stazione Roma Porta San Paolo fino alla frazione litoranea di Ostia, completamente all'interno del territorio del comune di Roma.

La prima parte del tracciato è parallelo a quello della linea B della metropolitana, con binari indipendenti. Il tracciato si sviluppa attraverso i quartieri di Vitinia, Acilia, Casal Bernocchi, Centro Giano, Ostia Antica ed ha tre stazioni a Ostia. Il suo capolinea è alla stazione Cristoforo Colombo, in corrispondenza della fine della via Cristoforo Colombo, che da Roma porta a Castelfusano.

La frequenza attuale della linea è di 20 minuti nei giorni feriali e 22 in quelli festivi, con rinforzi nelle ore di punta.[36]

Nel Piano Urbano della Mobilità Sostenibile di Roma del 2019 è prevista la sua trasformazione in linea E (Colombo-Jonio) della metropolitana di Roma.[37]

Roma-Civita Castellana-Viterbo

modifica
 
Ferrovia Roma-Viterbo, tratta extraurbana (2021)
Ferrovia Roma-Civita Castellana-Viterbo
(servizio urbano)
   Montebello
   La Giustiniana
   Prima Porta
   La Celsa
   Labaro
   Centro Rai
   Saxa Rubra
   Grottarossa
   Due Ponti
   Tor di Quinto
   Monte Antenne
   Campi Sportivi
   Acqua Acetosa
   Euclide
     Flaminio
Ferrovia Roma-Civita Castellana-Viterbo
(servizio extraurbano)
   Viterbo
   Bagnaia
   Vitorchiano
   La Fornacchia
   Soriano nel Cimino
   Vallerano
   Vignanello
   Corchiano
   Fabrica di Roma
   Faleri
   Catalano
   Civita Castellana
   Pian Paradiso
   Sant'Oreste
   Rignano Flaminio
   Magliano Romano
   Morlupo
   Castelnuovo di Porto
   Riano
limite tariffa urbana 
   Sacrofano
   Montebello
   Prima Porta
   Saxa Rubra
   Acqua Acetosa
   Euclide
      Flaminio
  Lo stesso argomento in dettaglio: Ferrovia Roma-Civita Castellana-Viterbo.

La Ferrovia Roma-Civita Castellana-Viterbo, chiamata anche "Roma Nord" dal nome del primitivo concessionario, è una linea ferroviaria che collega Roma (da Piazzale Flaminio – interscambio con la stazione della linea A della metropolitana – nei pressi di piazza del Popolo) a Viterbo.

Sulla linea sono attivi due livelli di servizi: urbano e extraurbano. Il primo, identificato come linea metropolitana F dal piano regolatore del 1962,[senza fonte] prevede corse con capolinea Montebello (poco fuori dall'anello del GRA) ogni 10/15 minuti con l'effettuazione di tutte le fermate urbane intermedie (Flaminio, Euclide, Acqua Acetosa, Campi Sportivi, Tor di Quinto, Due Ponti, Grottarossa, Saxa Rubra, Centro RAI, Labaro, La Celsa, Prima Porta, La Giustiniana, Montebello). Il secondo, extraurbano, ha destinazione Civita Castellana, dove è poi possibile prendere la coincidenza per Viterbo. In passato erano presenti anche corse dirette per Viterbo con tempo di percorrenza di circa 2 ore e 40 minuti, ma furono soppresse e la linea fu divisa in due tronconi (Flaminio-Civita Castellana e Civita Castellana-Viterbo).[38]

Nel Piano Urbano della Mobilità Sostenibile di Roma del 2019 è prevista la sua trasformazione, limitatamente alla tratta urbana, in linea F (Flaminio-Montebello) della metropolitana di Roma.[37]

Tariffe

modifica

Per i viaggi nelle stazioni all'interno del comune di Roma è in vigore la tariffa integrata Metrebus Roma (o Metrebus Lazio se prevede la zona di Roma) applicata a biglietti e abbonamenti; in questo modo è possibile utilizzare un solo titolo di viaggio per utilizzare la metropolitana, i tram, i filobus, gli autobus ATAC e Cotral e le ferrovie ex concesse operate da ATAC e Cotral. Per i viaggi al di fuori del comune di Roma è attiva la tariffa integrata Metrebus Lazio.

Tariffe specifiche di Trenitalia

modifica

In alternativa è prevista la tariffa ferroviaria Anello, dove è possibile viaggiare sui mezzi Trenitalia all'interno del Comune di Roma con un unico titolo di viaggio (validità 100 minuti in un'unica direzione).[39] La tariffa Anello e la tariffa Metrebus Roma sono delimitate dalle stazioni: Capannelle (FL4 e FL6), Cesano di Roma (FL3), Fiera di Roma (FL1), Lunghezza (FL2), Roma Aurelia (FL5), Settebagni (FL1) e Torricola (FL7 e FL8). Per i viaggi verso la stazione di Colle Mattia, situata all'interno del Comune di Roma ma che richiede il passaggio per la stazione di Ciampino, è valida la tariffa Metrebus Roma ma non la tariffa Anello.

Per tutti i viaggi che si svolgono al di fuori della zona Anello o che l'attraversano, viene applica la tariffa regionale chilometrica (applicata ai titoli di viaggio validi solo sui treni Trenitalia) o la tariffa integrata Metrebus Lazio[40] sulla quale i viaggi per o da Fiumicino Aeroporto sono compresi solo nei titoli di validità almeno settimanale[41]

Per i viaggiatori ultrasettantenni (e categorie previste dalla Legge Regionale 30 del 1998) e le Forze dell'Ordine (e categorie previste dalla Legge Regionale 16 del 2003 e successive modifiche – Con il Bollettino Ufficiale della Regione Lazio numero 48 del 28 dicembre 2010, in vigore dal 29 dicembre 2010, sono state inserite anche le Forze Armate, il Corpo Forestale ed i Corpi di Vigilanza Armata, questi ultimi a condizione che indossino la divisa del corpo o istituto di appartenenza), sono valide le gratuità previste dalla normativa regionale per la parte del viaggio che si svolge all'interno del Lazio.[42]

  1. ^ I numeri della mobilità (PDF), su atac.roma.it, ATAC, 2007.
  2. ^ a b c La metropolitana a Roma, p. 264.
  3. ^ Immagine di un'automotrice del servizio urbano, a La Storta nel 1990 (JPG), su ilmondodeitreni.it.
  4. ^ Si vedano gli orari del 1975 per il senso dispari (GIF), su web.tiscali.it. e il senso pari (GIF), su web.tiscali.it.
  5. ^ a b c La metropolitana a Roma, p. 283.
  6. ^ a b c Ferrotranviario.
  7. ^ Lazio su Rotaia (PDF), su aneilve.com. URL consultato il 20 agosto 2015.
  8. ^ Cruciani, p. 26.
  9. ^ I Treni, n. 153, ottobre 1994, p. 4.
  10. ^ a b c d Ferrotranviario, p. 29.
  11. ^ Notizie flash, in I Treni, n. 173, luglio-agosto 1996, p. 8.
  12. ^ Ferrotranviario, p. 28.
  13. ^ Ferrotranviario, p. 27.
  14. ^ Ferrovie metropolitane, in I Treni, n. 238, giugno 2002, p. 4.
  15. ^ Ferrotranviario, p. 57.
  16. ^ Impianti FS, in I Treni, n. 289, gennaio 2007, p. 6.
  17. ^ Aeroporto di Fiumicino-Roma (PDF), su trenitalia.com, Trenitalia. URL consultato il 20 agosto 2015.
  18. ^ Lazio (PDF), su trenitalia.com, Trenitalia. URL consultato il 20 agosto 2015.
  19. ^ Collegamenti da e per l'Aeroporto di Roma Fiumicino "Leonardo da Vinci", su trenitalia.com, Trenitalia (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2013).
  20. ^ La Direzione regionale Lazio, su trenitalia.com, Trenitalia (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2013).
  21. ^ ATAC, su atac.roma.it.
  22. ^ Notizia, in I Treni, n. 370, maggio 2014, p. 4.
  23. ^ La FL4 cambia nome, nasce Castelli Romani Line, su FS News. URL consultato il 30 aprile 2023.
  24. ^ ERTMS HD nei Nodi Urbani (par. 8.1.6), su epodweb.rfi.it.
  25. ^ Interventi previsti dall’accordo quadro Rfi-Regione lazio (PDF), su fsnews.it. URL consultato il 9 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 9 agosto 2019).
  26. ^ Brochure RFI (PDF), su rfi.it. URL consultato il 6 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2014).
  27. ^ Mappa di Trenitalia (PDF), su trenitalia.com. URL consultato il 20 agosto 2015.
  28. ^ a b Orario Trenitalia
  29. ^ In treno tutt'Italia
  30. ^ Storia del progetto – Roma Metropolitane, su romametropolitane.it (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2013).
  31. ^ Azienda per la mobilità, su atac.roma.it, ATAC S.p.A..
  32. ^ Andrea Arzilli, Roma, Raggi: al posto della ferrovia Giardinetti nascerà la metro G, in Corriere della Sera, 24 maggio 2020. URL consultato il 24 giugno 2020.
  33. ^ Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Trasporti: 213 milioni per la nuova tramvia di Roma “Termini – Giardinetti – Tor Vergata”, su mit.gov.it, 8 giugno 2020. URL consultato il 22 dicembre 2020 (archiviato dall'url originale il 25 aprile 2022).
  34. ^ Barbara Polidori, Passi in avanti per la linea G: la Roma-Giardinetti passerà dalla Regione al Comune, in Roma Today, 6 dicembre 2021. URL consultato il 6 luglio 2022.
  35. ^ Carlo Andrea Tortorelli, Trasporti, la Roma-Giardinetti chiude nel 2023: al via i lavori per la metro G, in La Repubblica, 15 dicembre 2021. URL consultato il 6 luglio 2022.
  36. ^ Orario Linea Roma-Lido (PDF), su servizionline.astralspa.it.
  37. ^ a b PUMS 2019 (PDF), su pumsroma.it, II, pp. 90-104, 234. URL consultato il 21 dicembre 2020 (archiviato dall'url originale il 7 giugno 2019).
  38. ^ Orario ferrovia regionale Roma-Civitacastellana-Viterbo (PDF), su atac.roma.it. URL consultato il 23 settembre 2017.
  39. ^ Tariffa nº 14/RM (PDF), su trenitalia.com. URL consultato il 20 agosto 2015.
  40. ^ La Direzione regionale Lazio, su trenitalia.com, Trenitalia (archiviato dall'url originale l'8 settembre 2009).
  41. ^ Biglietti e abbonamenti, su atac.roma.it, ATAC S.p.A..
  42. ^ Contratto di Servizio tra Trenitalia e Regione Lazio (PDF), su trenitalia.com.

Bibliografia

modifica
  • Paolo Blasimme, Il treno-metrò di Roma, in Italmodel Ferrovie, n. 139, maggio-giugno 1968, pp. 4520-4525.
  • G. De Grisantis, Il servizio urbano FS a Roma, in Italmodel Ferrovie, n. 203, aprile 1977, pp. 234–238.
  • Vittorio Formigari e Piero Muscolino, La metropolitana a Roma, Cortona, Calosci, 1983.
  • Alessandro Vacca, Novità a Roma, in I Treni, n. 143, dicembre 1993, pp. 26–28.
  • Marcello Cruciani, Roma per i suoi pendolari, in I Treni, n. 152, settembre 1994, pp. 26–28.
  • Vincenzo Leuzzi (coordinatore della ricerca), Ricerca sui trasporti pubblici nel Lazio, Istituto di ricerche economico-sociali Placido Martini, 1969.
  • Ferrotranviario: rapporto 1.0 (PDF), su comune.roma.it. URL consultato il 1º maggio 2015.

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica