Apri il menu principale

Phillip Cocu

allenatore di calcio ed ex calciatore olandese
(Reindirizzamento da Philip Cocu)
Phillip Cocu
PSV Eindhoven, Teamcamp Bad Erlach, July 2014 (002).jpg
Cocu nel 2014
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Altezza 185 cm
Peso 77 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Derby County
Ritirato 2008 - giocatore
Carriera
Giovanili
1988 AZ Alkmaar
Squadre di club1
1988-1990 AZ Alkmaar50 (7)
1990-1995Vitesse137 (25)
1995-1998 PSV95 (31)
1998-2004Barcellona205 (31)
2004-2007 PSV79 (20)
2007-2008Al-Jazira 17 (5)
Nazionale
1996-2006 Paesi Bassi Paesi Bassi 101 (10)
Carriera da allenatore
2008-2012 Paesi Bassi Paesi Bassi Vice
2008-2009 PSV Giovanili
2009-2012 PSV Vice
2012 PSV
2012-2013 PSVA-1
2013-2018 PSV
2018 Fenerbahçe
2019-Derby County
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 29 ottobre 2018

Phillip John William Cocu (Eindhoven, 29 ottobre 1970) è un allenatore di calcio ed ex calciatore olandese, di ruolo centrocampista, allenatore del Derby County.

Indice

Caratteristiche tecnicheModifica

Giocatore duttile, ha ricoperto diversi ruoli: ala sinistra, centrocampista di fascia, mediano, terzino sinistro e marcatore.[senza fonte]

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

AZ e VitesseModifica

Iniziata la carriera nell'AZ, esordì come ala sinistra in Eerste Divisie all'età di diciotto anni, il 22 gennaio 1989, contro il N.E.C.. Due settimane dopo realizzò due gol nella partita di Coppa d'Olanda contro il Fortuna Sittard, rete cui fece seguito il primo gol in campionato contro il SVV, a marzo. Nella stagione d'esordio segnò quattro gol.

Nell'annata 1989-1990 fu titolare della squadra, per poi essere ceduto, nell'estate del 1990, al Vitesse.

La stagione 1990-1991 fu difficile: a causa di un infortunio giocò solo otto partite con il Vitesse. Nell'annata seguente giocò con regolarità, assommando 33 presenze e 3 gol. Il primo gol con la maglia del Vitesse lo realizzò nell'agosto del 1991 contro l'ADO Den Haag. Ad Arnhem passò dal ruolo di ala sinistra a quello di centrocampista centrale, su intuizione dell'allenatore Herbert Neumann.

Nel 1992 Cocu esordì nelle coppe europee, giocando contro il Derry City in Coppa UEFA. Cocu fu decisivo nel turno seguente, quando il Malines fu eliminato grazie ad un suo gol con tiro dalla distanza segnato nella gara di ritorno in Belgio (0-1). La squadra di Arnhem fu poi eliminata dal Real Madrid. Nella Eredivisie il club si piazzò quarto e Cocu totalizzà 6 gol in 36 partite. Ancora più fruttuosa fu a livello personale la stagione 1993-1994: i numeri di Cocu migliorarono anche in fase realizzativa, con ben 11 gol in 33 partite di campionato, di cui 3 in un solo match, nella partita vinta per 5-0 contro il Go Ahead Eagles nel dicembre 1993.

Suscitato l'interesse di Louis van Gaal e dell'Ajax, rimase un'altra stagione ad Arnhem perché la dirigenza dei lancieri non trovò l'accordo economico con il Vitesse. Nel 1994-1995 mise a registro 5 gol in 29 presenze in massima serie

PSVModifica

Nel 1995 Cocu si trasferì al PSV. Rimase ad Eindhoven per tre stagioni, in cui vinse un campionato nel 1996-1997, una Coppa d'Olanda nel 1995-1996 (suo il primo gol nella finale vinta per 5-2 contro lo Sparta Rotterdam) e due Supercoppe d'Olanda nel 1996 e nel 1997 (realizzò una doppietta contro il Roda JC per il 3-1 finale).

BarcellonaModifica

Passò al Barcellona nel 1998, dopo il mondiale di Francia. Vi militò per diversi anni, divenendone elemento fondamentale e capitano. Nella stagione d'esordio trovò molti connazionali: l'allenatore Louis van Gaal, i calciatori Michael Reiziger, Frank de Boer, Patrick Kluivert, Boudewijn Zenden, Ronald de Boer e Winston Bogarde. Titolare del centrocampo catalano con Luís Figo e Pep Guardiola, Cocu disputò 36 partite di campionato segnando 12 gol, contribuendo alla vittoria della Liga nel 1998-1999. Nella stagione seguente il Barcellona si piazzò secondo in campionato, con Cocu che realizzò 6 gol nella Liga, incluse due doppiette nelle partite vinte contro Real Oviedo (3-2) e Athletic Bilbao (0-4), e giunse in semifinale di Champions League, dove fu eliminato dal Valencia (Cocu fu autore dell'ultimo gol nel match di ritorno contro i valenciani). Nel 2000 van Gaal fu sostituito da Lorenzo Serra Ferrer e Carles Rexach, ma le prestazioni degli azulgrana peggiorarono: due quarti posti e un sesto posto nel 2002-2003, prima stagione di Cocu come capitano. L'ultima stagione del centrocampista nelle file del Barcellona fu vissuta con l'allenatore olandese Frank Rijkaard: al termine dell'annata 2003-2004, dopo 205 presenze nella Liga e 291 presenze totali con il Barcellona (all'epoca due record per un calciatore straniero con la maglia del Barça, primati poi superati da Lionel Messi), Cocu lasciò la Catalogna.

Ritorno al PSVModifica

Nel 2004 tornò al PSV, con cui firmò inizialmente un contratto biennale. In tre stagioni vinse 3 campionati olandesi (2005, 2006, 2007) e 1 Coppa d'Olanda (2004-2005). Formò un valido centrocampo con Johann Vogel e il capitano Mark van Bommel, raggiungendo anche la semifinale di Champions League nel 2004-2005, quando il PSV fu eliminato dal Milan. In quella edizione della Champions Cocu segnò il gol del PSV nella sfida esterna dei quarti di finale contro il Olympique Lione (1-1) e due gol nella semifinale di ritorno contro i rossoneri, di cui uno allo scadere del match di ritorno, vinto per 3-1 dopo la sconfitta per 2-0 a San Siro. Nel 2005, dopo la partenza di Mark van Bommel, Cocu fu nominato capitano del PSV da Guus Hiddink. Nel 2005-2006 fu votato secondo miglior giocatore del campionato olandese, vinto con la sua squadra per il secondo anno consecutivo. Rinnovato il contratto per un'altra stagione, nel 2006-2007 vinse per la terza volta di fila il titolo olandese, contribuendo al decisivo successo per 5-1 contro il Vitesse all'ultima giornata. Il gol finale di Cocu, infatti, permise alla squadra di Eindhoven di superare per differenza reti l'Ajax e vincere l'Eredivisie.

Al-JaziraModifica

Nel 2007 si trasferì all'Al-Jazira Club, negli Emirati Arabi Uniti, e qui trascorse la sua ultima stagione da calciatore. Si ritirò dall'attività agonistica nel 2008.

NazionaleModifica

Conta 101 presenze con la nazionale olandese, della quale è stato capitano. Un suo compagno di squadra fu il portiere Van der Sar, con cui condivide la data di nascita.

Ha partecipato a due campionati del mondo (1998 e 2006) e tre campionati d'Europa (1996, 2000 e 2004).

AllenatoreModifica

Gli iniziModifica

Dopo il ritiro, Cocu è diventato allenatore: dal 1º luglio 2008 al 30 giugno 2012 lavora per l'Olanda di Bert van Marwijk come vice-allenatore e dal 1º luglio 2008 al 29 gennaio 2009 ha allenato le giovanili del PSV. Dal 29 gennaio 2009 all'11 marzo 2012 è stato vice-allenatore di Fred Rutten.

Dal 12 marzo 2012 subentra a Fred Rutten sulla panchina dei biancorossi. Debutta tre giorni più tardi riuscendo solo a pareggiare per 1-1 la sfida di ritorno con il Valencia dopo che all'andata gli spagnoli avevano vinto per 4-2. Il 18 marzo debutta in campionato vincendo 5-1 lo scontro diretto contro l'Heerenveen. Tre giorni più tardi vince ancora contro l'Heerenveen per 1-3, gara valida per l'accesso alla finale della Coppa d'Olanda. L'8 aprile vincendo poi anche la finale per 3-0 contro l'Heracles Almelo conquista il suo primo trofeo da allenatore. Conclude il campionato al 3º posto, valido per l'accesso diretto all'Europa League, prima di lasciare il posto al più esperto Dick Advocaat.

I successi con il PSVModifica

Dopo aver allenato per una stagione la selezione A-1 del PSV (dal 01/07/2012 al 30/06/2013), il 1º luglio 2013 torna a sedere sulla panchina della prima squadra in sostituzione di Advocaat. Il 27 marzo 2014 viene operato per la rimozione di un tumore alla schiena e a maggio torna ad allenare il PSV concludendo il campionato al 4º posto mentre in Europa League il cammino termina già alla fase ai gironi e in Coppa d'Olanda al terzo turno.

 
Philip Cocu mentre dirige un allenamento al PSV.

Nel 2014-2015 il PSV domina in campionato con un largo distacco dall'Ajax vincendo il titolo il 18 aprile 2015 con tre turni d'anticipo, in Europa League viene eliminato ai sedicesimi dallo Zenit S. Pietroburgo e in Coppa d'Olanda viene eliminato agli ottavi di finale di nuovo dal Roda JC.

L'anno seguente inizia con la vittoria della Supercoppa contro il Groningen, arriva agli ottavi di Champions League venendo eliminato dall'Atlético Madrid ai rigori, in Coppa d'Olanda viene eliminato ai quarti dall'Utrecht mentre riesce a vincere il campionato all'ultima giornata con il sorpasso-beffa sull'Ajax per soli due punti.

Nel 2016-2017 vince la Supercoppa contro il Feyenoord, arriva 3º in Eredivisie proprio dietro ai bianco-rossi e all'Ajax, in Coppa d'Olanda esce già al secondo turno per mano dello Sparta Rotterdam mentre in Champions arriva ultimo nel girone con Atletico Madrid, Bayern Monaco e Rostov.

La stagione seguente viene eliminato al terzo turno preliminare di Europa League per mano dell'Osijek e ai quarti della KNVB beker per mano del Feyenoord mentre vince il suo terzo campionato con 4 punti di distacco dall'Ajax.

Fenerbahçe e Derby CountyModifica

Il 22 giugno 2018 annuncia la decisione di lasciare il PSV dopo 5 anni - e 6 trofei vinti - e firma un contratto triennale con i turchi del Fenerbahçe.[1] Esce già al terzo turno di Champions per mano del Benfica (1-0, 1-1) e il 28 ottobre viene esonerato con la squadra al 15º posto in campionato;[2] il 13 dicembre rescinde il contratto con il club turco.

Il 5 luglio 2019 firma un contratto quadriennale con il Derby County in seconda serie inglese.[3]

StatisticheModifica

AllenatoreModifica

ClubModifica

Statistiche aggiornate al 28 ottobre 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale Vittorie % Piazz.
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2011-2012   PSV ED 9 7 0 2 CO 2 2 0 0 UEL 1 0 1 0 12 9 1 2 75,00 Sub.,3°
2013-2014 ED 34 18 5 11 CO 2 1 0 1 UCL+UEL 4+6 2+2 1+1 1+3 46 23 7 16 50,00
2014-2015 ED 34 29 1 4 CO 3 2 0 1 UEL 12 6 2 4 49 37 3 9 75,51
2015-2016 ED 34 26 6 2 CO 4 3 0 1 UCL 8 3 3 2 SO 1 1 0 0 47 33 9 5 69,56
2016-2017 ED 34 22 10 2 CO 2 1 0 1 UCL 6 0 2 4 SO 1 1 0 0 43 24 12 7 55,81
2017-2018 ED 34 26 5 3 CO 4 3 0 1 UEL 2 0 0 2 40 29 5 6 72,50
Totale PSV 179 128 27 24 17 12 0 5 39 13 10 16 2 2 0 0 237 155 37 45 65,40
2018-2019   Fenerbahçe SL 10 2 3 5 TK 0 0 0 0 UCL[4]+UEL 2+3[5] 0+1 1+1 1+1 15 3 5 7 20,00 Eson.
Totale carriera 189 130 30 29 17 12 0 5 44 14 12 18 2 2 0 0 252 158 42 52 62,70

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica
PSV Eindhoven: 1996-97, 2004-05, 2005-06, 2006-07
PSV Eindhoven: 1995-96, 2004-05
PSV Eindhoven: 1996, 1997
Barcellona: 1998-1999
 
Cocu alla Coppa Del Mondo 2006

AllenatoreModifica

PSV Eindhoven: 2014-2015, 2015-2016, 2017-2018
PSV Eindhoven: 2011-2012
PSV Eindhoven: 2015, 2016

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica