Apri il menu principale

Yasuhito Endō

calciatore giapponese
(Reindirizzamento da Yasuhito Endo)
Yasuhito Endō
Yasuhito Endo 2014.png
Yasuhito Endō con la maglia della sua nazionale alla fine della partita contro la Grecia, nei Mondiali del 2014.
Nazionalità Giappone Giappone
Altezza 178[1] cm
Peso 75[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Gamba Osaka
Carriera
Giovanili
 ????-???? Oushū Elementary School
 ????-1994 Sakurajima Junior High School
1995-1997 Kagoshima Jitsugyo High School
Squadre di club1
1998 Yokohama Flügels 16 (1)
1999-2000 Kyoto Purple Sanga 53 (9)
2001- Gamba Osaka 594 (98)
Nazionale
1998-1999 Giappone Giappone U-20 11 (1)
1999 Giappone Giappone U-23 7 (0)
2002-2015 Giappone Giappone 152 (15)[2]
Palmarès
Transparent.png Mondiale di calcio Under-20
Argento Nigeria 1999
Coppa Asia.svg Coppa d'Asia
Oro Cina 2004
Oro Qatar 2011
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 dicembre 2019

Yasuhito Endō (遠藤 保仁 Endō Yasuhito?; Sakurajima, 28 gennaio 1980) è un calciatore giapponese, centrocampista del Gamba Osaka.

Considerato uno dei calciatori giapponesi più forti di tutti i tempi, è il calciatore più presente di sempre nella squadra del Gamba Osaka e della nazionale giapponese con le sue 152 presenze ed è, momentaneamente, il 16° calciatore che ha siglato più reti, sempre nella sua nazionale, assieme ad Hiroyuki Usui e a Ryūichi Sugiyama (ognuno di loro colleziona 15 reti totali).

Col Gamba Osaka ha vinto due campionati di J. League Division 1 (nel 2005 e nel 2014), uno di J. League Division 2 (nel 2013), due Coppe Yamazaki Nabisco, due Supercoppe giapponesi, quattro Coppe del Giappone, ma soprattutto ha vinto la Champions League asiatica nel 2008. Inoltre, con la sua squadra, è giunto terzo al Mondiale per club, sempre col Gamba Osaka, grazie alla vittoria per 1-0 nella finale per il terzo posto contro il Pachuca, nel 2008.

Con la nazionale Under-20 è giunto secondo nel Mondiale in Nigeria disputato nel 1999. Invece, con la nazionale maggiore, si è laureato campione d'Asia nel 2004 e nel 2011. Dal 2003 (escluso nel 2013) fino il 2015 è stato inserito nella formazione degli undici migliori calciatori dell’anno della J. League Division 1, un record assoluto per la storia del campionato del Sol Levante.28 settembre 2019 totale presenze 1010

BiografiaModifica

Yasuhito Endō[3] nasce a Sakurajima, nella Prefettura di Kagoshima. I suoi 2 fratelli più grandi, Takuya e Akihiro Endō, quando Yasuhito era ancora piccolo, non avevano giocattoli, ma solo palloni da calcio; infatti i due fratelli maggiori in seguito sono diventati dei calciatori professionisti, per cui anche Endō decise di imitarli. Successivamente anch’egli è diventato un calciatore professionista, sebbene il padre tentasse di convincerlo a diventare un giocatore del suo sport preferito, ossia il baseball. È sposato con la doppiatrice giapponese Aya. Da lei ha avuto quattro figli: due femmine e due maschi[senza fonte] Secondo alcuni media giapponesi, il leggendario centrocampista del Gamba Osaka, oltre a parlare giapponese e inglese, parlerebbe anche portoghese.

Caratteristiche tecnicheModifica

Centrocampista molto duttile, abile nel segnare e nel fornire assist ai compagni. Pur non essendo molto veloce è uno degli strateghi più creativi del Giappone, per questo viene considerato lo Xavi o l'Andrea Pirlo dagli occhi a mandorla. È un gran tiratore e specialista di calci piazzati; infatti la maggior parte delle sue reti con la maglia del Gamba Osaka sono da calcio fermo. L'unicità della storia del samurai blu sta nel fatto che sia riuscito a diventare una leggenda, pur non avendo mai varcato i confini nazionali. Inoltre, in un'intervista ha dichiarato che non scriverà mai una propria autobiografia.[4]

 
Endō (a destra) mentre sta per battere un calcio di punizione contro il Vissel Kobe, nel 2017, affiancato dal compagno Ideguchi (a sinistra)

CarrieraModifica

ClubModifica

Kagoshima Jitsugyo High School, Yokohama Flügels e Kyoto SangaModifica

Inizia la sua carriera da calciatore nel 1995 nelle giovanili della sua città natale, Kagoshima Jitsugyo High School, frequentandola per due anni. Nel 1998 viene ingaggiato dal Yokohama Flügels, dove colleziona 16 presenze e un gol nel campionato e in 4 partite di coppa. Nel 1999 viene acquistato dal Kyoto Sanga, dove realizza, tra campionato e i tornei vari, 64 presenze e 10 reti.

Gamba OsakaModifica

Nel 2001 viene ingaggiato dal Kyoto Sanga, diventando successivamente il perno della squadra giovane e ambiziosa guidata ai tempi in panchina da Akira Nishino. In soli 5 anni[senza fonte] lui e i suoi compagni conquistano nel 2005 uno scudetto, nel 2008 e nel 2009, due Coppe dell'Imperatore e, nel 2008 una Champions League asiatica, nella quale la squadra della città di Suita aveva superato in finale l'Adelaide United con un 5-0. Al mondiale per club, giocata a dicembre sempre del 2008, il Gamba Osaka si arrende in semifinale contro il Manchester United, ma torna a Osaka con un prestigiosissimo terzo posto nella finalina contro i messicani del Pachuca, battendoli 1-0: questo è il punto più alto della storia della giovane squadra nerazzurra.

 
Endō in azione con la divisa del Gamba Osaka in una partita di Champions League asiatica nel 2008 contro il Melbourne Victory

Ma l'idillio con la buona sorte non durerà troppo a lungo: solo quattro anni dopo la conquista della Champions League asiatica, il Gamba Osaka retrocede in J. League Division 2, la Serie B giapponese, al termine di un campionato concluso al 17º posto, nonostante un attacco più prolifico persino di quello dei campioni di quell'anno del Sanfrecce Hiroshima, ma nonostante ciò, Endō c'è sempre stato, come ad esempio Alessandro Del Piero e Gianluigi Buffon, non ha esitato a seguire la squadra di cui è icona immortale nella seconda serie nazionale. Nel 2013 il veterano Tomokazu Myōjin, cede la sua fascia di capitano a Endō, così da quel momento fino al termine della stagione 2017, è divenuto capitano dei nerazzurri. A fine 2013 Endō e i suoi sono di nuovo in J. League Division 1. Nel 2006 e nel 2008 diversi club europei avevano tentato di portare il giapponese oltreoceano, ma un principio di epatite C prima, e un virus poi, che l'avevano costretto a rinunciare alle Olimpiadi del 2008, avevano trattenuto in patria il "samurai blu", che poi nel 2009 si è consolato, diventando il miglior calciatore asiatico dell'anno nella cerimonia tenuta a Kuala Lumpur, battendo il siriano Firas Al-Khatib, il suo ex compagno di squadra nazionale Kengo Nakamura, l'iraniano Hadi Aghily e il bahreinito Sayed Mohamed Adnan. Endō è entrato nella top 5 anche l'anno prima, battuto però da Server Djeparov. Nel 2011, dopo i Mondiali in Sudafrica, riceve ancora molte offerte da diversi club europei: tra questi c'erano anche il Liverpool, il Genoa e l'Hannover 96, ma in un'intervista, confessò che resterà alla Gamba Osaka, anche se il suo sogno era quello di giocare in un campionato più competitivo, come quelli europei o quello brasiliano.

 
Yasuhito Endō con la maglia del Gamba Osaka in una partita di campionato contro l'Omiya Ardija, nel 2011

Registra la sua 500ª presenza con la maglia del Gamba Osaka il 19 ottobre 2015, contro l'Urawa Red Diamonds.

Il 26 ottobre 2016 segna su calcio di rigore il 100º gol della sua carriera in prima lega giapponese, in una partita di campionato, contro l'Albirex Niigata (3-1), al 60º minuto.

NazionaleModifica

L'esordio in Nazionale giunse nel novembre del 2002, contro l'Argentina che persero per 2-0. In quella partita, al 67º minuto Endō è entrato al posto di Mitsuo Ogasawara. Nella partita della Coppa d'Asia, contro il Bahrein subisce la sua prima espulsione. Successivamente vinse una Coppa d'Asia, disputata in Cina nel 2004. Nei Mondiali del 2006 in Germania viene convocato da Zico, senza disputare alcuna partita.

 
Yasuhito Endō con la maglia del Giappone in una partita contro la Bosnia ed Erzegovina, nel 2008

Partecipa anche ai Mondiali 2010 in Sudafrica, segnando contro la Danimarca su calcio di punizione da una trentina di metri dalla porta avversaria. In quella partita stava ancora per segnare, su calcio di punizione, da molto più lontano nella porta danese, quasi da metà campo, ma colpisce la traversa. In quel mondiale ha giocato tutte le partite da titolare. La sua squadra viene sconfitta poi dal Paraguay ai calci di rigori: Endō nel corso di quella partita realizzò il primo tiro dal dischetto.

Il 12 ottobre 2010 ottiene il record di presenze in assoluto del Giappone, nel corso di un'amichevole pareggiata 0-0 contro la Corea del Sud. Il 29 gennaio 2011 Endō con la nazionale vince la Coppa d'Asia giocata in Qatar. Il 26 marzo 2013 fallisce il calcio di rigore impedendo al Giappone, momentaneamente, di qualificarsi al Mondiale del 2014 in Brasile, contro la Giordania, partita persa 2-1. Ha partecipato anche alla FIFA Confederations Cup 2013 tenuta in Brasile, ma giunsero ultimi. Nel torneo Endō realizza in totale due assist, entrambi al bomber del Giappone, Shinji Okazaki.

Nei Mondiali 2014 viene convocato dal CT Alberto Zaccheroni, non disputando neanche una gara da titolare, ma venendo messo in campo due volte contro la Costa d'Avorio e la Grecia. I giapponesi giungono ancora ultimi nel Gruppo C, perdendo due partite e pareggiandone una. Durante il Mondiale in Brasile, Endō ha spiegato in un'intervista della FIFA che lui e la maggior parte dei suoi compagni della Nazionale non parla italiano e dunque l'allenatore Alberto Zaccheroni, quando il suo interprete è assente, è costretto a comunicare con la sua squadra a gesti.[5]

È stato scelto da Javier Aguirre per disputare la Coppa d'Asia 2015 giocata in Australia, in cui realizza il primo gol, tirando dalla distanza con un tiro speculativo, contro la Palestina, battendo il portiere del Smouha, Ramzi Saleh, nella quale, quest'ultimo, in quella partita, subisce poi altre tre reti. Nella partita successiva, contro l'Iraq, Endō gioca la sua 150ª presenza in Nazionale, senza però siglare nessun gol. Al termine della partita, vinta 1-0 grazie a un calcio di rigore realizzato da Keisuke Honda, festeggia, lui e i suoi compagni di squadra, le sue 150 presenze. La partita dopo, nei quarti di finale, contro gli Emirati Arabi Uniti, perdono la Coppa d'Asia 2015 ai calci di rigore: in quella partita, Endō è uscito dal campo al 54º per dar posto al suo erede, Gaku Shibasaki, che dopo 27 minuti di gioco porta il Giappone ai calci di rigore, grazie ad un suo gol. Al posto di Javier Aguirre è subentrato Vahid Halilhodžić, che ha deciso di non convocare più Endō, il calciatore ancora oggi più presente sul campo nipponico (152 presenze), a causa della sua longevità.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 1º dicembre 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppa dell'Imperatore Coppa J. League AFC Champions League Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1997   Kagoshima Jitsugyō H.S. - - - CI 1 0 CJL - - AFC - - - - - 1 0
1998   Yokohama Flügels J 16 1 CI - - CJL 4 0 AFC - - - - - 20 1
1999   Kyoto Sanga J1 24 4 CI 2 0 CJL 2 0 AFC - - - - - 28 4
2000 J1 29 5 CI 1 0 CJL 6 1 AFC - - - - - 36 6
Totale Kyoto Sanga 53 9 3 0 8 1 - - - - 64 10
2001   Gamba Osaka J1 29 4 CI 3 1 CJL 4 0 AFC - - - - - 36 5
2002 J1 30 5 CI 1 0 CJL 8 1 AFC - - - - - 39 6
2003 J1 30 4 CI 2 0 CJL 6 0 AFC - - - - - 38 4
2004 J1 29 9 CI 3 0 CJL - - AFC - - - - - 32 9
2005 J1 33 10 CI 2 0 CJL 4 0 AFC - - - - - 39 10
2006 J1 25 9 CI 4 1 CJL - - AFC 5 3 - 4 1 38 14
2007 J1 34 8 CI 4 0 CJL 8 1 AFC - - - 1 0 47 9
2008 J1 27 6 CI 3 0 CJL 1 0 AFC 10 3 - 3 2 44 11
2009 J1 32 10 CI 4 3 CJL 2 0 AFC 6 1 - 1 0 45 14
2010 J1 30 3 CI 2 2 CJL - - AFC 3 0 - 1 0 36 5
2011 J1 33 4 CI - - CJL - - AFC 7 1 - - - 40 5
2012 J1 34 5 CI 4 3 CJL 2 0 AFC 4 1 - - - 44 9
2013 J2 33 5 CI - - CJL - - AFC - - - - - 33 5
2014 J1 34 6 CI 5 0 CJL 6 0 AFC - - - - - 45 6
2015 J1 34 5 CI 4 0 CJL 3 1 AFC 12 0 - 4 0 58 6
2016 J1 34 2 CI 2 0 CJL 3 1 AFC 5 1 - 1 0 45 4
2017 J1 31 1 CI 1 0 CJL 4 0 AFC 7 0 - - - 43 1
2018 J1 34 1 CI 1 0 CJL 5 0 AFC - - - - - 40 1
Totale Gamba Osaka 566 97 45 10 56 4 59 10 15 3 741 124
Totale carriera 635 107 49 10 68 5 59 10 15 3 826 135

Cronologia presenze e gol in NazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Giappone
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
20-11-2002 Saitama Giappone   0 – 2   Argentina Amichevole -   67’
31-5-2003 Tokyo Giappone   0 – 1   Corea del Sud Amichevole -   65’
11-6-2003 Saitama Giappone   0 – 0   Paraguay Amichevole -
18-6-2003 Saint-Denis Nuova Zelanda   0 – 3   Giappone Conf. Cup 2003 - 1º turno -
20-6-2003 Saint-Étienne Francia   2 – 1   Giappone Conf. Cup 2003 - 1º turno -
22-6-2003 Saint-Étienne Giappone   0 – 1   Colombia Conf. Cup 2003 - 1º turno -   82’
20-8-2003 Tokyo Giappone   3 – 0   Nigeria Amichevole 1
10-9-2003 Niigata Giappone   0 – 1   Senegal Amichevole -   73’
19-11-2003 Ōita Giappone   0 – 0   Camerun Amichevole -   80’
4-12-2003 Tokyo Giappone   2 – 0   Cina Coppa dell'Asia orientale 2003 -
7-12-2003 Saitama Giappone   1 – 0   Hong Kong Coppa dell'Asia orientale 2003 -   67’
10-12-2003 Yokohama Giappone   0 – 0   Corea del Sud Coppa dell'Asia orientale 2003 -
7-2-2004 Kashima Giappone   4 – 0   Malaysia Amichevole 1
12-2-2004 Tokyo Giappone   2 – 0   Iraq Amichevole -
18-2-2004 Saitama Giappone   1 – 0   Oman Qual. Mondiali 2006 -   64’
25-4-2004 Zalaegerszeg Ungheria   3 – 2   Giappone Amichevole -
28-4-2004 Praga Rep. Ceca   0 – 1   Giappone Amichevole -   65’
30-5-2004 Manchester Islanda   2 – 3   Giappone Amichevole -   60’
9-7-2004 Hiroshima Giappone   3 – 1   Slovacchia Amichevole -
13-7-2004 Yokohama Giappone   1 – 0   Serbia e Montenegro Amichevole 1
20-7-2004 Chongqing Giappone   1 – 0   Oman Coppa d'Asia 2004 - 1º turno -
24-7-2004 Chongqing Thailandia   1 – 4   Giappone Coppa d'Asia 2004 - 1º turno -
28-7-2004 Chongqing Giappone   0 – 0   Iran Coppa d'Asia 2004 - 1º turno -
31-7-2004 Chongqing Giappone   1 – 1 dts
(4 – 3 dcr)
  Giordania Coppa d'Asia 2004 - Quarti di finale -   56’
3-8-2004 Jinan Bahrein   3 – 4 dts   Giappone Coppa d'Asia 2004 - Semifinale -   40’
18-8-2004 Shizuoka Giappone   1 – 2   Argentina Amichevole -   57’
17-11-2004 Saitama Giappone   1 – 0   Singapore Qual. Mondiali 2006 -
16-12-2004 Yokohama Giappone   0 – 3   Germania Amichevole -   70’
29-1-2005 Yokohama Giappone   4 – 0   Kazakistan Amichevole -   88’
2-2-2005 Saitama Giappone   3 – 0   Siria Amichevole -   10’   71’
9-2-2005 Saitama Giappone   2 – 1   Corea del Nord Qual. Mondiali 2006 -
22-5-2005 Niigata Giappone   0 – 1   Perù Amichevole -
8-6-2005 Bangkok Corea del Nord   0 – 2   Giappone Qual. Mondiali 2006 -   85’
19-6-2005 Francoforte Grecia   0 – 1   Giappone Conf. Cup 2005 - 1º turno -   74’
31-7-2005 Daejeon Corea del Nord   1 – 0   Giappone Coppa dell'Asia orientale 2005 -   62’   77’
17-8-2005 Yokohama Giappone   2 – 1   Iran Qual. Mondiali 2006 -   84’
10-2-2006 San Francisco Stati Uniti   3 – 2   Giappone Amichevole -   26’   46’
22-2-2006 Yokohama Giappone   6 – 0   India Qual. Coppa d'Asia 2007 -   72’
9-5-2006 Osaka Giappone   1 – 2   Bulgaria Amichevole -
13-5-2006 Saitama Giappone   0 – 0   Scozia Amichevole -   73’
16-8-2006 Niigata Giappone   2 – 0   Yemen Qual. Coppa d'Asia 2007 -   71’
3-9-2006 Jeddah Arabia Saudita   1 – 0   Giappone Qual. Coppa d'Asia 2007 -
6-9-2006 Sana'a Yemen   0 – 1   Giappone Qual. Coppa d'Asia 2007 -
4-10-2006 Yokohama Giappone   0 – 1   Ghana Amichevole -   75’
24-3-2007 Yokohama Giappone   2 – 0   Perù Amichevole -   68’
1-6-2007 Shizuoka Giappone   2 – 0   Montenegro Amichevole -   80’
5-6-2007 Saitama Giappone   0 – 0   Colombia Amichevole -   80’
9-7-2007 Hanoi Giappone   1 – 1   Qatar Coppa d'Asia 2007 - 1º turno -
13-7-2007 Hanoi Emirati Arabi Uniti   1 – 3   Giappone Coppa d'Asia 2007 - 1º turno -
16-7-2007 Hanoi Vietnam   1 – 4   Giappone Coppa d'Asia 2007 - 1º turno 1   68’
21-7-2007 Hanoi Giappone   1 – 1 dts
(4 – 3 dcr)
  Australia Coppa d'Asia 2007 - Quarti di finale -
25-7-2007 Hanoi Giappone   2 – 3   Arabia Saudita Coppa d'Asia 2007 - Semifinale -   74’
28-7-2007 Palembang Corea del Sud   0 – 0 dts
(6 – 5 dcr)
  Giappone Coppa d'Asia 2007 - 3º posto -
22-8-2007 Oita Giappone   2 – 0   Camerun Amichevole -   63’
7-9-2007 Klagenfurt Austria   0 – 0 dts
(4 – 3 dcr)
  Giappone Amichevole -
11-9-2007 Klagenfurt Giappone   4 – 3   Svizzera Amichevole -   87’
17-10-2007 Osaka Giappone   4 – 1   Egitto AFC Challenge Cup 2007 -   73’
26-1-2008 Tokyo Giappone   2 – 0   Cile Amichevole -
30-1-2008 Shizuoka Giappone   3 – 0   Bosnia ed Erzegovina Amichevole -
6-2-2008 Saitama Giappone   4 – 1   Thailandia Qual. Mondiali 2010 1
17-2-2008 Chongqing Giappone   1 – 1   Corea del Nord Coppa dell'Asia orientale 2008 -
20-2-2008 Chongqing Cina   0 – 1   Giappone Coppa dell'Asia orientale 2008 -
23-2-2008 Chongqing Giappone   1 – 1   Corea del Sud Coppa dell'Asia orientale 2008 -
26-3-2008 Manama Bahrein   1 – 0   Giappone Qual. Mondiali 2010 -   56’
24-5-2008 Toyota Giappone   1 – 0   Costa d'Avorio Amichevole -
27-5-2008 Saitama Giappone   0 – 0   Paraguay Amichevole -   46’
2-6-2008 Yokohama Giappone   3 – 0   Oman Qual. Mondiali 2010 -
7-6-2008 Mascate Oman   1 – 1   Giappone Qual. Mondiali 2010 1
14-6-2008 Bangkok Thailandia   0 – 3   Giappone Qual. Mondiali 2010 -
22-6-2008 Saitama Giappone   1 – 0   Bahrein Qual. Mondiali 2010 -
6-9-2008 Manama Bahrein   2 – 3   Giappone Qual. Mondiali 2010 1
15-10-2008 Saitama Giappone   1 – 1   Uzbekistan Qual. Mondiali 2010 -
19-11-2008 Doha Qatar   0 – 3   Giappone Qual. Mondiali 2010 -
4-2-2009 Tokyo Giappone   5 – 1   Finlandia Amichevole -   77’
11-2-2009 Yokohama Giappone   0 – 0   Australia Qual. Mondiali 2010 -
28-3-2009 Saitama Giappone   1 – 0   Bahrein Qual. Mondiali 2010 -
27-5-2009 Osaka Giappone   4 – 0   Cile Amichevole -   61’
31-5-2009 Tokyo Giappone   4 – 0   Belgio Amichevole -   62’
6-6-2009 Tashkent Uzbekistan   0 – 1   Giappone Qual. Mondiali 2010 -   59’
5-9-2009 Enschede Paesi Bassi   3 – 0   Giappone Amichevole -
9-9-2009 Utrecht Giappone   4 – 3   Ghana Amichevole -
8-10-2009 Shizuoka Giappone   6 – 0   Hong Kong Qual. Coppa d'Asia 2011 -
14-10-2009 Rifu Giappone   5 – 0   Togo Amichevole -   46’
14-11-2009 Port Elizabeth Sudafrica   0 – 0   Giappone Amichevole -
18-11-2009 Hong Kong Hong Kong   0 – 4   Giappone Qual. Coppa d'Asia 2011 -   86’
2-2-2010 Oita Giappone   0 – 0   Venezuela Amichevole -
6-2-2010 Tokyo Giappone   0 – 0   Cina Coppa dell'Asia orientale 2010 -
11-2-2010 Tokyo Giappone   3 – 0   Hong Kong Coppa dell'Asia orientale 2010 -
14-2-2010 Tokyo Giappone   1 – 3   Corea del Sud Coppa dell'Asia orientale 2010 1
3-3-2010 Toyota Giappone   2 – 0   Bahrein Qual. Coppa d'Asia 2011 -   83’
7-4-2010 Osaka Giappone   0 – 3   Serbia Amichevole -   82’
24-5-2010 Saitama Giappone   0 – 2   Corea del Sud Amichevole -   74’   79’
30-5-2010 Graz Giappone   1 – 2   Inghilterra Amichevole -   86’
4-6-2010 Sion Giappone   0 – 2   Costa d'Avorio Amichevole -   46’
14-6-2010 Bloemfontein Giappone   1 – 0   Camerun Mondiali 2010 - 1º turno -
19-6-2010 Durban Paesi Bassi   1 – 0   Giappone Mondiali 2010 - 1º turno -
24-6-2010 Rustenburg Danimarca   1 – 3   Giappone Mondiali 2010 - 1º turno 1   12’   89’
29-6-2010 Pretoria Paraguay   0 – 0 dts
(5 – 3 dcr)
  Giappone Mondiali 2010 - Ottavi di finale -   113’
8-10-2010 Saitama Giappone   1 – 0   Argentina Amichevole -   71’
12-10-2010 Seul Corea del Sud   0 – 0   Giappone Amichevole - [6]   85’
9-1-2011 Doha Giappone   1 – 1   Giordania Coppa d'Asia 2011 - 1º turno -
13-1-2011 Doha Siria   1 – 2   Giappone Coppa d'Asia 2011 - 1º turno -
17-1-2011 Al Rayyan Giappone   5 – 0   Arabia Saudita Coppa d'Asia 2011 - 1º turno -   82’
21-1-2011 Doha Giappone   3 – 2   Qatar Coppa d'Asia 2011 - Quarti di finale -   33’
25-1-2011 Doha Giappone   2 – 2 dts
(3 - 0 dcr)
  Corea del Sud Coppa d'Asia 2011 - Semifinale -
29-1-2011 Doha Australia   0 – 1 dts   Giappone Coppa d'Asia 2011 - Finale - [7]
1-6-2011 Niigata Giappone   0 – 0   Perù Amichevole -
7-6-2011 Yokohama Giappone   0 – 0   Rep. Ceca Amichevole -   64’
10-8-2011 Sapporo Giappone   3 – 0   Corea del Sud Amichevole -   73’
2-9-2011 Saitama Giappone   1 – 0   Corea del Nord Qual. Mondiali 2014 -
6-9-2011 Tashkent Uzbekistan   1 – 1   Giappone Qual. Mondiali 2014 -
11-10-2011 Osaka Giappone   8 – 0   Tagikistan Qual. Mondiali 2014 -
11-11-2011 Dushanbe Tagikistan   0 – 4   Giappone Qual. Mondiali 2014 -
24-2-2012 Osaka Giappone   3 – 1   Islanda Amichevole -
29-2-2012 Toyota Giappone   0 – 1   Uzbekistan Qual. Mondiali 2014 -
3-6-2012 Saitama Giappone   3 – 0   Oman Qual. Mondiali 2014 -   86’
8-6-2012 Saitama Giappone   6 – 0   Giordania Qual. Mondiali 2014 -
12-6-2012 Brisbane Australia   1 – 1   Giappone Qual. Mondiali 2014 -
15-8-2012 Sapporo Giappone   1 – 1   Venezuela Amichevole 1
6-9-2012 Niigata Giappone   1 – 0   Emirati Arabi Uniti Amichevole -   87’
11-9-2012 Saitama Giappone   1 – 0   Iraq Qual. Mondiali 2014 -
12-10-2012 Saint-Denis Francia   0 – 1   Giappone Amichevole -
16-10-2012 Breslavia Giappone   0 – 4   Brasile Amichevole -
14-11-2012 Mascate Oman   1 – 2   Giappone Qual. Mondiali 2014 -   89’
6-2-2013 Kōbe Giappone   3 – 0   Lettonia Amichevole -   46’
22-3-2013 Doha Giappone   2 – 1   Canada Amichevole -
26-3-2013 Amman Giordania   2 – 1   Giappone Qual. Mondiali 2014 -  
30-5-2013 Toyota Giappone   0 – 2   Bulgaria Amichevole -
4-6-2013 Saitama Giappone   1 – 1   Australia Qual. Mondiali 2014 -
11-6-2013 Doha Iraq   0 – 1   Giappone Qual. Mondiali 2014 -
15-6-2013 Brasilia Brasile   3 – 0   Giappone Conf. Cup 2013 - 1º turno -   78’
19-6-2013 Recife Italia   4 – 3   Giappone Conf. Cup 2013 - 1º turno -
22-6-2013 Belo Horizonte Giappone   1 – 2   Messico Conf. Cup 2013 - 1º turno - cap.
14-8-2013 Rifu Giappone   2 – 4   Uruguay Amichevole -
6-9-2013 Osaka Giappone   3 – 0   Guatemala Amichevole 1   79’
10-9-2013 Yokohama Giappone   3 – 1   Ghana Amichevole 1
11-10-2013 Novi Sad Serbia   2 – 0   Giappone Amichevole -
15-10-2013 Minsk Bielorussia   1 – 0   Giappone Amichevole -
16-11-2013 Genk Paesi Bassi   2 – 2   Giappone Amichevole -   46’
19-11-2013 Bruxelles Belgio   2 – 3   Giappone Amichevole -   46’
5-3-2014 Tokyo Giappone   4 – 2   Nuova Zelanda Amichevole -   46’
27-5-2014 Saitama Giappone   1 – 0   Cipro Amichevole -   46’
2-6-2014 Tampa Costa Rica   1 – 3   Giappone Amichevole 1   46’
6-6-2014 Tampa Giappone   4 – 3   Zambia Amichevole -   89’
14-6-2014 Recife Costa d'Avorio   2 – 1   Giappone Mondiali 2014 - 1º turno -   54’
19-6-2014 Natal Giappone   0 – 0   Grecia Mondiali 2014 - 1º turno -   46’
14-11-2014 Toyota Giappone   6 – 0   Honduras Amichevole 1   35’   70’
18-11-2014 Osaka Giappone   2 – 1   Australia Amichevole -   46’
12-1-2015 Newcastle Giappone   4 – 0   Palestina Coppa d'Asia 2015 - 1º turno 1   58’
16-1-2015 Brisbane Iraq   0 – 1   Giappone Coppa d'Asia 2015 - 1º turno -   63’
20-1-2015 Melbourne Giappone   2 – 0   Giordania Coppa d'Asia 2015 - 1º turno -   86’
23-1-2015 Sydney Giappone   1 – 1 dts
(4 – 5 dcr)
  Emirati Arabi Uniti Coppa d'Asia 2015 - Quarti di finale -   54’
Totale Presenze (1º posto) 152 Reti (16º posto) 15

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Gamba Osaka: 2005, 2014
Gamba Osaka: 2013
Gamba Osaka: 2008, 2009, 2014, 2015
Gamba Osaka: 2007, 2014
Gamba Osaka: 2007, 2015

Competizioni internazionaliModifica

Gamba Osaka: 2008
Gamba Osaka: 2008
Gamba Osaka: 2008 (terza posizione)

IndividualeModifica

2009
2008
2014
2008
2003, 2004, 2005, 2006, 2007, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2014, 2015

FilmografiaModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Yasuhito Endō, su www2.gamba-osaka.net. URL consultato il 15 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 16 agosto 2018).
  2. ^ (EN) Endo Yasuhito, japannationalfootballteam.com. URL consultato il 21 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 21 settembre 2013).
  3. ^ Soprannominato Yatto o Yatto-San dai tifosi giapponesi che significa "uomo infinito", un modo per sottolineare la sua longevità calcistica.
  4. ^ Come ha fatto ad esempio il suo compagno di Nazionale Yūto Nagatomo.
  5. ^ (EN) Endō: Zaccheroni comunica con noi a gesti
  6. ^ 100ª presenza
  7. ^ 4º titolo

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica