Jean-Julien Rojer

tennista olandese
Jean-Julien Rojer
Rojer WM19 (32) (48521742806).jpg
Jean-Julien Rojer nel 2019
Nazionalità Regno dei Paesi Bassi Regno dei Paesi Bassi
Altezza 185 cm
Peso 84 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Specialità Doppio
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 13-1 (92,86%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 218º (15 agosto 2005)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 466-339 (57.89%)
Titoli vinti 32
Miglior ranking 3º (23 novembre 2015)
Ranking attuale 10º (11 luglio 2022)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open SF (2011, 2015)
Francia Roland Garros V (2022)
Regno Unito Wimbledon V (2015)
Stati Uniti US Open V (2017)
Altri tornei
ATP World Tour Finals Singles Trophy (London).svg  Tour Finals V (2015)
Olympic flag.svg Giochi olimpici 2T (2020)
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte 25-32 (43,86%)
Titoli vinti 1
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 2T (2016, 2017, 2018, 2019, 2020)
Francia Roland Garros V (2014)
Regno Unito Wimbledon SF (2013)
Stati Uniti US Open QF (2012)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 1T (2016)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate all'11 luglio 2022

Jean-Julien Rojer (Willemstad, 25 agosto 1981) è un tennista olandese. Ha ottenuto i suoi migliori risultati in doppio, vincendo 32 tornei ATP tra cui il Torneo di Wimbledon 2015 e lo US Open 2017, entrambi in coppia con Horia Tecău, il Roland Garros 2022 con Marcelo Arévalo e le ATP World Tour Finals di Londra nel 2015 con Tecău. Ha anche raggiunto la semifinale agli Australian Open nel 2011 e nel 2015 e e ha vinto il torneo di doppio misto al Roland Garros nel 2014.

Il best ranking ATP in doppio è stato il 3º posto mondiale nel novembre 2015, mentre in singolare ha vinto solo tornei ITF, non è andato oltre la 218ª posizione e dal 2013 gioca esclusivamente in doppio. Ha fatto parte della squadra antillana olandese di Coppa Davis dal 1998 al 2007 e dal 2012 gioca per la squadra olandese di Coppa Davis.

CarrieraModifica

1998-2003, esordio in Coppa Davis con le Antille e primi titoli ITFModifica

Inizia a giocare a tennis a 6 anni, a 13 lascia la nativa Curaçao e si trasferisce a Miami per allenarsi al Crandon Park.[1] Fa la sua prima apparizione tra i professionisti nel 1998 in un torneo di doppio ITF Futures statunitense, quell'anno fa il suo esordio in singolare nella squadra antillana olandese di Coppa Davis e vince tutti e sei gli incontri disputati nell'arco della stagione.[2] Tra il 1999 e il 2001 continua a giocare soprattutto in Davis e disputa raramente tornei professionistici. Al suo secondo torneo ITF, disputato nel settembre 1999, raggiunge la semifinale. Nel luglio del 2000 debutta nel circuito ITF in singolare e a settembre vince il suo primo torneo in doppio al Futures Dominican Republic F1.

Tra il 2000 e il 2002 gioca nei tornei di college statunitensi con la UCLA e per due volte viene inserito tra gli All-America di doppio.[1] Inizia a giocare con continuità nei tornei ITF nel 2002 e in quel periodo vince soprattutto in singolare, tra il 2002 e il 2003 si aggiudica 8 titoli ITF in singolare e due in doppio. Nel 2003 esordisce nel circuito Challenger e si mette in luce in doppio, dopo aver raggiunto le prime due semifinali, verso fine anno disputa le prime finali Challenger a Bukhara e a Città del Messico e le perde entrambe.

2004-2007, primi titoli Challenger e 119º nel rankingModifica

Nel 2004 continua a raccogliere successi nel circuito ITF sia in singolare che in doppio, e a maggio alza il suo primo trofeo Challenger in doppio al torneo di Fergana, dove gioca in coppia con Raven Klaasen e sconfiggono in finale Harsh Mankad / Aisam-ul-Haq Qureshi, risultato con cui si porta a ridosso della top 200 del ranking. Nel 2005 disputa diversi tornei Challenger senza vincerne alcuno, in doppio non supera mai le semifinali e in singolare viene sconfitto da Marcos Daniel nella sua unica finale di categoria in carriera. Ad agosto raggiunge il 218º posto mondiale in singolare, che rimarrà il best ranking in carriera nella specialità. Chiude la stagione vincendo tre titoli ITF, due in doppio e l'ultimo della carriera in singolare. Nel 2006 dimostra definitivamente di essere più competitivo in doppio, in singolare non supera mai i quarti di finale mentre in doppio disputa 5 finali Challenger e ne vince tre; ad agosto entra per la prima volta nella top 200 del ranking e chiude la stagione al 142º posto. Nel febbraio 2007 disputa il suo ultimo torneo Futures in carriera, raggiungendo la finale in singolare, e nel corso della stagione inizia inoltre a diradare i suoi impegni in singolare. Ad aprile disputa i suoi ultimi incontri di Coppa Davis per le Antille Olandesi.[2] Quell'anno non vince alcun titolo, consegue inizialmente alcuni discreti risultati e a luglio sale al 119º posto nel ranking, ma chiude la stagione al 218º. A luglio fa il suo esordio nel circuito maggiore nel torneo di doppio a Newport, e in coppia con Teymuraz Gabashvili vengono eliminati al primo turno.

2008, prima finale ATP e top 100Modifica

Nel 2008 disputa solo quattro tornei in singolare, in doppio perde le prime tre finali Challenger stagionali e a maggio vince quella di Aarhus. Subito dopo vince il suo primo match in carriera nel circuito maggiore a Casablanca, e in coppia con Guillermo Coria vengono eliminati nei quarti di finale. A luglio vince il Challenger di Cordova con il nuovo compagno di doppio Johan Brunström, assieme al quale raggiunge subito dopo a Båstad la sua prima finale ATP e vengono sconfitti da Jonas Björkman / Robin Söderling con il punteggio di 2-6, 2-6; risultato che vale a Rojer il suo primo ingresso nella top 100. Ottengono altri buoni risultati, tra cui un titolo Challenger, e a novembre sale all'83º posto mondiale.

2009, 4 finali ATP e top 50Modifica

Inizia la stagione vincendo con Brunström il Challenger ATP Iquique e nel corso del 2009 vinceranno altri tre titoli Challenger. A maggio tornano a disputare una finale ATP a Belgrado e vengono sconfitti da Łukasz Kubot / Oliver Marach. Esordiscono in un torneo del Grande Slam con una vittoria al primo turno del Roland Garros e vengono eliminati al secondo. A giugno perdono al terzo set contro Wesley Moodie / Dick Norman la finale di 's-Hertogenbosch e vengono sconfitti in finale anche nei tornei ATP di Umago in luglio e di Bucarest in settembre. Escono al secondo turno anche a Wimbledon e al turno di esordio agli US Open. A giugno Rojer entra nella top 50 e a novembre sale alla 42ª posizione. I suoi impegni in singolare sono ormai rarissimi.

2010, primi due titoli ATP, 32º nel rankingModifica

Anche nella prima parte del 2010 gioca in coppia con Brunström e raggiungono tre semifinali ATP, i quarti di finale al Masters di Indian Wells, il terzo turno agli Australian Open e una finale nei Challenger; a marzo Rojer sale al 32º posto mondiale. Perde diverse posizioni dopo le eliminazioni al primo turno al Roland Garros e a Wimbledon, e la coppia si scioglie. Nel periodo che segue Rojer cambia altri due partner e a luglio gioca il primo torneo con Eric Butorac, raggiungono subito la finale a Los Angeles e vengono sconfitti da Bob e Mike Bryan. A ottobre vincono il loro primo torneo all'ATP 500 di Tokyo battendo in finale 6-3, 6-2 Andreas Seppi / Dmitrij Tursunov. Si ripetono due settimane dopo a Stoccolma con il successo in finale su Brunström / Jarkko Nieminen.

2011, tre titoli ATP, semifinale agli Australian Open e top 20Modifica

All'inizio del 2011 raggiunge con Butorac le semifinali a Auckland ma soprattutto agli Australian Open, dove battono tra gli altri Lukasz Kubot / Oliver Marach e vengono eliminati dai fratelli Bryan, i numeri 1 del mondo. In questo periodo Rojer entra per la prima volta nella top 30, e continua a migliorarsi con la finale raggiunta a Memphis, due semifinali ATP e i due titoli consecutivi vinti all'Estoril e a Nizza, a giugno entra nella top 20 e ad agosto sale al 17º posto. A ottobre vincono il loro terzo titolo stagionale a Kuala Lumpur e verso fine anno perdono contro i Bryan la finale all'ATP 500 di Valencia. Sfiorano la partecipazione alle ATP Finals di Londra, alle quali si recano come alternate.

2012, due titoli ATP, semifinali in due Slam, 13º nel ranking e prima volta alle ATP FinalsModifica

Si presenta al via della nuova stagione con Aisam-ul-Haq Qureshi come nuovo partner, faticano a ingranare e Rojer scende in aprile al 38º posto. A febbraio fa il suo esordio con una vittoria nella squadra olandese di Coppa Davis. Il primo titolo stagionale arriva in maggio all'Estoril, a cui fa seguito una serie di buoni risultati su cui spicca la sua prima semifinale al Roland Garros, dove ancora una volta deve cedere il passo ai fratelli Bryan. Subito dopo vince con Qureshi il torneo di Halle, mentre escono al terzo turno a Wimbledon, sconfitti per 7-5 al quinto set da Jonathan Marray / Frederik Nielsen che vinceranno il torneo. Anche agli US Open Rojer raggiunge per la prima volta la semifinale, sempre con Qureshi, e vengono di nuovo sconfitti dai Bryan. A fine anno disputa la sua prima finale in un Masters 1000 a Parigi, e questa volta vengono sconfitti da Rohan Bopanna / Mahesh Bhupathi. Chiude la stagione con il nuovo best ranking in 13ª posizione e alla 7ª nella classifica a coppie, accedendo così per la prima volta alle ATP Finals, dove perde tutti e tre gli incontri disputati.

2013, primo titolo Masters 1000Modifica

Anche nel 2013 gioca con Qureshi e il miglior risultato è il trionfo a Miami, primo Masters 1000 vinto in carriera da Rojer, con il successo in finale su Mariusz Fyrstenberg / Marcin Matkowski. Raggiungono i quarti di finale agli US Open, mentre si fermano al terzo turno nelle altre prove del Grande Slam. A Wimbledon raggiunge la semifinale in doppio misto assieme a Vera Duševina. Raggiunge con Qureshi altre tre finali in stagione, e dopo aver perso quelle a Marsiglia e all'Estoril, a fine stagione si aggiudicano il titolo a Stoccolma. Si mantengono sostanzialmente nelle posizioni di classifica dell'anno precedente, per il secondo anno consecutivo prendono parte alle ATP Finals e come l'anno prima perdono tutti e tre gli incontri disputati. A settembre disputa il suo ultimo incontro in singolare in carriera al terzo turno di qualificazione del Malaysian Open.

2014, primo titolo Slam in doppio misto e altri 8 titoli ATPModifica

Il nuovo partner per il 2014 è Horia Tecău e, dopo gli insuccessi nei primi tornei, a febbraio vincono il torneo di Zagabria. Si ripetono in aprile aggiudicandosi i titoli a Casablanca e Bucarest. Vince il suo primo titolo Slam nel torneo di doppio misto al Roland Garros in coppia con Anna-Lena Grönefeld, battendo in finale Julia Görges / Nenad Zimonjić per 4-6, 6-2, [10-7]. Nel doppio maschile con Tecău vengono eliminati al terzo turno, e otterranno identico risultato negli Slam di Wimbledon e degli US Open. Nella seconda parte della stagione si laureano campioni anche sull'erba di 's-Hertogenbosch, agli ATP 500 di Washington, Pechino e Valencia e all'ATP 250 di Shenzhen. Come nei tornei del Grande Slam, stentano a ottenere grandi risultati nei tornei Masters 1000, nei quali disputano in stagione una sola semifinale al Paris Masters. A fine anno sono sesti nella classifica a coppie, accedono alle ATP Finals e per il terzo anno di fila Rojer chiude il torneo con tre sconfitte nel round-robin. A marzo scende al 34º posto del ranking e a novembre risale al 14º, chiudendo la stagione con 9 titoli su 10 finali disputate (compreso il titolo in doppio misto al Roland Garros).

2015, trionfo a Wimbledon e alle ATP Finals, nº 3 nel rankingModifica

Dopo la finale persa a Sydney, Rojer e Tecău raggiungono la semifinale agli Australian Open e vengono sconfitti da Bolelli / Fognini, che vinceranno il torneo. Vincono il primo titolo stagionale in febbraio a Rotterdam, e con questo successo Rojer porta il best ranking al 10º posto mondiale. Perdono in finale a Nizza e soprattutto la semifinale al Roland Garros (contro Ivan Dodig / Marcelo Melo che si aggiudicheranno il titolo), e a fine torneo Rojer si porta all'8º posto mondiale. Conquista il suo primo titolo in doppio maschile in uno Slam a Wimbledon assieme a Tecău, vincono al quinto set due match molto equilibrati contro Andre Begemann / Julian Knowle al secondo turno e Rohan Bopanna / Florin Mergea in semifinale, e trionfano in finale sconfiggendo Jamie Murray / John Peers con il punteggio di 7-6, 6-4, 6-4. Con questo successo sale al 6º posto del ranking.

Anche agli US Open vengono eliminati dai futuri vincitori del torneo, sconfitti nei quarti di finale in due set da Pierre-Hugues Herbert / Nicolas Mahut. Altri buoni risultati nei tornei successivi consentono alla coppia rumeno-olandese di qualificarsi alle ATP Finals con la testa di serie nº 2. Dopo 9 sconfitte consecutive patite nelle sue prime partecipazioni, vince il primo incontro sconfiggendo Matkowski / Zimonjic. Al secondo incontro hanno la meglio sulle teste di serie nº 3 Dodig / Melo e si classificano primi nel girone con il successo su Herbert / Mahut. In semifinale Rojer batte 6-4, 6-4 i fratelli Bryan, che lo avevano sconfitto negli ultimi 11 incontri. Si aggiudicano il titolo con il successo in finale su Bopanna / Mergea con il punteggio di 6-4, 6-3, concludendo il torneo senza aver perso alcun set e diventano i primi a riuscire in questa impresa nella storia delle ATP Finals. Con questo trionfo, Rojer sale al 3º posto nel ranking mondiale e con Tecău al 1º posto nella classifica a coppie.[1]

2016, un titolo Masters 1000 e discesa nel rankingModifica

Disputa la sua terza annata in coppia con Tecău e a gennaio raggiungono i quarti di finale agli Australian Open. Tornano al successo in maggio al Madrid Open, non perdono alcun set in tutto il torneo, in semifinale hanno la meglio su Herbert / Mahut e in finale battono 6-4, 7-6 Bopanna / Mergea; sarà il loro unico titolo del 2016. Dopo le premature eliminazioni all'Open di Francia e al Torneo di Wimbledon – dove da campioni uscenti escono al primo turno – Rojer fa il suo esordio olimpico ai Giochi di Rio e viene eliminato al primo turno in coppia con Robin Haase da Marc Lopez / Rafael Nadal, che vinceranno il titolo battendo proprio Tecău / Mergea. Torna a mettersi in luce raggiungendo la finale a Cincinnati con Tecău, eliminano Murray / Soares nei quarti, i Bryan in semifinale e vengono sconfitti al terzo set da Dodig / Melo. Gli ultimi risultati di rilievo sono il terzo turno agli US Open e la semifinale a Basilea. A luglio esce dalla top 10, a novembre scende alla 27ª posizione e per la prima volta dopo 4 anni non prende parte alle ATP Finals.

2017, trionfo agli US Open e rientro nella top 10Modifica

Nel 2017 Tecău e Rojer escono al terzo turno agli Australian Open, vincono il primo torneo in marzo all'ATP 500 di Dubai e a maggio si impongono nella finale del 250 di Ginevra. Eliminati al terzo turno anche all'Open di Francia e al primo a Wimbledon, si assicurano il terzo titolo stagionale a Winston-Salem. Vincono il loro secondo Slam in carriera subito dopo agli US Open, eliminano tra gli altri Ivan Dodig / Marcel Granollers e Jamie Murray / Bruno Soares, in semifinale sconfiggono in rimonta le teste di serie nº 1 Henri Kontinen / John Peers e in finale hanno la meglio su Feliciano Lopez / Marc Lopez con il punteggio di 6-4, 6-3. A fine torneo Rojer risale alla 10ª posizione mondiale. A fine stagione si fermano in semifinale nei Masters 1000 di Shanghai e Parigi e perdono in finale a Stoccolma. Con questi risultati Rojer si porta al 7º posto mondiale e ha accesso con Tecău alle ATP Finals, dove perdono tutti e tre gli incontri disputati.

2018, due titoli ATPModifica

Dopo due semifinali ATP e l'eliminazione al secondo turno agli Australian Open, a marzo Tecău e Rojer confermano il titolo vinto l'anno prima a Dubai. Eliminati prematuramente nei tornei successivi, Rojer cambia partner alcune volte e raggiunge la finale a Barcellona con Qureshi, assieme al quale viene però eliminato al secondo turno all'Open di Francia e al primo a Wimbledon. Ad agosto torna a giocare con Tecău, si spingono fino in semifinale a Cincinnati e si confermano campioni a Winston-Salem. Le delusioni accumulate con i risultati negativi nei tornei successivi, soprattutto l'uscita al primo turno agli US Open, sono mitigate dalla finale raggiunta al Paris Masters, che non è sufficiente per qualificarsi alle ATP Finals; chiude la stagione in 19ª posizione.

2019, 1 titolo Masters 1000 e un ATP 500Modifica

Eliminato al primo turno nei primi tre tornei stagionali, a febbraio raggiunge con Tecău la finale a Rotterdam. A maggio tornano a vincere un grande torneo al Masters di Madrid, nel quale sconfiggono al primo turno i fratelli Bryan al termine di un match molto equilibrato e in finale concedono solo 5 giochi a Diego Schwartzman / Dominic Thiem. Anche all'Open di Francia eliminano i Bryan, e nei quarti di finale Schwartzmann si prende la rivincita sconfiggendoli in coppia con Guido Pella. Escono nei quarti anche a Wimbledon, sconfitti 9-11 al quinto set da Juan Sebastian Cabal / Robert Farah che vinceranno il torneo. Perdono quindi la finale a Washington e vengono eliminati al primo turno agli US Open. Si qualificano alle ATP Finals con la semifinale raggiunta a Stoccolma e vincendo l'ATP 500 di Basilea. Al torneo londinese di fine anno si prendono la rivincita sui numeri uno del mondo Cabal / Farah, ma sono eliminati per le sconfitte subite contro Kevin Krawietz / Andreas Mies e Herbert / Mahut. Prende parte alle fasi finali di Coppa Davis e perde entrambi i match disputati.

2020-2021, semifinale agli US Open, due finali ATP e nuova discesa in classificaModifica

Nella prima parte della stagione Tecău e Rojer giocano solo 4 tornei senza mai superare il secondo turno. Dopo la lunga sosta del tennis mondiale dovuta alla pandemia di COVID-19 raggiungono i quarti a Cincinnati e la semifinale agli US Open, dove vengono sconfitti da Mate Pavic / Bruno Soares dopo aver eliminato le teste di serie nº 1 Cabal / Farah. Con le eliminazioni in semifinale ad Amburgo e al terzo turno all'Open di Francia ha fine il sodalizio con Tecău, assieme al quale ha vinto 20 titoli ATP tra cui due prove del Grande Slam e le ATP Finals 2015. Nei successivi 12 tornei cambia diversi partner e vince in totale due soli match. Torna a vincere due incontri di fila agli Internazionali d'Italia 2021 con Wesley Koolhof ed escono nei quarti. Tra i deludenti risultati che seguono vi sono le eliminazioni al terzo turno all'Open di Francia e agli US Open, al primo turno a Wimbledon e al secondo ai Giochi di Tokyo. A fine stagione perde le finali ad Anversa con Koolhof e a Stoccolma con Qureshi. A novembre 2021 scende alla 45ª posizione mondiale, la peggiore dall'ottobre 2010.

2022, trionfo al Roland Garros e ritorno nella top 10Modifica

Inizia il 2022 arrivando in semifinale all'ATP 250 di Melbourne con il nuovo compagno di doppio Marcelo Arévalo. A febbraio vincono due titoli ATP consecutivi a Dallas e Delray Beach e perdono la finale ad Acapulco. Iniziano la stagione su terra battuta raggiungendo le semifinali a Monte Carlo e a Barcellona. A maggio Rojer conquista con Arévalo il suo terzo titolo del Grande Slam al Roland Garros; perdono il primo set del torneo al terzo turno, quando eliminano le teste di serie nº 7 Tim Pütz / Michael Venus. In semifinale sconfiggono per 10-8 nel tie-break del set decisivo Rohan Bopanna / Matwé Middelkoop e in finale hanno la meglio in rimonta su Ivan Dodig / Austin Krajicek con il punteggio di 6-7, 7-6, 6-3, dopo oltre tre ore di gioco e dopo aver salvato tre match-ball nel secondo set.[3] A 40 anni, Rojer diventa il più vecchio vincitore di un torneo di doppio del Grande Slam nell'era Open.[1] Il successo lo riporta all'11ª posizione mondiale. Raggiungono la semifinale ai tornei sull'erba di Halle e Maiorca, e dopo l'eliminazione al primo turno a Wimbledon Rojer sale alla 10ª posizione mondiale, tornando nella top 10 dopo quasi 4 anni.

StatisticheModifica

DoppioModifica

Vittorie (32)Modifica

Legenda doppio
Grande Slam (3)
ATP Finals (1)
ATP Masters 1000 (3)
ATP Tour 500 (8)
ATP Tour 250 (17)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 4 ottobre 2010   Japan Open Championships, Tokyo Cemento   Eric Butorac   Andreas Seppi
  Dmitrij Tursunov
6-3, 6-2
2. 18 ottobre 2010   Stockholm Open, Stoccolma (1) Cemento (i)   Eric Butorac   Johan Brunström
  Jarkko Nieminen
6-3, 6-4
3. 25 aprile 2011   Estoril Open, Estoril (1) Terra rossa   Eric Butorac   Marc López
  David Marrero
6-3, 6-4
4. 15 maggio 2011   Open de Nice Côte d'Azur, Nizza Terra rossa   Eric Butorac   Santiago González
  David Marrero
6-3, 6-4
5. 2 ottobre 2011   Malaysian Open, Kuala Lumpur Cemento (i)   Eric Butorac   František Čermák
  Filip Polášek
6-1, 6-3
6. 6 maggio 2012   Estoril Open, Estoril (2) Terra rossa   Aisam-ul-Haq Qureshi   Julian Knowle
  David Marrero
7-5, 7-5
7. 17 giugno 2012   Halle Open, Halle Erba   Aisam-ul-Haq Qureshi   Treat Huey
  Scott Lipsky
6-3, 6-4
8. 30 marzo 2013   Miami Open, Miami Cemento   Aisam-ul-Haq Qureshi   Mariusz Fyrstenberg
  Marcin Matkowski
6-4, 6-1
9. 20 ottobre 2013   Stockholm Open, Stoccolma (2) Cemento (i)   Aisam-ul-Haq Qureshi   Jonas Björkman
  Robert Lindstedt
6-2, 6-2
10. 9 febbraio 2014   Zagreb Indoors, Zagabria Cemento (i)   Horia Tecău   Philipp Marx
  Michal Mertiňák
3-6, 6-4, [10-2]
11. 12 aprile 2014   Grand Prix Hassan II, Casablanca Terra rossa   Horia Tecău   Tomasz Bednarek
  Lukáš Dlouhý
6-2, 6-2
12. 27 aprile 2014   Năstase Țiriac Trophy, Bucarest Terra rossa   Horia Tecău   Mariusz Fyrstenberg
  Marcin Matkowski
6-4, 6-4
13. 21 giugno 2014   Rosmalen Grass Court Championships,
's-Hertogenbosch
Erba   Horia Tecău   Santiago González
  Scott Lipsky
6-3, 7-6(3)
14. 3 agosto 2014   Washington Open, Washington D.C. Cemento   Horia Tecău   Sam Groth
  Leander Paes
7-5, 6-4
15. 28 settembre 2014   Shenzhen Open, Shenzhen Cemento (i)   Horia Tecău   Sam Groth
  Chris Guccione
6-4, 7-6(4)
16. 5 ottobre 2014   China Open, Pechino Cemento   Horia Tecău   Julien Benneteau
  Vasek Pospisil
6(6)-7, 7-5, [10-5]
17. 26 ottobre 2014   Valencia Open 500, Valencia Cemento (i)   Horia Tecău   Kevin Anderson
  Jérémy Chardy
6-4, 6-2
18. 15 febbraio 2015   Rotterdam Open, Rotterdam Cemento (i)   Horia Tecău   Jamie Murray
  John Peers
3-6, 6-3, [10-8]
19. 11 luglio 2015   Torneo di Wimbledon, Londra Erba   Horia Tecău   Jamie Murray
  John Peers
7-6(5), 6-4, 6-4
20. 22 novembre 2015   ATP World Tour Finals, Londra Cemento (i)   Horia Tecău   Rohan Bopanna
  Florin Mergea
6–4, 6–3
21. 8 maggio 2016   Madrid Open, Madrid (1) Terra rossa   Horia Tecău   Rohan Bopanna
  Florin Mergea
6-4, 7-6(5)
22. 4 marzo 2017   Dubai Tennis Championships, Dubai (1) Cemento   Horia Tecău   Rohan Bopanna
  Marcin Matkowski
4-6, 6-3, [10-3]
23. 27 maggio 2017   Geneva Open, Ginevra Terra rossa   Horia Tecău   Juan Sebastián Cabal
  Robert Farah
2-6, 7-6(9), [10-6]
24. 25 agosto 2017   Winston-Salem Open, Winston-Salem (1) Cemento   Horia Tecău   Julio Peralta
  Horacio Zeballos
6-3, 6-4
25. 9 settembre 2017   US Open, New York Cemento   Horia Tecău   Feliciano López
  Marc López
6-4, 6-3
26. 3 marzo 2018   Dubai Tennis Championships, Dubai (2) Cemento   Horia Tecău   James Cerretani
  Leander Paes
6-2, 7-6(2)
27. 24 agosto 2018   Winston-Salem Open, Winston-Salem (2) Cemento   Horia Tecău   James Cerretani
  Leander Paes
6-4, 6-2
28. 12 maggio 2019   Madrid Open, Madrid (2) Terra rossa   Horia Tecău   Diego Schwartzman
  Dominic Thiem
6-2, 6-3
29. 27 ottobre 2019   Swiss Indoors, Basilea Cemento indoor   Horia Tecău   Taylor Fritz
  Reilly Opelka
7-5, 6-3
30. 13 febbraio 2022   Dallas Open, Dallas Cemento   Marcelo Arévalo   Lloyd Glasspool
  Harri Heliövaara
7-64, 6-4
31. 20 febbraio 2022   Delray Beach Open, Delray Beach Cemento   Marcelo Arévalo   Oleksandr Nedovjesov
  Aisam-ul-Haq Qureshi
6-2, 65-7, [10-4]
32. 4 giugno 2022   Open di Francia, Parigi Terra rossa   Marcelo Arévalo   Ivan Dodig
  Austin Krajicek
6(4)-7, 7-6(5), 6-3

Finali perse (23)Modifica

Legenda doppio
Grande Slam (0)
ATP Finals (0)
ATP Masters 1000 (3)
ATP Tour 500 (7)
ATP Tour 250 (13)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 7 luglio 2008   Swedish Open, Båstad Terra rossa   Johan Brunström   Jonas Björkman
  Robin Söderling
2-6, 2-6
2. 3 maggio 2009   Serbia Open, Belgrado Terra rossa   Johan Brunström   Łukasz Kubot
  Oliver Marach
2-6, 6(3)-7
3. 14 giugno 2009   Rosmalen Grass Court Championships,
's-Hertogenbosch
Erba   Johan Brunström   Wesley Moodie
  Dick Norman
6(3)-7, 7-6(8), [5-10]
4. 27 luglio 2009   Croatia Open Umag, Umago Terra rossa   Johan Brunström   František Čermák
  Michal Mertiňák
4-6, 4-6
5. 21 settembre 2009   Open Romania, Bucarest Terra rossa   Johan Brunström   František Čermák
  Michal Mertiňák
2-6, 4-6
6. 26 luglio 2010   Los Angeles Open, Los Angeles Cemento   Eric Butorac   Bob Bryan
  Mike Bryan
7-6(6), 2-6, [7-10]
7. 14 febbraio 2011   Memphis Open, Memphis Cemento   Eric Butorac   Maks Mirny
  Daniel Nestor
2-6, 7-6(6), [3-10]
8. 6 novembre 2011   Valencia Open 500, Valencia Cemento indoor   Eric Butorac   Bob Bryan
  Mike Bryan
4–6, 6(9)–7
9. 4 novembre 2012   Paris Masters, Parigi (1) Cemento indoor   Aisam-ul-Haq Qureshi   Rohan Bopanna
  Mahesh Bhupathi
6(6)-7, 3-6
10. 24 febbraio 2013   Open 13, Marsiglia Cemento   Aisam-ul-Haq Qureshi   Rohan Bopanna
  Colin Fleming
4-6, 6(3)-7
11. 5 maggio 2013   Estoril Open, Estoril Terra rossa   Aisam-ul-Haq Qureshi   Santiago González
  Scott Lipsky
3-6, 6-4, [7-10]
12. 16 febbraio 2014   Rotterdam Open, Rotterdam (1) Cemento indoor   Horia Tecău   Michaël Llodra
  Nicolas Mahut
2-6, 6(4)-7
13. 18 gennaio 2015   Sydney International, Sydney Cemento   Horia Tecău   Daniel Nestor
  Rohan Bopanna
4-6, 6(5)-7
14. 23 maggio 2015   Open de Nice Côte d'Azur, Nizza Terra rossa   Horia Tecău   Mate Pavić
  Michael Venus
6(4)–7, 6–2, [7–10]
15. 21 agosto 2016   Cincinnati Masters, Cincinnati Cemento   Horia Tecău   Ivan Dodig
  Marcelo Melo
6(5)-7, 7-6(5), [6-10]
16. 22 ottobre 2017   Stockholm Open, Stoccolma Cemento (i)   Aisam-ul-Haq Qureshi   Oliver Marach
  Mate Pavić
6-3, 6(6)-7, [4-10]
17. 29 aprile 2018   Barcelona Open, Barcellona Terra rossa   Aisam-ul-Haq Qureshi   Feliciano López
  Marc López
6(5)-7, 4-6
18. 4 novembre 2018   Paris Masters, Parigi (2) Cemento indoor   Horia Tecău   Marcel Granollers
  Rajeev Ram
4-6, 4-6
19. 17 febbraio 2019   Rotterdam Open, Rotterdam (2) Cemento (i)   Horia Tecău   Jérémy Chardy
  Henri Kontinen
6(5)-7, 6(4)-7
20. 4 agosto 2019   Washington Open, Washington Cemento   Horia Tecău   Raven Klaasen
  Michael Venus
6-3, 3-6, [2-10]
21. 24 ottobre 2021   European Open, Anversa Cemento (i)   Wesley Koolhof   Fabrice Martin
  Nicolas Mahut
0-6, 1-6
22. 13 novembre 2021   Stockholm Open, Stoccolma (2) Cemento (i)   Aisam-ul-Haq Qureshi   Andrés Molteni
  Santiago González
2-6, 2-6
23. 26 febbraio 2022   Abierto Mexicano, Acapulco Cemento   Marcelo Arévalo   Feliciano López
  Stefanos Tsitsipas
5-7, 4-6

Doppio mistoModifica

Vittorie (1)Modifica

Tornei del Grande Slam
Australian Open (0)
Open di Francia (1)
Torneo di Wimbledon (0)
US Open (0)
N. Data Torneo Superficie Partner Avversari in finale Punteggio
1. 5 giugno 2014   Open di Francia, Parigi Terra battuta   Anna-Lena Grönefeld   Julia Görges
  Nenad Zimonjić
4–6, 6–2, [10–7]

Tornei minoriModifica

SingolareModifica

Vittorie (14)Modifica
Legenda
Challenger (0)
Futures (14)
N. Data Torneo Superficie Avversari in finale Punteggio
1. 9 settembre 2002   Jamaica F13, Montego Bay Cemento   Brandon Wagner 6-3, 7-5
2. 4 novembre 2002   Jamaica F19, Trelawny Cemento   Lamine Ouahab 6-4, 6-1
3. 11 novembre 2002   Barbados F1, Bridgetown Cemento   Javier Taborga 6-2, 6-1
4. 18 novembre 2002   Netherlands Antilles F1, Curaçao Cemento   Alan Mackin 6-4, 4-6, 6-2
5. 25 novembre 2002   Aruba F1, Oranjestad Cemento   Michał Przysiężny 6-2, 6-2
6. 16 dicembre 2002   Jamaica F22, Trelawny Cemento   Dustin Brown 6-4, 6-3
7. 27 gennaio 2003   Jamaica F2, Montego Bay Cemento   Francisco Costa 4-6, 6-4, 6-3
8. 28 aprile 2003   Mexico F3, Guadalajara Terra rossa   Ignacio Gonzalez-King 0-6, 6-4, 6-4
9. 6 settembre 2004   Ecuador F2, Guayaquil Cemento   Pablo Gonzalez 6-4, 6-1
10. 27 settembre 2004   Venezuela F1, Caracas Cemento   Jhonnatan Medina-Alvarez 6-0, 6-3
11. 4 ottobre 2004   Venezuela F2, Caracas Cemento   José de Armas 6-1, 6-3
12. 11 ottobre 2004   Venezuela F3, Caracas Cemento   José de Armas 6-4, 6-2
13. 18 ottobre 2004   Cuba F1, L'Avana Cemento   Ricardo Chile-Fonte 6-0, 6-2
14. 24 gennaio 2005   Costa Rica F1, San Jose Cemento   Miguel Gallardo-Valles 6-2, 6-1

DoppioModifica

Vittorie (20)Modifica
Legenda
Challenger (11)
Futures (9)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 28 agosto 2000   Dominican Republic F1, Santo Domingo Terra rossa   Luis-Fernando Manrique   Justin Layne
  Mirko Pehar
6-4, 4-6, 7-5
2. 11 novembre 2002   Barbados F1, Bridgetown Cemento   Ryan Russell   Mirko Pehar
  Javier Taborga
6-4, 4-6, 6-1
3. 16 dicembre 2002   Jamaica F22, Trelawny Cemento   Ryan Russell   Bjorn Munroe
  Matthew Rutherford
6-2, 6-2
4. 17 maggio 2004   Fergana Challenger, Fergana Cemento   Raven Klaasen   Harsh Mankad
  Aisam-ul-Haq Qureshi
6-3, 6-1
5. 30 agosto 2004   Ecuador F1, Guayaquil Terra rossa   Levar Harper-Griffith   Matthew Hanlin
  Matt Klinger
w/o
6. 6 settembre 2004   Ecuador F2, Guayaquil Cemento   Levar Harper-Griffith   Sebastián Decoud
  Pablo Gonzalez
2-6, 7-5, 6-3
7. 27 settembre 2004   Venezuela F1, Caracas Cemento   Marcio Torres   Alvaro Loyola-Ruiz
  Felipe Parada
6-2, 6(6)-7, 6-4
8. 18 ottobre 2004   Cuba F1, L'Avana Cemento   Marcio Torres   Ricardo Chile-Fonte
  Sandor Martinez-Breijo
7-6(2), 6-4
9. 17 gennaio 2005   Guatemala F1, Città del Guatemala Cemento   Marcio Torres   Thiago Alves
  Bruno Soares
4-6, 6-3, 6-4
10. 6 giugno 2005   Spain F11, Tenerife Cemento   Tres Davis   Germán Puentes
  Daniel Vallverdu
6-2, 6-4
11. 26 giugno 2006   Mamaia Challenger, Costanza Terra rossa   Konstantinos Economidis   Florin Mergea
  Horia Tecău
7-6(1), 6-1
12. 14 agosto 2006   Trofeo Manta Open, Manta Cemento   Eric Nunez   Nicholas Monroe
  Horia Tecău
6-3, 6-2
13. 20 novembre 2006   Abierto de Puebla, Puebla Cemento   Daniel Garza   Bruno Echagaray
  Horia Tecău
6(6)-7, 6-3, [10-7]
14. 12 maggio 2008   Aarhus Challenger, Aarhus Terra rossa   Dawid Olejniczak   Frederik Nielsen
  Martin Pedersen
7-6(4), 2-6, [10-8]
15. 1º luglio 2008   Open Diputación, Cordova Cemento   Johan Brunström   James Cerretani
  Dick Norman
6-4, 6-3
16. 21 luglio 2008   Poznań Open, Poznań Terra rossa   Johan Brunström   Santiago Giraldo
  Alberto Martín
4-6, 6-0, [10-6]
17. 19 gennaio 2009   Challenger ATP Iquique, Iquique Terra rossa   Johan Brunström   Pablo Cuevas
  Horacio Zeballos
6-3, 6-4
18. 1º giugno 2009   Czech Open, Prostějov Terra rossa   Johan Brunström   Pablo Cuevas
  Dominik Hrbatý
6-2, 6-3
19. 8 giugno 2009   Challenger Lugano, Lugano Terra rossa   Johan Brunström   Pablo Cuevas
  Sergio Roitman
w/o
20. 30 giugno 2009   Braunschweig Open, Braunschweig Terra rossa   Johan Brunström   Brian Dabul
  Nicolás Massú
7-6(2), 6-4

Risultati in progressioneModifica

Sigla Risultato
V Vincitore
F Finalista
SF Semifinalista
O Oro olimpico
A Argento olimpico
SF Bronzo olimpico
QF Quarti di Finale
4T Quarto turno
3T Terzo turno
2T Secondo turno
1T Primo turno
RR Round Robin
LQ Turno di qualificazione
A Assente
ND Non disputato
Legenda superfici
Cemento
Terra battuta
Erba
Superficie variabile

DoppioModifica

Torneo 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 2021 2022 V–S
Tornei Grande Slam
  Australian Open, Melbourne A A A 3T SF 3T 3T 2T SF QF 3T 2T 1T 2T A 1T 22-12
  Open di Francia, Parigi A A 2T 1T 1T SF 3T 3T SF 2T 3T 1T QF 3T 3T V 29-13
  Wimbledon, Londra Q1 A 2T 1T 2T 3T 3T 3T V 1T 1T 2T QF ND 1T 1T 18-12
  US Open, New York A A 1T 1T 2T SF QF 3T QF 3T V 2T 1T SF 3T 25-13
Vittorie-Sconfitte 0-0 0-0 2-3 2-4 6-4 11-4 9-4 7-4 16-3 6-4 10-3 3-4 6-4 6-3 4-3 6-2 94-49
Torneo di Fine Anno
  ATP World Tour Finals, Londra A A A A A RR RR RR V A RR A RR A A 6-14
Vittorie-Sconfitte 0-0 0-0 0-0 0-0 0-0 0-3 0-3 0-3 5-0 0-0 0-3 0-0 1-2 0-0 0-0 0-0 6-14
Giochi Olimpici
  Giochi Olimpici ND A Non disputati 1T Non disputati 1T Non disputati 2T ND 1-2
Vittorie-Sconfitte ND 0-0 Non disputati 0-1 Non disputati 0-1 Non disputati 1-0 ND 1-2

Doppio mistoModifica

Aggiornato a tutto il 2020.

Torneo- 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 V–S
Tornei Grande Slam
  Australian Open, Melbourne A A A A A 1T 1T 1T 1T 2T 2T 2T 2T 2T 5-9
  Open di Francia, Parigi A A A A 1T A 2T V 2T 1T 2T 2T 1T ND 9-7
  Wimbledon, Londra A A 2T 1T 1T 1T SF A 2T 2T 2T QF 2T ND 7-10
  US Open, New York A A A A 2T QF 2T 1T A 1T A A A ND 4-5
Vittorie-Sconfitte 0-0 0-0 1-1 0-1 1-3 2-3 6-4 5-2 1-3 1-4 2-3 4-3 1-3 1-1 25-31
Giochi Olimpici
  Giochi Olimpici Non disputati A Non disputati 1T Non disputati 0-1
Vittorie-Sconfitte Non disputati 0-0 Non disputati 0-1 Non disputati 0-1

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica